Alfonso Maruccia

Lo stato dello Spam

Le ultime stime del report annuale di Symantec parlano di un problema che continua a peggiorare. Con qualche eccezione

Roma - Lo spam telematico, quel flusso senza fine di posta spazzatura, pillole azzurre, metodi naturali per l'allungamento del pene e appuntamenti facili con belle biondine dell'est Europa, è già di suo una delle peggiori piaghe della Internet odierna. Non bastasse, in quelle mail da filtrare aumenta anche il numero di missive con malware incorporato.

Lo sostiene Symantec, che nell'ultimo update del suo rapporto mensile sullo stato dello spam parla, nel complesso, del 78% di tutte le e-mail in circolazione composto da spam. Lo spam è in aumento, un aumento cominciato a maggio del 2008 e tutt'ora in divenire.

Quel che è peggio, è che lo spam non viaggia più da solo, ma si fa accompagnare da malware vari nella forma di archivi compressi, link a codice malevolo o, nella variante più pericolosa del fenomeno, direttamente integrati nel codice del messaggio.
Attualmente l'1,2% dei messaggi-spazzatura contiene malware, un numero enorme se si considerano le proporzioni dello spam in gioco. In questo 1,2% si trova praticamente di tutto, dai trojan "lisci" (13,4%) ai trojan-downloader (11,8%) ai "ruba-password" (11,1%) e via di questo passo. Le pesti peggiori sono quelle del trittico composto dai malware Pandex (anche noto come "Cutwail"), W32.IRCBot e sue varianti e Goldun.

Lo spam, cresce, e tra i paesi maggiormente coinvolti nell'invio di mail spazzatura spiccano gli Stati Uniti (29%), la Russia (7%), la Cina (4%) e il resto a seguire. Munnezzaware cresce e non sparisce soprattutto online, e a poco è servito il fatto che Intercage / Atrivo, noto pusher di schifezze telematiche messo a tacere dall'azione di forza di Spamhaus nei confronti del provider di connettività Pacific Internet Exchange e poi riapparso online, sembra sia stato cancellato ancora una volta dalla rete e questa volta per non farvi mai più ritorno.

L'abbassamento vertiginoso di spam e malware in circolazione coinciso con la terminazione di quei servizi è stato solo temporaneo, e i trend hanno ricominciare a correre verso una crescita senza freni favorita dalla duttilità delle botnet attualmente a disposizione della cyber-mafia, i nuovi assalti ai CAPTCHA di Microsoft e Google e le falle in questo o quel software, sempre più usate come vettori d'attacco da cui far passare i bot spara-spam.

Alfonso Maruccia
40 Commenti alla Notizia Lo stato dello Spam
Ordina
  • Mamma mia, quanta spocchia, non solo sono polli quelli che usano Windows, ma stronzi e tonti anche quelli che non usano una certa distro di Linux. Naturalmente è anche comodo offendere senza firmarsi. Io uso Windows da quando è uscito e non ho mai dovuto formattare per virus. Windows non è un sistema perfetto, ma i virus si prendono perchè si naviga con troppo disinvoltura, perchè col p2p si scarica di tutto - i keygen e i crack al 99% contengono malware -, perchè si clicca su tutti gli specchietti per allodole, perchè si usano SO tarocchi che poi non si possono aggiornare. Non difendo Windows e sono anch'io a favore del software libero, però è meglio che la diffusione di Linux nel mondo non cresca più di tanto, solo così i virus writer si accaniranno solo contro Windows che detiene oltre il 90% del mercato mondiale.
  • he heSorride
    ultimamente gli spammer mandano le mail con richieste di conferma!!!

    così hai solo 3 scelte, 2 delle quali sono compromessi e rotture di scatole e una è l'eliminazione dell'utilità della conferma.

    certo, la pec sarebbe una scelta, ma chi la usa? e poi non garantisce DE FACTO quel che deve, ma solo "de lege".
    non+autenticato
  • Computer sempre pi˙ potenti in mano a gente sempre pi˙ pigra ed incompetente.

    Ecco il risultato: mezza internet in mano alle cybermafie !
    non+autenticato
  • Hai proprio ragione!

    Il fatto di fregarsene e non controllare minimamente il PC, vuoi per pigrizia, ignoranza o quant'altro, fa solo crescere il numero di PC sensibili ad attacchi.

    Si potrà parlare di OS migliori, metodi per proteggere il pc e cosi via, ma alla fine tutto parte dall'utente.

