massimo mantellini

Contrappunti/ Il rumore di fondo di iPhone 3G

di Massimo Mantellini - Arriva in Italia, che conferma tutti i limiti del suo mercato. E cambia almeno un poco anche Apple, ora contigua a pratiche di mercato che un tempo le erano sconosciute

Roma - Personalmente io trovo molto interessante il baccano che circonda in questi giorni la prossima uscita mondiale dell'iPhone 3G. L'idea geniale di decidere un giorno (l'11 luglio) nel quale tutti gli operatori di tutto il mondo rendano disponibile il prodotto, esattamente come avviene da tempo nel mondo del software o in quello musicale, non è servita solo a riscaldare l'attesa, ma ha generato in rete una gigantesca discussione transnazionale fra i possibili utenti del prossimo telefono di Apple, crudelmente divisi dalle barriere nazionali dei differenti operatori ai quali il device sarà legato. Così, mentre si confrontano tipi di contratto e prezzi dei terminali (che a dispetto da quanto affermato da Steve Jobs avranno prezzi variabilissimi anche in relazione ai vari contratti previsti) e qualche fan italico progetta già una gita in Svizzera dove l'iPhone costerà molto meno che da noi, ci sono un paio di questioni che mi sembrano importanti.

La prima è che iPhone, per molte differenti ragioni, almeno in Italia non sarà il primo "computer che telefona". La strategia commerciale di Tim e Vodafone è da questo punto di vista assai chiara e contemporaneamente piuttosto deludente: iPhone è un normale telefono, uno dei tanti telefoni di fascia alta che in questo paese hanno da sempre grande mercato ed i tipi di contratto previsti disegnano un utente-tipo che pur di possedere un oggetto "emozionalmente significativo", accetterà di usarlo esattamente come fosse un altro cellulare, ed anzi sarà disposto ad accollarsi un sovrapprezzo non indifferente per entrare nel club esclusivo. Vedremo se le scelte degli operatori italiani saranno azzeccate oppure no. Personalmente non ne ho idea anche se mi pare chiaro che si tratti della ennesima presa di posizione delle telco contro lo sviluppo di una vera internet mobile.

La seconda questione che vorrei sottolineare riguarda Apple. Molto bene ha fatto Steve Jobs, qualche tempo fa, a cambiare la denominazione della società da "Apple Computers, inc" a "Apple inc". Gli affari della casa di Cupertino sono del resto ogni giorno meno dipendenti dalla vendita dell'hardware e sempre maggiormente collegati ad accordi più o meno segreti con l'industria multimediale e, nel caso dell'iPhone, con gli operatori della telefonia. Non che si potesse fare diversamente ma occorre prendere atto che l'azienda che creava "solo" computer e software non esiste più: è come se Apple avesse improvvisamente deciso di sporcarsi le mani dentro un mercato davvero "differente" accettando le conseguenze di una simile esposizione. E la prima conseguenza è che il rapporto di Apple con la propria clientela sarà in futuro destinato a diventare meno trasparente e più simile a quello che abbiamo con la grande maggioranza delle aziende.
Se fino a ieri il patto non firmato che manteneva saldo il rapporto fra Apple ed i suoi clienti era quello di una sorta di identità ideale (acquisti un bene più costoso degli altri ma ne ricevi in cambio qualcosa per te significativo) oggi tale piccolo miracolo sembra destinato a sbilanciarsi. Così quando Jobs dal palco del Moscone Center annuncia al mondo che iPhone 3G costerà 199 dollari suscitando gli oohh di ammirazione della platea e del mondo intero in religioso ascolto, non compie nulla di diverso da ciò che fanno quelli che, fino a ieri, erano "gli altri": mente sapendo di mentire ed accetta questo atteggiamento come una necessaria nuova forma di rapporto confidenziale con la propria clientela. Che è poi lo stesso rapporto di reciproca confidenziale diffidenza che abbiamo tutti noi con gli operatori telefonici che annunciano a grandi lettere nuovi contratti a costo zero pur se istoriati con asterischi grigi che rimandano a microscopiche eccezioni a fondo pagina. Il gioco delle parti a noi ben noto è che loro scrivono il falso e noi che leggiamo sappiamo che quello che stiamo leggendo è falso. Con Apple non era ancora accaduto.

