Luca Annunziata

2008, l'anno zero di Microsoft

Bill Gates se ne va. Cambia l'azienda di Redmond e cambieranno pure gli assetti interni. In futuro potranno esserci sorprese sia sul lato tecnologico che su quello commerciale. Parola di Mary Jo Foley, intervistata da Punto Informatico

Roma - Era atteso da tempo, ma il giorno fatidico è arrivato e passato non senza un certo clamore: Bill Gates ha lasciato il suo lavoro a tempo pieno in Microsoft, ufficialmente per dedicarsi alla sua attività filantropica, grazie alla fondazione creata qualche anno fa. Cosa succederà ora alla sua azienda? C'è chi indica la partenza di Gates come l'inizio della fine della BigM che conosciamo, altri sono più ottimisti: di certo Microsoft cambierà, in meglio o in peggio è da vedersi.

La giornalista Mary Jo FoleyPer cercare di fare il punto sull'evoluzione dell'azienda di Redmond, Punto Informatico si è rivolto ad una delle voci più autorevoli in materia: Mary Jo Foley, blogger-editorialista e autrice di un recente libro intitolato Microsoft 2.0, che tenta proprio di spiegare come l'azienda fondata 33 anni fa da Gates pensa di riuscire a restare a galla dopo la sua partenza.

Punto Informatico: Dunque Mr. Gates se ne va. Nel suo libro, lei racconta di questa condizione tutta nuova per manager e dipendenti di Microsoft: ma Bill Gates è davvero insostituibile, oppure Microsoft può sopravvivere alla sua partenza e alla sua eredità?
Mary Jo Foley: Credo che Gates sia davvero insostituibile. Il CEO Steve Ballmer non può rimpiazzarlo, né può farlo il chief sowftware architect Ray Ozzie. Ma non credo che questo significhi che Microsoft sia morta o stia morendo.
PI: Chi prenderà il suo posto allora?
MJF: Gates ha di recente spiegato che si aspetta che i 22 technical fellow, più Ray Ozzie e Craig Mundie (il capo della ricerca e della strategia) - 24 persone in totale - lo rimpiazzino. L'azienda ha un piano per il futuro e ha molti interessanti progetti in preparazione - dal modello di strategia/architettura Oslo, a Live Mesh, fino a Midori (un nuovo sistema operativo che non sarà basato sul core di Windows).

PI: La nuova Microsoft sarà una azienda centrata su Steve Ballmer come lo è stata su Bill Gates sin dai primi anni?
MJF: No, non credo. Gates ha ricevuto molto credito per aver fondato l'azienda ed è stato visto come il perfetto uomo immagine di Microsoft da molti osservatori sia dentro che fuori la company. Ora Ballmer è senz'altro "il comandante in capo", non c'è dubbio. Ma poiché è più un commerciale che un tecnico, ritengo che il pubblico lo considererà più come un manager di Microsoft, invece che colui che definisce lo "spirito" della società.

PI: Sarà anche che il mondo è cambiato?
MJF: L'industria IT è cambiata molto rispetto a quando Gates ha fondato Microsoft 33 anni fa. L'azienda, sotto la sua guida, ha avuto la possibilità di cambiare il business del PC convincendo (anche con la forza) i produttori a preinstallare Windows. Così Microsoft è diventata grande e ricca. Ora l'industria è molto più frammentata. Certo, Google è il monopolista del search, ma non credo sia oggi più possibile che un nuovo monopolista detenga nelle sue mani l'intero comparto IT. Google, ad esempio, ne possiede/controlla solo un pezzo relativamente piccolo.
607 Commenti alla Notizia 2008, l'anno zero di Microsoft
Ordina
  • Secondo voi Bill ha mai scritto su Usenet?

