Alfonso Maruccia

UK, robot contro i clandestini

Droni di confine a caccia, di uomini e non solo, di tutto ciò che è considerato pericoloso per il Regno Unito. Si infileranno sotto i mezzi in transito senza paga e senza orari

Roma - Il robot a quattro ruote si chiama "Hero", costa 15mila dollari e ha la missione di infilarsi sotto auto e mezzi vari al controllo delle frontiere inglesi. Lo costruisce BAE Systems, società già impegnata a contratto con la Difesa USA in uno dei progetti di micro-robotica più ambiziosi di sempre.

Hero è equipaggiato con luci e videocamere ad alta risoluzione, ed è attualmente in fase di testing in un solo posto di controllo con lo scopo preciso di individuare i clandestini capaci di legarsi sotto il corpo di un autocarro pur di passare il confine e approdare nel Regno Unito.

Il governo inglese sarebbe comunque orientato a un'adozione del drone su più vasta scala, anche in virtù della possibilità di equipaggiarlo con sensori aggiuntivi quali quelli per l'individuazione del battito cardiaco, di materiali chimici, biologici, radiologici o anche nucleari che si provasse a far passare illegalmente nel paese. Hero dovrebbe servire a evitare episodi come quello recentemente venuto alla ribalta, con un gruppo di clandestini nascosti su un veicolo dell'esercito che erano riusciti a farla franca alle frontiere.
I funzionari di BAE sottolineano come l'adozione di simili dispositivi sia oramai imperativa in situazioni ad alto traffico come quella delle frontiere inglesi, dove oltre 10mila veicoli di trasporto merci arrivano ogni settimana attraverso il tunnel sotto il Canale della Manica.

"Un lavoro massacrante, sporco e pericoloso" controllarli tutti, indi per cui Hero dovrebbe rappresentare la scelta ideale per sostituire l'uomo nel gravoso compito. Non è d'altronde una novità, da tempo simili robot sono utilizzati nelle zone di guerra del Medioriente e anche negli USA si fa affidamento su controlli automatizzati e robot per scandagliare i confini del territorio nordamericano.

Alfonso Maruccia
21 Commenti alla Notizia UK, robot contro i clandestini
Ordina
  • Mentre loro guardano sotto le macchine mi dite chi controlla l'interno degli automezzi? Avete mai preso un traghetto per l'isola?
    non+autenticato
  • - Scritto da: che bolas
    > Mentre loro guardano sotto le macchine mi dite
    > chi controlla l'interno degli automezzi? Avete
    > mai preso un traghetto per
    > l'isola?


    Inutile dire che il provvedimento adottato in UK ha valenza meramente simbolica, ma che, in una società come la nostra, che è fondata sui simboli, avrà di certo un impatto non bello nella metabolizzazione nell'opinione pubblica del concetto di "immigrazione".. (Ahimè!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: che bolas
    > Avete
    > mai preso un traghetto per
    > l'isola?

    Si.

    Ci abito. A Londra, per la precisione.
  • - Scritto da: The Punisher
    > - Scritto da: che bolas
    > > Avete
    > > mai preso un traghetto per
    > > l'isola?
    >
    > Si.
    >
    > Ci abito. A Londra, per la precisione.


    ... e 'sticazzi, lo vogliamo dire?
    non+autenticato
  • Dillo pure.

    Comunque alle elezioni del sindaco di Londra ho votato per Boris Johnson
  • quindi...    E 'STICAZZI???????????!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • chi ha visto il flim non pensa che ci stiamo avvicinando alla soluzione finale ???A bocca aperta








    io spero però venga applicata al CONTRARIO di come si vede nel film :asd:
    non+autenticato
  • Invece di spendere migliaia di euro per ste tecnoidiozie, perché non pensano ai motivi per cui c'è gente così disperata da attaccarsi sotto a un camion, rischiando la morte, pur di fuggire a paesi dove evidentemente la vita non vale niente? E perché magari non usare quei soldi per risolverli, questi problemi?
    Ah, già, dimenticavo, che senza gli immigrati non ci sarebbero le scuse per le politiche di "sicurezza"... di cui, guarda caso, questi robottini fanno parte...
    Per la serie: soldi pubblici buttati nel cesso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: SoleLuna
    > Invece di spendere migliaia di euro per ste
    > tecnoidiozie, perché non pensano ai motivi

