Aria e Intel insieme per il WiMax in Italia

Il colosso dei microprocessori stringe la mano all'operatore per una partnership mirata allo sviluppo del broad band wireless nello Stivale

Milano - Il broad band wireless in Italia si arricchisce di una partnership piuttosto interessante: Intel Corporation e ARIA hanno annunciato la sottoscrizione di un accordo di collaborazione con l'obiettivo dichiarato di promuovere l'adozione del WiMAX in Italia e agevolare l'accesso alla banda larga in mobilità.

Vede giusto chi suppone che il nome ARIA identifichi quell'AriaDSL divenuta famosa sei mesi fa per aver fatto man bassa di licenze WiMax nella gara organizzata lo scorso anno dal non più esistente Ministero delle Comunicazioni (oggi praticamente un dipartimento): l'operatore, contando sul supporto mecenatistico-imprenditoriale del finanziere israeliano Davidi Gilo (che attraverso il fondo Gilo Ventures ne ha rilevato il 75% del capitale) dispone di licenze che che coprono l'intero territorio nazionale, e che ha dichiarato di voler offrire un servizio nazionale che utilizzi la frequenza 3.5 GHz. Periodo di lancio previsto: fine 2008.

"Intel sta lavorando con service provider di tutto il mondo per realizzare reti WiMAX - spiega una nota diffusa ieri dal produttore di microprocessori - e sta sviluppando soluzioni WiMAX integrate per PC portatili, ultramobile PC e MID (mobile Internet device). Come annunciato, Intel renderà disponibile il primo modulo integrato WiMAX/WiFi opzionale per la tecnologia di processore Intel Centrino 2, inizialmente solo negli Stati Uniti. Inoltre il prossimo anno sarà disponibile una soluzione a basso consumo energetico (nome in codice "Baxter Peak") ottimizzata per i MID".
Nell'ambito della partnership, ARIA e Intel condivideranno le reciproche competenze e l'accordo prevede test per l'interoperabilità e attività di co-marketing. Intel inoltre metterà a disposizione di ARIA l'esperienza acquisita in progetti WiMAX realizzati in altri paesi.

"Questo accordo è molto importante per noi: Intel, leader mondiale nell'innovazione, ha riconosciuto il vantaggio competitivo che abbiamo sul mercato, i nostri punti di forza e la nostra credibilità" afferma Mario Citelli, Amministratore Delegato di Aria. "Siamo l'unico operatore WiMax che in Italia si è aggiudicato le licenze sul 100% del territorio nazionale. La velocità con cui stiamo stipulando accordi con le amministrazioni territoriali e con partner tecnologici internazionali, rappresenta per Intel e per il mercato italiano una sicura garanzia di qualità e di impegno nella costruzione della rete nazionale".

"Questo accordo è in linea con la nostra strategia di promuovere la diffusione del WiMAX a livello mondiale," commenta Dario Bucci, Country Manager di Intel Corporation Italia. "╚ un momento importante per il WiMAX: il fatto che la vendita dei PC portatili abbia superato quella dei PC desktop, associato anche all'elevata penetrazione del mobile in Italia, la più alta in Europa, ci rende il paese ideale per l'adozione di servizi mobili a banda larga".