Pedofilia, certi SMS sono pericolosi

Moige e Polizia Postale varano una nuova campagna: troppo spesso - dicono - i giovani si fanno irretire via SMS, magari per una ricarica gratuita. Il Ministero: bene così, noi vigiliamo. Dal PDL: subito reato l'adescamento via Internet

Roma - Ancora una volta sono le tecnologie di comunicazione a finire al centro delle iniziative per il contrasto agli abusi pornopedofili: il Moige, il movimento italiano dei genitori, ha ideato una campagna insieme alla Polizia Postale per contrastare certi usi degli SMS da parte di giovani e predatori.

Nel mirino, in particolare, una pratica che andrebbe diffondendosi, quella di prestarsi all'invio di proprie fotografie osé in cambio di ricariche: un SMS, un MMS, un'email e il gioco è fatto. Lo sottolinea anche Domenico Vulpiani, a capo della Polizia postale e delle Comunicazioni, secondo cui se "prima il telefonino serviva solo a comunicare, ora i nuovi cellulari sono delle vere e proprie stazioni Internet viaggianti, in grado di inviare video e fotografie". Da qui, dunque, l'idea di uno spot televisivo con lo slogan Dite ai vostri figli di non accettare SMS dagli sconosciuti che sarà al centro della nuova campagna anti-abuso.

"Negli ultimi anni - ha anche dichiarato Vulpiani - la PolPost ha arrestato e denunciato molti pedofili che contattavano telefonicamente, attraverso SMS, ragazzi e ragazze minorenni, ai quali chiedevano immagini pornografiche in cambio di ricariche telefoniche, tentando, in alcuni casi, di incontrare i giovani fuori dalla loro abitazioni".
In una nota, il Moige sottolinea l'importanza che hanno assunto i telefonini per i giovani, auspicando che siano proprio loro a denunciare "ogni situazione sospetta di questo tipo" alle Forze dell'Ordine. Un plauso all'iniziativa della Polizia Postale e del Moige è giunto anche da Barbara Mannucci, delegata di Paolo Romani, sottosegretario alle Comunicazioni", che ha assicurato il proprio impegno per la riuscita della campagna.

Secondo Barbara Saltamartini, capogruppo del PDL nella Commissione Infanzia alla Camera, la nuova iniziativa "conferma come, in materia di pedopornografia, sia assolutamente necessario introdurre nel nostro ordinamento il reato di adescamento telematico". Come ricorderanno i lettori di Punto Informatico, la stessa Saltamartini è cofirmataria con Antonio Mazzocchi di una proposta di legge che a detta della parlamentare è indispensabile subito: "Il fenomeno - ha dichiarato - sta assumendo i contorni di una vera e propria emergenza, complice la grande evoluzione dei mezzi di comunicazione. Attraverso un semplice SMS o un collegamento ad Internet, il pedofilo è oggi in grado di entrare facilmente in contatto con il minore, conquistandone la fiducia attraverso la manipolazione fino ad ottenerne il massimo controllo".

A suo dire, dunque, è necessario sanzionare "l'adescamento realizzato con strumenti telematici" in modo da innalzare "la soglia di prevenzione". L'auspicio "a tutte le forze politiche" è per un rapido esame e una rapida approvazione della proposta normativa.
79 Commenti alla Notizia Pedofilia, certi SMS sono pericolosi
Ordina
  • Occorre vietare i telefonini ai minorenni, stop. Cosa ci dovranno mai fare con un cellulare a quell'età se non fare video scemi a scuola e pubblicarli su youtube. E' ora che i bambini tornino a fare i bambini invece che cercare di fare i grandi con telefonini e vestiti firmati. Ma la colpa è dei genitori di oggi che invece di dare sculacciate li viziano all'inverosimile e sono succubi dei propri figli.
    non+autenticato
  • senza contare che quei prodi genitori che ancora osano sculacciare i figli rischiano di passare per mostri (quando non davanti al giudice) A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ai Bambini, vorrai dire.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Ai Bambini, vorrai dire.