    Chissa perchè non hai mai neanche cercato di fare qualcosa di concorrente?
  • Verso Windows Vista sono sempre stato scettico, ne ho dette tante ma qualcosa mi ha spinto a comprarlo.
    Lo ho installato e dopo che ho aggiornato qualche driver il sistema è stabilissimo, veloce e ho provato alcune cose che funzionano molto bene.
    La versione che ho preso è Windows Vista Ultimate SP1.
    Qualcosa mi ha fatto comprare la versione originale, pur non sapendo se avrebbe funzionato e se i miei vecchi software fossero compatibili.
    La sorpresa è stata molto grossa, bella e non ho avuto il rimorso di averlo acquistato, anzi...mi sono ricreduto su molte affermazioni ed è vero che se la roba fosse più abbordabile, la gente spenderebbe senza troppe difficoltà e senza rifugiarsi nel P2P.
    Se l'industria cambiasse atteggiamento gli utenti sarebbero più disponibili a comprare.
    non+autenticato
  • scusa io ho comprato un portatile con Vista la settimana scorsa, e mi sono trovato malissimo, ma non lo sbandiero ai 4 venti.
    non+autenticato
  • il ritrovarmi Vista su un portatile, è stato un incubo, nonostante fosse con Sp1 installato, ed originale, io non mi sono rifugiato nel p2p, ho installato Ubuntu, ed ho risolto tutto, Ubutnu lo provato per disperazione, pensa che io era uno di quelli che non ha mai visto sono buon'occhio linux, ma ho dovuto ricredermi, se la gente fosse meno di parte e prima di parlare per partito preso dovrebbe provare con mano, sono davvero stupefatto di ubuntu, è deluso da Vista, non capisco come possa risultare migliore un sistema gratuito rispetto ad uno a pagamento, ho sempre creduto che gratis, non fosse sinonimo di qualità, però mi sbagliavo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: win32
    > il ritrovarmi Vista su un portatile, è stato un
    > incubo, nonostante fosse con Sp1 installato, ed
    > originale, io non mi sono rifugiato nel p2p, ho
    > installato Ubuntu, ed ho risolto tutto,


    che tipo di problemi hai avuto?

    hai provato a contattare il produttore/rivenditore del PC?


    > stupefatto di ubuntu, è deluso da Vista, non
    > capisco come possa risultare migliore un sistema
    > gratuito rispetto ad uno a pagamento, ho sempre
    > creduto che gratis, non fosse sinonimo di
    > qualità, però mi
    > sbagliavo.

    ho usato solo le versioni beta e Rc di Vista, quidi posso dire poco.
    Ma chi lo ha provato per bene, cosa avrebbe di male?.
    Tolta la pesanteza e la lentezza.
  • la macchina in questione monta una ram da 2G un processore da 1,8Ghz, a mio avviso credo che sia un buono, ma con Vista oltre la lentezza nell'avviarsi e nello spegnersi, avevo dei crash durante la navigazione, e se avevo in esecuzione 3 programmi come msn, internet explorer, windows mediaplayer si impallava di brutto, sono andato nel negozio dove lo preso e mi ha detto che era avast che causava questi problemi e mi ha consigliato kaspersky, comprato al suo negozio, provato il computer per un pò di ore i problemi sono ritornati, allo ho tolto aero, e le cose un pò erano migliorate si bloccava meno spesso, sono tornato al negozio incazzato perchè dopo che spendo 800euro per un computer esigo che funzioni, e il propietario del negozio mi ha detto che è colpa di vista, e mi hann consigliato loro di mettere ubuntu, che non sapevo che fosse linux, me lo hann installato loro, lo imparato facilmente perchè a mio avviso a un interfaccia grafica semplicissimo è non ho avuto più problemi, i soldi della licenza e dell'antivirus me li hann trasformati in buono d'acquisto.
    non+autenticato
  • > mediaplayer si impallava di brutto, sono andato
    > nel negozio dove lo preso e mi ha detto che era
    > avast che causava questi problemi e mi ha
    > consigliato kaspersky

    Avast era assieme al PC?

