Windows Mobile? Un faro per il Mondo

Lo dice Microsoft. Il suo sistema operativo - sostiene - è il migliore. E lo sarà anche per le prossime generazioni di smartphone: iPhone? Ce lo mangiamo in un sol boccone. Il big di Redmond ci crede

Roma - Con un approccio disinteressato, paragonabile solo a quello di un macellaio a cui si chiede se la carne che vende è buona, Scott Rockfeld - product manager di Microsoft per il mobile communications business - ha delineato nelle scorse ore la situazione del mercato degli smartphone. In cui le migliori garanzie non saranno offerte dai sistemi operativi che più spesso finiscono sulle cronache, ma da quello che ha rosicchiato nel tempo una quota consistente di mercato, vale a dire Windows Mobile, la creatura che Microsoft ha ideato per coloro a cui non basta avere Windows sulla scrivania, e che devono portarselo appresso, anche in tasca.

Gli apparecchi con Windows Mobile sono tuttora sulla breccia e nel panorama degli smartphone rappresentano l'esempio da seguire e imitare. Così la pensa Rockfeld, secondo cui nonostante l'hype generato dal lancio dell'iPhone 3G, nell'anno fiscale appena concluso (il 30 giugno, ndr), Microsoft ha registrato il raggiungimento del traguardo di 20 milioni di licenze Windows Mobile. Come a dire, cioè, che un conto sono le tendenze un conto sono i numeri.

Rockfeld, riporta Crunchgear, ha dichiarato che la piattaforma mobile sviluppata da Microsoft non teme la concorrenza, grazie anche a nuove funzionalità di sicurezza e protezione dei dati memorizzati su schede removibili. Non solo: forte delle previsioni di IDC, il dirigente Microsoft ritiene che la "sua" creatura vincerà su iPhone per 9 a 1, ossia per ogni iPhone venduto sarebbero commercializzati 9 smartphone con Windows Mobile.
Nonostante i numeri vantati dal big di Redmond, in realtà nel mercato smartphone a cui fa riferimento la mamma di Windows lo share di maggiore rilievo lo ha conquistato da tempo BlackBerry. Microsoft, dunque, rincorre e lo fa facendo buon viso a cattivo gioco, ribadendo in queste ore che gli smartphone con sistema operativo Microsoft sono comunque stati acquistati da sette delle dieci più grandi aziende del mondo (secondo quanto rilevato da Fortune).

A rendere vincente la piattaforma Windows Mobile, sostiene Rockfeld, è anche il suo modello di sviluppo: oggi - dice - esistono 18mila applicazioni utilizzabili con Windows Mobile, a fronte delle 500 proposte dall'App Store di Apple, che risentirebbe di una strategia che secondo Rockfeld limita gli sviluppatori impegnati a creare software ad hoc.

