Colpisce l'autoworm delle cartoline

Un'operazione commerciale che sembrava quasi innocua riesce ad infettare la rete con sempre maggiore frequenza, convincendo gli utenti a trasformarsi in fonti di spam. Al momento l'Italia sembra poco colpita dal primo worm fai da te

Colpisce l'autoworm delle cartolineRoma - Tutto è iniziato con alcune segnalazioni sui newsgroup. Alcuni utenti hanno infatti iniziato a ricevere messaggi non richiesti nei quali si parla di una cartolina elettronica inviata loro da qualcuno, per visualizzare la quale è necessario utilizzare un piccolo software. Un clic per accettare le condizioni d'uso del programma e inconsapevolmente l'utente viene trasformato in un veicolo spammatorio. Nel giro di due settimane questa cartolina ha iniziato a diventare endemica e basta una piccola ricerca sui newsgroup per rendersi conto dell'estensione del fenomeno.

Ma di che si tratta? Un'azienda con base a Panama, la Permission Media, ha messo su un servizio chiamato FriendGreetings.com, che consente di spedire cartoline virtuali a chiunque si desidera. La novità, però, sta nel fatto che per visualizzare la cartolina, chi la riceve deve scaricare un software apposito.

Quel software non è un dialer, come accade sempre più spesso, ma un programmino capace di spedire messaggi non richiesti a tutti gli indirizzi che si trovano nella rubrica di Outlook su Windows. Questo significa che se l'utente non legge con attenzione le condizioni di licenza del software prima di installarlo, trasforma il proprio PC in una macchina sparamessaggi. Da qui alla diffusione capillare delle lettere promozionali della Permission Media il passo è breve.
Il funzionamento ricorda dunque da vicino quello di un worm, di un software virale capace di entrare in un computer e auto-spedirsi a tutti i contatti email che vi trova registrati. Ma a salvare la Permission Media da una possibile causa giudiziaria è proprio il contratto di servizio, quella licenza che nei fatti avverte l'utente di quanto sta per fare. Ma non è detto, anzi accade assai di rado, che prima di installare il software l'utente legga attentamente le condizioni d'uso...

In una pagina dedicata anche Symantec descrive il curioso funzionamento di questo schema di riproduzione dei messaggi, non lo definisce esplicitamente worm o virus ma associa le sue funzionalità a quelle tipiche di un codice malevolo di quel tipo. Si tratta, insomma, di qualcosa che potrebbe essere definito "autoworm"...

Pur avendo colpito già in diversi paesi a quanto pare FriendGreetings in Italia non è, per il momento, molto diffusa. Ancora una volta, dunque, attenzione alle clausole e alle licenze.
TAG: mondo
32 Commenti alla Notizia Colpisce l'autoworm delle cartoline
Ordina
  • Raga diciamo che e' come se uno e' in vacanza ai Caraibi mentre sorseggia una bibita e pensa a tutti
    quelli che lavorano in citta. haha

    la sola cosa che dovete fare voi windowsiani incalliti e' informarvi ed essere meno gonzi solo cosi' si ha una piena consapevolezza della rete.
    E' innamissibile che al giorno d'oggi ci siano utonti che ci finiscano dentro con tutte le scarpe
    svegliatevi che e' ora piu' finite dentro a ste cagate(catene di sant'antonio,spam,virus e quant'altro) e piu danneggiate la rete.

    non+autenticato


  • Mai accettare caramelle dagli sconosciuti!
    Occhiolino


    si, si, si!
    non+autenticato
  • Ridi ridi ma la mamma non ha fatto gli gnocchi e ora facciamo indigestione. Attenti a tutti
    non+autenticato
  • perchè, piuttosto che spendere soldi per la stupidissima ecdl, non si pensa di fornire una patente base per l'utonto informatico?
    qualcosa del tipo "impara queste X regole per non far male a te stesso e agli altri".
    l'esame consisterebbe solo nell'imparare queste semplici norme di sopravvivenza sulla rete.
    senza spendere milioni in certificazione che ti spiegano come fare "File->Apri".
    non+autenticato
  • Ma quando la gente capira' che oltre Outlook esistono infiniti programmi di posta decisamente migliori?
    ( Uno fra tutti......FoxMail -gratuito,senza banner e comodissimo ).


    Bye
    non+autenticato
  • Prima di scrivere un post informati. Il worm agisce a prescindere dal programma di posta utilizzato. Infatti, per' attivarlo e' necessario scaricarlo VOLONTARIAMENTE dall'utente un file con estensione EXE. E questo nonostante sia stato messo in guardia dal messaggio contenuto nella mail.

