IBM mangia tutta Rational Software

2,1 miliardi di dollari: questo il valore della colossale operazione con cui il gigante di Armonk attrezza i propri armamenti da impiegare contro un nemico potente, Microsoft

Armonk (USA) - C'è qualcosa di vicino all'euforia nei comunicati stampa e nelle dichiarazioni con cui IBM, il gigante dell'ICT, ha annunciato nelle scorse ore l'acquisizione di Rational Software, importante produttore di software open standard.

Con un'operazione dal valore di circa 2,1 miliardi di dollari, che dovrà essere approvata dalle autorità di controllo del mercato statunitensi e dagli azionisti delle aziende, IBM rafforza decisamente la propria posizione nel software e in particolare in quello di soluzioni applicative per lo sviluppo di componenti mobili, per i cellulari e i sistemi medicali. Tutti ambiti nei quali l'azienda si prepara allo scontro con un altro colosso: Microsoft.

Rational Software sarà un tassello fondamentale per l'offerta di servizi e software "on demand" da parte dei clienti medio-grandi di IBM. Le due aziende prevedono di completare l'acquisizione entro il primo trimestre del 2003. Per quella data, le operazioni di business e i dipendenti di Rational entreranno a far parte di IBM Software Group, come una nuova divisione a tutti gli effetti, in qualità di "quinto brand software" assieme a WebSphere, Lotus, Tivoli e DB2.
Rational, nata nel 1981, è una delle maggiori softwarehouse che ha realizzato un fatturato di 689 milioni di dollari nell'anno terminato il 31 marzo 2002. Impiega circa 3.400 dipendenti in tutto il mondo.
TAG: mercato
16 Commenti alla Notizia IBM mangia tutta Rational Software
Ordina
  • Grande IBM? Per parlare in questi termini sarebbe necessario che chi parla si occupasse di informatica almeno dal 1980.
    IBM è monopolista quanto, se non di più di MS.
    Chi ha un sistema IBM in casa sul quale funziona un DB-server ed un interprete RPG su un'azienda medio grande deve pagare ogni anno un canone forse più alto di quello che paga per il SW di tutti i PC che girano nell'azienda stessa (ed è OBBLIGATO a pagare).
    Scordatevi che IBM sia un ente caritatevole.
    IBM aveva in mano il mercato dei PC (più del 50% di vendite) ed ha snesso di produrli quando non ci guadagnava più, lasciando le altre "dittarelle" tipo Compaq, etc a scannarsi fra di loro.
    IBM quando ha proposto (prima del 1990) OS/2 voleva forzare la propria architettura di rete (Token-Ring) ed ha perso la battaglia con l'architettura LAN Manager (e poi WinNT) di MS (è stato sulle reti che IBM ha perso quella battaglia, e la guerra).
    IBM ora sta tentando di recuperare in qualche modo quelle posizioni che ha perso per arroganza, monopolio e scarsa considerazione per gli utenti finali (IBM non è mai stata market-oriented ma, da buona monopolista, solo product-oriented).
    Quando si parla del confronto Apple-PC è necessario farlo a parità di prodotto. Non è possibile confrontare un Mac versione 2002 con un PC 1982. In quei tempi Apple faceva funzionare Visicalc (il primo Excel) su uno schermo da 40 colonne mentre i primi PC hanno subito montato Multiplan di MS che funzionava su 80 colonne. Successivamente Apple con altrettanta scarsa considerazione degli utenti ha proposto prodotti che funzionavano solo su macchine costose e difficili da usare. I "Word processing" tanto decantati di Apple non avevano neanche la ricerca di una parola (alcuni non l'hanno neanche nel 2002 ...); è chiaro che gli utenti hanno preferito WordStar e Word (ambiente DOS) ceh forniva non solo la ricerca e sostituzione ma anche il correttore ortografico ...

    E quante altre cose si potrebbero aggiungere ... Mi sconvolge il fatto che nel 2002 si parli di IBM e di Oracle come dei salvatori (di quale patria???).
    Ma veramente pensate che IBM sia stata forgorata su una fantomatica via di Damasco???
    Se pensate questo siete veramente fuori strada. Potete anche odiare MS, se vi fa piacere, ma non riempite i forum di frasi prive di fondamento ... pls