L'ottimismo è il profumo della vita, ricorda qualcuno, e di fronte ai numeri notevoli, e mutevoli, del mercato degli smartphone c'è qualcuno che fa il nome di Android, una piattaforma che sembra aver perso l'appeal iniziale per gli sviluppatori, in origine dovuto al fatto che a promuoverla fosse Google.
60 Commenti alla Notizia Windows Mobile? Un faro per il Mondo
Ordina
  • parole parole parole... Stiamo ancora aspettando un VERO sistema operativo
    non+autenticato
  • Windows Mobile, nonostante le risorse profuse a piene mani da mamma MS, si trascinava già al terzo posto globale nel mercato mobile in generale, dietro Symbian e le varie versioni e distro linux per cellulari, prima che arrivasse iPhone, ora non so se mantiene il terzo posto globale o è scesa al quarto, ma di sicuro nella fascia alta e negli smartphone il quarto incomodo Apple lo insidia pericolosamente, così come, limitatamente agli smartphone più "business oriented", BlackBerry la fa da padrone.
    Ora, diciamolo, quel terzo o quarto posto non sarebbe nulla di disonorevole, se producesse utili, conti in attivo, ma a MS conquistarlo è costato uno sproposito e finora ha prodotto perdite, con una prestazione così, senza altre grasse e ricche divisioni in attivo a tappare i buchi, come fa MS, un'altra azienda sarebbe fallita.
    Forse MS metteva in conto delle perdite iniziali per conquistare il monopolio e strizzare il mercato come un limone poi, ma gli è andata male, il boccone era troppo grosso, e pure mordace, e lungi dal lasciarsi ingoiare gli sta azzannando le tonsille Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Ho un bellissimo smartphone toshiba, piccolo, compatto, accessoriatissimo, gli manca solo il gps.
    Tutto, ma proprio TUTTO è rovinato dalla presenza di windows mobile.
    Lo presi per provarlo, per vedere se era meglio o peggio di quanto si dicesse in giro.
    beh...E' PEGGIO.
    Lento, con comportamenti astrusi, sorvolo sui bachi minori, ma ci sono assurdità improbabili nella gestione degli SMS! non nel wifi con crittografia TKIP o WEP o PROVACE2.0 no no, nei fo**utissimi SMS che uno usa ogni giorno.
    Sms dove simboli particolari come, che so, i tre puntini di sospensione si mangiano LA META' dei 160 caratteri a disposizione.
    Dove i messaggi lunghi più di 160 caratteri arrivano mischiati, MA NON ALL'INTERNO DELLO STESSO MESSAGGIO no no, troppo facile, si mischiano con i messaggi che hai inviato nei giorni precedentiA bocca aperta ... (è bellissimo, ci ho messo un mese a capirloA bocca aperta )
    Almeno, salvando la privacy, si mischiano i messaggi dello stesso destinatario.
    Che si pianta ogni tanto poi è il minimo, ormai quello è il marchio di fabbrica MS ed uno se lo aspetta...
    E la gestione dei contatti? puoi mettere solo UN numero di cellulare, quanta gente ne ha due o tre, sopratutto chi lo usa per lavoro?
    Potrei passare la serata..ma mi fermo, di sicuro è il primo ed ultimo cellulare/palmare/qualsiasi cosa con windows mobile che avrò in vita mia.
    non+autenticato
  • una piccola informazione, non tutti i wm in circolazione sonno uguali, questo perkè ogni casa cuoce la sua rom per farla funzionare sul suo telefono/apparecchio, magari è baggato solo il tuo e non quello di un altro modello.

    htcp3600 @ wm6.1 elegant editions by elias radio 1.46.30
    non+autenticato
  • Molti che hanno fatto il passaggio di un palmare a Linux ne hanno tratto benefici, non ultimo il non vedersi "sparire" messaggi, contatti, attività, chiamate, ecc per qualche misterioso "blocco" del Windows Mobile (fosse anche solo dovuto all'esaurimento della batteria): forse anche per questo magari sono riusciti a rimanere meno "frustrati" e "arrabbiati" quando QUOTIDIANAMENTE sono stati costretti a subire pecche, problemi, disagi e perdite da parte di WM.

    Un primo episodio che ho potuto constatare di persona in termini di inaffidabilità di Windows Mobile su un HTC P3300 WM5 è stato il creare una nuova cartella per gli sms, spostarne un congruo numero (circa 4000), inviarne e riceverne di nuovi; fatto ciò, un bel soft reset (anche dopo aver chiuso "SMS" dai programmi in esecuzione ed effettuato il soft reset sia con quanto messo a disposizione in modo nativo, sia con programmi ad hoc, sia con il semplice lasciar "scaricare" il palmare) et voilà, TUTTO TORNA COME PRIMA ossia i messaggi spostati sono di nuovo nella cartella da cui furono spostati, la nuova cartella scomparsa e i nuovi messaggi spariti...