Di certo non è possibile cambiare il mondo ogni giorno e la grande differenza fra i contratti di AT&T in USA che prevedono (tutti) tariffe flat per l'accesso alla rete da iPhone e quelli miseri dei nostri operatori che continuano a spacciare traffico dati come fossero diamanti, raccontano di una piccola grande differenza di approccio all'accesso a Internet in mobilità. IPhone non sarà, almeno per ora, l'avanguardia illuminata dei piccoli terminali mobili sempre connessi alla rete e se questa certamente non può essere considerata una responsabilità della casa di Cupertino di certo racconta una imbarazzante piccola contiguità fra l'azienda che guardava lontano e quelle che invece osservano da sempre solo la punta del proprio naso.

Contemporaneamente, e anche in virtù di questo, Apple entra in quell'area grigia del business che è forse capace di garantirle per il futuro sopravvivenza o anche grandi guadagni e che è fatta da complessi incroci fra device, contenuti e rete (un po' quello che è accaduto con iPod e music store e che si sta tentando con Apple Tv e distribuzione video) ma che certamente renderà più complicato per i propri clienti l'innamoramento nei confronti dei prodotti in sé, avvolti come saranno da accordi di esclusiva, limitazioni tecnologiche e ibridazioni varie.

La novità del gran baccano intorno al prossimo eccitante iPhone 3G è che Apple e Vodafone (o Tim o AT&T ecc) non sono più tanto "differenti". E sebbene Apple sia sempre stata una azienda da un certo punto di vista algida e distante dai propri clienti, non è ben chiaro se questo atteggiamento sarà alla fine premiante o meno, se alla fascinosa messa laica di Steve Jobs, solo sul palco in dolcevita e scarpe da tennis, non si sostituirà piano piano una usuale ed anonima convention di markettari strozzati nelle loro cravatte alla moda.

Quello che nel frattempo è comunque lecito aspettarsi è che al prossimo keynote di Steve Jobs a San Francisco si ascolti dalla sala il levarsi di qualche oohh di ammirazione in meno.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo
213 Commenti alla Notizia Contrappunti/ Il rumore di fondo di iPhone 3G
Ordina
  • Perfetto, meno male, forse avrò uno smartphone che non mi si impalla 10 volte al giorno perchè ci sono giochini o programmi installati!
    non+autenticato
  • - Scritto da: IO sono
    > Perfetto, meno male, forse avrò uno smartphone
    > che non mi si impalla 10 volte al giorno perchè
    > ci sono giochini o programmi
    > installati!

    E che non si ravvia mentre telefoni o nel cuore della notte con un BONG a tutto volume e il display alla massima luminosità, per "migliorare le prestazioni".
    ruppolo
    33147
  • Lo regalerò per la promozione in seconda elementare di mio figlio con la promozione "messaggi gratis a qualunque numero tim".

    Grazie Apple.
    non+autenticato
  • Complimenti così si brucia il cervello
    a quanto sembra tale padre
    non+autenticato
  • Penso che bisogni educare immediatamente i bambini alla tecnologia, sopratutto ora con le interfacce naturali. Fondamantale, è dire poco. Sono un chief architect alla microsoft italia e so quello che dico.
    non+autenticato
  • riporto la frase

    (....Jobs ... non compie nulla di diverso da ciò che fanno quelli che, fino a ieri, erano "gli altri",mente sapendo di mentire ed accetta...)

    Non ha mentito! perche' nella politica commerciale seguita fino ad ora da Apple non esiste Iphone senza contratto telefonico a seguito, ripeto non esiste*!

    Quelli che fano ohh al keynote lo sanno bene, il taglio di 200 Dollori c'e' stato eccome!

    AT&T 45 euro al mese per dati illimitati, 450 minuti di chiamate e 5000 minuti per le chiamate nei weekend.

