Gates: il futuro è SPOT

Al Comdex l'architetto del software Microsoft racconta come il decennio digitale sarà caratterizzato dalla Smart Personal Objects Technology, che trasforma piccoli oggetti di tutti i giorni in sofisticati device. Un Bill ottimista

Gates: il futuro è SPOTLas Vegas (USA) - Rapito dalla propria visione che non vede più solo il personal computer quale centro di tutte le attività umane, Bill Gates dalla ribalta della fiera del Comdex ha spiegato al mondo che il decennio digitale che ci attende sarà caratterizzato da tecnologie pervasive ed intelligenti, capaci di penetrare nella vita delle persone in modo sottile, naturalmente per migliorarla.

Secondo il chairman Microsoft la storia sarà scritta dalla Smart Personal Objects Technology (SPOT), ambiente di computing diffuso lungamente preannunciato, capace di interfacciare in modo nuovo tra loro oggetti di tutti i giorni, dando loro un'anima elettronica, un software specializzato e un solfeggio di bacchetta magica per trasformarli in irrinunciabili gadget dell'uomo e della famiglia moderni.

"Siamo in una fase di recessione - ha affermato Gates - ma siamo anche in una fase di espansione dell'innovazione. Credo che la gente stia enormemente sottostimando la sempre maggiore innovazione del nostro settore". "Alla fine di questo decennio - ha continuato - un terabyte sarà lo spazio di archiviazione tipico di un personal computer". Parole per spiegare come Microsoft intenda da un lato continuare a puntare sul PC e dall'altro infilarsi dentro tecnologie intelligenti capaci di trasformare una sveglia da viaggio in un segnatempo sincronizzato costantemente su un clock atomico a seconda del proprio fuso orario. Oppure di sparare sullo stesso device notizie locali, previsioni del tempo e via dicendo.
Gates pensa a sistemi quali penne capaci di scaricare informazioni e dati da internet, monitor senza fili da appendere in casa e capaci di interagire via wireless con gli altri device intelligenti al suo interno. Monitor da utilizzare contestualmente, come già accade con i Tablet PC, anche come lavagne per appunti.

Il tutto sarà animato da processori a bassissimo consumo che Microsoft sta realizzando insieme a National Semiconductor. Processori di cui si saprà di più solo il prossimo gennaio.

Una "visione", quella descritta da Gates, che punta tutto sul fatto che il reparto Ricerca e Sviluppo del colosso di Redmond ha portato a quota 5 miliardi di dollari i propri investimenti, ponendo Microsoft inevitabilmente al centro anche delle frontiere più interessanti di certi settori di nicchia.
TAG: microsoft
80 Commenti alla Notizia Gates: il futuro è SPOT
Ordina
  • Non si smentisce mai il cancello... Copia copia copia...
    La filosofia del digital hub della Apple e' stata intrapresa 3 anni fa altro che storie....
    non+autenticato

  • Possibile che uno come Gates, abbia letto i vari libri di Negroponte ed altri suoi amici solo adesso?

    certo, metterlo in tasca alla gente e poi pendere anche dalle sue labbra... un'artista! ecco cosa è! un vero artista!

    ma da uno che ha detto (credo proprio all'apertura del comndex di qualche anno fa) che Internet sarebbe stato un fenomeno passeggero...

    Vi consiglio qualche lettura interessante:
    Negroponte Nicholas: Essere Digitali (1995)
    Norman Donald A.: Il computer invisibile (2000)
    Stewart Brand: Medialab (1993)

    Dopo aver letto questi tre libri, (partendo dal più vecchio) la Vs. stima verso Gates e la Microsoft diminuirà in maniera esponenziale...

    E' inutile che rispondete, tanto non leggerò le repliche, leggete i libri se non lo avete già fatto.
    non+autenticato
  • ... la storia ci insegna che negli ultimi secoli le grandi scoperte/invenzioni non sono più opera di un solo uomo ma semplicemente di lavori sviluppati ed ereditati da diversi individui...

