Luca Annunziata

Steve Jobs è morto. Anzi, no

Panico durato pochi minuti. Tutta colpa della pubblicazione di un finto necrologio, subito smentito. E in rete si comincia già a parlare d'altro

Roma - Poteva costare caro l'errore di qualcuno nella redazione del sito di Bloomberg News. In rete è finita per sbaglio quella che aveva tutta l'aria di essere la bozza di un necrologio dedicato ad uno dei personaggi più influenti della Silicon Valley e capo carismatico dell'azienda da lui fondata assieme a Steve Wozniak: Steve Jobs. Come era evidente dalla forma abbozzata di alcuni passaggi, si trattava per l'appunto solo di un canovaccio, comprensivo però di tutti i recapiti dei personaggi da contattare per ottenere maggiori informazioni.

Roba da far crollare le borse. Roba da far finire Apple e gli appassionati del logo a forma di mela in un abisso di dolore e preoccupazione. Steve Jobs, "arbitro della tecnologia cool", "che ha contribuito a rendere il personal computer facile da usare come un telefono, che ha cambiato i film d'animazione, che ha convinto gli utenti ad ascoltare la musica digitale e stravolto la moda della telefonia mobile" è morto. Anzi no: si tratta di un errore. Steve sta benone, state tranquilli.

Nel lungo articolo vengono richiamate una per una le tappe di quella che fino ad oggi è stata, e ha tutte i presupposti per continuare ad essere, una carriera davvero folgorante. Prima il successo con Apple, poi il suo allontanamento e il ritorno in pompa magna con il salvataggio dell'azienda e il lancio di nuovi prodotti. Nel frattempo c'era stato spazio per una parentesi non troppo fortunata in NeXT e una decisamente più soddisfacente con Pixar, quest'ultima diventa oggi talmente importante da garantire a Jobs un posto nel consiglio di amministrazione di un colosso come Disney.
Il coccodrillo (così sono chiamati nel gergo giornalistico i necrologi scritti in anticipo), completo di tutti i numeri di telefono da contattare, è stato online solo pochi minuti. Quanto è bastato a Gawker per recuperarne il testo e ripubblicarlo sulle proprie pagine, rimuovendo i dati di personaggi del calibro di Larry Ellison, Steve Wozniak, Guy Kawasaki, Al Gore, Eric Schmidt e molti altri. È seguita, poi, anche una succinta smentita, in cui Bloomberg News ha ritrattato l'intera storia "che non avrebbe dovuto essere pubblicata".

Nonostante le preoccupazioni, quindi, Steve sta bene. L'attenzione dei suoi fan e dei suoi detrattori può tornare a concentrarsi su altri aspetti degli affari di Apple, non ultima la possibile roadmap delle novità che l'azienda di Cupertino si appresta ad introdurre entro la fine dell'anno. A ricapitolare le indiscrezioni e le previsioni circolate in questi giorni ci ha pensato Appleinsider, che ha messo ordine tra tutto quanto era stato detto e ha aggiunto persino qualche novità al quadro.

L'arrivo di nuovi iPod, sia Nano che Touch, sembra ormai un dato di fatto: ci sono le foto, le voci, qualche accessorio per il nuovo formato del lettore fatto trapelare da qualche poco avveduto produttore asiatico. La data più concreta per il loro rilascio è martedì 9 settembre, giorno per cui, si vocifera, è previsto un evento a cui dovrebbe presenziare Steve Jobs redivivo in persona. Resta incerta la sorte di iTunes, di cui si vorrebbe imminente una versione 8.0 dotata di algoritmi che suggeriscono all'utente che musica ascoltare in base ai suoi gusti.

Passando ai Mac, negli ultimi anni Apple si è sempre guardata bene dal mescolare annunci riguardanti i suoi computer e i suoi lettori musicali: ogni evento è dedicato ad un argomento specifico, e dunque l'ipotesi che sempre il 9 possano essere presentati dei nuovi portatili appare quanto meno azzardata. Se a questo si aggiunge che le promozioni back to school, in corso negli USA e che includono i MacBook, terminano il 15 settembre, ecco che la prospettiva di uno slittamento degli annunci in questo comparto appare più concreta.

Per i portatili Mac, dotati di nuovi processori, nuova veste estetica, più alluminio e forse persino un chipset diverso da quello prodotto da Intel per la sua piattaforma Centrino 2, la data di rilascio più accreditata è a cavallo tra il mese di settembre e quello di ottobre. In tempo dunque per catturare gli acquisti dei novelli studenti universitari statunitensi e del resto del globo, e abbastanza distanti cronologicamente dalle festività natalizie per non rubare la scena ad eventuali altri annunci.

