Vincenzo Gentile

EULA, HP di nuovo in tribunale

Si rinnova l'assalto al produttore statunitense per la questione del software preinstallato. E ADUC lavora anche ad un'azione a livello comunitario

Firenze - HP ancora sulla graticola per l'affaire EULA. Come già accaduto in passato, Hewlett-Packard Italia in un nuovo caso ha negato il rimborso del sistema operativo pre-installato, dichiarando che macchina e sistema operativo sono inscindibili. Da qui, mentre ADUC presenta un esposto all'Antitrust dell'Unione Europea, un nuovo ricorso di un utente italiano.

La prima udienza si è tenuta nelle scorse ore presso l'aula del Giudice di Pace di Firenze. A citare HP Italia, un consumatore assistito dai legali di ADUC, da tempo impegnati in una vera e propria battaglia con l'azienda. In una sentenza precedente, un altro giudice aveva già stabilito che il rimborso è dovuto: pur trattandosi di una sentenza che non costituisce un precedente, è da qui che gli avvocati vogliono ripartire.

Il contratto, d'altra parte, sembra parlar chiaro: "Qualora l'utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potrà utilizzare o duplicare il software e dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso".
Dovrebbe quindi essere possibile per l'utente scegliere solo in seguito quale sistema operativo utilizzare, ribadendo l'infondatezza del principio di inscindibilità tra macchina e software ipotizzato da HP. Per conto suo Hewlett-Packard Italia ha sempre risposto che, venendo a mancare il sistema operativo preinstallato, la macchina perderebbe diritto alla garanzia e alla assistenza.

ADUC comunque non si rassegna: visto l'atteggiamento della casa costruttrice, ha presentato un esposto alla commissione Antitrust dell'Unione Europea contro l'abuso di posizione dominante da parte dei produttori di computer. Alla base di tutto vi sarebbe una politica commerciale non lineare, un falso storico che ha consolidato il binomio macchina-software nell'ottica del ready-to-use e, secondo l'organizzazione di difesa dei consumatori, una carenza generale del comparto poiché, fino a poco tempo fa, mancavano alternative free come quelle offerte oggi dal progetto GNU/Linux.

Vincenzo Gentile
127 Commenti alla Notizia EULA, HP di nuovo in tribunale
Ordina
  • E non per dire, ma perchè la causa l'ho fatta io!!!
    http://www.libertadigitali.net/mainsite/node/2
    http://www.libertadigitali.net/mainsite/node/10

    Che i produttori abbiano diritto a fornire un SO a LORO scelta è vero.
    Che l'utente che installa un SO NON testato ufficialmente, rischi di invalidare la garanzia, è altrettanto vero.
    Ma questo non significa che non ne abbia comunque diritto!!!
    Una cosa è la garanzia, un'altra è la licenza fornita a corredo del portatile acquistato.
    Come è vero che io NON posso copiare Windows e gli altri software proprietari che ottengo in LICENZA, così è vero che la licenza prevede il rimborso se io rifiuto le condizioni del contratto al primo avvio.
    Leggete quello che HP sostiene e fatevi 4 risate pure voiCon la lingua fuori
  • - Scritto da: katun79
    > Che l'utente che installa un SO NON testato
    > ufficialmente, rischi di invalidare la garanzia,
    > è altrettanto vero.
    >
    > Ma questo non significa che non ne abbia comunque
    > diritto!!!

    nn sono in contraddizione pratica queste due frasi?
    in linea di principio sono entrambe vere... ma cozzano una con l'altra... il diritto di chi prevale?
    non+autenticato
  • forse non hai capito bene: loro dicono che ╚ ILLEGALE installare un altro sistema, oltre all'invalido della garanzia

