Spam telefonico? Vincono i cattivi

di Gilberto Mondi - Il Garante ha bloccato il giro di database ricolmi di dati personali non autorizzati. Ma le chiamate continuano ad arrivare. La guerra è iniziata tardi e no, i buoni non vinceranno

Roma - "Famiglia Delfini?" "La signora Pesce?" Può sembrare una battuta ma è proprio così che a distanza di un solo giorno l'una dall'altra due telefoniste hanno esordito chiamandomi sul mio numero di casa. Su un numero telefonico per il quale non solo non ho autorizzato alcun utilizzo pubblicitario ma che è anche escluso dagli elenchi perché intendo mantenerlo riservato. Non ho idea di cosa volessero vendere, ma se il database illegale con i miei dati che è stato utilizzato ieri e l'altro ieri è lo stesso di quello usato fino al mese scorso, allora volevano propinarmi un contratto ADSL, oppure vendermi surgelati.

foto di Mike Price - Fotolia.comLe due chiamate mi hanno colpito perché arrivano a ridosso di una clamorosa decisione del Garante della Privacy, quella con cui sono state bloccate società che utilizzavano per simili finalità dati dei cittadini senza il loro consenso preventivo. Chi si fosse illuso che quella decisione avrebbe fermato lo spam telefonico ora può ricredersi: lo spam continuerà. Chi abusa dei dati degli utenti, infatti, pare non abbia preso nota del provvedimento del Garante, o forse i margini di profitto sono tali che le decisioni di un'Authority come quella finiscono per essere del tutto irrilevanti.

Ma non è questo il solo problema.
In circolazione presso i call center di mezza Italia, quelli dove l'outbound la fa da padrone, dove si intasano le linee degli italiani con profferte commerciali, non ci sono solo i dati recenti degli italiani, ci sono anche numeri antichi, come quelli che hanno cambiato intestatario.

Nel mio caso, la signora Pesce o la famiglia Delfini non nuotano più sul mio numero di telefono da almeno tre anni, da quando cioè ho aperto questa linea. Con la sua decisione dei giorni scorsi, che arriva con grande ritardo rispetto agli abusi subiti dagli italiani, il Garante ha dunque bloccato solo una piccola parte della fonte di illecito, i dati continuano a girare, e ci sono database illeciti di numeri che circolano da anni.

In più, l'assonanza dei due nomi usati dai due operatori in due chiamate diverse, nomi peraltro già sentiti in situazioni analoghe, può dare adito a dubbi ancora più gravi, può indurre a ritenere che si tratti di una sottile strategia: l'operatore chiama asserendo di cercare questo o quel pesce, così da farti credere che ha solo sbagliato numero, per indurti a ritenere che sia lui o lei a perdere tempo, non tu. E in effetti, se ci parli più di dieci secondi, lui o lei non ha alcun interesse a parlare proprio con i delfini ma solo a vendere quello che deve vendere a chiunque abbia in mano la cornetta e lo/la stia ad ascoltare. Tutto il resto è secondario. Il fatto che l'utente tartassato dalla telefonata illecita pensi che l'operatore abbia sbagliato numero riduce il grado di irritazione dell'utente stesso, e dunque le probabilità che alla chiamata illegale segua una delle rarissime denunce presentate per casi come questo. Il tutto condito dal fatto che questi operatori di call center, quelli ad esempio che rivendono contratti ADSL, nonostante la normativa lo vieti continuano a mascherare le proprie identità: ti danno un nome fasullo spacciandosi per dipendenti di compagnie telefoniche, quando invece non sono che la cavalleria sottopagata di imprese di tutt'altro tipo che in un modo o nell'altro hanno ottenuto una commessa.

Ora si tratta di decidere cosa fare. Sono infinite le occasioni in cui su Punto Informatico si è denunciata la deriva irresponsabile di molti call center italiani, in cui gli stessi dipendenti hanno raccontato la propria verità, in cui gli utenti molestati ne hanno voluto parlare. Allo stesso modo si è seguita passo passo l'evoluzione della normativa e i rari tentativi, peraltro vani, di disciplinare il marasma italiota in cui si è tutti precipitati col teleselling. Pare che il solo fatto di poter tecnicamente telefonare a chiunque abbia scatenato una psicosi: da un lato imprese spesso senza scrupoli che cavalcano una tecnologia vecchia con hardware e software modernissimi, dall'altro utenti che si ostinano ad aprire linee telefoniche rendendosi così potenziali bersagli. E in mezzo taluni operatori di telefonia che lucrano sia su quella parte di spam che colpisce il portafoglio del cittadino sia sui servizi venduti ai call center, con i quali questi ultimi spesso si trovano a rivendere i loro contratti telefonici. A guardare il tutto dall'alto, con una smorfia di apparente disgusto, il Garante, un'Autorità che proprio come le altre Authority italiane dispone di mezzi di indagine e dissuasione talmente light da poter tutt'al più vincere una battaglia in una guerra contro il teleselling che è stata persa anni or sono.

