Gaia Bottà

Prova la censura cinese. Clicca qui

Incastonato in Firefox, un add-on consente ai cittadini della rete di vestire l'indirizzo IP di un netizen cinese. Per vedere l'effetto che fa

Roma - Un add-on di Firefox per proiettarsi oltre la Grande Muraglia Digitale, per sperimentare i filtri imposti alla navigazione da Pechino e dai servizi web che si piegano alle richieste delle autorità della Repubblica Popolare. Basta un'installazione per ottenere un indirizzo IP cinese e iniziare il percorso ad ostacoli.

L'indirizzo IPL'add-on, China Channel, è stato sviluppato da Aram Bartholl, Evan Roth e Tobias Leingruber: analogamente a quanto proposto da altri difensori dei diritti civili, l'obiettivo dei tre sviluppatori è quello di fornire ai cittadini della rete cinese degli strumenti per partecipare alla società civile connessa e per esercitare la libertà di espressione e la libertà di informarsi attingendo a risorse inaccessibili in Cina. Il primo passo dell'iniziativa è quello di mostrare ai cittadini della rete cosa significhi navigare facendosi rappresentare da un indirizzo IP cinese.

Strade sbarrate, connessioni interrotte, pagine inaccessibili: China Channel è un add-on che si può incastonare nella versione inglese di Firefox. Basato sull'add-on SwitchProxy Tool sviluppato da Jeremy Gillick, China Channel consente all'utente di passare attraverso un proxy e di ottenere un indirizzo IP per vivere la rete come la vivrebbe un cittadino della Repubblica Popolare. Basta selezionare CHINA CHANNEL nella barra che fa la sua comparsa nel browser e sbizzarrirsi con le parole chiave sensibili.
Free Tibet


Una ricerca relativa al massacro di Tienanmen o che contenga nella parole chiave Falun Gong risulterà molto probabilmente in una connessione interrotta, lo stesso vale per una ricerca con parola chiave democracy che termini su una pagina sgradita alle autorità. La connessione viene interrotta per qualche minuto: se il cittadino della rete cinese deve rassegnarsi ad attendere, gli utenti di China Channel possono ottenere immediatamente un nuovo indirizzo IP per continuare a sperimentare.



Ci si scontrerà con URL inaccessibili, con messaggi che segnalano una connection interrupted e con i sistemi di filtering imposti da Pechino e messi in atto da aziende di scala globale. Ci si dovrà arrendere al collaborazionismo dei motori di ricerca che sbarrano la strada a indirizzi IP cinesi e impediscono loro di accedere al 33 per cento del web.

È probabile che l'affluenza dei cittadini della rete di tutto il mondo stia mettendo alla prova i server proxy destinati al progetto, causando qualche disservizio. È altresì noto che la censura cinese operi diversamente in diverse aree della Repubblica Popolare, e di conseguenza su diversi indirizzi IP i risultati saranno differenti. Se China Channel non rappresenta uno strumento affidabile per raccogliere dati e organizzare statistiche, è senza dubbio un canale utile a dare un'idea della difficoltà che si frappongono tra un netizen cinese e il suo desiderio di informarsi riguardo alla lista in continuo aggiornamento nella quale sono annoverati gli argomenti che le autorità ritengono sensibili o capaci di interessare i soli cittadini sovversivi.

Gaia Bottà
134 Commenti alla Notizia Prova la censura cinese. Clicca qui
Ordina
  • A chi dice che non è vero o minimizza: andate a vivere in Cina, ma credo che dopo un paio di mesi tornerete in Occidente e non voterete più comunista!
    non+autenticato
  • il comunismo italiano non ha niente a che fare con quello cinese come questi non hanno niente a che fare con quello di marx e con quello di platone, e' come dire che uno non deve andare al museo di mussolini altrimenti non vota piu' il pdl...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nibiru
    > A chi dice che non è vero o minimizza: andate a
    > vivere in Cina, ma credo che dopo un paio di mesi
    > tornerete in Occidente e non voterete più
    > comunista!


    e credi male. vai i Cina. vedreai che tornerai comunista... LOL
    non+autenticato
  • ... basta invece un normale browser senza TOR o operDNS: meraviglie della tecnologia, siamo sempre un passo avanti ai cinesi noiOcchiolino
  • - Scritto da: allanon
    > ... basta invece un normale browser senza TOR o
    > operDNS: meraviglie della tecnologia, siamo
    > sempre un passo avanti ai cinesi noi
    >Occhiolino


    il problema è che non ce ne accorgiamo neanche. come in 1984...
    non+autenticato
  • che vuol dire? spiegate, magare anche a esnhouan [ch10cciol4] gmail punto com
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > che vuol dire? spiegate, magare anche a esnhouan
    > [ch10cciol4] gmail punto
    > com


    viene falsificata la storia. si crea un "cattivo" da combattere.
    non+autenticato
  • è sui fatti del Tibet. i tibetani ammazzano cinesi e si parla di repressione cinese: vi sembra informazione corretta.

    i tibetani raddoppiano di numero e si parla di genocidio.

    nelle scuole si insegna in tibetano, si costruiscono templi buddhisti con soldi pubblici: genocidio culturale.

    etc etc etc...

