Alfonso Maruccia

RIAA: quel blog turba l'umore dei nostri soci

I discografici non ne possono più del blog anti-RIAA, sempre puntuale nel pubblicare le ragioni degli utenti P2P. Quel blog - dice RIAA - è vessatorio

Roma - Dopo aver imbastito oltre 30mila cause contro gli utenti del file sharing (anche contro quelli risultati poi innocenti), aver trascinato in tribunale i morti, le ragazzine di 11 anni e aver speso una quantità indubbiamente notevole di denaro nella sua guerra per la difesa del copyright, RIAA sente il peso dei nervi e comincia ad accusare gli avvocati difensori di propaganda vessatoria contro le legittime richieste di risarcimento dei propri soci.

Ray Beckerman ha davvero esagerato, dice RIAA, con il suo blog "anti-industria discografica" Recording Industry vs The People, un blog che ha pubblicato, con puntualità e completezza di informazioni, "virtualmente ognuna delle sue mozioni prive di fondamento, cercando di sostenere la sua campagna di pubbliche relazioni e di ostacolare il querelante" fin dal 2004 per uno dei casi più celebri di scontro sulla condivisione online.

Gli avvocati delle major si riferiscono a un caso in particolare, ma il loro giudizio sull'attività del notissimo blog di Beckerman coinvolge inevitabilmente il resto delle vicende legali a cui l'avvocato ha preso parte, non ultima quella che ha visto trionfare Tanya Andersen sulla stessa RIAA, incapace di provare una condotta criminale della donna che pure è stata accusata e trascinata in tribunale.
Secondo l'opinione di Lory Lybeck, avvocato di Washington che promuove l'istituzione di una class action contro quello che considera l'abuso del ricorso alle denunce da parte di RIAA, l'ultima uscita delle suddette major non può non essere presa con ironia, non può che essere una boutade.

"L'intera loro campagna fondata su 30mila cause procede allo scopo di condizionare l'opinione pubblica, affidandosi ad un principio di base secondo cui si può eseguire una inchiesta illegale condotta da investigatori senza licenza e poi far seguire il tutto da una lettera di minacce" commenta Lybeck, sostenendo inoltre che l'avvocato Beckerman non fa altro che condurre coerentemente e nel migliore dei modi possibili la difesa degli interessi dei propri clienti.

Alfonso Maruccia
87 Commenti alla Notizia RIAA: quel blog turba l'umore dei nostri soci
Ordina
  • ...che si incazza con le formiche perchè gli rubano le briciole di pane e si dota di fucilimitragliatori, bazooka e bombe a mano per eliminarle.

    Poi si mette a piangere come un bambino perchè lo hanno chiamato assassino...

    Ha dà venì baffone...
    H5N1
    1640
  • Orgoglio.
    NIente, nessuna traccia.
    LORO che vengono a fare i discorsi...LORO...se esistesse una class action per mandarli in miniera a termini di legge la firmerei subito...!
    non+autenticato
  • Se capisco bene non solo vogliono i soldi ma non ti puoi neppure lamentare che li hanno voluti e magari non ne avevano diritto.

    Direi che e' osceno.

    Il problema e' uno e uno solo, sul blog in questione dicono falsita'? Diffamazione pura e semplice domandino i danni ne ha diritto e facolta', avete ragione. Non si sono falsita'? Allora statevene zitti e muti voi sig.ri RIIA perche' in caso contrario permettete che vi si ritenga dei vampiri e pure liberticidi.

    Come tanti su PI rinnovo comunque invito a non violare le leggi, NO P2P che in fondo come diceva qualcuno si fa sempre il gioco di sta' gente in quanto si da' credito al tipo di contenuti che promuovono quindi se ne afferma il successo quindi si riempiono le tasche a sta' gente che usa i soldi per fare il persecutore (e non saranno contenti fino a che non riusciranno a imporre l'acquisto obbligatorio di ogni opera prodotta dagli associati a prezzo pieno per tutti i cittadini del globo, anzi meglio ancora gli versiamo direttamente il nostro reddito e loro ci danno la paghetta per sopravvivere), c'e' tanta roba Creative Commons la' fuori per tutti i gusti, e' questa la vera soluzione non il P2P. Se sempre meno gente se li fila avranno meno soldi per "sponsorizzare" politici e tecnici che fanno leggi che rendono il copyright sempre piu' invadente e lo fanno sempre piu' assomigliare a un diritto divino e sacro che non a una semplice legge che cerca di remunerare il giusto chi campa di idee.
    non+autenticato
  • Qualcuno mi rinfresca la memoria riguardo questo avvenimento? GrazieCon la lingua fuori
  • Nulla di strano, molti dei provvedimenti riaa si avvalgono di loro indagini che partono nel 2002 per cui e' facile che qualcuna delle persone scelte possa essere nel frattempo deceduto.
    Inoltre evita accuratamente di colpire persone che i soldi li hanno e che quindi sono in grado di difendersi ai processi.
    non+autenticato
  • Si ma è un controsenso... invece di spennare chi i soldi li ha, preferiscono rovinare chi è già rovinato...
    E' come se andassi per strada ad appioppare multe ai mendicanti perchè sono poveri (non perchè mendicano, così come i ricchi che rubano)
    Una tassa sulla povertà!!!
    Oddio, spero di non aver dato un'ulteriore idea al nostro beneamato governo.. cavolo stare zitto ogni tanto no eh?
    Wolf01
    3329
  • - Scritto da: fred
    > Nulla di strano, molti dei provvedimenti riaa si
    > avvalgono di loro indagini che partono nel 2002
    > per cui e' facile che qualcuna delle persone
    > scelte possa essere nel frattempo
    > deceduto.
    > Inoltre evita accuratamente di colpire persone
    > che i soldi li hanno e che quindi sono in grado
    > di difendersi ai
    > processi.