    Quoto!
    Mi sembra abbastanza stupido dotare i bambini di cellulare (rigorosamente ultimo modello) per mandarli a giocare al parchetto sotto casa, o per rintracciarli alla scuola elementare (pardon, si dice primaria adesso). E' vero che quando andavo alle elementari ero sempre "armato" di fida tessera telefonica (ormai trovare un telefono pubblico è un miracolo) ma andavo anche con i mezzi pubblici (niente scuolabus) e restare a piedi per vari motivi non era così improbabile.
    Ho avuto il primo cellulare a 15 anni (8 anni fa non certo un secolo) quando ho iniziato ad andare alle superiori (25Km, coincidenze che saltavano per ritardi, circolari che ti lasciavano a piedi in piena periferia perchè erano al completo e quando succedeva pranzavi alle 16:30 come minimo). Niente di trascendentale ma era evidentemente comodo poter avvertire del ritardo o, se andava bene, farsi venire a prendere.
    Mio fratello ha avuto il cellulare in seconda media, andava con la scuola in gemellaggio con una scuola in Belgio, i miei avevano dei vecchi cellulari mono band che all'estero non avrebbero funzionato e si decise di acquistarne uno nuovo appositamente. Risultato: finita la gita il suo cellulare rimaneva a casa spento e tutt'ora che ha 16 anni (causa amici bimbiminkia e rompiscatole) non è raro vederglielo spegnere per non essere disturbato.
    Nessuno mette in dubbio l'utilità che il cellulare può avere, il punto stà nell'educare ad usare correttamente lo strumento e a discernere quando è opportuno che un ragazzino ne possieda uno. Questo devono farlo i genitori, non certo una legge dello stato. C'è solo un problema: chi spiega ai genitori che il cellulare è uno strumento, anche molto utile, e non uno status symbol da esporre come se fosse un trofeo?
  • - Scritto da: gringo
    > Occorre vietare i telefonini ai minorenni, stop.
    > Cosa ci dovranno mai fare con un cellulare a
    > quell'età se non fare video scemi a scuola e
    > pubblicarli su youtube. E' ora che i bambini
    > tornino a fare i bambini invece che cercare di
    > fare i grandi con telefonini e vestiti firmati.
    > Ma la colpa è dei genitori di oggi che invece di
    > dare sculacciate li viziano all'inverosimile e
    > sono succubi dei propri figli.


    Concordo.
  • .. ossia essere contattati da minorenni che ti OFFRONO foto in cambio di ricariche.
    E campita molto molto molto molto spesso.
    Questo il moige dove lo lascia ? Il moige cercasse di insegnare ai "ge" come fare i "ge" Arrabbiato

    E poi io mi chiedo cosa ci facciano bambini di 8 anni con il telefonino !
  • non capisco il tuo commento, si da per scontato che se un adulto fosse contattato da un minore per ricevere sue foto pornografiche, questi ovviamente non essendo un pervertito spiegerebbe al minore in questione quanto è sbagliato il comportamento che sta mettendo in atto azioni sbagliate che pongono a rischio la sua integrità e la sua salute (nel caso di incontro fisico).
    non sei d' accordo? oppure vorresti una legge per "poveri" 50enni non ingrado di dominare impulso sessuale verso un minorenne??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Matteo Bondi
    > non capisco il tuo commento, si da per scontato
    > che se un adulto fosse contattato da un minore
    > per ricevere sue foto pornografiche, questi
    > ovviamente non essendo un pervertito spiegerebbe
    > al minore in questione quanto è sbagliato il
    > comportamento che sta mettendo in atto azioni
    > sbagliate che pongono a rischio la sua integrità
    > e la sua salute (nel caso di incontro fisico).
    non capisci il mio commento... ok... vediamo se riesco a spiegarmi meglio.... e' dal 95 che sto' in rete e mi e' sempre capitato il contrario, ossia di ricevere OFFERTE dai minori.

    > non sei d' accordo? oppure vorresti una legge per
    > "poveri" 50enni non ingrado di dominare impulso
    > sessuale verso un
    > minorenne??
    No, preferirei dei genitori che facessero i genitori, non dei genitori che preferiscono delegare l'educazione a tv, console e telefonini. Sono gli stessi genitori che poi pretendono leggi per la tv, leggi per le console, leggi per i telefonini. I figli non sono dei pacchi, sono delle responsabilita'. Se io voglio giocare con grand theft auto me ne sbatto se e' diseducativo, a 33 anni credo di poter discernere tra realta' e fantasia, giusto x fare un esempio. Se i genitori inculcassero un po' di sale in zucca ai figli da quando sono piccoli le cose sarebbero diverse. Invece no, preferiscono lasciarli davanti alla tv con i loro "modelli educativi".