Sembra infatti, questo il dato nuovo, che entro la fine dell'anno Apple si appresti a dare una rinfrescata anche ai suoi computer desktop consumer: iMac e forse anche al Mac Mini. Un'ipotesi nel primo caso inaspettata, visto che gli all-in-one con la Mela sono stati appena oggetto di un aggiornamento, e nel secondo caso quantomeno incredibile visto che in parecchi avevano dato per spacciato il cubetto di casa Apple. Per iMac si tratterebbe più che altro di una iniezione di velocità per tenerlo al passo con l'offerta delle CPU, mentre per il Mac Mini ci potrebbe anche essere spazio per una profonda rivisitazione dell'intero progetto.

Luca Annunziata
89 Commenti alla Notizia Steve Jobs è morto. Anzi, no
Ordina
  • ... però io alla storia che Steve è affetto da dissenteria da quasi un anno, non ci credo per niente.
    Comunque, anche nella peggiore delle ipotesi, credo che in Apple non arriverebbero mai a dare un comunicato del genere. Terrebbero tutto segreto affidando l'esistenza di Steve a dei nastri registrati (seguendo un modello ben collaudato con Bin Laden),
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    oppure ingaggerebbero direttamente Noah Wyle che sarebbe ben felice di sostituirlo a vita, dato che ultimamente, dopo aver abbandonato E.R, sembra un pò a corto di lavoro.
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • a mandare quegli speciali televisivi sul vip morto del giorno...paraparapa' porta a porta la sera stessa della notizia
    se li fanno in anticipooo, non ci avevo mai pensatooooo
    mi ricordo quando funari stava per morire, chissa' che lavorone c'erano nelle redazioni del TG. anzi Il giornalista si sara' pure dispiaciuto che la sua mega biografia non e' stata usata...

    ecco come fannoooooo
    non+autenticato
  • Si chiamano "coccodrilli" e sono quei servizi che mandano in onda alla morte della gente famosa... Li preparano prima e li mettono via per poi averli pronti al momento giustoA bocca aperta
  • Doverosa premessa, non mi importa molto della guerra fra linari, windowsiani o macchisti.
    Sono un tecnico informatico specializzato in videoediting, e per forza di cose (leggi vendite) mi concentro più su Windows. In ufficio peraltro, come pc di segreteria uso con grande soddisfazione Ubuntu, che ritengo ottimo per lavorare senza dover pagare licenze, considerato che anche su Windows avrei comunque usato Firefox, OpenOffice, Gimp e in generale tutto l'opensource che può servire per gestire un ufficio.
    Sino a qualche anno fa, inoltre, lavoravo con i Mac in quanto Avid offriva i suoi sistemi anche per questa piattaforma. Per quel che mi riguarda devo dire che da quando è passata a Wintel, i problemi tecnici si sono davvero MOLTO ridotti, ma questa è una considerazione personale che lascia il tempo che trova.
    Venendo al dunque, vorrei condividere con voi una valutazione che sono riuscito a portare a termine qualche giorno fa; un mio cliente che lavora con PhotoShop, avendo fatto società con un'altra persona fissata come tutti i macchisti che i prodotti della mela sono i migliori in tutto, prestazioni incluse, venne da me chiedendo se avrei potuto fornirgli un Mac per lavorare, visto che, a sentir l'altro, questi ultimi sono ESTREMAMENTE PIU' VELOCI nell'aprire i files e nell'elaborazione dei filtri in photoshop.
    Io ho affermato che mi sembrava una cazzata, considerando che ormai i Mac, condividendo lo stesso hardware, sono a tutti gli effetti PC abbelliti esteticamente e venduti al doppio del loro valore effettivo, e che il solo OS non può fare la differenza in modo così evidente; ho quindi convinto il cliente, che doveva acquistare 4 postazioni, a prenderne almeno una su piattaforma wintel, assemblaggio e installazione software a mia cura, dicendo che me ne sarei preso la responsabilità in caso di prestazioni deludenti.
    Così e stato fatto, sono state vendute tre postazioni MAC(Core2 duo 2,66MHz, 2Gb ram DDR2/800 e 1 HDD 256GB) dall'esorbitante costo di 1300€ (più licenze software) e un PC (Core2 duo 2,33MHz, 2Gb ram DDR2/800 e 1 HDD 500GB) a metà prezzo dei MAC.
    Ieri ho avuto finalmente modo di provare sul campo la presunta superiorità del Mac mettendo a confronto il PC con Windows XP SP3 e PhotoShop 10.0.1 contro uno dei MAc sopra citati, ultima release dell'os e versione analoga al PC di Photoshop.
    Ragazzi, le bastonate che ha preso il Mac sono clamorose.
    L'apertura delle foto con CameraRAW su PC erano più veloci di almeno il 30%, e l'applicazione dei filtri più complessi arrivava anche al 400%, nel senso che i MAC, con processore più potente, ci stavano fino a 4 (dico QUATTRO) volte di più del PC con processore più lento e che è costato la metà. Chiaramente con fotografie identiche scaricate dallo stesso DVD.
    Siccome non voglio che questo sia un post sterile come tanti altri, descrivo anche il dettaglio di uno dei filtri dove il divario è stato così evidente:
    Filtro/Sfocatura/Sfocatura Migliore, con parametri così settati: Raggio 30, Soglia 25,Qualità Alta e Metodo Normale. Fate la prova, se ne avete modo, e resterete di stucco come ci sono rimasto io.
    A questo punto, tralasciando le considerazioni squisitamente estetiche e personali (OSX a me non piace per niente, la grafica è brutta come lo è quella tastiera da Spectrum Sinclair e quel mouse che sembra uscito dalle patatine), mi sembra evidente che Windows farà anche schifo a molti, ma in termini di prestazioni pure resta sempre la macchina da battere. A parità di hardware è più performante e costa molto meno.
    Non voglio aprire discussioni e diatribe su sicurezza, esclusività del marchio ecc, ho solo voluto riportare un confronto, effettuabile da tutti, che a me è servito per poter dare ai clienti, quando chiederanno se in termini di velocità il Mac è superiore al PC, una risposta chiara e suffragata dai fatti.
    non+autenticato
  • >squisitamente estetiche e personali (OSX a me non piace per
    >niente, la grafica è brutta come lo è quella tastiera da
    >Spectrum Sinclair e quel mouse che sembra uscito dalle