    Questa e' una TARIFFA con le palle, ed e' questo l' unico punto su cui discutere.

    per l' Italia non e' successo e non e' colpa di Apple.


    (*In Europa esiste sbloccato solo perche' lo impone la legge)
    non+autenticato
  • 1) l'iPhone non è multitasking, può eseguire solo un'applicazione per volta, esempio state ascoltando un mp3 e vi arriva un SMS, così siete curiusi di leggerlo, ma sarà più forte la curiosità o la voglia di continuare ad ascoltare l'mp3? beh, si, perchè in questo caso per leggere l'sms sareste costretti ad interrompere l'amato brano mp3....
    2) l'iPhone non supporta gli MMS, vabbè in realtà non li usa quasi nessuno....
    3) sei un bravo programmatore e conosci benissimo l'Objective-C (e quindi hai di sicuro un mac, altrimenti ti attacchi alla grande in partenza), quindi pensi di poter programmare liberamente il tuo iPhone.... sbagliato!!! devi prima pagare la registrazione ad un programma della Apple che ti costa minimo 99 dollari e poi se la Apple lo ritiene opportuno ti pubblica il tuo programmino e anche gli altri ne potranno usufruire.... (vabbè puoi sempre scegliere di craccare il tuo nuovo iPhone comprato legalmente...)
    4) ti piace tantissimo vedere i filmati sul telefonito, magari quelli in streaming.... mannaggia, l'iphone non supporta lo streaming se vuoi al massimo ti devi accontentare di un progressive download....
    5) avevi un'applicazione flash che ti piaceva tanto e avresti la voglia di portarla sul tuo iPhone, mannaggia, per ora anche se la Adobe ha sviluppato un player per l'iPhone, sembra che la Apple non lo certificherà mai....
    6) avevi quel bellissimo giochino Java che ti piaceva tanto, vorresti portarlo sul tuo iPhone, porca miseria, l'iPhone non monta una java virtual machine, al limite ti devi acquistare Alchemo, ma chissà quanto costa e soprattutto se funziona.....

    Alla fine questo iPhone e solo un pallottoliere di icone, che con le animations implementate in native core ti puoi divertire a farle scorrere dove vuoi, quando vuoi e come vuoi; beh, è sicuramente una cosa utile per uno strumento che si prefigge di essere il re degli smartphone....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tu non sai
    > 1) l'iPhone non è multitasking, può eseguire solo
    > un'applicazione per volta, esempio state
    > ascoltando un mp3 e vi arriva un SMS, così siete
    > curiusi di leggerlo, ma sarà più forte la
    > curiosità o la voglia di continuare ad ascoltare
    > l'mp3? beh, si, perchè in questo caso per leggere
    > l'sms sareste costretti ad interrompere l'amato
    > brano
    > mp3....

    FALSO! L'iPhone è multitasking, le applicazioni di terze parti non possono girare in background per ottimizzare le performance del telefono, per le applicazioni che necessitano di inviare notifiche anche da chiuse (tipo messaggistica chat) la Apple ha sviluppato un servizio di "pushing" dedicato alle app di terze parti.
    Se ascolti musica puoi leggere sms, scrivere una nota, mandare una email...

    > 2) l'iPhone non supporta gli MMS, vabbè in realtà
    > non li usa quasi
    > nessuno....

    è una scelta di Apple, tecnicamente l'iPhone può farlo, sono già pronte applicazioni di terze parti per questo.

    > 3) sei un bravo programmatore e conosci benissimo
    > l'Objective-C (e quindi hai di sicuro un mac,
    > altrimenti ti attacchi alla grande in partenza),
    > quindi pensi di poter programmare liberamente il
    > tuo iPhone.... sbagliato!!! devi prima pagare la
    > registrazione ad un programma della Apple che ti
    > costa minimo 99 dollari e poi se la Apple lo
    > ritiene opportuno ti pubblica il tuo programmino
    > e anche gli altri ne potranno usufruire....
    > (vabbè puoi sempre scegliere di craccare il tuo
    > nuovo iPhone comprato
    > legalmente...)