    Alberto
    non+autenticato
  • Bisogna vedere a cosa si riferiva quel "grande".
    Per ciascuno che ammira IBM, non è certo per la sua recente apertura all'open source (è sola l'azienda che più si è aperta all'open, altre l'hanno fatto prima di lei, anche se in minor parte).
    Ma IBM non vuol solo dire market closed/open; vuol dire ricerca, tecnologia, indirizzo del mercato.
    Le tecnologie Lan, poi, non sono nate su/per win; win ne è stato solo l'o.s. che più le ha divulgate nella fascia consumer, fascia che poi ha influenzato anche le fasce server basse, medie alte (dove win* non c'è).
    IBM sicuramente fà un'investimento sull'open, nessuno qui ne dubita, e come tutti gli investimenti si aspetta un ritorno. Linux le consente di vendere l'hardware senza preoccuparsi dell'o.s., tranne che nelle fasce alte e dedicate dove può far concentrare i suoi sviluppatori su tecnologie particolari (e renumerative) che girano su AIX (cosi AIX diventa adatto a particolari fasce) e mainframe.
    Oltre a dedicare una parte dei suoi sviluppatori alla collaborazione open, IBM ne libera l'altra parte solo per fasce particolari di mercato, d'ora in poi.
    Senza più sottostare a M$ nelle fasce consumer, workstation e server low-end.
  • Ma pensi che IBM abbia fatto questo per far piacere ai fautori del SW libero ?
    IBM (come Microsoft e tutti gli altri) ha un solo scopo, piaccia o no: il PROFITTO

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma pensi che IBM abbia fatto questo per far
    > piacere ai fautori del SW libero ?
    > IBM (come Microsoft e tutti gli altri) ha un
    > solo scopo, piaccia o no: il PROFITTO
    >

    Condivido.

    Pero' IBM, a differenza di MS, fa ricerca in tutti i campi (per esempio, e' di un suo ricercatore l'invenzione dei DB relazionali), e la ricerca alla lunga favorisce tutti.

    MS invece fa solo profitti. (Detto senza esprimere alcun giudizio di merito).

    Se facessimo sparire MS ci troveremmo semplicemente con un SO ed un Office in meno.

    Se facessimo sparire IBM salterebbe mezzo mondo dell'informatica (e non solo quello: per esempio il microscopio elettronico a effetto tunnel e' stato inventato da un ricercatore IBM).

    Saluti

    Giorgio
    non+autenticato

  • > Se facessimo sparire MS ci troveremmo
    > semplicemente con un SO ed un Office in
    > meno.
    >
    > Se facessimo sparire IBM salterebbe mezzo
    > mondo dell'informatica (e non solo quello:
    > per esempio il microscopio elettronico a
    > effetto tunnel e' stato inventato da un
    > ricercatore IBM).

    Condivido.

    Se facessimo sparire IBM, sparirebbero un sacco di innovazioni degli ultimi 40 anni. E, ehm, sparirebbe anche il PC su cui sto scrivendo.

    Se sparisse MS, se ne andrebbe questo WinXP che sto usando, il che non sarebbe poi male...

    Drake
    non+autenticato
  • Peccato che se non esistesse Microsoft avremmo interfacce grafiche arcaiche, non avremmo un sistema operativo di riferimento come è Windows (che piaccia o non piaccia è il SO usato dal 90% degli utenti di PC al mondo) e non avremmo un pacchetto di office all'altezza come è MSOffice... StarOffice non è che un clone, senza l'originale non esiste nemmeno la copia...
    Per non dire a che livello sarebbe l'hardware: che interesse avrebbe la gente a comprare nuovo hardware se linux gira tranquillamente su un 386? L'intera industria informatica sarebbe decimata nelle dimensioni e quindi nell'importanza. Non che io sia contento di comprarmi un PC nuovo (o aggiornamenti HW) ogni 3 anni, ma il businnes non cresce senza la domanda. Mettetevelo in testa...

    In merito a IBM non sarei così contento: se ha anche contribuito all'evoluzione dell'informatica ciò non significa che sia in grado di farlo tuttora e che invece non sia un freno all'informatica... che ne sappiamo noi di come andrà il futuro?

    Saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Peccato che se non esistesse Microsoft
    > avremmo interfacce grafiche arcaiche, non

    All'inizio era il buio e poi venne windows ????
    Hahahahahaha
    Magari adesso avremmo un workbench al posto del desktop e staremmo tutti MOLTO meglio.

    > avremmo un sistema operativo di riferimento
    > come è Windows (che piaccia o non piaccia è
    > il SO usato dal 90% degli utenti di PC al
    > mondo) e non avremmo un pacchetto di office
    > all'altezza come è MSOffice... StarOffice
    > non è che un clone, senza l'originale non
    > esiste nemmeno la copia...

    Gia', forse avremmo qualcosa di simile, Molto piu' leggero, e privo di quell'80% di feature che quasi nessuno usa.

    > Per non dire a che livello sarebbe
    > l'hardware: che interesse avrebbe la gente a
    > comprare nuovo hardware se linux gira
    > tranquillamente su un 386?

    Prova a far girare Maya su un 386 e divertiti va'...

