Vincenzo Gentile

UE: le suonerie sono un rischio

La Commissione Europea a brutto muso contro i truffatori del digitale: nel mirino 8 siti su 10 dedicati alle suonerie. I consumatori sono avvertiti, le cose devono cambiare

Bruxelles - Dei siti web europei legati alla vendita di abbonamenti per servizi aggiuntivi di telefonia mobile, ben 8 su 10 violano le norme europee. Nel complesso, sono 560 i siti censiti da una rilevazione voluta dalla Commissione Europea tra il 2 e il 6 giugno di quest'anno. L'abuso di termini come "gratis" o "free" rende le campagne pubblicitarie, spesso mirate agli adolescenti, poco chiare e ingannevoli.

I dati che emergono dall'indagine a tappeto allarmano il Commissario Europeo per la tutela dei consumatori, Meglena Kuneva: su circa 500 siti operanti in 29 paesi del vecchio continente e segnalati dalle denunce di innumerevoli malcapitati, in 466 casi si sarebbero riscontrati irregolarità sulle quali il Commissario intende svolgere nuove e più approfondite indagini. Circa 268 siti sono poco chiari riguardo ai prezzi dei servizi, in alcuni casi omessi del tutto o esposti al netto delle tasse. In altri 399 casi le informazioni relative alle norme contrattuali non sono trasparenti, spesso scritte in caratteri troppo piccoli per poter essere lette con facilità, o addirittura perse in qualche recondita pagina del sito, e difficilmente consultabili. Inoltre due siti su tre non forniscono alcuna informazione sul titolare dell'azienda responsabile dei servizi offerti. Ambiguità che emergono anche sul fronte dei servizi appioppati agli utenti senza che ne abbiano fatto richiesta: negli ultimi tempi le segnalazioni sono diventate numerose, con l'aggravante che spesso disattivare tali servizi costa ulteriore fatica e denaro.

La scarsa chiarezza aiuta ad ingannare: gli utenti si trovano a sottoscrivere abbonamenti senza sapere cosa stanno facendo e senza avere alcuna nozione sulle modalità di recesso, il cosiddetto opt-out. In altre parole le indagini hanno scoperchiato ufficialmente un calderone pieno di illegalità e truffe, alimentato dalla buona fede di cittadini ignari, colpevoli soltanto, e non sempre, di aver desiderato l'acquisto di una suoneria per il proprio cellulare.
È logico pensare che, in assenza del gatto, i topini si siano scatenati: l'assenza di una vera regolamentazione del mercato ha fatto sì che le compagnie truffaldine proliferassero in tutta Europa, succhiando denaro agli utenti e creando un vero e proprio business milionario. Un giro d'affari enorme, con guadagni che solo nel 2007 hanno toccato 700 milioni di euro, vale a dire il 10 per cento in più rispetto al 2006 e, secondo la Commissione, il 29 per cento del totale dei contenuti digitali venduti. Un giro che fa gola a molti, considerato che la maggior parte dei fruitori di questo genere di servizi sono teenager pronti a spendere anche quasi 30 euro al mese tra telefonate, messaggini e promozioni. Infatti il rapporto mostra che circa il 50% dei siti presi in esame era mirato proprio a questo tipo di target.

Per fortuna degli utenti, tira un'aria nuova: la UE procederà nell'inchiesta, chiedendo spiegazioni ai responsabili dei siti incriminati e avrà massimo potere decisionale in merito all'applicazione di sanzioni o alla chiusura definitiva degli indirizzi web fraudolenti, concentrati in maggior numero in Romania, Repubblica Ceca e Regno Unito. Gli utenti si aspettano una risposta forte dai commissari europei, sono stanchi ormai di denunciare nuove truffe, sono logorati dalla poca chiarezza che regola l'acquisto di contenuti multimediali.

In attesa delle decisioni prese dal vertice, va segnalato un tentativo di conciliazione sottoscritto da alcune società di marketing a livello mondiale: è stato istituito un codice di condotta che dovrebbe far luce sulla vicenda, migliorando il rapporto tra cliente e fornitore, rendendo il servizio più trasparente e sicuro. In Italia qualcosa è stato già fatto: nel 2006 è stato varato un decreto per arginare il problema, ma si è ben lontani dal parlare di una soluzione definitiva. Gli utenti e le associazioni a loro tutela, da tempo impegnate in battaglie legali, continuano a sperare nella svolta verso una nuova legalità, sia che venga imposta dall'alto o che venga mediata dai produttori, che permetta a tutti di vivere senza l'incubo dell'essere ancora nel mirino di truffatori e vessatori.

