Mercato server, IBM torna leader

Big Blue si riappropria della leadership del mercato server, dove riesce a dominare per fatturato. In termini di unitÓ vendute, invece, HP resta in vetta. Il boom dei server virtualizzati si estende all'Europa

Roma - L'ultimo rapporto compilato da Gartner sul mercato globale dei server, relativo al primo trimestre dell'anno, mostra un nuovo avvicendamento nella classifica dei top vendor: IBM sorpassa infatti HP, tornando a conquistare la vetta della classifica con una quota pari al 29,4%.

A separare Big Blue dalla sua più diretta avversaria c'è poco più di un punto percentuale: il gigante di Palo Alto ha chiuso il primo trimestre del 2008 con una quota del 28,3%. Decisamente più staccata Dell, che ha totalizzato un 12,3%, seguita da Sun con il 9,9% e da Fujitsu-Fujitsu Siemens con il 5,5%.

La classifica di quest'anno è identica, nelle posizioni, a quella dello stesso trimestre del 2007: rispetto ad un anno fa, però, il fatturato complessivo è salito del 2,5%. A trainare maggiormente questa crescita sono state Dell, con un +6,6%, e il gruppo Fujitsu, con un +4,9%. IBM e HP hanno incrementato la propria quota rispettivamente del 2,1% e del 3,8%, mentre Sun ha perso lo 0,7%.
In termini di unità vendute, HP ha conservato la leadership del mercato con una quota del 30,1%. A seguire Dell col 22,7%, IBM col 13,3%, Sun col 3,7% e Fujitsu/Fujitsu Siemens col 3,5%. Rispetto ad un anno fa HP ha fatto segnare la crescita più elevata, con un +15,8%.

Da notare come IBM fatturi più di HP pur vendendo, rispetto a questa, meno della metà dei server. Il motivo è che il business di Big Blue legato ai server si fonda soprattutto sui sistemi di fascia alta, tra i quali rientrano anche i mainframe. Se è vero che il segmento dei mainframe, di cui IBM è dominatrice quasi assoluta, è relativamente piccolo, uno solo di questi "mostri" può arrivare a costare quanto diverse centinaia (e talvolta migliaia) di server tradizionali.

L'Europa e la virtualizzazione
Un'altra indagine di mercato, questa volta stilata da IDC, fornisce qualche dato interessante sulla percentuale di penetrazione nelle aziende europee dei server con tecnologie di virtualizzazione integrate. Nel 2007 questi sistemi hanno rappresentato il 35% del totale, e per la fine del 2008 IDC si aspetta che raggiungano una quota del 52%: un trend di crescita definito dagli analisti "incredibilmente rapido".

"L'uso della virtualizzazione è letteralmente esploso rispetto alla nostra ultima indagine sul mercato europeo", ha commentato Chris Ingle, consulting and research director del Systems Group di IDC: "Tanto le grandi quanto le piccole aziende stanno utilizzando le tecnologie di virtualizzazione per un'ampia gamma di applicazioni e progetti business-critical".

Nell'82% dei casi, le aziende che hanno partecipato al sondaggio di IDC dichiarano di utilizzare i software di VMware. Questa quota si riduce al 13% per i software di Microsoft e al 3% per Xen: un dato, quello relativo al famoso hypervisor open source, che cozza con le elevate percentuali di diffusione di Linux sul mercato server.

Secondo IDC con il recente lancio di Hyper-V da parte del big di Redmond la quota di mercato relativa a Microsoft è destinata a crescere piuttosto rapidamente nei prossimi trimestri.
2 Commenti alla Notizia Mercato server, IBM torna leader
Ordina