    FALSO!
    I 99 $ sono per VENDERE le tue app, puoi anche sviluppare app da distribuire senza passare dall'app store (come applicazioni aziendali o educative)

    > 4) ti piace tantissimo vedere i filmati sul
    > telefonito, magari quelli in streaming....
    > mannaggia, l'iphone non supporta lo streaming se
    > vuoi al massimo ti devi accontentare di un
    > progressive download....

    FALSO! Tutti i flmati Quicktime li vedi in streaming, prova da un iPhone o iPod touch ad andare su www.apple.com/trailers

    > 5) avevi un'applicazione flash che ti piaceva
    > tanto e avresti la voglia di portarla sul tuo
    > iPhone, mannaggia, per ora anche se la Adobe ha
    > sviluppato un player per l'iPhone, sembra che la
    > Apple non lo certificherà
    > mai....

    Bravo! questa è vera!

    > 6) avevi quel bellissimo giochino Java che ti
    > piaceva tanto, vorresti portarlo sul tuo iPhone,
    > porca miseria, l'iPhone non monta una java
    > virtual machine, al limite ti devi acquistare
    > Alchemo, ma chissà quanto costa e soprattutto se
    > funziona.....

    Java non è supportato e sicuramente con i giochi che stanno per uscire sull'app Store non lo rimpiangerà nessuno!

    > Alla fine questo iPhone e solo un pallottoliere
    > di icone, che con le animations implementate in
    > native core ti puoi divertire a farle scorrere
    > dove vuoi, quando vuoi e come vuoi; beh, è
    > sicuramente una cosa utile per uno strumento che
    > si prefigge di essere il re degli
    > smartphone....

    Come vedi hai detto DUE cose vere e altretante SBAGLIATISSIME! ti consiglio di informarti meglio e provarne unoOcchiolino
    MeX
    16897
  • Ti rispondo con toni nervosi, ma non per offenderti, io purtroppo ho a che fare con gli iPhone.... e le cose che ho detto non sono state risolte nel firmware 1.1.5 e neanche nel 2.0....


    - Scritto da: MeX
    > - Scritto da: Tu non sai
    > > 1) l'iPhone non è multitasking, può eseguire
    > solo
    > > un'applicazione per volta, esempio state
    > > ascoltando un mp3 e vi arriva un SMS, così siete
    > > curiusi di leggerlo, ma sarà più forte la
    > > curiosità o la voglia di continuare ad ascoltare
    > > l'mp3? beh, si, perchè in questo caso per
    > leggere
    > > l'sms sareste costretti ad interrompere l'amato
    > > brano
    > > mp3....
    >
    > FALSO! L'iPhone è multitasking, le applicazioni
    > di terze parti non possono girare in background
    > per ottimizzare le performance del telefono, per
    > le applicazioni che necessitano di inviare
    > notifiche anche da chiuse (tipo messaggistica
    > chat) la Apple ha sviluppato un servizio di
    > "pushing" dedicato alle app di terze
    > parti.
    > Se ascolti musica puoi leggere sms, scrivere una
    > nota, mandare una
    > email...


    Ma tu ci hai provato a sentire un mp3 e leggere la mail???? provaci e poi ne riparliamo....


    > > 2) l'iPhone non supporta gli MMS, vabbè in
    > realtà
    > > non li usa quasi
    > > nessuno....
    >
    > è una scelta di Apple, tecnicamente l'iPhone può
    > farlo, sono già pronte applicazioni di terze
    > parti per
    > questo.
    >
    > > 3) sei un bravo programmatore e conosci
    > benissimo
    > > l'Objective-C (e quindi hai di sicuro un mac,
    > > altrimenti ti attacchi alla grande in partenza),
    > > quindi pensi di poter programmare liberamente il
    > > tuo iPhone.... sbagliato!!! devi prima pagare la
    > > registrazione ad un programma della Apple che ti
    > > costa minimo 99 dollari e poi se la Apple lo
    > > ritiene opportuno ti pubblica il tuo programmino
    > > e anche gli altri ne potranno usufruire....
    > > (vabbè puoi sempre scegliere di craccare il tuo
    > > nuovo iPhone comprato
    > > legalmente...)
    >
    > FALSO!
    > I 99 $ sono per VENDERE le tue app, puoi anche
    > sviluppare app da distribuire senza passare
    > dall'app store (come applicazioni aziendali o
    > educative)