    IL vero problema e' che in queste trappole ci cascano i gonzi, che purtroppo sono la maggioranza. A voglia poi a protestare e a inviare email di sdegno a Punto Informatico. Questi trucchetti funzionano bene in quanto la maggioranza degli utenti, purtroppo, e' composta da orde di ragazzini arrapati e deficienti che appena vedono un'email inviata da un nome femminile si eccitano come dei conigli in calore, e non riflettono sulle loro azioni.

    In parte cio' e' anche dovuto a ignoranza su un argomento fondamentale: I FILE CON ESTENSIONE EXE inviati via email in allegato da sconosciuti SONO DA CONSIDERARE SEMPRE AL 100 PER CENTO WORM E VIRUS. SEMPRE. Anche quando non lo sono.

    E' questa la regola da seguire. Io la seguo e non MAI, ripeto MAI, avuto problemi di virus e worm. E questo utilizzando per lungo tempo versioni di Outlook e IE non aggiornate. Gli aggiornamenti infatti ci saranno all'infinito, perche' finche' non si escogitera' qualcosa di efficace per fare in modo che chi e' alle prime armi nella navigazione, non impari anche BENE queste regole fondamentali, esisteranno sempre gonzi che cascheranno in questi giochetti.

    Certo, sicuramente esistono programmi migliori o peggiori di Outlook, lo so benissimo ma non e' questo il punto, almeno non in questo caso.


    - Scritto da: ryoga
    > Ma quando la gente capira' che oltre Outlook
    > esistono infiniti programmi di posta
    > decisamente migliori?
    > ( Uno fra tutti......FoxMail -gratuito,senza
    > banner e comodissimo ).
    >
    >
    > Bye
    non+autenticato
  • Non voglio aprire flames..... ma :
    -----------------------------------------------
    Quel software non è un dialer, come accade sempre più spesso, ma un programmino capace di spedire messaggi non richiesti a tutti gli indirizzi che si trovano nella rubrica di Outlook su Windows.
    -----------------------------------------------


    - Scritto da: ELISA
    > Prima di scrivere un post informati. Il worm
    > agisce a prescindere dal programma di posta
    > utilizzato.
    > [...]
    > Certo, sicuramente esistono programmi
    > migliori o peggiori di Outlook, lo so
    > benissimo ma non e' questo il punto, almeno
    > non in questo caso.

    Quindi, posso risponderti con :
    Prima di rispondere ad un post....informati.
    Nell'articolo c'e' scritto a chiare lettere che prende gli indirizzi dalla rubrica di Outlook e non prende indirizzi dell'alieno che viene da Marte. ( o spara messaggi da aaaaaa@aaaaaa.aa a zzzzzz@zzzzzz.zz )


    Inoltre....

    > E' questa la regola da seguire. Io la seguo
    > e non MAI, ripeto MAI, avuto problemi di
    > virus e worm. E questo utilizzando per lungo
    > tempo versioni di Outlook e IE non
    > aggiornate.

    Sei stata fortunata/o .
    Ci sono virus e i worm che a prescindere se clicchi qualcosa o meno, da Outlook, si impostano come macro e non appena componi un messaggio, invia in allegato a quest'ultimo anche il virus ( o peggio ancora, inviano pezzi di documenti della tua cartella documenti a tutta la rubrica di Outlook ).

    Quindi....mi raccomando....quando vuoi postare qualcosa, leggi anche l'articolo e non solo il tuo commentoSorride

    Bye
    non+autenticato

  • > Sei stata fortunata/o .
    > Ci sono virus e i worm che a prescindere se
    > clicchi qualcosa o meno, da Outlook, si
    > impostano come macro e non appena componi un
    > messaggio, invia in allegato a quest'ultimo
    > anche il virus ( o peggio ancora, inviano
    > pezzi di documenti della tua cartella
    > documenti a tutta la rubrica di Outlook ).

    Per essere al sicuro disabilita la lettura dei messaggi HTML. Puo' rimanere abilitata se disattivi Java e gli script ActiveX, ma a quel punto anche molti contenuti Internet leciti non funzionano.
    non+autenticato
  • ...me lo diceva sempre, mio nonno!

    Ma e' mai possibile??? Se c'e' scritto sulla licenza e l'utente schiaccia OK a mo' di riflesso condizionato, la colpa e' sua.

    Potra' anche non essere giusto moralmente, le licenze potranno anche essere scritte in modo incomprensibile... ma allora con che coraggio potete accettare qualcosa che non capite?

    Andiamo...

    (questo vuole essere un invito ad essere piu' "curiosi" e meno "passivi": se non capite qualcosa chiedete in giro, cercate, informatevi... gente disposta a dare una mano c'e' sempre.)

    bye, Andrea
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)