    EHHH??? Qualcosa non mi torna...
    Mettiamo che abbiano ragione al 1000% e che debbano essere risarciti, COME PENSANO DI RIAVERE QUEI SOLDI FACENDO CAUSA A DEI POVERACCI????
  • - Scritto da: katun79
    >
    > EHHH??? Qualcosa non mi torna...
    > Mettiamo che abbiano ragione al 1000% e che
    > debbano essere risarciti, COME PENSANO DI RIAVERE
    > QUEI SOLDI FACENDO CAUSA A DEI
    > POVERACCI????

    Non vogliono il risarcimento (che sarebbe meno di una goccia nel loro oceano di miliardi).

    Vogliono solo rovinarti perche' mentre a loro il processo non costa niente, perfino se lo perdono (scaricherebbero tutto dalle tasse), a te invece quel processo costa: dovrai vendere la casa per pagare le spese legali, e anche se e' evidente che hai ragione da vendere e che alla fine ti dovranno pagare le spese, la prospettiva di infilarti nel tunnel di una causa civile di almeno 20 anni fa si' che moltissimi preferiscono pagare una cospicua multa, e inginocchiarsi sui ceci promettendo pubblicamente che non lo faranno mai piu'.

    Hai capito adesso?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bash
    > - Scritto da: katun79
    > >
    > > EHHH??? Qualcosa non mi torna...
    > > Mettiamo che abbiano ragione al 1000% e che
    > > debbano essere risarciti, COME PENSANO DI
    > RIAVERE
    > > QUEI SOLDI FACENDO CAUSA A DEI
    > > POVERACCI????
    >
    > Non vogliono il risarcimento (che sarebbe meno di
    > una goccia nel loro oceano di
    > miliardi).
    >
    > Vogliono solo rovinarti perche' mentre a loro il
    > processo non costa niente, perfino se lo perdono
    > (scaricherebbero tutto dalle tasse), a te invece
    > quel processo costa: dovrai vendere la casa per
    > pagare le spese legali, e anche se e' evidente
    > che hai ragione da vendere e che alla fine ti
    > dovranno pagare le spese, la prospettiva di
    > infilarti nel tunnel di una causa civile di
    > almeno 20 anni fa si' che moltissimi preferiscono
    > pagare una cospicua multa, e inginocchiarsi sui
    > ceci promettendo pubblicamente che non lo faranno
    > mai
    > piu'.
    >
    > Hai capito adesso?


    E qui volevo arrivare.
    Se non gli frega una cippa dei soldi, allora andrebbero condannati solo per il fatto che vogliono rovinare una persona!
    Crimini contro l'umanità, si diceva un tempoA bocca aperta
  • > E qui volevo arrivare.
    > Se non gli frega una cippa dei soldi, allora
    > andrebbero condannati solo per il fatto che
    > vogliono rovinare una
    > persona!

    In realtà non vogliono rovinare una persona, e non vogliono nemmeno i soldi, perchè appunto sono cifre insignificanti nel loro business. Quello che vanno cercando sono sentenze di condanna che creino un precedente forte, che sia da deterrente per tutti gli altri milioni di persone. Purtroppo per loro (eh eh ! ) trovano più spesso sentenze di assoluzione.
  • - Scritto da: Bash
    > Vogliono solo rovinarti perche' mentre a loro il
    > processo non costa niente, perfino se lo perdono
    > (scaricherebbero tutto dalle tasse), a te invece
    > quel processo costa: dovrai vendere la casa per
    > pagare le spese legali, e anche se e' evidente
    > che hai ragione da vendere e che alla fine ti
    > dovranno pagare le spese, la prospettiva di
    > infilarti nel tunnel di una causa civile di
    > almeno 20 anni fa si' che moltissimi preferiscono
    > pagare una cospicua multa, e inginocchiarsi sui
    > ceci promettendo pubblicamente che non lo faranno
    > mai piu'.

    Non si chiama "inginocchiarsi sui ceci", forse inginocchiarsi è giusto ma io lo chiamo "mettersi a 90"
  • In particolare, l' affermazione si riferisce ad un recente avvenimento che vede una signora morta a 88 anni (credo 88 anni, in ogni caso molto anziana) deceduta 2 anni prima della denuncia, accusata di file sharing illecito (anche se la signora non disponeva di un computer)
    non+autenticato
  • Come da titolo..

    Poverini... quel blog turba l'umore dei poveri, incompresi soci e dirigenti della RIAA. non riescono a dormire di notte nei loro bei letti e cuscini imbottiti di verdoni!


    MA che vadano a zappare ed arare i campi! braccia rubate all'agricoltura...
  • - Scritto da: mravljica
    > Come da titolo..
    >
    > Poverini... quel blog turba l'umore dei poveri,
    > incompresi soci e dirigenti della RIAA. non
    > riescono a dormire di notte nei loro bei letti e
    > cuscini imbottiti di
    > verdoni!
    >
    >
    > MA che vadano a zappare ed arare i campi! braccia
    > rubate
    > all'agricoltura...

    Ahò...non diamo suggerimenti eh ?!? che se loro finiscono nei campi, tirano sù un'altro cartello, e io finisco per pagare 22 euro una mela, pure bacata...e mi toccherà scaricarla illegalmente dall'albero!
    non+autenticato
  • Mandarli a pulire i cessi ? Credo avrebbero qualche difficoltà a vendere merda... azz no lo fanno già e ci riescono pure bene...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 settembre 2008 02.08
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)