    Per quedto tuo dileggio nei confronti dello spectrum, brucierai all'inferno per l'eternita'.... piu' un paio di settimane, tanto per stare sicuri Sorride
    non+autenticato
  • Non ho mai avuto un mac in vita mia, e non mi interessa averlo per ora, quindi il mio giudizio non dovrebbe essere di parte, ma mi sembra che tu non abbia confrontato le prestazioni di XP con quelle di OSX, ma quelle di photoshop per XP con quelle di photoshop per OSX...

    cio' non toglie il fatto che photoshop per XP sia piu' veloce di photoshop per OSX...Occhiolino
    non+autenticato
  • E la differenza nel gestire i files...
    E le prestazioni di Lightroom (non ho voluto dilungarmi)
    E le prestazioni di Avid (Xpress, Composer et simila girano mooOOOlto meglio su PC)..
    Ripeto, io sono chiaramente di parte, ma non voglio scatenare polemiche. Ho solo voluto postare un chiaro esempio, ripetibile dai più e assolutamente inconfutabile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: naXma
    > E la differenza nel gestire i files...
    > E le prestazioni di Lightroom (non ho voluto
    > dilungarmi)
    > E le prestazioni di Avid (Xpress, Composer et
    > simila girano mooOOOlto meglio su
    > PC)..
    > Ripeto, io sono chiaramente di parte, ma non
    > voglio scatenare polemiche. Ho solo voluto
    > postare un chiaro esempio, ripetibile dai più e
    > assolutamente
    > inconfutabile.

    Impara ad usare il computer.

    /thread
    non+autenticato
  • > Impara ad usare il computer.
    >
    > /thread

    bella argomentazione...
    OSX non doveva essere a prova di utonto? quindi nessuna cosa strana da imparare? già tutto ottimizzato e pronto all'uso?

    allora..... cosa ci sarebbe da imparare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vega
    > > Impara ad usare il computer.
    > >
    > > /thread
    >
    > bella argomentazione...
    > OSX non doveva essere a prova di utonto? quindi
    > nessuna cosa strana da imparare? già tutto
    > ottimizzato e pronto all'uso?
    >
    > allora..... cosa ci sarebbe da imparare?

    infatti nn si sta parlando di utonti ma di:

    professionisti esigenti e di performance...

    un tecnico che in "tutta onesta'" usa un imac per il suo test per dimostrare ad un suo cliente potenzialmente perso che su windows photoshop gira meglio

    di ottimizzazioni di un programma scritto apposta per windows che si dimostra essere, quando il test e' fatto onestamente e nn per tenersi i clienti, tanto performante sulla piattaforma di origine quanto su osx, ed e' tutto dire...

    gli utonti non sono considerati in questo caso, mm si parla della facilita' d'uso ma della potenza e stabilita' di un os rispetto ad un altro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lepaca
    > Non ho mai avuto un mac in vita mia, e non mi
    > interessa averlo per ora, quindi il mio giudizio
    > non dovrebbe essere di parte, ma mi sembra che tu
    > non abbia confrontato le prestazioni di XP con
    > quelle di OSX, ma quelle di photoshop per XP con
    > quelle di photoshop per
    > OSX...