    è come se comprassi una macchina, la modificassi pesantemente anche nel motore e poi ci girassi in pista
    è legale farlo? certamente, se non esco in una strada pubblica
    è legale chiedere assistenza garantita per un guasto su un pezzo modificato? non questo no

    stessa cosa
    non+autenticato
  • che dicano che e' illegale non usare windows sui propri prodotti sarebbe un abuso e cmq e' difficilmente monitorabile... cmq se vale il principio che la garanzia decade a quel punto hp si toglie ogni responsabilita' sulla sorte del pc quindi che sia legale o meno nn sono fatti che la riguardano direttamente .. anzi... piu' gente invalida la garanzia meno soldi deve investire per il servizio d'assistenza....
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > forse non hai capito bene: loro dicono che ╚
    > ILLEGALE installare un altro sistema, oltre
    > all'invalido della
    > garanzia

    al momento ho poco tempo, mi dici quando hanno detto una cosa simile? ( che è illegale installare un altro OS ).
  • - Scritto da: bibop
    > - Scritto da: katun79
    > > Che l'utente che installa un SO NON testato
    > > ufficialmente, rischi di invalidare la garanzia,
    > > è altrettanto vero.
    > >
    > > Ma questo non significa che non ne abbia
    > comunque
    > > diritto!!!
    >
    > nn sono in contraddizione pratica queste due
    > frasi?
    >
    > in linea di principio sono entrambe vere... ma
    > cozzano una con l'altra... il diritto di chi
    > prevale?

    Nessun diritto prevale.
    Io posso togliere il SW che è installato di default, e loro non darmi la garanzia. (Cosa tra l'altro falsa, la garanzia è sull'hardware non sul software!!)
    Ma non possono limitare cosa io posso o non posso installare!!!
  • Basterebbe che lo stato, attraverso la CONSIP (www.consip.it), richiedesse in tutti i bandi di gara per l'acquisto di PC la condizione che i PC vengano venduti senza licenza per il sistema operativo.
    In questo modo qualunque produttore di PC che aspiri a partecipare a gare di fornitura per lo stato dovrebbe per forza di cose rinunciare a tale clausole.

    Creato il precedente, anche i consumatori ne beneficerebbero, senza cause e sprechi di tempo e di denaro, senza contare del tempo e del costo necessari per legiferare in materia; basta la semplice legge di mercato della domanda e dell'offerta.

    Purtroppo ho tema che lo stato le licenze invece le paghi doppie, in quanto le compra insieme ai PC, e le ricompra anche nell'ambito di contratti quadro con i soliti noti.

    Non faccio commenti sul perché ciò accada: ciascuno può farsi autonomamente una propria opinione.
  • E tu credi veramente che lo stato risparmierebbe?? I costi di installazione?? La gestione del processo di installazione?? Il tecnico che sta male ed un ufficio rimane fermo!?? Uno Stato che non è in grado di comprare la benzina delle auto (che è una commodity) pensi sia in grado di gestire PC?!

    Uno Stato NON dovrebbe neanche comprarli i PC!! Sono inutili... uno Stato deve avere dei processi scritti nella pietra e via con dei bei terminali a caratteri... si risparmiano soldi, menate varie e si è sicuri che TUTTI lavorino come si deve e non che ognuno si faccia "i propri moduli"...

    - Scritto da: andy61
    > Basterebbe che lo stato, attraverso la CONSIP
    > (www.consip.it), richiedesse in tutti i bandi di
    > gara per l'acquisto di PC la condizione che i PC
    > vengano venduti senza licenza per il sistema
    > operativo.
    > In questo modo qualunque produttore di PC che
    > aspiri a partecipare a gare di fornitura per lo
    > stato dovrebbe per forza di cose rinunciare a
    > tale
    > clausole.
    >
    > Creato il precedente, anche i consumatori ne
    > beneficerebbero, senza cause e sprechi di tempo e
    > di denaro, senza contare del tempo e del costo
    > necessari per legiferare in materia; basta la
    > semplice legge di mercato della domanda e
    > dell'offerta.
    >
    > Purtroppo ho tema che lo stato le licenze invece
    > le paghi doppie, in quanto le compra insieme ai
    > PC, e le ricompra anche nell'ambito di contratti
    > quadro con i soliti
    > noti.
    >
    > Non faccio commenti sul perché ciò accada:
    > ciascuno può farsi autonomamente una propria
    > opinione.
  • Premesso il fatto che in varie aree i PC vengono comunque re-installati ex-novo quando arrivano, per configurarli con un'immagine di riferimento adatta al contesto operativo.

    In ogni caso per risparmiare lo stato potrebbe anche fornire l'immagine al fornitore, e farsi preinstallare tale immagine sui PC da fornire (il costo per il fornitore non cambia - ovviamente per quantità ragionevoli).