Se il Garante avesse potuto comminare sanzioni vere alle aziende che hanno lucrato illecitamente sui dati dei cittadini, sono convinto che qualcuno avrebbe cercato ugualmente la signora Pesce a casa mia. Ma è possibile che nessuno avrebbe invece chiamato chiedendo dei Delfini. Il fatto che le Autorità italiane non dispongano di veri mezzi di interdizione getta un'ombra sinistra su tutto il sistema, quasi che i limiti imposti alla loro azione siano necessari a garantire il fiorire di attività illecite e abusive. Ma non sono che illazioni, le ragioni sono sicuramente altre, tutte molto rilevanti e tutte indiscutibili. Un giorno, ne sono sicuro, tutti le conosceremo.

Gilberto Mondi

Gli altri interventi di G.M. sono disponibili a questo indirizzo

Fonte immagine
90 Commenti alla Notizia Spam telefonico? Vincono i cattivi
Ordina
  • Faccio così da anni... se mi chiama un numero anonimo o strano sul fisso non rispondo. Tanto sono sempre le stesse persone che chiamano sul fisso, mamma, papà, suocera, etc. tutti numeri noti. Amici e colleghi chiamano sul cellulare o mandano mail/sms.

    Fate come meOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea Sperelli
    > Faccio così da anni... se mi chiama un numero
    > anonimo o strano sul fisso non rispondo. Tanto
    > sono sempre le stesse persone che chiamano sul
    > fisso, mamma, papà, suocera, etc. tutti numeri
    > noti. Amici e colleghi chiamano sul cellulare o
    > mandano mail/sms.
    >
    > Fate come meOcchiolino

    il problema è quando chiamano alle 10 di sera e magari hai appena messo il pupo a letto
    non+autenticato
  • - Scritto da: sale&pepe
    > - Scritto da: Andrea Sperelli
    > > Faccio così da anni... se mi chiama un numero
    > > anonimo o strano sul fisso non rispondo. Tanto
    > > sono sempre le stesse persone che chiamano sul
    > > fisso, mamma, papà, suocera, etc. tutti numeri
    > > noti. Amici e colleghi chiamano sul cellulare o
    > > mandano mail/sms.
    > >
    > > Fate come meOcchiolino
    >
    > il problema è quando chiamano alle 10 di sera e
    > magari hai appena messo il pupo a
    > letto

    quando il pupo è a letto il telefono è staccatoOcchiolino
    non+autenticato
  • fateli parlare, parlare, parlare, parlare... fategli spendere un sacco di soldi in telefonate e poi dite che non vi interessa... alla fine di romperanno le scatole pure loro... o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: sale&pepe
    > fateli parlare, parlare, parlare, parlare...
    > fategli spendere un sacco di soldi in telefonate
    > e poi dite che non vi interessa... alla fine di
    > romperanno le scatole pure loro... o
    > no?

    No, non si riesce a scoraggiarli in alcun modo. Né ascoltandoli, né cercando di ragionarci, né attaccandogli in faccia, né coprendoli di parolacce, né lamentando miseria e malattie, né facendogli l'elenco con data e ora di tutte le volte che hanno telefonato.
    Il problema è proprio questo, l'insistenza. Se dico NO oggi, dal mio punto di vista vale per sempre. Non esiste che mi richiamino domani, e dopodomani, e ogni santo giorno per tutta la vita. Specialmente se a scocciarmi è il MIO gestore telefonico che vuole farmi passare ad una tariffa più conveniente. Che tesori, eh? Se fosse MENO conveniente per loro, e davvero più conveniente per me, dubito che mi telefonerebbero venti volte al giorno per convincermi...
    Alla fine, non cambio gestore solo per non dare la soddisfazione a Tele2 di mollare una tariffa ottima che non esiste più!
    non+autenticato
  • - Scritto da: yume
    > - Scritto da: sale&pepe
    > > fateli parlare, parlare, parlare, parlare...
    > > fategli spendere un sacco di soldi in telefonate
    > > e poi dite che non vi interessa... alla fine di
    > > romperanno le scatole pure loro... o
    > > no?
    >
    > No, non si riesce a scoraggiarli in alcun modo.
    > Né ascoltandoli, né cercando di ragionarci, né
    > attaccandogli in faccia, né coprendoli di
    > parolacce, né lamentando miseria e malattie, né
    > facendogli l'elenco con data e ora di tutte le
    > volte che hanno telefonato.