    hai mai usato xcode (ide ufficiale apple)? usalo e poi ne riparliamo


    > > 4) ti piace tantissimo vedere i filmati sul
    > > telefonito, magari quelli in streaming....
    > > mannaggia, l'iphone non supporta lo streaming se
    > > vuoi al massimo ti devi accontentare di un
    > > progressive download....
    >
    > FALSO! Tutti i flmati Quicktime li vedi in
    > streaming, prova da un iPhone o iPod touch ad
    > andare su
    > www.apple.com/trailers

    l'iphone stremma in HTTP e RTSP? ah si??? e allora a cosa servirebbe il vlc4iphone???????????? che per altro non funziona per l'RTSP e ha un marea di bug nella gestione dei menu.... anche quicktime va purtroppo, mannaggia la morte, in progressive download....


    > > 5) avevi un'applicazione flash che ti piaceva
    > > tanto e avresti la voglia di portarla sul tuo
    > > iPhone, mannaggia, per ora anche se la Adobe ha
    > > sviluppato un player per l'iPhone, sembra che la
    > > Apple non lo certificherà
    > > mai....
    >
    > Bravo! questa è vera!
    >
    > > 6) avevi quel bellissimo giochino Java che ti
    > > piaceva tanto, vorresti portarlo sul tuo iPhone,
    > > porca miseria, l'iPhone non monta una java
    > > virtual machine, al limite ti devi acquistare
    > > Alchemo, ma chissà quanto costa e soprattutto se
    > > funziona.....
    >
    > Java non è supportato e sicuramente con i giochi
    > che stanno per uscire sull'app Store non lo
    > rimpiangerà
    > nessuno!
    >
    > > Alla fine questo iPhone e solo un pallottoliere
    > > di icone, che con le animations implementate in
    > > native core ti puoi divertire a farle scorrere
    > > dove vuoi, quando vuoi e come vuoi; beh, è
    > > sicuramente una cosa utile per uno strumento che
    > > si prefigge di essere il re degli
    > > smartphone....
    >
    > Come vedi hai detto DUE cose vere e altretante
    > SBAGLIATISSIME! ti consiglio di informarti meglio
    > e provarne uno
    >Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tu non sai
    > Ti rispondo con toni nervosi, ma non per
    > offenderti, io purtroppo ho a che fare con gli
    > iPhone.... e le cose che ho detto non sono state
    > risolte nel firmware 1.1.5 e neanche nel
    > 2.0....


    Ma spara meno c*77ate!


    > Ma tu ci hai provato a sentire un mp3 e leggere
    > la mail???? provaci e poi ne
    > riparliamo....

    In questo momento...

    Gli Aerosnith - "Rag Doll" e sto scrivendo una mail ad una amica dal mio iPhone firmware 1.1.2

    Get a life
    Fan LinuxFan Apple
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > > 3) sei un bravo programmatore e conosci
    > benissimo
    > > l'Objective-C (e quindi hai di sicuro un mac,
    > > altrimenti ti attacchi alla grande in partenza),
    > > quindi pensi di poter programmare liberamente il
    > > tuo iPhone.... sbagliato!!! devi prima pagare la
    > > registrazione ad un programma della Apple che ti
    > > costa minimo 99 dollari e poi se la Apple lo
    > > ritiene opportuno ti pubblica il tuo programmino
    > > e anche gli altri ne potranno usufruire....
    > > (vabbè puoi sempre scegliere di craccare il tuo
    > > nuovo iPhone comprato
    > > legalmente...)
    >
    > FALSO!
    > I 99 $ sono per VENDERE le tue app, puoi anche
    > sviluppare app da distribuire senza passare
    > dall'app store (come applicazioni aziendali o
    > educative)

    Lo SDK e' gratuito e ci puoi sviluppare applicazioni e farle girare sull'emulatore parte integrante dello SDK.