    Per assicurarsi che tutti lavorino come si deve non occorre una tecnologia o l'altra: occorre che qualcuno sia responsabile in prima persona e che effettui i necessari controlli.
    Senza quelli, anche le Tavole dei 10 Comandamenti sono solo pietre.
  • - Scritto da: andy61
    > Basterebbe che lo stato, attraverso la CONSIP
    > (www.consip.it), richiedesse in tutti i bandi di
    > gara per l'acquisto di PC la condizione che i PC
    > vengano venduti senza licenza per il sistema
    > operativo.

    Nel comune dove vivo, a quanto ho capito, hanno fatto questo errore.
    ( ripeto, stando a quanto ho capito ) Dico errore perchè mi sembra che poi abbiano dovuto comperare le licenze di windows a parte e se nons baglio hanno dovuto prendere le licenze non OEM ( purtroppo non ho potuto ottenere molte info ).


    > Purtroppo ho tema che lo stato le licenze invece
    > le paghi doppie, in quanto le compra insieme ai
    > PC, e le ricompra anche nell'ambito di contratti
    > quadro con i soliti
    > noti.

    credo che lo stato si affidi a ditte che gestiscono la cosa al loro interno in maniera completamente diversa dal rivenditore per privati.
  • visto che loro distribuiscono un SW con scritto

    "Qualora l'utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potrà utilizzare o duplicare il software e dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso"

    Se uno non accetta questo accordo dovrebbe ottenere il rimborso. HP cosa fa?

    - ritira il PC
    - ritira solo il SW
    - cincischia
    - scarica la colpa
    - non hanno mai letto questo testo

    Qualcuno hai mai provato a sentirli? ( visto che non lo so, chiedo )
  • - Scritto da: pippo75
    > visto che loro distribuiscono un SW con scritto
    >
    > "Qualora l'utente non accetti le condizioni del
    > presente contratto, non potrà utilizzare o
    > duplicare il software e dovrà contattare
    > prontamente il produttore per ottenere
    > informazioni sulla restituzione del prodotto o
    > dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in
    > conformità alle disposizioni stabilite dal
    > produttore
    > stesso"
    >
    > Se uno non accetta questo accordo dovrebbe
    > ottenere il rimborso. HP cosa
    > fa?
    >
    > - ritira il PC
    > - ritira solo il SW
    > - cincischia
    > - scarica la colpa
    > - non hanno mai letto questo testo
    >
    > Qualcuno hai mai provato a sentirli? ( visto che
    > non lo so, chiedo
    > )


    Ho scritto tutto sul mio blog.
    La causa in oggetto l'ho fatta io, vai a leggerlaSorride
  • >
    > Ho scritto tutto sul mio blog.
    > La causa in oggetto l'ho fatta io, vai a leggerla
    >Sorride

    l'ho letta leggermente in fretta, pero' devo dire:

    - se ti ritirano il PC completo con il rimborso, teoricamente loro sono nel rispetto del contrarro ( poi si può discutere sul rapporto cliente-ditta per mesi ).

    - "la quasi totalità degli utenti non e' in grado di installare un sistema operativo da sola"
    Purtroppo ha ragione, per un utente normale-medio installare un OS è complesso.

    > Devo provare di non averlo usato? Ho rifiutato e
    > spianato il disco di fronte a DUE testimoni, e
    > HP non fornisce il cd di ripristino

    Secondo me la soluzione migliore era quando è comparsa la scritta, prendere il telefono e sentire HP, dicendo che riuiti la licenza e vuoi sapere sul rimborso e sapere cosa devi fare con il Computer ( spegnerlo, polverizzarlo, altro ).
    Almeno qualunque operazione era compatibile con il rimborso.

    > Pensare che Microsoft nell'Eula, cioe' il Contratto
    > di Licenza di Windows, possa obbligare un produttore
    > a ritirare tutto il software e l'hardware in caso di
    > non accettazione della suddetta licenza e' follia pura.

    HP ha accettato di vendere Windows nonostante ci fosse questa limitazione, quindi....

    > o ho quantificato il prezzo della licenza di Windows
    > XP OEM in Euro 116,40

    XP home OEM si trova 76 euro
    XP pro OEM si trova a 114 euro.