    Pgni "NO" non detto, ogni "vizio" accontentato, e' un passo di piu' verso la diseducazione. Cosa ci fanno bambini delle elementari con i telefonini? Chiamano per far buttar giu' la pasta ????? Arrabbiato
  • - Scritto da: Matteo Bondi
    > se un adulto fosse contattato da un minore
    > per ricevere sue foto pornografiche, questi
    > spiegerebbe al minore in questione quanto è sbagliato

    La legge prevede che se vendi materiale pedopornografico sei un pedofilo. Quindi l'adulto dovrebbe comportarsi da cittadino e denunciare il minore, altrimenti con la sua omertà si renderebbe complice del reato.
    za73
    109
  • - Scritto da: za73
    > La legge prevede che se vendi materiale
    > pedopornografico sei un pedofilo. Quindi l'adulto
    > dovrebbe comportarsi da cittadino e denunciare il
    > minore, altrimenti con la sua omertà si
    > renderebbe complice del
    > reato.

    una legge che protegge una manica di zoccole in erba senza valori che si prostituiscono per una ricarica del cellulare. Ok la legge, ma c'e' qsa di sbagliato in partenza e tutto questo e' SOLO colpa dei genitori. Credo che il senso del commento fosse questo, ovvio che questo non scusa chi accetta
    non+autenticato
  • E' solo la curiosità di vedere le facce di quei genitori forcaioli che un giorno si troveranno il figlio di 8 anni castrato in nome della loro "adeguata" giustizia...
    za73
    109
  • > una legge che protegge una manica di zoccole in
    > erba senza valori che si prostituiscono per una
    > ricarica del cellulare. Ok la legge, ma c'e' qsa
    > di sbagliato in partenza e tutto questo e' SOLO
    > colpa dei genitori. Credo che il senso del
    > commento fosse questo, ovvio che questo non scusa
    > chi
    > accetta

    Esattamente.
    I genitori hanno grossissime colpe. Poi si corre ai ripari. Cosi' il moige prima di pensare a come "regolamentare" i telefonini o le tv.. pensasse a "regolamentare" le teste dei genitori.

    Ma cosa si pretende... quando i bambini lasciati fin da piccoli davanti alla tv imparano che conta solo chi vince, chi ha i quattrini, chi e' "furbo"... poi ovvio che per qualche "quattrino" in piu' i bambini (il cui cervello assilima informazioni come spugne) non si facciano "scrupoli" ad accettare.

    Non giustifico gli "adulti" che fanno queste cose (a parte le ipocrisie della legge.. vabe' in caso se ne riparla) ma i PRIMI responsabili vanno cercati DENTRO le case, ossia nei GENITORI.

    E poi... se volete... fatevi un giro su netlog o siti simili... guardate quanto sono "innocenti" le 13enni e le 14enni di oggi... foto in perizoma dentro al bagno... foto ammiccanti... foto in cui sembrano avere 30 anni per come sono vestite e truccate... poi pero' scrivono "no pervertiti"... ma siete imb€ci||i bambine mie !
  • > E poi io mi chiedo cosa ci facciano bambini di 8
    > anni con il telefonino
    > !

    Qui non si parla di bambini di 8 anni, penso, ma di adolescenti che sono considerati dallo stato ancora bambini e quindi le foto sexy o hard che siano sono considerate pedopornografiche. E' assurdo.
    Il problema è che la l'eta' in cui si fa sesso e in cui ci si avvicina a esso è diminuita e i legislatori dovrebbero capirlo, invece di imbavagliare internet e le nuove tecnologie con la scusa della pedopornografia.
    Purtroppo noi lo capiamo, ma italiani bacchettoni e religiosi no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Silviosky
    > > E poi io mi chiedo cosa ci facciano bambini di 8
    > > anni con il telefonino
    > > !
    >
    > Qui non si parla di bambini di 8 anni, penso, ma
    > di adolescenti che sono considerati dallo stato
    > ancora bambini e quindi le foto sexy o hard che
    > siano sono considerate pedopornografiche. E'
    > assurdo.

    Personalmente credo che sia solo assurdo e' contro natura. E' la natura ad affermare che ogni essere umano dopo la puberta' e' pronto per procreare dunque anche per avere rapporti sessuali.

    Personalmente preferisco le donne con qualche anno in piu' di me, ma trovo che l'art. 600-ter e 600-quater del Codice Penale Italiano sia una norma assurda e contro natura, trovo pazzesco che per la sola detenzione si rischi fino a 3 anni di reclusione quasi come per chi commette un omicidio colposo la cui pena puo' andare da sei mesi a cinque anni di reclusione (art. 589 Codice Penale Italiano).

    Anche ammettendo l'esistenza del reato di sola detenzione di materiale pornografico minorile. mi pare proprio che quanto indicato nell'art. 600-quater del Codice Penale Italiano prospetti una pena non commisurata al reato poiche essa mi pare estremamente esagerata. Tra l'altro trovo ancora piu' pazzesco se confronto la pena per percosse art. 581 del Codice Penale Italiano, in cui la pena inflitta e' fino a sei mesi!!! Sei mesi se "meno" qualcuno, e tre anni se detengo materiale pornografico minorile... Non mi sembrano pene commisurate ai reati...