Vincenzo Gentile
20 Commenti alla Notizia UE: le suonerie sono un rischio
Ordina
  • Miitico
    non+autenticato
  • ah ah .... Si ma quel banner linka sicuramente un sito onesto...
    non+autenticato
  • MA dico, il classico "drin drin", o le decine di suonerie di base accluse al cellulare fanno schifo?
    Se uno e' cosi CRETINO da spendere un euro per una suoneria, magari se lo merita pure di essere gabbato.
    non+autenticato
  • troppo semplice pensarla cosi. C'è gente che le suonerie le mette senza spendere un soldo.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Nathaniel Hornblower
    > e blocca tutto! Triste

    Il TAR non prevale sulla commissione UE
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nathaniel Hornblower
    > e blocca tutto! Triste

    E dopo aumentano per recuperare i soldi persiTriste
    Siamo passati da 2/3 € a settimana a 5/6 ! Tutti soldi che si fottono ai babaloni che non leggono !!!
    non+autenticato
  • Come al solito si sprecano tempo e soldi in complicate indagini per scoprire l'acqua calda.
    Ma vi sembra proponibile a Voi un sistema che manda all'utente SMS a pagamento senza lo straccio di un contratto?
    1 euro sono 2000 lire, per cosa per una suoneria? Ma stiamo scherzando?
    Ma la legge Italiana non richiede la firma di un maggiorenne perchè un contratto sia valido?
    La soluzione per tutte le truffe:
    Eliminazione dei vari 899xxx, eliminazione dei messaggi in ricezione a pagamento, limitazione dei messaggi in uscita a valore aggiunto (se proprio non vogliono eliminarli completamente, che almeno siano limitati alle sole raccolte benefiche)
    Per tutto il resto esistono le carte prepagate, se vogliono i vari siti ne possono immettere di loro sul mercato, magari da vendere in edicola come le ricariche telefoniche, in modo che se l'utente vuole acquistare qualcosa comunica un codice e scalano il dovuto dalla carta.
    E' più scomodo? Limita il giro d'affari?
    Ma secondo Voi è meglio stroncare le truffe una volta per tutte o continuare a vedere pseudo aziende prosperare sulle spalle delle famiglie e dei loro ragazzini (non si chiama circonvenzione di incapace?).
  • se i ragazzini continuano ad avere cellulari altamente diseducativi e con pure un sacco di soldi dentro, e questi ignorantelli mandano sms alle maldive o abboccano alla pubblicità sulle suonerie beh.. ben gli sta!

    E' come la faccenda dei dialer su windows, se uno è cosi' stupido da non accorgersi del dialer, ben gli sta pagare le bollette salate!
    Ma se gia' un dialer è un pochion piu' difficile beccarlo in azione, cadere nel giro delle suonerie è proprio da deficienti totali, non ci sono scuse!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciaociciu
    > se i ragazzini continuano ad avere cellulari
    > altamente diseducativi e con pure un sacco di
    > soldi dentro, e questi ignorantelli mandano sms
    > alle maldive o abboccano alla pubblicità sulle
    > suonerie beh.. ben gli
    > sta!
    >
    > E' come la faccenda dei dialer su windows, se uno
    > è cosi' stupido da non accorgersi del dialer, ben
    > gli sta pagare le bollette
    > salate!
    > Ma se gia' un dialer è un pochion piu' difficile
    > beccarlo in azione, cadere nel giro delle
    > suonerie è proprio da deficienti totali, non ci
    > sono
    > scuse!

    Cellurare altramente diseducativo ? Che roba è ? Cosa sono invece i cellulari educativi ?

    Comunque per i dialer non sono propio d'accordo, visto che per un certo periodo in italia, moltissimi siti non dicevano niente della presenza di un dialer è te l'ho installavano contro volonta, cambiando pure le impostazioni di connessione, per rubarti i soldi.