    > spendo 800euro per un computer esigo che
    > funzioni, e il propietario del negozio mi ha
    > detto che è colpa di vista, e mi hann consigliato
    > loro di mettere ubuntu,


    Prima danno la colpa ad Avast poi a Vista.
    Ma vendono PC che sanno che danno problemi?


    > linux, me lo hann installato loro, lo imparato
    > facilmente perchè a mio avviso a un interfaccia
    > grafica semplicissimo è non ho avuto più
    > problemi, i soldi della licenza e dell'antivirus
    > me li hann trasformati in buono d'acquisto.

    Preferisco come GUI quella di Xubuntu.
    Ma se tu avessi avuto necessità di programmi specifici per windows?
    Nel tuo caso no, ma proporre due cose diverse spero sia stato solo dopo aver sentito le tue esigenze e richieste.

    Hanno sicuramente fatto bene a farti un buono per la licenza dell'AV che avevi preso.
  • No avast, installato da me, nel pc preinstallato cera norton, per i problemi non so cosa dirti, non sono un tecnico, so solo che con questo Ubuntu ho risolto tutto, per il buono acquisto meglio per loro, altrimenti avrei fatto un casino terribile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: win32
    > No avast, installato da me, nel pc preinstallato
    > cera norton, per i problemi non so cosa dirti,
    > non sono un tecnico, so solo che con questo
    > Ubuntu ho risolto tutto, per il buono acquisto
    > meglio per loro, altrimenti avrei fatto un casino
    > terribile.

    ho controllato varei messaggi sembra che tu abbia beccato 2 AV che con vista possono dare problemi ( si dice: sfigatoSorride ).
    Purtroppo non avendo Vista non posso parlare per esperienza diretta.
  • mi pare strano che ancora ci possono essere problemi del genere con gli antivirus su Vista, entrambi risultano perfettamente compatibili,stando a quanto c'è scritto sui siti ufficiali, io avevo fatto anche la prova senza antivirus, ma ottenendo sempre gli stessi problemi, ormai non ci penso più, non ho problemi con Ubuntu e non devo usare antivirus.
    non+autenticato
  • mah...
    Vista preinstallato sul portatile, con Aero, tengo aperti un sacco di programmi, Visual Studio, messenger, Explorer e altri programmini vari, e sto facendo solo esempi "medi"... ho proprio Avast e che mi succede? tutto perfetto! non ho blocchi, nè rallentamenti consistenti...
    non+autenticato
  • A dire il vero neanche io ho avuto problemi con vista...
    la macchina su cui l'ho istallato non è un granchè...
    un P4-560J, 1 giga di ram e una Ati Sapphire X-600 pro...
    il fatto è che i problemi non li ho avuti perchè ho smanettato un po con registro di sistema e disattivando i servizi che non mi servivano... risultato... adesso gioco a quake 4 senza alcun rallenttamento (cosa che con XP avevo) e a Doom3 a risoluzione "ultra"... misteri degli os MS.
    Un piccolo appunto... degli antivirus free l'unico che non ha problemi di compatibilità è AVG (che però non viene rilevato dal centro sicurezza)...
    ma personalmente dopo aver provato AVK della G-Data ho deciso che comunque valeva la pena spendere quei 30 euro.
    in ogni caso, ebbi occasione di testare sia la Beta che le due RC di vista... a dire il vero, erano meno stabili... ma sul resto andavano molto meglio della versione definitiva... ancora mi chiedo come mai hanno fatto passi indietro nel passaggio da RC2 alla definitiva, togliendo cioè quello che creava instabilità invece di risolvere il problema direttamente.
    non+autenticato
  • Chi inventerà il successore del mouse?
    Chi Internet 2.0?
    Chi il nuovo browser?
    Chi la nuova e-mail?
    Chi il nuovo multimedia?
    Chi il nuovo paradigma per la GUI?
    Chi il nuovo PC?
    Chi le nuove librerie standard 3D?
    Senza di te siamo condannati al vecchiume, alla sclerotizzazione, alla cristallizzazione e alla mancanza d'innovazione!!!