    Ma io non voglio scoraggiarli... voglio farli stare al telefono per un sacco di tempo, fargli sprecare tempo e soldi, e poi rispondergli che no, non mi interessa... se tutti rispondessero "no", stai tranquillo che dopo qualche mese la smettono (mi dispiacerebbe solo per quelli del call center che perdono il posto)... ma questa è un'utopia: c'è sempre chi risponde "si", altrimenti avrebbero già smesso
    non+autenticato
  • Mio caro i Call Center hanno tariffe dedicate che permettono di abbattere tantissimo il costo della telefonata. Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno che ci lavora
    > Mio caro i Call Center hanno tariffe dedicate che
    > permettono di abbattere tantissimo il costo della
    > telefonata.
    >Triste

    occhestrano!.... davvero?
    ehhhh come mai?
    la parolina "Call" e il fatto che proprio (casuale) il numero di telefono e il telefono usano dice nulla?

    Non sarà mica che sono sempre loro (i telefonari delle telco) che tramite una società (solo apparentemente terza) offrono alla distinta società brianzola cazzaniga & carugatti electronix s.r.l. (la x fa molto brianzolo) un ottimo servizio di "telemarketting" alla cifra di x centesimi a contatto?....

    Non sarà che il "garante" è più garante con il nano, Mastella & c. e il "business" delle telco che con te?

    Ma il tempo costa (di solito non solo al call center che al povero disgraziato che sta dall'altra parte....) quello stai sicuro che costa più della bolletta telefonica!
    non+autenticato
  • Chi vi chiama non è l'impreditore che ha messo su la baracca e sta facendo i soldi infastidendovi continuamente ma una persona che non ha trovato un lavoro migliore e che ha necessità di sbarcare il lunario.

    Se l'offerta che viene fatta al telefono non interessa è meglio essere decisi nel rifiutarla e non perdere tempo ad ascoltare oltre ma con cortesia.

    Ricordate che l'Italia è in recessione sparata e se non siete impiagati statali (l'errore è puramente casuale) potreste essere costretti a ripiegare su lavori di call center.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pessimismo e fastidio
    > Chi vi chiama non è l'impreditore che ha messo su
    > la baracca e sta facendo i soldi infastidendovi
    > continuamente ma una persona che non ha trovato
    > un lavoro migliore e che ha necessità di sbarcare
    > il
    > lunario.

    Tu sei fuori di testa.
    Non c'è solo il callcenter come lavoro. Diciamo che il callcenter ti permette di guadagnare stando seduto in poltrona e fatica al minimo.
    Nessuna pietà per chi rompe le palle.
    non+autenticato
  • - Scritto da: next
    > - Scritto da: Pessimismo e fastidio
    > > Chi vi chiama non è l'impreditore che ha messo
    > su
    > > la baracca e sta facendo i soldi infastidendovi
    > > continuamente ma una persona che non ha trovato
    > > un lavoro migliore e che ha necessità di
    > sbarcare
    > > il
    > > lunario.
    >
    > Tu sei fuori di testa.
    > Non c'è solo il callcenter come lavoro. Diciamo
    > che il callcenter ti permette di guadagnare
    > stando seduto in poltrona e fatica al
    > minimo.
    > Nessuna pietà per chi rompe le palle.

    Vorrei vedere te a lavorare al call center, pagato da schifo con orari da galera, un contratto capestro che ti dura sei mesi (se va bene) per beccarti i vaffa da tutti quelli che chiami. E spesso alternative non ce ne sono, è inutile che la meni. Nessuna pietà per chi non capisce un tubo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: PeeBee

    > Vorrei vedere te a lavorare al call center,
    > pagato da schifo con orari da galera, un
    > contratto capestro che ti dura sei mesi (se va
    > bene) per beccarti i vaffa da tutti quelli che
    > chiami. E spesso alternative non ce ne sono, è
    > inutile che la meni. Nessuna pietà per chi non
    > capisce un
    > tubo.