    Poi c'erano pure dei siti che usavano i dialer, anche per le ricette o per degli annuci di lavoro...
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: ciaociciu
    > se i ragazzini continuano ad avere cellulari
    > altamente diseducativi e con pure un sacco di
    > soldi dentro, e questi ignorantelli mandano sms
    > alle maldive o abboccano alla pubblicità sulle
    > suonerie beh.. ben gli
    > sta!
    >
    > E' come la faccenda dei dialer su windows, se uno
    > è cosi' stupido da non accorgersi del dialer, ben
    > gli sta pagare le bollette
    > salate!
    > Ma se gia' un dialer è un pochion piu' difficile
    > beccarlo in azione, cadere nel giro delle
    > suonerie è proprio da deficienti totali, non ci
    > sono
    > scuse!

    Ah già quindi se uno ti ruba la macchina perchè non ci hai messo l'antifurto (firewall + antimalware + antivirus ecc...) la colpa è pure tua!

    Se un ragazzino di 8 - 9 anni sperpera 20-30 euro per stupide suonerie perchè dopo la prima ne mandano 1 alla settimana e non riesce più a bloccarle è giusto che sia cosi, come sarà anche giusto che truffino gli anziani con vari espedienti!

    Se tu sei furbo e non caschi in certi trucchetti meglio per te, ma da qui a dire che è giusto che esistano certe truffe legalizzate...
  • - Scritto da: ciaociciu
    >> E' come la faccenda dei dialer su windows, se uno
    > è cosi' stupido da non accorgersi del dialer, ben
    > gli sta pagare le bollette
    > salate!
    > Ma se gia' un dialer è un pochion piu' difficile
    > beccarlo in azione, cadere nel giro delle
    > suonerie è proprio da deficienti totali, non ci
    > sono
    > scuse!

    Bellissimo ragionamento da furbone ITALIOTA. Quasi sicuramente lo stesso che fanno i truffatori. Magari sei pure uno di loro.
    non+autenticato
  • > Ma la legge Italiana non richiede la firma di un
    > maggiorenne perchè un contratto sia
    > valido?

    Se compri un gelato sono più di un euro ed è per il 95% acqua.
    Non mi ricordo di aver firmato nessun contratto al baracchino dei coni quando ero piccolo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Homer S.
    > > Ma la legge Italiana non richiede la firma di un
    > > maggiorenne perchè un contratto sia
    > > valido?
    >
    > Se compri un gelato sono più di un euro ed è per
    > il 95%
    > acqua.
    > Non mi ricordo di aver firmato nessun contratto
    > al baracchino dei coni quando ero
    > piccolo...

    Si perchè il gelato te lo mandano tutte le settimane perchè impedirlo è quasi impossibile, come avviene per certi pseudo abbonamenti a certi siti di suonerie.
    Si tratta proprio della stessa cosa!
  • che c'è fin troppa gente che si approfitta di tanti ragazzi che cascano in vere e proprie macchine succhiasoldi, tanto da dover buttare via la scheda per non sapere più come fare a fermarli...
  • - Scritto da: maxmurd
    > che c'è fin troppa gente che si approfitta di
    > tanti ragazzi che cascano in vere e proprie
    > macchine succhiasoldi, tanto da dover buttare via
    > la scheda per non sapere più come fare a
    > fermarli...
    dentro ogni cell c'è un motorino elettrico con un peso eccentrico... io sono anni che lo uso e non ho maiperso una chiamata...
  • Si vabbé ma anche questi ragazzi... ma che è successo a queste nuove generazioni? Perché sono tutti così idioti? Io un'idea ce l'ho...
    non+autenticato
  • considerando che le informazioni sul servizio, sono cosi scritti in piccolo che per leggerli devi usare un mega microscopio.... non mi stupirei che molti si fanno fregare.
    Sgabbio
    26178
  • Hanno solo da svegliarsi. Se uno e' scemo o imbecille e' giusto che venga punito. Un conto e' cascare sui bond argentini,cirio, ecc. Quelle sono state truffe fatte da professionisti e ben mascherate. Quella dei cellulari solo un abbbeo ci casca. Solo un babbeo puo' pensare che chiamando una numerazione partioclare come la 899 non ecc non debba poi pagare un fott*o di soldi.

    E' ora di smetterla di proteggere gli imbecilli. Se tutti questi soldi in indagini venissero spese per le truffe che ingannano tutti, come pompe banzina tarokkate, contatori metano che segnano sbagliato ecc, non dico che sarebbe un mondo migliore, ma quasi.

    A furia di difendere gli stolti, ci rimettono pure gli svegli.
    non+autenticato