    Un secondo episodio mi è stato invece riportato da una persona fidata, capace ed esperta (ha programmato su e di tutto, dai VIC20 ai diversi SO dei cellulari di questi ultimi anni): ha installato una dual SIM, è riuscito a farla funzionare "a singhiozzo" con dei "picchi" di consumo della batteria realmente pesanti da parte di WM5, l'ha smontata alquanto perplesso e, da allora, la batteria non riesce a tenere la carica per più di un'ora al posto delle tre con cui operava precedentemente (la dual SIM, messa su un normalissimo telefonino per di più un po' "vecchiotto", ha funzionato egregiamente!).

    Che dire? Se si ritiene di avere in mano il mondo a causa di mancanze di alternative e si sfrutta ciò per imporre ai propri Clienti un prodotto scadente, datato e problematico, forse sarebbe il caso di seguire il consiglio che Mick Hucknall - il rosso dei Simply Red - diede a Bono degli U2 qualche anno fa e che prevedeva, come conseguenza corretta che dovrebbe sentire come bisogno impellente e interiore chi fa affermazioni di un certo "calibro", il nascondere immediatamente la propria faccia nel segmento terminale del proprio apparato escrettore...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 luglio 2008 16.41
    -----------------------------------------------------------
  • Certo che ci vuole coraggio.. o bisogna veramente essere dissociati dal mondo per fare certe affermazioni.
    Io ho il Mitac Mio A701 da circa due anni, e non passa giorno che non abbia voglia di scagliarlo contro il muro più duro che trovo. Non vedo l'ora che arrivi settembre, così mi prendo l'iPhone.
    E nel 2009, dopo 18 anni di Microsoft, gran calcio nel culo al mio pc e mi faccio un iMac e in Macbook, e tanti cari saluti.
    non+autenticato
  • e a noi?
    non+autenticato
  • auguri
    non+autenticato
  • E' incredibile, anche io ho lo stesso impulso con il mio Toshiba Windows MoBUGileA bocca aperta ho anche pensato che il giorno del passaggio mi compro una mazzafionda e mi metto davanti ad un muro di cemento.
    L'alternativa è l'uso di una mazzetta da 5 chili.

    Dovremmo fondare un club.
    non+autenticato
  • Povero illuso che crede di diventare libero spendendo 2000 euro in minchiate...
    Guarda che ormai non fai più stile, di Briatore dei poveri come te ne è strapiena l'italia...



    - Scritto da: 1977
    > Certo che ci vuole coraggio.. o bisogna veramente
    > essere dissociati dal mondo per fare certe
    > affermazioni.
    > Io ho il Mitac Mio A701 da circa due anni, e non
    > passa giorno che non abbia voglia di scagliarlo
    > contro il muro più duro che trovo. Non vedo l'ora
    > che arrivi settembre, così mi prendo
    > l'iPhone.
    > E nel 2009, dopo 18 anni di Microsoft, gran
    > calcio nel culo al mio pc e mi faccio un iMac e
    > in Macbook, e tanti cari
    > saluti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Domokun
    > Povero illuso che crede di diventare libero
    > spendendo 2000 euro in
    > minchiate...
    > Guarda che ormai non fai più stile, di Briatore
    > dei poveri come te ne è strapiena
    > l'italia...
    >
    >
    >
    > - Scritto da: 1977
    > > Certo che ci vuole coraggio.. o bisogna
    > veramente
    > > essere dissociati dal mondo per fare certe
    > > affermazioni.
    > > Io ho il Mitac Mio A701 da circa due anni, e non
    > > passa giorno che non abbia voglia di scagliarlo
    > > contro il muro più duro che trovo. Non vedo
    > l'ora
    > > che arrivi settembre, così mi prendo
    > > l'iPhone.
    > > E nel 2009, dopo 18 anni di Microsoft, gran
    > > calcio nel culo al mio pc e mi faccio un iMac e
    > > in Macbook, e tanti cari
    > > saluti.

    Briatore ci sarai. Non è questione di stile, ma di produttività. Quando avrai finito di scaccolarti e di mangiartele, mettiti a produrre. Magari senza usare WM.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)