    i motivi li abbiamo capiti da un pezzo.
    la cosa importante é evitare che questa gente immigri,
    Se lasciamo che il terzo mondo immigri in Europa anche l'Europa diventerá come un paese del terzo mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > - Scritto da: SoleLuna
    > > Invece di spendere migliaia di euro per ste
    > > tecnoidiozie, perché non pensano ai
    > motivi
    >
    > i motivi li abbiamo capiti da un pezzo.
    > la cosa importante é evitare che questa gente
    > immigri,
    > Se lasciamo che il terzo mondo immigri in Europa
    > anche l'Europa diventerá come un paese del terzo
    > mondo.

    interessante teoria, degna di una approfondita analisi culturale sociologica ed economica. Davvero profonda. Spero sinceramente che ogni qualvolta metterai piede in un paese estero ti piglino a calci nel culo..
    non+autenticato
  • Pura analisi dei fatti senza alcuna valenza di giudizio etico.

    il piatto e' uno solo.
    Se uno mangia di piu', un altro DEVE mangiare di meno.
    Questo crea sperequazioni.
    L'impero inglese, quello Romano, etc etc. si fondavano TUTTI sullo sfruttamento di masse di popoli a beneficio di un ristretto gruppo di beneficiari.
    Ora che i "chi stra sotto" alzano la testa, "chi sta sopra" si sente minacciato e reagisce di conseguneza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ivo
    > - Scritto da: Undertaker
    > > - Scritto da: SoleLuna
    > > > Invece di spendere migliaia di euro per ste
    > > > tecnoidiozie, perché non pensano ai
    > > motivi
    > >
    > > i motivi li abbiamo capiti da un pezzo.
    > > la cosa importante é evitare che questa gente
    > > immigri,
    > > Se lasciamo che il terzo mondo immigri in Europa
    > > anche l'Europa diventerá come un paese del terzo
    > > mondo.
    >
    > interessante teoria, degna di una approfondita
    > analisi culturale sociologica ed economica.
    > Davvero profonda. Spero sinceramente che ogni
    > qualvolta metterai piede in un paese estero ti
    > piglino a calci nel
    > culo..

    perdonami, ma non vedo nulla di sbagliato nel discorso del tale di prima

    se tutta l'africa arriva in europa, noi diventeremo come l'africa

    non vorrai mica morire di malaria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > i motivi li abbiamo capiti da un pezzo.
    > la cosa importante é evitare che questa gente
    > immigri,

    Chissà chi te l avrà messa in testa st'idiozia...

    Vabbè, tanto meglio cosi, la doppia fatica è tua visto che non puoi farci nulla..

    > Se lasciamo che il terzo mondo immigri in Europa
    > anche l'Europa diventerá come un paese del terzo
    > mondo.

    Questa è la più grande baggianata(o sospetta trollata) che abbia mai letto da quando sto qui su PI..


    Rispondendo al primo commento comunque, I "motivi" per cui molte persone sono costrette a vendere tutto ed emigrare in Europa sono ben note e causate in realtà da terzi interessi meramente economici..

    La vita umana, ancora una volta e come sempre, rimane l' ultimo gradino sulla scala di interesse di chi è interessato a speculare sopra quelle zone..
    (e visti i tempi, l'ultimo gradino in generale..)

    Inutile fare nomi anche perchè aldilà di quelli "ovvi" e quelli "universalmente riconosciuti", ce ne sarebbero cosi tanti altri da citare che non poche persone rimarrebbero scandalizzate nel leggerlo.. NESSUNO è incolpevole insomma.

    Anche se fosse "ingiusto" accettare clandestini ed avessimo cominciato a respingerli con ogni mezzo e, ancora, avessimo considerato anche tutti i reati che i clandestini commettono in Italia..