    Certo e io ci credo.
    L'unica alternativa per i ragazzi di oggi è lavorare in un callcenter/lager... perchè in fabbrica vi sporcherste!
    Ma va a zappare
    non+autenticato
  • - Scritto da: PeeBee
    > - Scritto da: next
    > > - Scritto da: Pessimismo e fastidio
    > > > Chi vi chiama non è l'impreditore che ha
    > > > messo su la baracca e sta facendo i soldi
    > > > infastidendovi continuamente ma una persona
    > > > che non ha trovato un lavoro migliore e che
    > > > ha necessità di sbarcare il lunario.

    > > Tu sei fuori di testa.
    > > Non c'è solo il callcenter come lavoro. Diciamo
    > > che il callcenter ti permette di guadagnare
    > > stando seduto in poltrona e fatica al
    > > minimo.
    > > Nessuna pietà per chi rompe le palle.

    > Vorrei vedere te a lavorare al call center,
    > pagato da schifo con orari da galera, un
    > contratto capestro che ti dura sei mesi (se va
    > bene) per beccarti i vaffa da tutti quelli che
    > chiami. E spesso alternative non ce ne sono, è
    > inutile che la meni.

    Al massimo potrei resisterci dai 3 mesi ad 1 anno : ovvero il tempo necessario per fare un corso della regione per imparare un mestiere vero: hai idea di quanto bisogno ci sia di idraulici, muratori, elettricisti, carpentieri ?

    > Nessuna pietà per chi non capisce un tubo.
    Veramente mi sembra che li cerchino rintronati apposta !
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Al massimo potrei resisterci dai 3 mesi ad 1 anno
    > : ovvero il tempo necessario per fare un corso
    > della regione per imparare un mestiere vero: hai
    > idea di quanto bisogno ci sia di idraulici,
    > muratori, elettricisti, carpentieri
    > ?

    Ma aggiungici piastrellista, decoratore, imbianchino, falegname, fabbro. Sono pochi, richiestissimi e si fanno pagare a peso d'oro. E non c'è macchina o prodotto cinese che possa sostituirli.

    Certo che se la gente si ostina a frequentare il dams o le altre facoltà inutili poi non deve lamentarsi perchè non trova lavoro...

    Comunque io ho deciso che verso i 40 mi butto su una di queste attività creative.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pessimismo e fastidio
    > Chi vi chiama non è l'impreditore che ha messo su
    > la baracca e sta facendo i soldi infastidendovi
    > continuamente ma una persona che non ha trovato
    > un lavoro migliore e che ha necessità di sbarcare
    > il
    > lunario.
    >
    >
    Capisco il tuo punto di vista, rispetto sempre a chi lavora ma scusa la provocazione, non e' tutto sommato piu' onesto mettersi a fare l'elemosina per strada? Anzitutto sei imprenditore di te stesso e se sei bravo rischi di guadagnare parecchio di piu'.

    Piu' seriamente io capisco bene le necessita', ma in Lombardia c'era una simpatica fabbrichetta che produceva mine antiuomo, anche quelle a farfalla destinate al pubblico dei piccolissimi, per modo di dire ... I dipendenti facevano un discorso molto molto simile sull'opportunita' o meno di dismettere attivita'.

    Una telefonata non e' minimamente paragonabile a quello che dicevo sopra, ovvio, ma ci sono lavori che proprio non si possono e non si debbono fare, quello del molestatore telefonico professionista a mio parere e' uno di quelli da evitare.

    Per il resto tutto il mio appoggio e consenso di contribuente a spendere e investire soldi pubblici per creare lavori che siano realmente utili che ti permettano di essere meno precario, guadagnare di piu' e avere maggiore soddisfazione dal lavoro che fai. E cerco di votare conformente, se poi finisce che le poltrone le pigliano quelli che preferiscono regalare soldi ai finti imprenditori incassa e scappa io ho fatto del mio meglio.

    Fai bene a predicare cortesia pero' quando ti sei sorbito una pesante giornata al lavoro, un ora e mezzo di ingorghi per arrivare a casa, finalmente ce la fai ad arrivare in bagno che ti scappava da un pezzo e poi corri a brache calate a rispondere al telefono (magari hai lo zio o la nonna in ospedale e quindi corri a rispondere) per sentirsi dire, per la ventesima volta in un mese: Buonasera sono Maria di XY vorrei ... Capirai anche tu che non sei troppo bendisposto (anche se io mi sforzo di rispondere a Buonasera son., in genere si capisce subito dal tono, no grazie non mi interessa e metto giu' senza vaffa di contorno).
    non+autenticato
  • Non va bene, anzi, la porossima volta che li chiamo li prendo a parolacce. Proprio come ha fatto l'ultima volta fastweb con me, appena dissi che dovevano finirla di tormentarmi. Questo è modo di lavorare? La gente così non può lavorare, specialmente a conytatto con la gente
    non+autenticato
  • No, nessuna pietà. Ci sono tanti lavori in giro, tipo collaudatore di giubbotti antiproiettile.
    non+autenticato
  • è quello che penso anche io, ed è per questo che cerco sempre di mantenere la calma, però certe volte è difficile: una tizia di fastweb (la solita) mi ha chiamato in un giorno 3 volte...alla fine ho sbottato...è una giungla!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pessimismo e fastidio