    ...quindi sarà pure che bill ogni tanto sbircia nelle serrature dei suoi emuli, ma resta il fatto che lui sa andare d'accordo con la massa e nessuno riesce, nonostante gli sforzi, ad imitarlo in questo

    =========
    Win2K Pro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Win2K Pro
    > resta il fatto che lui sa andare d'accordo
    > con la massa e nessuno riesce, nonostante
    > gli sforzi, ad imitarlo in questo

    concordo salviamo l'informatica: teniamo la massa lontana da essa!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
    > - Scritto da: Win2K Pro
    > > resta il fatto che lui sa andare d'accordo
    > > con la massa e nessuno riesce, nonostante
    > > gli sforzi, ad imitarlo in questo
    >
    > concordo salviamo l'informatica: teniamo la
    > massa lontana da essa!!


    ...beh secondo la mia opinione già fra alcuni anni, l'informatica riacquisterà la sua dimensione, mentre la massa gestirà le sue informazioni con delle apparecchiature ad "hoc"

    ... penso che questo ti farà piacere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Win2K Pro
    > - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
    > > - Scritto da: Win2K Pro
    > > > resta il fatto che lui sa andare
    > d'accordo
    > > > con la massa e nessuno riesce,
    > nonostante
    > > > gli sforzi, ad imitarlo in questo
    > >
    > > concordo salviamo l'informatica: teniamo
    > la
    > > massa lontana da essa!!
    >
    >
    > ...beh secondo la mia opinione già fra
    > alcuni anni, l'informatica riacquisterà la
    > sua dimensione, mentre la massa gestirà le
    > sue informazioni con delle apparecchiature
    > ad "hoc"
    >
    > ... penso che questo ti farà piacere
    se fosse vero si, ma non so', le possibilita' di fare una cosa del genere ci sono gia' da un bel po'
    se ancora non lo hanno fatto dubito che lo faranno a breve termine
    non+autenticato
  • Non appena Apple ha lanciato la tecnologia rendezvous il cui obiettivo è proprio quello di rendere comunicanti i dispositivi di tutta la casa / azienda, ecco che il bill se ne salta fuori con il suo Spot.
    Stando al keynote di Jobs con rendezvous, grazie agli accordi stretti con philips entro breve sarà possibile aprire iTunes e spedire la musica wireless sullo stereo decidendo in quali stanze farla sentire, e molto altro ancora. Già adesso mi configura le stampanti di rete senza toccare niente, le distingui da quelle fatte a mano solo perchè hanno lo sfondo rosa.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Maxesse
    > Non appena Apple ha lanciato la tecnologia
    > rendezvous il cui obiettivo è proprio quello
    > di rendere comunicanti i dispositivi di
    > tutta la casa / azienda, ecco che il bill se
    > ne salta fuori con il suo Spot.
    > Stando al keynote di Jobs con rendezvous,
    > grazie agli accordi stretti con philips
    > entro breve sarà possibile aprire iTunes e
    > spedire la musica wireless sullo stereo
    > decidendo in quali stanze farla sentire, e
    > molto altro ancora. Già adesso mi configura
    > le stampanti di rete senza toccare niente,
    > le distingui da quelle fatte a mano solo
    > perchè hanno lo sfondo rosa.

    è perche la tecnologia realizzata dalla sun con java per far parlare tutti i dispositivi dotati di chip java inside, allora chi ha copiato chi.

    quindi pe piace non cadiamo nella solita retorica, un conto è copiare trafugando i progetti un altro e sviluppare un idea che comunque può avere origini remote.
    non+autenticato
  • non e' la stessa idea che ebbe Sun con Jini alcuni anni fa ? vedremo se Bill Gates con la sua influenza riuscira' a combinarci qualcosa, come idea puo' anche aver senso...
    non+autenticato

  • to.
    - Scritto da: Antani^2
    > non e' la stessa idea che ebbe Sun con Jini
    > alcuni anni fa ? vedremo se Bill Gates con
    > la sua influenza riuscira' a combinarci
    > qualcosa, come idea puo' anche aver senso...


    probabilmente si la sun ha sbagliato cercando di costringere tutti a usare il suo linguaggio, perfino chi sviluppava chip (in genere già dotati di piccoli SO proprietari veloci e performanti), chi vivrà vedrà
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)