    > Il problema è che la l'eta' in cui si fa sesso e
    > in cui ci si avvicina a esso è diminuita e i
    > legislatori dovrebbero capirlo, invece di
    > imbavagliare internet e le nuove tecnologie con
    > la scusa della
    > pedopornografia.
    > Purtroppo noi lo capiamo, ma italiani bacchettoni
    > e religiosi
    > no.

    Appunto concordo pienamente in questa nazione sull'altare della "sicurezza" si sacrifica la liberta'. Se poi di sicurezza si puo' parlare...
  • pazientate 4 o 5 anni e le fosse si riempiranno , tra OGM, traffico, scorie radioattive e quant'altro i vecchiacci andranno al creatore per direttissima e senza rimpianti

    Appena succedera' si assistera' alla scomparsa della TV , alla scomparsa dei giornalisti leccaculo, alla scomparsa di supporti ottici, del digital divide
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno che sa
    > pazientate 4 o 5 anni e le fosse si riempiranno ,
    > tra OGM, traffico, scorie radioattive e
    > quant'altro i vecchiacci andranno al creatore per
    > direttissima e senza rimpianti
    >
    >
    > Appena succedera' si assistera' alla scomparsa
    > della TV , alla scomparsa dei giornalisti
    > leccaculo, alla scomparsa di supporti ottici, del
    > digital
    > divide


    LOLLONE
    gran commento
    giuro che mi piace una cifra
    :D
  • - Scritto da: uno che sa

    > Appena succedera' si assistera' alla scomparsa
    > della TV , alla scomparsa dei giornalisti
    > leccaculo, alla scomparsa di supporti ottici, del
    > digital
    > divide

    Cioè MAI, e intanto i giovani saranno diventati vecchi.

    Puoi girarla finchè vuoi, il tempo è dalla loro parte. Si resta "vecchi" per un tempo molto più lungo di quanto si rimane "giovani", e il tempo in cui si è "giovani" è troppo corto per poter fare qualunque cosa. Aggiungi il fatto che per gran parte di quel periodo non si può votare nè essere eletti.

    Non cambierà mai nulla. O, meglio, cambierà tutto perchè tutto rimanga com'era.
    non+autenticato
  • E' un problema del tipo "giovani VS vecchi"!
    In fondo è sempre la solita storia!!!
    In tutta la storia umana, per tutti i millenni in tutte le culture, i vecchi hanno sempre impedito che i giovani si accoppino.
    non+autenticato
  • Il problema è che demograficamente l'Occidente è sbilanciato verso "Vecchi", basta pensare alla distribuzione dell'età tra la popolazione... ed in politica i "vecchi" sono il 99%. Cio' che trovo sbagliato è creare questi allarmi sociali da usare:
    1) x dare libero sfogo alla bile delle donne in menopausa
    2) creare il mostro perchè sotto sotto serve alla propria libidine (nel senso che alcuni lo creano per identificarsi in lui e lo usano per desiderare minorenni al posto suo).

    E' un atteggiamento piuttosto ipocrito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fra80
    > E' un problema del tipo "giovani VS vecchi"!
    > In fondo è sempre la solita storia!!!
    > In tutta la storia umana, per tutti i millenni in
    > tutte le culture, i vecchi hanno sempre impedito
    > che i giovani si
    > accoppino.

    nel senso di accoppiare o accoppare? A bocca aperta

    "Signor Simpson... perchè vorrebbe fare questo lavoro? (guardia in un carcere minorile ndme)"
    "Perchè penso che i ragazzi siano il nostro futuro... a meno che qualcuno non li fermi prima!"
  • SVEGLIA!!! E' un'invenzione delle vecchie, gelose delle giovani (eh la natura!). Sicuramente è un'<<emergenza>> (un po' come le rughe!) che nei pubblici dibattiti tirano fuori solo le donne, strano ah?
    L'importante è credere a Babbo Natale mentre i politici ve lo infilano in quel posto. Per davvero.
    ciao
    non+autenticato
  • Concordo al 100% !!!!
    Le rughe fanno fare cose tremende.
    E come al solito i limiti d'età saranno sempre più in alto 16..18. L'importante è punire il maschio per il resto dei suoi giorni.
    La nostra Barbara ha passato i 35, è un'età decisamente difficile, non puoi piu' avere figli dopo quest'età, in pratica il "punto di non ritorno" .
    D'altronde sfiorire incattivisce l'anima.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adria

    > La nostra Barbara ha passato i 35, è un'età
    > decisamente difficile, non puoi piu' avere figli
    > dopo quest'età, in pratica il "punto di non
    > ritorno" .
    >

    Tu non sai proprio NIENTE, e l'hai appena dimostrato. D'altronde, internet è piena di bimbiscemi.

    Immagino che crederai che internet e i computer siano stati inventati da tredicenni con la faccia sporca di moccio come te.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 3/5 - 23 discussioni)