    In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeOcchiolinoCon la lingua fuoriAngioletto
    non+autenticato
  • >
    > In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeOcchiolinoCon la lingua fuoriAngioletto


    lui voleva continuare, ma poi non c'era gusto, bill è troppo grande.

    "il mio Billi è grande davvero quando ritorna invetore com'era"
  • qualcuno ha l'elenco completo degli acquisti di ditte/programmi fatti da zio Bill?

    Tra tutte le ditte c'era una anche di grafica tridimensionale della quale non ricordo il nome, non è che potete suggerirmi?
  • quando si pensa a Billi, cosa pensate ( non vale usare google ).

    Di successo ( piu' o meno )

    Ai vari Basic ( Mbasic, GWBasic, VB, a Basic 2.0 del 64,.... ).

    Al Dos, vero non creato da MS, ma sviluppato

    A Windows, che è passato da semplice GUI ( che non riusciva a rifilare a nessuno ) a OS.

    Ma ci sono anche fiaschi.

    A MsNetwork che avrebbe dovuto sostituire Internet.

    A MsBob l'interfaccia casalinga.

    Le WinG.

    A Windows e tutti i difetti che aveva e che continua ad avere.

    Poi tra le altre cose:

    Ma Xenix che fine ha fatto, ha mai avuto successo?

    Visual Studio, sembra che debba essere un ottimo prodotto ( ho la Versione Express, ma al momento non la uso ancora ).

    Poi tutte le discussioni del tipo:
    - Amiga vs Ms-Dos
    - Amiga vs Windows.
    - Windows vs Linux.
    - Windows vs MacOS
    - Windows vs OsX.
    - VisualBasic vs Delphi
    - Access/Fox vs Dbase/Paradox
    - VisualC vs BorlandC++
    - Interdet Exploder vs Firefox/Opera.
    - Ms vs Resto del Mondo.


    Se Bill Gates non ci fosse stato sarebbe stato necessario inventarlo.
  • - Scritto da: pippo75
    > quando si pensa a Billi, cosa pensate ( non vale
    > usare google
    > ).
    >
    > Di successo ( piu' o meno )
    >
    > Ai vari Basic ( Mbasic, GWBasic, VB, a Basic 2.0
    > del 64,....
    > ).
    >
    > Al Dos, vero non creato da MS, ma sviluppato
    >
    > A Windows, che è passato da semplice GUI ( che
    > non riusciva a rifilare a nessuno ) a
    > OS.
    >
    > Ma ci sono anche fiaschi.
    >
    > A MsNetwork che avrebbe dovuto sostituire
    > Internet.
    >
    > A MsBob l'interfaccia casalinga.
    >
    > Le WinG.
    >
    > A Windows e tutti i difetti che aveva e che
    > continua ad
    > avere.
    >
    > Poi tra le altre cose:
    >
    > Ma Xenix che fine ha fatto, ha mai avuto successo?
    >
    > Visual Studio, sembra che debba essere un ottimo
    > prodotto ( ho la Versione Express, ma al momento
    > non la uso ancora
    > ).
    >
    > Poi tutte le discussioni del tipo:
    > - Amiga vs Ms-Dos
    > - Amiga vs Windows.
    > - Windows vs Linux.
    > - Windows vs MacOS
    > - Windows vs OsX.
    > - VisualBasic vs Delphi
    > - Access/Fox vs Dbase/Paradox
    > - VisualC vs BorlandC++
    > - Interdet Exploder vs Firefox/Opera.
    > - Ms vs Resto del Mondo.
    >
    >
    > Se Bill Gates non ci fosse stato sarebbe stato
    > necessario
    > inventarlo.

    Quoto.
    non+autenticato
  • >
    > Quoto.


    dimenticato un altro motivo per cui ricordare Bill, La Bibbia Del Dos ( dove ha collaborato ).

    Peccato costasse al tempo una cifra.
  • Vabbè... al tempo l'informati in generale costava una cifra
    :D
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 33 discussioni)