    Spero che HP come grossista la paghi meno della metà, ma molto meno.
  • - Scritto da: pippo75
    > >
    > > Ho scritto tutto sul mio blog.
    > > La causa in oggetto l'ho fatta io, vai a
    > leggerla
    > >Sorride
    >
    > l'ho letta leggermente in fretta, pero' devo dire:
    >
    > - se ti ritirano il PC completo con il rimborso,
    > teoricamente loro sono nel rispetto del contrarro
    > ( poi si può discutere sul rapporto cliente-ditta
    > per mesi
    > ).


    No! Il contratto di licenza è di Windows! Non di HP!
    Il rimborso è dovuto per Windows e non per il portatile!!


    > - "la quasi totalità degli utenti non e' in grado
    > di installare un sistema operativo da
    > sola"
    > Purtroppo ha ragione, per un utente normale-medio
    > installare un OS è
    > complesso.

    Non è vero, ci sono ben pochi passaggi per installare Windows o Linux. Ho fatto la prova con degli amici e amiche, e sono riusciti a installare Linux senza problemi.
    Per di più HP stessa NON mi ha dato un portatile con Windows installato, ma con 2 immagini ghost, una in italiano e 1 in inglese, sono stato poi io (cioè l'utente) a decidere via software autoavviante quale mettere....
    La difficoltà di questo? Scegliere una lingua! Complicato per l'utente medio? NON CREDO PROPRIO!!!


    >
    > > Devo provare di non averlo usato? Ho rifiutato
    > > espianato il disco di fronte a DUE testimoni, e
    > > HP non fornisce il cd di ripristino
    >
    > Secondo me la soluzione migliore era quando è
    > comparsa la scritta, prendere il telefono e
    > sentire HP, dicendo che riuiti la licenza e vuoi
    > sapere sul rimborso e sapere cosa devi fare con
    > il Computer ( spegnerlo, polverizzarlo, altro
    > ).
    > Almeno qualunque operazione era compatibile con
    > il
    > rimborso.


    Cosa che ho fatto subito dopo...
    E cmq quando rifiuti il portatile si spenge.
    Ah tra parentesi, fino alla raccomandata della diffida, neppure ammettevano la possibilità di rimborso dell'intero portatile, figuriamoci della sola licenza di Windows...

    > > Pensare che Microsoft nell'Eula, cioe' il
    > Contratto di Licenza di Windows, possa obbligare un
    > produttore
    > > a ritirare tutto il software e l'hardware in
    > caso di non accettazione della suddetta licenza e'
    > follia pura.
    >
    > HP ha accettato di vendere Windows nonostante ci
    > fosse questa limitazione,
    > quindi....


    Se rifiuto la licenza di Windows XP Home, non è detto che debba rifiutare anche M$ Works, Norton antivirus, o altri software presenti....
    Se ho una licenza di Windows da usare (Home o Professional) e voglio usare quella, posso voler usare l'altro software fornito a corredo.
    Quindi non può obbligare chi che sia a farmi restituire TUTTO il SW.



    > > o ho quantificato il prezzo della licenza di
    > Windows
    >
    > > XP OEM in Euro 116,40
    >
    > XP home OEM si trova 76 euro
    > XP pro OEM si trova a 114 euro.
    >
    > Spero che HP come grossista la paghi meno della
    > metà, ma molto
    > meno.


    Quando l'ho comprato io costava di più!
    Si parla di più di un anno fa.
    Ho la stampa del sito su cui ho comprato il portatile.
    A quanto si trova ora non m'interessa.
    Ne m'interessa quanto l'ha realmente pagato HP, potevano offrirmi un pugno di noccioline 1 anno fa, e avrei dovuto accettare, ora che sono in causa, non avendo altro riferimento che i prezzi oem per l'utente finale, sono quelli che fanno testo, non il loro prezzo (che NON comunicano!!!)
    In più ORA si devono finire le scorte di XP, M$ lo leva dal commercio!!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 luglio 2008 10.22
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pippo75
    > visto che loro distribuiscono un SW con scritto
    >
    > "Qualora l'utente non accetti le condizioni del
    > presente contratto, non potrà utilizzare o
    > duplicare il software e dovrà contattare
    > prontamente il produttore per ottenere
    > informazioni sulla restituzione del prodotto o
    > dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in
    > conformità alle disposizioni stabilite dal
    > produttore
    > stesso"
    >
    > Se uno non accetta questo accordo dovrebbe
    > ottenere il rimborso. HP cosa
    > fa?
    >
    > - ritira il PC
    > - ritira solo il SW
    > - cincischia
    > - scarica la colpa
    > - non hanno mai letto questo testo
    >
    > Qualcuno hai mai provato a sentirli? ( visto che
    > non lo so, chiedo
    > )

    Ritira e rimborsa il PC.
    non+autenticato
  • >
    > Ritira e rimborsa il PC.

    quindi in teoria il contratto è rispettato, non dovrebbero esserci problemi legali.
  • E comunque questo nuovo editorialista è proprio brutto brutto brutto.

