Pedofilia, certi SMS sono pericolosi

Moige e Polizia Postale varano una nuova campagna: troppo spesso - dicono - i giovani si fanno irretire via SMS, magari per una ricarica gratuita. Il Ministero: bene così, noi vigiliamo. Dal PDL: subito reato l'adescamento via Internet

Roma - Ancora una volta sono le tecnologie di comunicazione a finire al centro delle iniziative per il contrasto agli abusi pornopedofili: il Moige, il movimento italiano dei genitori, ha ideato una campagna insieme alla Polizia Postale per contrastare certi usi degli SMS da parte di giovani e predatori.

Nel mirino, in particolare, una pratica che andrebbe diffondendosi, quella di prestarsi all'invio di proprie fotografie osé in cambio di ricariche: un SMS, un MMS, un'email e il gioco è fatto. Lo sottolinea anche Domenico Vulpiani, a capo della Polizia postale e delle Comunicazioni, secondo cui se "prima il telefonino serviva solo a comunicare, ora i nuovi cellulari sono delle vere e proprie stazioni Internet viaggianti, in grado di inviare video e fotografie". Da qui, dunque, l'idea di uno spot televisivo con lo slogan Dite ai vostri figli di non accettare SMS dagli sconosciuti che sarà al centro della nuova campagna anti-abuso.

"Negli ultimi anni - ha anche dichiarato Vulpiani - la PolPost ha arrestato e denunciato molti pedofili che contattavano telefonicamente, attraverso SMS, ragazzi e ragazze minorenni, ai quali chiedevano immagini pornografiche in cambio di ricariche telefoniche, tentando, in alcuni casi, di incontrare i giovani fuori dalla loro abitazioni".
In una nota, il Moige sottolinea l'importanza che hanno assunto i telefonini per i giovani, auspicando che siano proprio loro a denunciare "ogni situazione sospetta di questo tipo" alle Forze dell'Ordine. Un plauso all'iniziativa della Polizia Postale e del Moige è giunto anche da Barbara Mannucci, delegata di Paolo Romani, sottosegretario alle Comunicazioni", che ha assicurato il proprio impegno per la riuscita della campagna.

Secondo Barbara Saltamartini, capogruppo del PDL nella Commissione Infanzia alla Camera, la nuova iniziativa "conferma come, in materia di pedopornografia, sia assolutamente necessario introdurre nel nostro ordinamento il reato di adescamento telematico". Come ricorderanno i lettori di Punto Informatico, la stessa Saltamartini è cofirmataria con Antonio Mazzocchi di una proposta di legge che a detta della parlamentare è indispensabile subito: "Il fenomeno - ha dichiarato - sta assumendo i contorni di una vera e propria emergenza, complice la grande evoluzione dei mezzi di comunicazione. Attraverso un semplice SMS o un collegamento ad Internet, il pedofilo è oggi in grado di entrare facilmente in contatto con il minore, conquistandone la fiducia attraverso la manipolazione fino ad ottenerne il massimo controllo".

A suo dire, dunque, è necessario sanzionare "l'adescamento realizzato con strumenti telematici" in modo da innalzare "la soglia di prevenzione". L'auspicio "a tutte le forze politiche" è per un rapido esame e una rapida approvazione della proposta normativa.
79 Commenti alla Notizia Pedofilia, certi SMS sono pericolosi
Ordina
  • Premesso che la pedofilia è una cosa brutta, va fermata, la violenza sui minori è una vergogna, siamo tutti d'accordo... io poi preferisco le ragazze della mia età...

    Ma bisogna anche rendersi conto che con la caccia alle streghe si arriva a delle assurdità, mi spiego meglio: a meno che abbiano cambiato la legge, e non mi risulta, in Italia l'età del consenso è 14 anni: vuol dire che se uno/a 60enne (per fare un esempio) ha una relazione con uno/a 14enne, se quest'ultimo è consenziente va tutto bene, può anche farci l'amore eccetera.
    Però con 'sta legge sull'adescamento, può sempre avere la relazione e farci l'amore e tutto, però SE GLI MANDA UN SMS, lo arrestano.
    Cioè in sostanza può avere la relazione ma non può contattarlo se non di persona. A me non sembra molto logico. Piuttosto allora alziamo l'età del consenso a 16anni come nei paesi anglosassoni.