    > L'intera industria informatica sarebbe decimata nelle
    > dimensioni e quindi nell'importanza. Non che
    > io sia contento di comprarmi un PC nuovo (o
    > aggiornamenti HW) ogni 3 anni, ma il
    > businnes non cresce senza la domanda.
    > Mettetevelo in testa...

    Rendiamo grazie a M$, senza di lei non esisterebbero il cielo e la terra...

    > In merito a IBM non sarei così contento: se
    > ha anche contribuito all'evoluzione
    > dell'informatica ciò non significa che sia
    > in grado di farlo tuttora e che invece non
    > sia un freno all'informatica...

    E M$ no ?!?!
    Lei non potrebbe essere un freno all'informatica ?!?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Peccato che se non esistesse Microsoft
    > avremmo interfacce grafiche arcaiche, non
    > avremmo un sistema operativo di riferimento
    > come è Windows (che piaccia o non piaccia è
    > il SO usato dal 90% degli utenti di PC al
    > mondo)

    e' vero, peccato solo che il MAC aveva un'interfaccia grafica quando i PC avevano il DOS, ed oggi che i PC hanno WinXP il MAC as OS X . . . direi proprio che avremmo ottime interfacce senza MS

    > e non avremmo un pacchetto di office
    > all'altezza come è MSOffice... StarOffice
    > non è che un clone, senza l'originale non
    > esiste nemmeno la copia...

    gia' un clone che utilizza gia' XML al suo interno cosa che Office avra', forse, dalla versione 11

    > Per non dire a che livello sarebbe
    > l'hardware: che interesse avrebbe la gente a
    > comprare nuovo hardware se linux gira
    > tranquillamente su un 386? L'intera
    > industria informatica sarebbe decimata nelle
    > dimensioni e quindi nell'importanza. Non che
    > io sia contento di comprarmi un PC nuovo (o
    > aggiornamenti HW) ogni 3 anni, ma il
    > businnes non cresce senza la domanda.
    > Mettetevelo in testa...

    Devi renderti conto che avremmo un sistema che girerebbe veloce su macchine veloci e girerebbe comuqnue bene anche su macchine datate

    > In merito a IBM non sarei così contento: se
    > ha anche contribuito all'evoluzione
    > dell'informatica ciò non significa che sia
    > in grado di farlo tuttora e che invece non
    > sia un freno all'informatica... che ne
    > sappiamo noi di come andrà il futuro?
    >
    > Saluti

    Visto che non lo sappiamo perche' dare giudizzi, IBM non mi sembra assolutamente un freno e guardando il passato ha fatto sicuramente piu' di MS

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Peccato che se non esistesse Microsoft
    > > avremmo interfacce grafiche arcaiche, non
    > > avremmo un sistema operativo di
    > riferimento
    > > come è Windows (che piaccia o non piaccia
    > è
    > > il SO usato dal 90% degli utenti di PC al
    > > mondo)
    >
    > e' vero, peccato solo che il MAC aveva
    > un'interfaccia grafica quando i PC avevano
    > il DOS, ed oggi che i PC hanno WinXP il MAC
    > as OS X . . . direi proprio che avremmo
    > ottime interfacce senza MS
    >
    > > e non avremmo un pacchetto di office
    > > all'altezza come è MSOffice... StarOffice
    > > non è che un clone, senza l'originale non
    > > esiste nemmeno la copia...
    >
    > gia' un clone che utilizza gia' XML al suo
    > interno cosa che Office avra', forse, dalla
    > versione 11
    >
    > > Per non dire a che livello sarebbe
    > > l'hardware: che interesse avrebbe la
    > gente a
    > > comprare nuovo hardware se linux gira
    > > tranquillamente su un 386? L'intera
    > > industria informatica sarebbe decimata
    > nelle
    > > dimensioni e quindi nell'importanza. Non
    > che
    > > io sia contento di comprarmi un PC nuovo
    > (o
    > > aggiornamenti HW) ogni 3 anni, ma il
    > > businnes non cresce senza la domanda.
    > > Mettetevelo in testa...
    >
    > Devi renderti conto che avremmo un sistema
    > che girerebbe veloce su macchine veloci e
    > girerebbe comuqnue bene anche su macchine
    > datate
    >
    > > In merito a IBM non sarei così contento:
    > se
    > > ha anche contribuito all'evoluzione
    > > dell'informatica ciò non significa che sia
    > > in grado di farlo tuttora e che invece non
    > > sia un freno all'informatica... che ne
    > > sappiamo noi di come andrà il futuro?
    > >
    > > Saluti
    >
    > Visto che non lo sappiamo perche' dare
    > giudizzi, IBM non mi sembra assolutamente un
    > freno e guardando il passato ha fatto
    > sicuramente piu' di MS

    Si, peccato che tu non riesca a ricordare che inventò anche il monopolio informatico: non per niente una volta si diceva: "accendo l'IBM" e non "accendo il PC" e per un bel po' di tempo la gente non si voleva fidare a comperare un assemblato perchè probabilmente non era "compatibile IBM". Ora IBM sta usando dando visibilità a Linux (vedere la pubblicità in TV) che non avrebbe mai avuto. Però per questa visibilità ci sarà presto un prezzo da pagare. Non sono affatto contento che la Rational Software stia per essere assorbita da IBM. Presto infatti questo colosso farà ben peggio di Microsoft in tema di monopolio...Mi sembra la storia del lupo travestito da agnello....