    Meglio se mette un avatar con qualche personaggio fantasy ché mi son messo paura quando ho visto la foto... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ela, mister Simpatia!

    Ci dici anche che caxxo ce ne frega a noi di tutto ciò?

    Cos'è: sei appena rientrato da un festino a casa di Mari@ de Filippi insieme a tutti gli Amici? Chi c'era pure Lele M°ra?

    E il "buffet" com'era? A base di cogli°nate come questa?
    non+autenticato
  • Non è che però la tua protesta migliori l'aspetto dell'autore dell'articolo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Non è che però la tua protesta migliori l'aspetto
    > dell'autore
    > dell'articolo...

    Probabilmente non migliora neppure la tua intelligenza ma che ci vuoi fare?
    non+autenticato
  • Il sig. Copula (renji*), il nostro troll-venditore di olio di serpente Microsoft, che sostiene l'inevitabilità, la giustizia, la bellezza del Windows preinstallato, dov'è oggi?


    (*)
    http://linear.mv.com/cgi-bin/j-e/FG=r/dosearch?sDi...

    Invece Abarai non esiste, ma:
    abaraya
        (n) dilapidated (tumbledown) house; hovel; miserable shack Rotola dal ridere
    Funz
    12989
  • - Scritto da: Funz
    > Il sig. Copula (renji*), il nostro
    > troll-venditore di olio di serpente Microsoft,
    > che sostiene l'inevitabilità, la giustizia, la
    > bellezza del Windows preinstallato, dov'è
    > oggi?

    Quello che ha perso un portatile in una scommessa e non l'ha mai consegnato ?
    Si abbiamo presente Rotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Funz
    > > Il sig. Copula (renji*), il nostro
    > > troll-venditore di olio di serpente Microsoft,
    > > che sostiene l'inevitabilità, la giustizia, la
    > > bellezza del Windows preinstallato, dov'è
    > > oggi?
    >
    > Quello che ha perso un portatile in una scommessa
    > e non l'ha mai consegnato
    > ?
    > Si abbiamo presente Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Pensa io il portatile ero disposto a pagarglielo se mi avesse fatto un preventivo.

    OH manco il preventivo mi ha fatto.
  • che scommessa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: luigi
    > che scommessa?

    Tutto e' partito dal solito discorso di pc con linux preinstallato, che secondo lui si trovavano dappertutto, quando gli abbiamo chiesto di indicarci 5 negozi che fornissero il servizio e' sparito...

    Questo e' un riassuntissimo incompleto eh
    krane
    22544
  • starà ancora cercandoli.
    non+autenticato
  • no correggo, lui sosteneva che non è vero che ti vendono il pc con l'obbligo di windows preinstalato, ha chiesto di dimostrare che qualche rivenditore possa fare una cosa cosi' abominevole come obbligarti a comperare un determinato modello di pc con vista preinstallato...

    Io gli ho mostrato l'esempio di dell con un particolare modello di pc (come tanti altri del resto) e per l'esattezza il laptop xps 1730.

    Quando ha visto che perdeva la scommessa ha detto che io dovevo scegliere un'altro modello, ovvero non ero libero di scegliere quello che piu' mi aggradava (per capriccio diceva lui) e che quindi, secondo lui, negandomi il sacrosanto diritto di consumatore di acquistare quello che voglio, aveva vinto.

    Io non ce l'ho con Abarai, ognuno è fatto a modo suo, e lo trovo "stimolante" dopotutto (per non dire pittoresco), ma non onorare una scommessa l'ha fatto veramente scadere sotto la soglia ..... del minimo livello di credibilita' .....

    Comunque posso fare a meno del pc che mi deve, sopravvivero'

    ciao a tutti
    non+autenticato
  • Mi fa paicere che qualcuno se lo ricorda, perchè io sto sempre aspettando......
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)