    Beh insomma, i maggiori colpevoli rimarremmo comunque NOI..

    Un "NOI" dalle larghe vedute, ma che caratterizza in generale tutta la parte ricca, o "arricchita" del Mondo (la cui ricchezza, è la vera causa dell'attuale situazione mondiale..)

    I grandi spostamenti di popolazione, in ogni caso, hanno sempre caratterizzato la Storia Umana sin dall'Antichità, se non prima.. E forse questa è la prima volta che tale spostamento viene considerato come una minaccia, e viene represso (o almeno viene fatto in modo simbolico), visto che una reale tattica contro di esso non è ne proponibile, ne sarà mai applicabile.

    Credere, o lasciarsi convincere (anche se con motivazioni apparentemente giuste e che nel direttissimo avviso, mi ritrovo a condividere anche io, come la carenza di lavoro, la sicurezza(in parte), etc..) che la contaminazione sociale di uno Stato sia una cosa negativa è quanto di più terribile e obrobrioso a cui un cervello umano e le sue potenzialità teoriche possano ambire..

    Oggi tu discrimini senza problemi, riempiendoti la bocca con concetti semplicistici (a te furbescamente imposti, tra l'altro) e luoghi comuni atti ad evitare il problema con aria di ovvia sufficienza..

    Magari lo fai proprio mentre prendi in giro il venditore di rose "cingalese" (ma preferisco chiamarlo "sri-lanki") che ti chiede insistentemente un (odiato,amato)Euro..

    Oppure lo fai indignandoti davanti al crimine (che seppur "inconcepibile") viene strillato dalla solita carovanante e preconcordata giostra mediatica come "inarrestabile", "inderogabile", "imprescindibile" e al caso anche "irresistibile"...

    Sarei più propenso a combattere senza quartiere questa invisibile idiozia, che reprimere razialmente quello che noi in fondo, non abbiamo il potere di fermare.

    In ogni caso, cosa pensate forse che succeda mai di positivo se si adotta un modo di pensare cosi restrittivo verso "chi arriva"?

    Quando tra 20 o 30 anni i figli degli immigrati (che saranno italiani di casa e di diritto) vi verranno a bussare alla porta rivendicando le ingiustizie subite dai loro padri, cosa dirà quella rivoltante associazione vestita di verde che propina "intolleranza" travestita da "buon senso" agli stolti?

    ..Quanti piatti di parole si rimangeranno?
    ..Quanto rischieremo di vedercela con una situazione simil-francese? (Baulieau, etc..)

    Ma soprattutto, Quando metteremo da parte un pò di idiozia in favore di un pò di rassegnazione e di spirito costruttivo?

    Visto che di "realmente" positivo, c'è rimasto da fare solo questo?
    non+autenticato
  • sono un negro del senegal, siamo in 13 fratelli.

    Il pezzo di terra di papa' e le due mucche non bastano a sfamare 15 persone.

    Mollo tutto e vado a vendere collanine a Roma.

    Magari se papa', la posto di montare dalla mattina alla sera, avesse fatto solo due/quattro figli, non avrei dovuto lasciare casa mia.

    La mobilita' delle persone e' anche, e sopratutto, mobilita' dettata da mancanze di risorse.

    Eravamo 2 miliardi nel 1900, siamo 6.5 miliardi nel 2000.
    Qualcosa deve non aver funzionato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > sono un negro del senegal, siamo in 13 fratelli.

    Dalla Declinazione della frase, non ne sono convinto.

    > Il pezzo di terra di papa' e le due mucche non
    > bastano a sfamare 15
    > persone.

    Il pezzo di terra di papà e le due mucche non bastano piu a sfamare 15 persone per colpa dei prezzi che salgono, del lavoro che non si trova, dei muhabe bianchi che uccidono la selvaggina e ne fanno un processo industriale (per sfamare la "crescita" e il quale imprenditore capo è un bianco, ricco e pure americano, che NON ABITA in Africa..)

    > Mollo tutto e vado a vendere collanine a Roma.