    LA VERGOGNA DELLA "LIBERA INFORMAZIONE" OCCIDENTALE
    non+autenticato
  • :|DelusoDelusoDeluso

    > i tibetani raddoppiano di numero e si parla di
    > genocidio.

    Cosa ti sei bevuto? Secondo te è corretto parlare di genocidio solo quando la popolazione diminuisce in numero???!!

    > LA VERGOGNA DELLA "LIBERA INFORMAZIONE"
    > OCCIDENTALE

    La vergogna dell'intelletto umano!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubu
    >DelusoDelusoDelusoDeluso
    >
    > > i tibetani raddoppiano di numero e si parla di
    > > genocidio.
    >
    > Cosa ti sei bevuto? Secondo te è corretto parlare
    > di genocidio solo quando la popolazione
    > diminuisce in
    > numero???!!

    si quando si sparano numeri dell'ordine dei milioni che significherebbero la quasi estinzione di un popolo e questo popolo invece più che raddoppia la propria presenza.
    non+autenticato
  • All'estero.
    All'interno della Cina diminuiscono dannatamente e sono una parte minore di quanti non ce ne fossero prima dell'invasione.

    Ma li fai sui server della censura i conti?
  • - Scritto da: Giocatore110
    > All'estero.
    > All'interno della Cina diminuiscono dannatamente
    > e sono una parte minore di quanti non ce ne
    > fossero prima
    > dell'invasione.
    >
    > Ma li fai sui server della censura i conti?


    smettila di trollare. sono più che raddoppiati nella Tar e anche nelle regioni limitrofe.
    non+autenticato
  • Fuori dalla Cina, all'interno manco d'un cavolo e ad essere aumentata esponenzialmente è la popolazione cinese SOPRATTUTTO han, che guardacaso è stata finanziariamente graziata della migrazione interna sui territori tibetani.

    Trolla da un'altra parte, e usa un server diverso per fare i calcoli.
  • stiamo parlando dentro la Rpc, non fare trollate pietose.
    la popolazione han non è aumentata proporzionalmente come le altre etnie che sono passate da rappresentare dal 4% del 1954 al 10% di oggi. numeri , non minchiate.
    fonte: minglang Zhou, Multilingualism in China,
    poi sono le minoranze che hanno aiuti finanziari non gli han. ma perchè parlare di argomenti che neanche si conoscono sommariamente?
    non+autenticato
  • La domanda devi porla a te stesso.
    Sono gli Han ad avere gli aiuti finanziari, non le minoranza, soprattutto in tibet, dove se non ti è chiaro non è nemmeno concessa la stessa sicurezza legale, ma quella è solo uno dei fattori.

    Inoltre parlando di TUTTE le minoranze del variegato panorama della Cina, non hai detto un cazzo, perchè le minoranze sono tante, quella tibetana è UNA di queste e non c'è nulla che indichi in alcun modo che quella tibetana sia proporzionale alla media di tutte.
    Dunque non usare numeri casuali per trollare.
    E lascia perdere il discorso che farei pena.
  • - Scritto da: Giocatore110
    > La domanda devi porla a te stesso.
    > Sono gli Han ad avere gli aiuti finanziari, non
    > le minoranza, soprattutto in tibet, dove se non
    > ti è chiaro non è nemmeno concessa la stessa
    > sicurezza legale, ma quella è solo uno dei
    > fattori.
    >
    > Inoltre parlando di TUTTE le minoranze del
    > variegato panorama della Cina, non hai detto un
    > cazzo, perchè le minoranze sono tante, quella
    > tibetana è UNA di queste e non c'è nulla che
    > indichi in alcun modo che quella tibetana sia
    > proporzionale alla media di
    > tutte.
    > Dunque non usare numeri casuali per trollare.
    > E lascia perdere il discorso che farei pena.


    si fai pena perch menti sapendo di mentire su questioni ben documentate che non lasciano spazio a interpretazioni. sono le minoranze ad avere aiuti finanziari e fiscali, non gli han.
    non+autenticato
  • Parli per te stesso?

    Guarda che gli aiuti finanziari, e non solo quelli, non sono certo le etnie native ad averle in Tibet.
    Eppoi non ho ancora capito che hai messo a fare quella variazione percentuale se indica le molte minoranze della Cina assieme.
  • - Scritto da: Giocatore110
    > Parli per te stesso?
    >
    > Guarda che gli aiuti finanziari, e non solo
    > quelli, non sono certo le etnie native ad averle
    > in
    > Tibet.
    > Eppoi non ho ancora capito che hai messo a fare
    > quella variazione percentuale se indica le molte
    > minoranze della Cina
    > assieme.

    fuffa. studiati un libro che affronta la normativa delle autonomie in Cina e la tutela delle minoranze e poi ripassa. non ti do titoli, sennò dici che sono libri "selezionati"...
    non+autenticato
  • http://www.greatfirewallofchina.org/

    peccato che diceva che non si vedeva neanche la pagina del corriere e invece si vede benissimo in Cina. che vergogna!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)