    Molti scaricano anche via p2p senza sapere veramente come funziona, col risultato di beccarsi tutte le "cavolate", e diventando probabilmente parte di qualche botnet.
  • - Scritto da: 200 OK
    > Hai proprio ragione!
    >
    > Il fatto di fregarsene e non controllare
    > minimamente il PC, vuoi per pigrizia, ignoranza o
    > quant'altro, fa solo crescere il numero di PC
    > sensibili ad
    > attacchi.
    >
    si ma se ti aspetti che questo cambi la gente stai fresco, in italia ci sono pluri delinqueti a spasso figuramoci la sensibilità di una persona davanti un pc...
    Bisogna metter su un sistema nuovo di trasmissione dati basato sui certificati pgp o qualcosa del genere in modo che ci siano controlli automatici dei server che veicolano la posta in grado di filtrare via l'immondizia in partenza.
    Questo però dovrà essere fatto in modo da non vincolare il potere decisionale in mano a una casta altrimenti si dirà pian piano addio alla libertà.

    > Molti scaricano anche via p2p senza sapere
    > veramente come funziona, col risultato di
    > beccarsi tutte le "cavolate", e diventando
    > probabilmente parte di qualche
    > botnet.
    molti sono imbecilli altri per fortuna ragionano è sempre stato cosi, secondo me dobbiamo trovare il modo di proteggerci a priori con altri metodi.
    non+autenticato
  • Il problema sono le botnet, non tanto i server.
    E se un pc ha dei trojan a bordo è comandato dall'esterno e riuscirà comunque ad inviare messaggi in maniera legale.
    non+autenticato
  • ti consiglio di farti un giro su pay-per-install.org per capire com'è facile far installare inconsapevolmente una botnet

    per quanto riguarda gli utenti, avete ragione, però loro hanno voluto mettere i PC in mano a chi, non per colpa sua, è totalmente ignorante in materia

    un PC non è una consolle e non è nemmeno un telefonino, è un sistema aperto e questo lo rende vulnerabile

    pensare che l'utente possa cambiare è assurdo, perchè loro li vogliono stupidi, loro hanno diffuso l'idea che l'informatica è il saper cliccare sui bottoni delle finestre, loro non vogliono diffondere la conoscenza informatica e adesso sta a loro trovare una soluzione

    se fossi al Governo imporrei l'introduzione dell'informatica dalle scuole medie in sù, ma non l'informatica di WinWord e Powerpoint, ma l'informatica del Pascal e dell'architettura x86
    non+autenticato
  • Mi chiedevo il perché degli strani comportamenti del servizio mail offerto da Microsoft, anche con un account creato da poco e mai usato per registrazioni ricevo mail contenti link malware e spam, ma nei messeggi ricevuti, nella cartella apposito per lo spam finiscono messaggi innocui, come è possibile?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 ottobre 2008 12.42
    -----------------------------------------------------------
  • le liste mantenute da Spamhaus e soci

    ormai buona parte dell'utenza dsl ci finisce dentro e il risultato è che i filtri cominciano a fare acqua

    Gmail è l'unico che ad oggi si mostra ancora robusto e in grado di filtrare correttamente lo spam
    non+autenticato
  • > Gmail è l'unico che ad oggi si mostra ancora
    > robusto e in grado di filtrare correttamente lo
    > spam
    mica vero, diciamo il 90% delle volte
    a me è capitato di trovarci messaggi non spammatori
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • messaggi di spam ricevuti ieri: 84
    cioè circa gli stessi del giorno prima e di quello prima ancora..

    basta non si può andare avanti così! gli zombie stanno rovinando il mezzo più usato per comunicare dal punto di vista lavorativo, l'e-mail!!
    i vari filtri bayesiani non riescono a stare dietro a tutto.. e prima o poi ti segano anche qualche mail che ti serve!

    io sono contro ogni forma di censura, proibizionismo, ecc. ma davvero sarei favorevole a BUTTARE FUORI DA INTERNET gli utenti con i pc infettati da malware.. anche se non sarà semplice dal punto di vista tecnico (contare quante e-mail mandano ogni giorno??) e pratico (invio di 2-3 avvisi preventivi e se continuano a spammare, segargli l'accesso??)

    zomg zomg >_>
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > A me, con Gmail, non viene filtrato tutto
    > correttamente.

    A me Gmail filtra correttamente il 99,9% dello SPAM.Ficoso
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: the_m
    > messaggi di spam ricevuti ieri: 84
    > cioè circa gli stessi del giorno prima e di
    > quello prima
    > ancora..

    Thunderbird e passa la pauraFicoso
    11237
  • E come potrebbe risolvere Thunderbird il problema?
  • Io ho Gmail e nonostante lo spam vada in "spam" (ma anche Gmail adesso ogni tanto ne fa passare qualcuna) non se ne può più!

    Veramente una piaga! Ma poi vorrei vedere in faccia quei cretini che prendono il Viagra tramite spam!!!

    Credo che non ci sarà mai un rimedio vero, come non c'è mai stato e mai ci sarà per i virus.Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)