    Non so... c'è qualcosa che mi sfugge? Forse hanno alzato l'età del consenso e io non lo so? Illuminatemi, in fondo non sono un avvocato... intanto sono perplesso...
    non+autenticato
  • Indignato. Sono profondamente sconvolto da notizie come questa. Non si riesce in nessun modo a rompere catene ke ci trasciniamo dietro da secoli. I genitori Assenti/Presenti ke invece di risolvere i loro problemi personali adolescenziali ben nascosti da maskere di potere cosa fanno? Quello ke han sempre fatto! Fumo per nascondere la pena dei loro anni trascorsi con odio e rabbia. Allora vi invito a riflettere cari Genitori, la logica dovrebbe essere ke un figlio/a e un padre/madre abbiano un dialogo, se in tutti questi anni non ci siete riusciti credete ke lo faranno loro se non ne siete capaci voi nascondendovi con la nuova campagna alle streghe? Avete una concezione errata della adolescenza e pomposamente adulti ke si spezzano con un grissino. Io guarderei bene dentro ognuno di noi prima di fare la solita pecora e seguire il gregge. La vita è talmente bella ke la rendete squallida e orrenda e poi sapete anke lamentarvi per un destino cruente o innoridire per stragi come la Columbine e scordarvene subito per poter costruire dei nuovi mostri. Però attenti i nuovi mostri che partorite sono i Vostri figli. Usate i contraccettivi se non siete capaci di crescere un fiore, la falsa moralità porta solo ad odio e rancore proprio quello ke voi temete.
  • La soluzione è alquanto semplice, è sufficiente "NON" dotare il proprio bimbo ragazzino adolescente di cellulare, e non fargli usare Internet (se non sotto controllo), e già si evitano parecchi problemi.
    Poi sta al ragazzetto essere un pochetto (mica tanto) sveglio e non accettare caramelle dagli sconosciuti (i ragazzini di oggi sono sveglissimi e intelligentissimi stando ai genitori, tranne che poi la Play li rincoglionisce a quanto pare).
    Il problema pedofilia è sempre esistito ma solo adesso guarda caso da qualche anno, in concomitanza con internet e cellulari è scoppiato:
    non è che per caso fortuito i bravi genitori "tanto preoccupati del proprio pargoletto futuro campioncino/genietto" per avere meno da fare lo dotino di cellulare iper-avanzato per tenerlo sotto controllo e per tranquillizzarlo riguardo al fatto che il suo profilo sociale nella tribù della sua classe/compagnia è salvo, è anche lui dotato dell'ultima novità in fatto di unità telefoniche portatili palmari, che lo parifica agli altri suoi amichetti della Play/Xbox/Gattino-virgola-suoneria per dementi??
    Non è per fare il solito discorso da vecchi rimbambiti matusa, però noi ragazzini di 15 anni fa siamo cresciuti senza telefonino-virgola gattino, e non ci siamo mai persi e/o siamo stati mai stati addescati da pericolosi invertiti.pedo.cessi.umani che minavano alla nostra integrità di verginelli adolescenti.
    Risolto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Usavich
    > La soluzione è alquanto semplice, è sufficiente
    > "NON" dotare il proprio bimbo ragazzino
    > adolescente di cellulare, e non fargli usare
    > Internet (se non sotto controllo), e già si
    > evitano parecchi problemi.

    Ottimo, che ci vuoi, vai tu a convincere milioni di famiglie italiane ?
    krane
    21483
  • Caxxi loro, me ne spazzo il c.u.l.o, se sono fessi e coglions peggio per loro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Usavich
    > La soluzione è alquanto semplice, è sufficiente
    > "NON" dotare il proprio bimbo ragazzino
    > adolescente di cellulare, e non fargli usare
    > Internet (se non sotto controllo), e già si
    > evitano parecchi
    > problemi.
    > Poi sta al ragazzetto essere un pochetto (mica
    > tanto) sveglio e non accettare caramelle dagli
    > sconosciuti (i ragazzini di oggi sono sveglissimi
    > e intelligentissimi stando ai genitori, tranne
    > che poi la Play li rincoglionisce a quanto
    > pare).
    > Il problema pedofilia è sempre esistito ma solo
    > adesso guarda caso da qualche anno, in
    > concomitanza con internet e cellulari è
    > scoppiato:
    > non è che per caso fortuito i bravi genitori
    > "tanto preoccupati del proprio pargoletto futuro
    > campioncino/genietto" per avere meno da fare lo
    > dotino di cellulare iper-avanzato per tenerlo
    > sotto controllo e per tranquillizzarlo riguardo
    > al fatto che il suo profilo sociale nella tribù
    > della sua classe/compagnia è salvo, è anche lui
    > dotato dell'ultima novità in fatto di unità
    > telefoniche portatili palmari, che lo parifica
    > agli altri suoi amichetti della
    > Play/Xbox/Gattino-virgola-suoneria per
    > dementi??
    > Non è per fare il solito discorso da vecchi
    > rimbambiti matusa, però noi ragazzini di 15 anni
    > fa siamo cresciuti senza telefonino-virgola
    > gattino, e non ci siamo mai persi e/o siamo stati
    > mai stati addescati da pericolosi
    > invertiti.pedo.cessi.umani che minavano alla
    > nostra integrità di verginelli
    > adolescenti.
    > Risolto.

    Quoto quasi tutto,
    siamo onesti però, a qualcuno sarà capitato di perdersi, o di essere avvicinato/adescato da malintenzionati ne' più, ne' meno di ora (forse un po' di meno).
    Internet e i cellulari sono solo struementi e non cause. La differenza stà nel fatto che i genitori non avevano l'ILLUSIONE di controllarci costantemente, cosa che il cellulare gli fa credere.
    Direi che darlo ai bambni serve più a loro (genitori) che ai bimbi stessi.
    Con noi questo non succedeva (o nel mio caso stava succedendo da poco e in misura molto limitata) e i genitori preferivano insegnarci come comportarci in certe situazioni e in parte anche responsabilizzarci. (si può dire che ci dotassero di ben altri strumenti di certo più efficaci)

    [OT] Non ci difendendevano nemmeno come invece avviene adesso, se combinavamo "casini" erano dolori, sia metaforici, sia -in alcuni casi- letterali. [/OT]
  • Vulpiani ha perfettamente ragione dicendo che occorre portare avanti una campagna di prevenzione ... bellissimo anche lo slogan : "non accettare SMS dagli sconosciuti", è una cosa giusta.

    Ma poi perché andate dai vari parlamentari del PD(+/-)L a chiedere cosa ne pensano ?

    Lasciate perdere, tanto sono solo parole sprecate, nessuno per fortuna si metterà mai a fare una legge di questo tipo.

    Queste misure potranno entrare in vigore solo se più del 10% degli italiani si chiedessero perché i titoli di questi due giornali sono così diversi :

    http://www.agi.it/economia/notizie/200809051159-ec... http://www.lefigaro.fr/societes/2008/08/29/04015-2...

    ma non succederà mai.
    non+autenticato
  • ... di chi non sa fare il genitore oltre a non saper far andare il cervello.
    nodata
    2289
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)