Nuovo rischio ergastolo per i cracker

A Washington con una mossa a sorpresa le pene pi¨ severe vengono inserite in una normativa sulla sicurezza americana. Erano state bloccate a luglio

Washington (USA) - Dopo la bocciatura in Congresso lo scorso luglio, la misura che prevede per taluni casi di cracking addirittura la pena dell'ergastolo Ŕ stata a sorpresa infilata in un'altra normativa sulla sicurezza che, questa volta, sembra avere tutti i numeri per passare.

Nella proposta di legge che mira alla creazione del Dipartimento per la Sicurezza del Territorio nazionale, giÓ approvata dalla Camera dei Rappresentanti, non si parla pi¨ soltanto di una profonda riorganizzazione dei servizi segreti, dell'FBI e delle agenzie federali ma anche delle pene per reati di cracking informatico.

A voler inserire i contenuti del Cyber Security Enhancement Act (CSEA) nella nuova normativa Ŕ stata la maggioranza repubblicana che spera questa volta di riuscire a superare gli ostacoli che si erano presentati la scorsa estate presentando il medesimo testo. La legge prevede l'ergastolo per i cracker ma anche la possibilitÓ per la polizia federale di intercettare telefonate e traffico internet senza mandato della magistratura, oltre a consentire ai provider di denunciare pi¨ facilmente alla polizia i propri utenti.
A sostenere il CSEA ancora una volta il repubblicamo Lamar Smith, che nei mesi scorsi finý su tutti i media per questa dichiarazione: "Fino a quando non rendiamo sicura la nostra infrastruttura informatica, pochi comandi di tastiera e una connessione internet sono tutto quello che serve per colpire l'economia e mettere in pericolo la vita delle persone. Un mouse pu˛ essere tanto pericoloso quanto un proiettile o una bomba".

E se contro la legge si schierano i gruppi per le libertÓ civili, in definitiva quello che probabilmente passerÓ al Senato prevede, tra le altre cose, l'ergastolo per quei reati informatici che mettono a rischio la vita di qualcuno. E consentirÓ monitoraggio del traffico internet nel caso si verifichi un'aggressione informatica o sia toccato un qualche "interesse nazionale" in materia di sicurezza.

Tra le "curiositÓ" della legge anche l'estensione ad internet del divieto di pubblicizzare prodotti il cui scopo principale sia quello di consentire azioni di sorveglianza elettronica...
5 Commenti alla Notizia Nuovo rischio ergastolo per i cracker
Ordina
  • A sostenere il CSEA ancora una volta il repubblicamo Lamar Smith,
    con questo nome solo un lamah poteva essere.
    non+autenticato
  • Mi permetto di chiedere una cosa :

    Un cracker produce un software che elimina o elude una protezione di un software ma di fatto non pone il programma "crackato" in circolazione quindi chi commette il reato e' l'utilizzatore del crack. Per essere logici, il cracker in questo caso e' l'utilizzatore del crack che diventa cracker al momento dell'uso.
    Alla luce di cio' tutti quelli che si "crackano" un programma sono potenzialmente a rischio di ergastolo! Hahahahaha, mamma mia!!! Che figata, non ci sarebbe piu' nessuno in giro per le strade, tranne qualche user sfigato.

    Conseguenza logica : se fosse colpevole solo il creatore del crack poiche' fornisce la possibilita' ad altri di eludere la protezione allora perche' non mettiamo in galera chi produce armi? Eh si! Loro danno la possibilità all'utilizzatore di uccidere!


    Gli americani non sanno difendersi dai cracker.
    "Un mouse puo' essere più pericoloso di un proiettile..."
    Non so come si faccia ad ammazzare qualcuno con un mouse, a meno che non abbiano inventato un "MOUSE-THROWER" nei laboratori in Nevada, me lo faro' spiegare.
    Ah si forse ho capito : intendevano dire che il comando per ammazzare gente innocente e' partito da un mouse americano??? Credo che intendessero questo.

    Ma se un cracker puo' diventare un ergastolano allora Bush quanti ergastoli dovrebbe scontare?? Ma noo, che avete capito! Lui non sa nemmeno usare un computer figuriamoci, ma ha ammazzato piu' persone lui con una penna e la sua ignoranza mentre non conosco cracker assassini.
    La società americana fondata sui soldi e non sui valori, ha dei punti deboli scoperti e chi la odia li ha visti.
    Sono pieni di bombe e mezzi di distruzione ma non hanno difese contro gli attacchi all'economia.
    Di cracker e' pieno il mondo, poveri americani... che brutta fine che farete voi e la vostra economia.

    Certe leggi mi fanno pensare che il vero CRACK (quello che si fuma) venga usato alla casa bianca e pentagono.

    Ciao ciao AmeriCANI e good luck.
    non+autenticato


  • - Scritto da: AU
    > Ciao ciao AmeriCANI e good luck.

    Sono sostanzialmente d'accordo con te, ma non dimenticare che gli americani sono anche quelli che hanno inventato internet ed il piccì che stai usando ora.

    p.s. fossi in te, eviterei di tirare in ballo argomenti che "esulano" dal discorso.

    non+autenticato
  • se stupri un bambino forse te la cavi con 5 anni di carcere se buchi il sito della coca-cola ti becchi l'ergastolo..
    non+autenticato
  • Un mouse può essere tanto pericoloso quanto un proiettile o una bomba

    ma dai cervelli che hanno smesso di funzionare...

    Tra le "curiosità" della legge anche l'estensione ad internet del divieto di pubblicizzare prodotti il cui scopo principale sia quello di consentire azioni di sorveglianza elettronica...
    =====
    se non sai nemmeno da cosa difenderti...
    non+autenticato