    > Ricordate che l'Italia è in recessione sparata e
    > se non siete impiagati statali (l'errore è
    > puramente casuale) potreste essere costretti a
    > ripiegare su lavori di call
    > center.

    [SARCASM]

    MAI! Noi siamo gggiovani e siamo il futuro e ci abbiamo sempre ragione noi e siamo dei grandi acari conosciamo LINUX e quelle cose lì e diventeremo triliardari a 21 anni ZOMG!

    [/SARCASM]
    non+autenticato
  • Come al solito il garante non sa cosa fare, facendo leggi per fermare le nuvole. i nostri dati sono ormai in giro come lo sono le nostre mail quando finiscono in una black-list. quindi ne fermi 1 ma il giorno stesso ti chiamano altri. come è successo a me, ieri 2 telefonate per conto di fastweb.

    I CALLCENTER devono avere un numero speciale identificativo che nei tabulati telefonici devono risultare come numeri completi e non con le ultime cifre criptate. voglio sapere chi sono questi così si possono denunciare.

    IL GARANTE deve mettere sul proprio sito un form dove si possono segnalare questi numeri di telefono e si specifica il proprio numero di telefono, poi si fanno i controlli in queste agenzie si bloccano i database e si chiudono i call center non in regola.
    Dato che ormai i nostri dati sono in mano di tutti e non è oggettivamente possibile bloccate queste telefonate sono le stesse società pubblicizzate che prima di farci telefonare per conto terzi ci mandano una bella lettera dove si chiede se ci potranno telefonare per proporci la loro merce, naturalmente la non risposta sarà una tacita negazione. così i vari fastweb (oggi 2 telefonate identiche) saranno cotretti a far levare il mio numero a tutti i call center a cui lo hanno dato, e se continuerò a ricevere telefonate di fastweb segnalo il numero sul sito del garante che denuncerà fw e il callcenter


    tra l'altro i dati personali rilasciati a terzi devono avere una scadenza precisa di 1 max 2 anni dalla consegna dei dati al primo ricevente (se li do a tim il 10/10/10 il 10/10/11 nn saranno utilizzabili da nessuno anche se tim li ha dati ad altri, avranno una scadenza, magari un bel database con scadenza che cancella automaticamente i dati "scaduti")
    probabilmete il garante dovrebbe occuparsi di creare lei stessa questi database che danno in comodato d'uso, e magari utilizzabili in streaming dalle vari callcenter autorizzati, così si potrebbero controllare i dati personali autorizzati per l'utilizzo
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 settembre 2008 12.33
    -----------------------------------------------------------
  • con un database centralizzato, e i callcenter che appena chiamano danno un loro codice identificativo, noi possiamo poi andare sul sito del garante e segnalando il nostro numro di tel e il codice del callcenter possiamo impedire a quel call center di accedere in futuro al mio numero, o semplicemente segnalare sul sito che il mio numro non dovrà mai essere ceduto a nessun callcenter e se il call center volesse farlo, dovrà mandarmi una lettera o tramite un modulo da riempire sul sito del garante mi manderà una mail (se l'ho segnalata al garante) per avere il permesso
  • è ora di finirla.
    anche io ieri ho ricevuto 2 telefonate entrambe per conto di fastweb. ho chiesto ad entrambe chi gli avesse fornito i miei dati personali, 1 mi ha risposto e il secondo mi ha detto che non è tenuta a farlo e dopo insistenze mi ha attaccato il telefono in faccia. interessante non ho diritto di conoscere chi ha i miei dati personali..

    dato che ormai i miei dati, i dati di tutti, sono in mano di chiunque ed è oggettivamente impossibile fermarli, si pouniscano le società pubblicizzate. alla fine sono loro che ogni volta danno i loro database a qualcuno, non raccontiamo cavolate che fastweb e co. non c'entrano niente, sono loro che danno i nostri dati e loro devono essere puniti.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)