    Giusta -e ovvia- osservazione.

    A questo punto mi chiedo che razza di venditore può essere uno che fa dei test del genere, io da quello non compererei nemmeno un fermacarte...

    ...ma si sa, oggi nel campo dell'informatica ci sono cani e porci che ti vendono di tutto, specie se trovano il niubbo a cui rifilare le loro perle di saggezza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: niubboland

    > Giusta -e ovvia- osservazione.
    >
    > A questo punto mi chiedo che razza di venditore
    > può essere uno che fa dei test del genere, io da
    > quello non compererei nemmeno un
    > fermacarte...
    >
    > ...ma si sa, oggi nel campo dell'informatica ci
    > sono cani e porci che ti vendono di tutto, specie
    > se trovano il niubbo a cui rifilare le loro perle
    > di
    > saggezza...

    Di ovvio c'è solo il fatto che non si leggono i post nella loro interezza, ma solo quello che fa comodo per sparare le risposte più idiote.
    Ho già scritto che le prove fatte sono bel altre ma non ho voluto dilungarmi.
    Inoltre, il venditore che fa test del genere è quello che di solito è più competente in materia, perchè a differenza di molti altri che parlano solo per dar fiato alla bocca,senza una reale cognizione di ciò che affermano, i primi quando danno un consiglio ad un cliente lo fanno senza guardare solo il tornaconto economico ma basandosi su fatti concreti.
    Poi tu torna a comprare i fermacarte dove vuoi, liberissimo di farlo.
    non+autenticato
  • fai assistenza e vendi anche mac?
    non+autenticato
  • - Scritto da: naXma
    > - Scritto da: niubboland
    >
    > > Giusta -e ovvia- osservazione.
    > >
    > > A questo punto mi chiedo che razza di venditore
    > > può essere uno che fa dei test del genere, io da
    > > quello non compererei nemmeno un
    > > fermacarte...
    > >
    > > ...ma si sa, oggi nel campo dell'informatica ci
    > > sono cani e porci che ti vendono di tutto,
    > specie
    > > se trovano il niubbo a cui rifilare le loro
    > perle
    > > di
    > > saggezza...
    >
    > Di ovvio c'è solo il fatto che non si leggono i
    > post nella loro interezza, ma solo quello che fa
    > comodo per sparare le risposte più
    > idiote.
    > Ho già scritto che le prove fatte sono bel altre
    > ma non ho voluto
    > dilungarmi.
    > Inoltre, il venditore che fa test del genere è
    > quello che di solito è più competente in materia,
    > perchè a differenza di molti altri che parlano
    > solo per dar fiato alla bocca,senza una reale
    > cognizione di ciò che affermano, i primi quando
    > danno un consiglio ad un cliente lo fanno senza
    > guardare solo il tornaconto economico ma
    > basandosi su fatti
    > concreti.
    > Poi tu torna a comprare i fermacarte dove vuoi,
    > liberissimo di
    > farlo.

    Impara a programmare, commerciante, e forse capierai perchè stai dicendo le classiche idiozie da rivenditore autodidatta, fosse per te venderesti pentole o tostapani.

    Vengo forse a farti i conti in tasca, su quello che hai in magazzino o sulle tue giacenze?
    No, e allora pensa a quello che ti compete invece che inventarti tecnico tanto per far sembrare meno squallida la tua triste figura professionale da cercapollidaspennare.

    /thread
    non+autenticato
  • Un "casuale" errore che regala valanghe di pubblicità ad Apple.

    Casuale eh..........

    ...

    La Apple ha sempre fatto storia nel marketing...qui hanno superato loro stessi...tanto di cappello!
    non+autenticato
  • è una mia impressione è solo a meè sembrato di capire che dopo la presunta morte di Jobs i titoli di Apple in borsa sono caduti?
    Non mi sembra sia stata una grandissima idea di marketing...
    E poi pubblicità... come se nessuno conoscesse Apple!
    Avrebbero fatto qualcosa tipo "C'è un virus nell'iPhone!" e poi avrebbero smentito, sarebbe stata un'idea migliore!
  • - Scritto da: battagliacom
    > è una mia impressione è solo a meè sembrato di
    > capire che dopo la presunta morte di Jobs i
    > titoli di Apple in borsa sono
    > caduti?

    Infatti apple ci perde tantisismo con queste speculazioni. I dottori hanno dovuto anche certificare il suo stato di salute dopo che steve era apparso sfatto al keynote...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)