Questo DVD si autodistruggerà fra...

Un distributore americano distribuirà copie promozionali di un proprio album su DVD in grado di divenire illeggibili nel giro di poche ore. Una tecnologia davvero efficace contro i pirati?

Los Angeles (USA) - Una delle più importanti etichette musicali americane, Atlantic Records, ha deciso di sperimentare una tecnologia che a suo avviso potrebbe tagliare le gambe ad una delle più frequentate fonti di pirateria musicale: quella dei CD e dei DVD promozionali.

Proprio in questi giorni il colosso discografico distribuirà negli USA migliaia di campioni gratuiti di un DVD audio che, una volta estratto dal suo involucro, funzionerà solo per otto ore, dopodiché diverrà illeggibile. Questa tecnica, già utilizzata in passato per la distribuzione di alcuni CD e di un film, si basa sulle proprietà di un materiale, inserito in mezzo ai vari strati che compongono un DVD, in grado di interagire con l'aria e far diventare la superficie del disco opaca.

Secondo alcuni esperti i DVD "a tempo" potrebbero divenire un medium sempre più interessante agli occhi delle major di Hollywood o dei produttori di videogiochi e di software in genere. Tuttavia, è pur vero che senza adeguate misure di protezione dei contenuti anche questi dischi potrebbero rivelarsi un ben piccolo ramoscello fra le ruote dei pirati: durante il tempo di vita del DVD, infatti, nulla impedisce ad un utente di duplicare il contenuto del disco.
E così, dietro alla "scenografica" tecnologia alla base dei DVD in grado di autodistruggersi, rimangono in essere precauzioni ben più vecchie ed efficaci, come quella di distribuire contenuti promozionali "tagliati" o con minore qualità rispetto all'originale.

Dietro ai DVD a tempo c'è Flexplay, una piccola azienda la cui tecnologia è in grado di "tenere in vita" un disco ottico "deperibile" per un massimo di 60 ore. Come Flexstorm, di cui si parlò lo scorso marzo, anche Flexplay è stata fra le pioniere nel campo dei dischi "flessibili", in grado di poter essere arrotolati e facilmente inseriti all'interno di riviste, volantini e depliant.
15 Commenti alla Notizia Questo DVD si autodistruggerà fra...
Ordina
  • Sono promozionali, allora serve che si parli di loro e mettere una protezione fantasiosa anche se assurda servirà adeguatamente allo scopo. Chi se ne frega se la violate, se non serve a nulla l'importante e che ora se ne parli.
    non+autenticato
  • Basta duplicarlo, ma che problema c'è? NOn conoscono decrypter e programmi simili? Mah... se non si decidono ad abbassare i prezzi, le major rischiano di chiudere davvero.
    non+autenticato
  • Esistono degli adesivi protettivi che si possono applicare ad ambedue le parti della superficie del disco in modo da evitare che si graffino.
    Beh una volta messi bene senza bolle d'aria sopra(che ci vuole anke un minuto) la superficie del disco non sarà più esposto all'aria e quindi il prodotto si potrà conservare piu a lungo A bocca aperta.
    Ma come fanno questi babbei a non rendersi conto che ci sono mille metodi (e anke di poki minuti)per mandare in fumo tutti i miliardi che hanno speso di ricerche inutili.
    Purtroppo vale il seguente detto: "La mamma dei CRETINI è sempre INCINTA!"
    Byez
    D3VILm4N
    non+autenticato
  • effettivamente è meno stupido arrampikarsi sugli spekkiSorride ke progettare una teknologia simile.
    non+autenticato
  • > Beh una volta messi bene senza bolle d'aria
    > sopra(che ci vuole anke un minuto) la
    > superficie del disco non sarà più esposto
    > all'aria e quindi il prodotto si potrà
    > conservare piu a lungo A bocca aperta.

    Cosa ne sai che poi la superficie non reagira' anche con quel prodotto e magari il DVD prende fuoco gremandoti la mano?
    Tutti ingegneri nucleari qui...
    non+autenticato
  • Tonnellate di supporti illeggibili che andranno a riempire le discariche?
    molto ecologica, la proposta...
    non+autenticato
  • Già.

    E a parte questo aspetto, a che serve un supporto che ragionevolmente puoi ascoltare due o tre volte in una giornata e basta?

    Lo paghi 20 euro e dopo otto ore lo butti? Chi mai comprerà un prodotto simile? A che serve? A chi serve?

    Se è per le anteprime radiofoniche allora il tempo di decadenza è troppo lungo; se è per uso domestico è troppo corto.

    Davvero, l'articolo avrebbe dovuto approfondire l'argomento, perché questo aggeggio, almeno apparentemente non ha alcuna utilità. Quali sarebbero le strategie commerciali della major in questione?



    non+autenticato
  • - Scritto da: deadbrain

    > Lo paghi 20 euro e dopo otto ore lo butti?
    > Chi mai comprerà un prodotto simile? A che
    > serve? A chi serve?

    Ma li leggete gli articoli? Si parla di DVD promozionali...

    > Se è per le anteprime radiofoniche allora il
    > tempo di decadenza è troppo lungo; se è per
    > uso domestico è troppo corto.

    Si tratta di una reazione chimica... un minimo di tempo ci vorra' pure... e poi, metti che ti arrivi una telefonata importante appena l'hai aperto! (sfiga... Occhiolino

    > Davvero, l'articolo avrebbe dovuto
    > approfondire l'argomento, perché questo
    > aggeggio, almeno apparentemente non ha
    > alcuna utilità. Quali sarebbero le strategie
    > commerciali della major in questione?

    Sul fatto che l'utilita' sia poca (anzi, e' pure dannoso per l'ambiente) concordo: ma forse l'idea e' meno ridicola degli walkman "incollati" della Sony...

    bye, Andrea
    non+autenticato
  • Non dico che il sistema sia intelligente e protetto da copie e simili, ma almeno leggete quello che c'è scritto sull'articolo (non è così difficile: basta spostare l'occhio di parola in parola da sinistra a destra, scendendo di qualche millimetro ogni tanto, magari prestando un po' di attenzione).

    Si parla di DVD audio...

    Saluti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)