    Ma secondo quanto affermato da Stevie-o durante l'ultimo keynote, se vuoi testare l'applicazione sull'iPhone devi registrarti come sviluppatore (e pagare i 99$).

    Poi i 99$ ti danno ANCHE la possibilita' di pubblicare su iTunes.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tu non sai
    Hai sbagliato nick, dovevi mettere "io non so".

    > 1) l'iPhone non è multitasking, può eseguire solo
    > un'applicazione per volta, esempio state
    > ascoltando un mp3 e vi arriva un SMS, così siete
    > curiusi di leggerlo, ma sarà più forte la
    > curiosità o la voglia di continuare ad ascoltare
    > l'mp3? beh, si, perchè in questo caso per leggere
    > l'sms sareste costretti ad interrompere l'amato
    > brano
    > mp3....
    Ma che bella favola, chi te l'ha raccontata?
    Nell'iPhone gira OS X, un sistema basato su Unix, dove il multitasking esiste da oltre 30 anni.
    Mentre suona gli AAC (gli mp3 sono le cagate della concorrenza) puoi fare qualunque altra cosa, compreso telefonare, nel qual caso la musica verrà messa in pausa in dissolvenza e riprenderà, sempre in dissolvenza, a telefonata terminata.

    > 2) l'iPhone non supporta gli MMS, vabbè in realtà
    > non li usa quasi
    > nessuno....
    Non li usa quasi nessuno ma ti sei sentito in dovere di sottolinearlo. Bravo.

    > 3) sei un bravo programmatore e conosci benissimo
    > l'Objective-C (e quindi hai di sicuro un mac,
    > altrimenti ti attacchi alla grande in partenza),
    > quindi pensi di poter programmare liberamente il
    > tuo iPhone.... sbagliato!!! devi prima pagare la
    > registrazione ad un programma della Apple che ti
    > costa minimo 99 dollari
    Minimo, medio e massimo.

    > e poi se la Apple lo
    > ritiene opportuno ti pubblica il tuo programmino
    > e anche gli altri ne potranno usufruire....
    Facendo finire degli euro nel tuo conto, mentre tu bevi una birra al bar.

    > (vabbè puoi sempre scegliere di craccare il tuo
    > nuovo iPhone comprato
    > legalmente...)
    Anche di passarci sopra con la macchina. De gustibus...


    > 4) ti piace tantissimo vedere i filmati sul
    > telefonito, magari quelli in streaming....
    > mannaggia, l'iphone non supporta lo streaming se
    > vuoi al massimo ti devi accontentare di un
    > progressive download....
    Mi accontento di vedere il filmato appena lo clicco, ed è così che funziona.

    > 5) avevi un'applicazione flash che ti piaceva
    > tanto e avresti la voglia di portarla sul tuo
    > iPhone, mannaggia, per ora anche se la Adobe ha
    > sviluppato un player per l'iPhone, sembra che la
    > Apple non lo certificherà
    > mai....
    Morirò affranto dal dolore...

    > 6) avevi quel bellissimo giochino Java che ti
    > piaceva tanto, vorresti portarlo sul tuo iPhone,
    > porca miseria, l'iPhone non monta una java
    > virtual machine, al limite ti devi acquistare
    > Alchemo, ma chissà quanto costa e soprattutto se
    > funziona.....
    E quel giochino sul Commodore 64? Mannaggia...

    > Alla fine questo iPhone e solo un pallottoliere
    > di icone, che con le animations implementate in
    > native core ti puoi divertire a farle scorrere
    > dove vuoi, quando vuoi e come vuoi; beh, è
    > sicuramente una cosa utile per uno strumento che
    > si prefigge di essere il re degli
    > smartphone....
    Certo che è utile, e dà pure parecchie emozioni.
    ruppolo
    33147
  • dateci una FLAT
    ...e poi ognuno si colleghi con quello che gli pare, ma DATECI UNA FLAT che sennò l'icoso lo usiamo come fermacarte
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)