Pubblicità ingannevole, il TAR grazia TIM e Wind

Secondo la giustizia amministrativa le due compagnie non sono operatori pubblicitari e quindi non condividono alcuna responsabilità con il fornitore di un servizio pubblicizzato in modo non corretto

Roma - Non tutte le multe inflitte dell'Antitrust sono dovute. Questo, in sintesi, è quanto dimostra una recente decisione del TAR del Lazio, che ha graziato Telecom Italia e Wind per due multe inflitte loro dall'Autorità Garante delle Concorrenza e del Mercato per pubblicità ingannevole. Perché le due aziende, secondo la giustizia amministrativa, non sono "operatori pubblicitari".

Antonello Lirosi e Piero Fattori, legali di Telecom e Wind, hanno presentato ricorso in seguito ai provvedimenti dell'Authority sostenendo l'illegittimità dell'applicazione della definizione di "operatore pubblicitario" alle due aziende, che erano state ritenute corresponsabili - unitamente ad alcune aziende che fornivano servizi per telefoni cellulari, come la vendita di suonerie.

Le decisioni avevano colpito le compagnie telefoniche e le società che fornivano il servizio nell'agosto 2007 e nel gennaio 2008 per un servizio di vendita di contenuti per telefonini le cui condizioni non erano indicate con trasparenza.
La decisione del TAR costituisce una sorta di riabilitazione per le due telco e secondo l'avvocato Lirosi, sarebbe "un successo clamoroso" poiché rappresenta di fatto un precedente che potrebbe essere preso in considerazione per riesaminare "decine di provvedimenti dell'Authority". La decisione della I sezione del Tar del Lazio riguarda però solo gli operatori di telefonia mobile che, in seno alla loro attività, veicolano il servizio pubblicizzato in modo ingannevole, ma le aziende che lo erogano effettivamente rimangono colpite dalle multe dell'Antitrust.
1 Commenti alla Notizia Pubblicità ingannevole, il TAR grazia TIM e Wind
Ordina
  • Buongiorno a tutti , grazie adiconsum per il servizio che date a tutti gli italiani. Ho sottoscritto un abbonamento TIM TUTTO COMPRESO UNLIMITED a fine gennaio 2008. Mi e' stato proposto a costo 0 un telefonino di ultima generazione NOKIA N95 marchiato TIM con un abbonamento minimo di anni 2. La prima bolletta arriva di 545,00 euro dei quali pagamenti fissi, canone, concessioni, bonus telefono euro 160 ecc.. La bolletta seguente non arriva, strano.. Dopo ben 4 mesi e 10 gg mi arriva un telegramma con scritto di chiamare urgentemente il servizio clienti per un enorme traffico. Mi allarmo chiamo e mi dicono che mi sono collegato con una connessione non compresa nell'offerta e molto cara, ma per i dettagli dovevo aspettare la bolletta. Richiedo urgentemente il dettaglio delle chiamate e scopro che dal primo giorno del contratto risulta, come dicono i loro estratti, che i miei collegamenti per tutti i giorni avvenivano in wap, non compreso, infatti l'importo era di euro 2800,00 con 2500 euro solo traffico wap. Dopo fax, raccomandate mi contattano e mi propongono il 50% solo su questa bolletta, ovviamente non accettati. La sorpresa e' la seconda: euro 8250,00 con 7800 euro di wap. 'sono stato avvisato ben 4 mesi dopo, quindi n.2 bollette incluse..' Come mai non e' stato fatto nulla, 4 mesi sono tantissimi. L'appuntamento alla CORECOM e' stato fatto il 2 agosto, e mi hanno proposto sull'intera cifra, il 10%, non accettato ovviamente Mi chiedo: 1 NON E' POSSIBILE MONITORARE IL TRAFFICO E QUALSIASI SPESA EXTRA AGGIORNATA il 4915 non e' aggiornato e spesso non funzionante, Gli operatori non possono comunicare nulla,non vedono la situazione, bisogna aspettare la bolletta e poi agire ci dicono.. 2 AL MOMENTO DEL CONTRATTO CI FORNISCONO E CI CONSIGLIANO TELEFONINI DI ULTIMA GENERAZIONE CHE SI COLLEGANO PRIORITARIAMENTE IN WAP, MA NON COMPRESO E CARISSIMO E SOPRATTUTTO NON INCLUSO NELL'ABBONAMENTO. 3 NON CI FORNISCONO I SUGGERIMENTI DI CONFIGURAZIONE ESATTI PER NON AVERE QUESTI PROBLEMI 4 SUL CONTRATTO C'E' UNA POSTILLA {4}: internet: connessioni: ibox.tim, apn dedicati, ecc ecc ma il wap non viene citato e neppure il costo cosi' elevato. C'e' solamente il costo sempre elevato del possibile extra bundle, quindi oltre la soglia consentita ma il problema non e' 'oltre la soglia' ma e' da subito! e poi non siamo tutti informatici! Ho saputo che ci sono centinaia di persone con questo problema, , Marco Scarpa
    non+autenticato