    >
    > Saluti
    non+autenticato

  • > Si, peccato che tu non riesca a ricordare
    > che inventò anche il monopolio informatico:
    > non per niente una volta si diceva: "accendo
    > l'IBM" e non "accendo il PC" e per un bel
    > po' di tempo la gente non si voleva fidare a
    > comperare un assemblato perchè probabilmente
    > non era "compatibile IBM".

    Gia' un monopolio durato pochissimo visto che ha aperto la tecnologia, non mia sembra che Microsoft abbia inventato il PC, se oggi puoi andare da CHL e montari un'assemblato come vuoi e' preche' IBM l'ha inventato e venduto

    > Ora IBM sta
    > usando dando visibilità a Linux (vedere la
    > pubblicità in TV) che non avrebbe mai avuto.
    > Però per questa visibilità ci sarà presto
    > un prezzo da pagare.

    Sul fatto che Dell, Oracle, IBM ed altri stiano usando Linux per farsi pubblicita', mi trovi daccordo non piace nemmeno a me. Fino a due anni fa il pinguino non se lo filava nessuno di questo grossi marchi

    > Non sono affatto
    > contento che la Rational Software stia per
    > essere assorbita da IBM.

    Eri contento pero' quando Microsoft ha assorbito centinaia di piccole e medie imprese ? . . . boh

    > Presto infatti
    > questo colosso farà ben peggio di Microsoft
    > in tema di monopolio...Mi sembra la storia
    > del lupo travestito da agnello....

    Questo non lo puoi sapere e' comunque preferisco cambiare, se poi si rivelera un monopolio allora cambiero ancora che male c'e' ? personalmente il monopolio MS l'ho subito e non mi e' piaciuto, posso scegliere ? scelgo di cambiare
    non+autenticato
  • > Peccato che se non esistesse Microsoft
    > avremmo interfacce grafiche arcaiche, non

    beh, penso che quella del mac e di amiga sarebbe stata sviluppata, e chi ti dice che non sarebbe diventata bella e appariscente come win?? ;o)

    > avremmo un sistema operativo di riferimento
    > come è Windows (che piaccia o non piaccia è
    > il SO usato dal 90% degli utenti di PC al

    avremmo qualcos'altro..maxos? amigaOS? os2? boh...

    > mondo) e non avremmo un pacchetto di office
    > all'altezza come è MSOffice... StarOffice
    > non è che un clone, senza l'originale non
    > esiste nemmeno la copia...

    beh, non so te, ma ai tempi wordperfect era anni luce avanti rispetto a office... che poi sia sparito anche grazie a non meglio precisate politiche commerciali...

    > Per non dire a che livello sarebbe
    > l'hardware: che interesse avrebbe la gente a
    > comprare nuovo hardware se linux gira
    > tranquillamente su un 386? L'intera
    > industria informatica sarebbe decimata nelle
    > dimensioni e quindi nell'importanza. Non che

    beh, avremmo bisogno di un pentium 2 per fare quello che oggi facciamo a malapena con un pentium 4 supergigaultramegahertz... stesso software andrebbe + veloce!

  • - Scritto da: Anonimo
    > Peccato che se non esistesse Microsoft
    > avremmo interfacce grafiche arcaiche,

    Ho ho! Questa e' buona. Vorrei ricordarti che IBM stava facendo in collaborazione con M$ OS/2 fino all'inizio del 94, dopo si e' tirata indietro e si e' portata una via parte di librerie (cosa giustissima tra l'altro, perche' OS/2 doveva far girare anche applicazioni win 3.1, a 16 bit per capirci) lasciando al suo destino OS/2 e buttandosi in win95. Non si sa perche', ma OS/2 che faceva girare lo stesso applicazioni di win 3.1 e' affondato (ora e' solo di nicchia, lo vedi solo nelle banche) mentre win95 e' andato alla grande. Potere del marketing? Non penso, mi ricordo bene la pubblicita' di OS/2 Warp dove mostravano che per stampare i documenti bastava trascinare l'icona sopra la stampante.... mah
    non+autenticato