    Altro indizio di trollata, una persona che ha venduto tutto e visto morire molte persone, non scriverebbe mai una frase di questo tipo.

    > Magari se papa', la posto di montare dalla
    > mattina alla sera, avesse fatto solo due/quattro
    > figli, non avrei dovuto lasciare casa
    > mia.

    Ancora un altro indizio di trollata, mentalità prettamente europeista (e neanche molto colta).
    Un padre Senegalese fà 6 figli (e non 15) come ha fatto suo padre e il padre di suo padre e vive alla stessa maniera,

    l'unica a lui concessa e che lui conosca.

    Un padre senegalese non sà, cosa sia l' Europa o l'Italia, forse ne ha sentito parlare, o se è fortunato, ha letto qualcosa a riguardo.

    Figuriamoci Internet, i conti in banca e le leggi sull' Immigrazione..

    Egli è colpevole di vivere la Vita come è suo principio farlo, esattamente come lo facciamo tutti noi.

    I figli magari che prima vanno a lavorare in città (per provare a raccimolare qualcosa) e vengono a contatto con determinate idee, convincono la famiglia a sacrificare molto per rincorrere la speranza di una vita migliore..

    Invano, neanche a dirlo.

    Molti di noi, avrebbero fatto lo stesso.

    > La mobilita' delle persone e' anche, e
    > sopratutto, mobilita' dettata da mancanze di
    > risorse.

    La mobilità delle persone è anche e soprattutto la mobilità dettata dalla paura della Povertà e della Morte, in parecchi casi dovuta alla "mancanza di Risorse" e alla speculazione di diversa natura che viene fatta nelle zone interessate.

    > Eravamo 2 miliardi nel 1900, siamo 6.5 miliardi
    > nel
    > 2000.
    >
    > Qualcosa deve non aver funzionato.

    Questa non l' ho capita..
    Secondo te meno soldi = meno persone?
    Che povertà mentale.
    non+autenticato
  • MA certo che non sono il negro del senegal.
    Ho scritto cosi' (magari un pro grezzo, d'accordo) per semplificare.
    per il discorso 2 miliardi --> 6.5 miliardi: la pressione demografica erode il territorio e spinge masse di persone a cercare altrove spazi vitali.
    Il fatto e', che alla fine, la Terra (nel senso di pianeta) e' una sola: tot-mila chilometri qudrati che che possono sostenere un numero FINITO di vita (animale/vegetale).
    Il problema dei problemi e' che, prima o poi si dovra NECESSARIAMENTE arrivare ad un controllo delle nascite, pena collasso planetario ed estinzione di massa.

    Uu esempio? L'isola di pasqua sviluppo' una civilta' che non seppe amministrare le limitate risorse dell'isola.
    Le foreste furono disboscate, il suolo inaridi'. La scarsita' di risosrse genero' guerre civili e cannibalismo.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_Pasqua (La storia dell'isola).

    cambia la "isola di pasqua" con "pianeta terra" e vedi che c'e da rabbrividire.
    O ci controlliamo TUTTI (Europa e USA devono ridurre drasticamente i consumi, cina india e africa devono ridurre gli abitanti) o il pianeta andra incontro ad un collasso.
    non+autenticato
  • ciao SoleLuna,

    la tua domanda è anche una risposta, e te ne ringrazio

    purtroppo interventi intelligenti come il tuo suscitano risposte che destano la mia massima preoccupazione

    ciononostante suscitare gli istinti peggiori delle persone è importante: possiamo così farci un'idea della realtà che ci circonda e che però si nasconde nel cuore nero di molti nostri "simili" (anche se non vedo cosa ci possa essere di simile a me in alcuni individui)

    le conseguenze di questa consapevolezza potrebbero essere notevoli sia a livello personale, sia sociale

    mi associo quindi all'ipotesi che la prima azione di fronte a una problema, soprattutto un problema che affligge un fratello o una sorella, dovrebbe essere rimuovere la causa del problema
    non+autenticato
  • ps: grazie anche a ivo e XYZ, scusate, la distrazione
    non+autenticato