La legge italiana antiweb mobilita la rete

Sul DDL antiblog di cui ha parlato Punto Informatico due giorni fa gli abitanti della rete si sono scatenati. Partono petizioni, gruppi su Facebook. Di Pietro: concepita da chi non conosce la rete. Occhio, non riguarda solo i blog

Roma - ╚ maretta. Com'era prevedibile, gli italiani in rete non sembrano avere alcuna intenzione di stare a guardare mentre nella stanza dei bottoni qualcuno decide di creare doveri per chi vuole esprimersi, paletti per i blog e i siti Internet italiani. Dopo la pubblicazione su Punto Informatico dell'articolo La Camera manda avanti il DDL anti-blog di Luca Spinelli, è tutto un fiorire di iniziative che dimostrano la vitalità del web nostrano.

Tra i primi a mobilitarsi è Antonio Di Pietro, da sempre attento alle dinamiche sulle libertà di informazione online, che sul suo blog ricorda come il DDL antiblog sia figlio del già criticatissimo decreto Levi e avverte: "I contenuti e gli attacchi alla libertà di informazione non sono cambiati, eccetto qualche distinguo inutile, operato dallo stesso Levi, presente in questa seconda versione. Su questo disegno di legge non ci sarà nessun margine di discussione né con il centrodestra né con il centrosinistra. Qualora dovesse passare potrebbe dare come unico risultato la disobbedienza civile".

Di Pietro non solo ritiene che la legge sia stata scritta da chi di rete sa poco o niente, la definisce "pura censura", ma annuncia anche che il suo movimento politico "offrirà tutta l'assistenza legale a chi verrà perseguito per la sua violazione", e sul blog diffonde un banner per spargere ulteriormente la notizia.
Ma l'eco di quanto sta andando avanti alla Camera si riverbera, come era lecito attendersi, proprio sui blog italiani, dove a centinaia esprimono indignazione per quanto si è riusciti a partorire, e vede la luce il gruppo su Facebook che già conta centinaia di aderenti. Allo stesso tempo cresce la petizione contro l'iscrizione al ROC dei siti italiani, che conta più di 12mila firme, nonché un'altra iniziativa specifica per quest'ultimo DDL partita nelle scorse ore, una petizione rivolta al Presidente della Camera dei Deputati affinché si blocchi sul nascere quella che da più parti viene definita "mostruosità legislativa".

In attesa che l'intera vicenda conquisti le prime pagine dei quotidiani internazionali, come già avvenuto all'epoca per il DDL Levi, proprio Luca Spinelli precisa con un post dedicato come la proposta normativa tutto è meno che pensata per i soli blog: ad essere tirati in ballo sono centinaia di migliaia di siti Internet italiani. Non solo chi "fa informazione", per quel che questa espressione può significare, ma anche siti che raccolgono barzellette, enciclopedie, guide online, siti culturali, educativi, formativi, e così via. Nel DDL non si parla infatti solo di informazione, osserva Spinelli, ma più in generale di qualunque spazio web che si occupi anche di formazione, divulgazione, intrattenimento.

"Basterebbe - sottolinea Spinelli - l'uso di qualche banner, o l'uso di quel sito come fonte di guadagno, per farlo ricadere nella tipologia indicata dal DDL come prodotto editoriale che deve iscriversi al ROC, ha maggiori responsabilità, maggiori costi, maggiore burocrazia, ed è imputabile per i reati sulla stampa".

Il problema centrale, suggerisce ancora Spinelli, non è tanto una improbabile messa in stato d'accusa dell'intero web italiano, quanto invece che questa legge, come tante che l'hanno preceduta, sia tenuta nel cassetto finché non serva al (pre)potente di turno, che ricorra ad essa per tacitare voci sgradite. "Invece che chiarire e ripulire uno dei corpus normativi più grandi e impenetrabili al mondo - conclude riferendosi all'ordinamento italiota - si propongono altre leggi fumose e contestabili che prestano il fianco a pruriti censori".
310 Commenti alla Notizia La legge italiana antiweb mobilita la rete
Ordina
  • Tranquillo anche te con Dipietro, Travaglio, Grillo, Ricca e Guzzanti!

    Tranquillo, io sono tranquillo perchè vedo che c'è un altra Italia che lavora e che fatica, che risparmia perchè ha capito che siamo in un momento di crisi e che bisogna darsi da fare invece di fare stupida polemica alimentata solo ed esclusivamente da internet.

    Fateci caso:

    I commenti su youtube, qui su PI, Facebook o su qualsiasi altro portale che permetta di commentare un articolo, video post, tendenzialmente sono fatti da persone che:

    - Non lavorano ( quindi non aiutano l' economia )
    - Lavorano poco, ( idem come sopra )
    - Ragazzini ( lo si deduce dalla data di nascita che a volte è inserita nel loro Nickname )
    - Studenti universitari ( poco hanno a che fare con il miglioramento dell' economia molto spesso parcheggiati all' università )
    - Varie ed eventuali

    Guarda caso tutti i personaggi come Ricca, Travaglio, Grillo e compagnia varia sono molto presenti su internet. Su internet per loro ci sono i pesci pronti ad abboccare!

    Questi personaggi tra le altre cose potrebbero stare in televisione, alcuni ci stanno pure ( gli ipocriti che criticano e poi usano la televisione per vendere i propri libri)

    Ma loro sanno che la televisione ( e parlo delle trasmissioni intelligenti ) è guardata dagli italiani che lavorano, dagli italiani non fannulloni, dagli italiani che hanno votato democraticamente il governo Berlusconi stravincendo e che nell' ultimo recente sondaggio ha un gradimento molto alto.

    Io continuo a lavorare cosi contribuisco all' economia del paese, voi continuate a parlare tanto capisco che avete solo bisogno di sentirvi all' interno di una massa che si è incontrata su internet e che vuole perdere tempo a parlare, parlare e rimanere all' università per sempre o precario per sempre perchè non ha voglia di mettersi in proprio e tirare su una nuova idea imprenditoriale.

    FORZA ITALIA ( non al partito ) W l' italia!
    non+autenticato
  • Mha...sarò "malpensante", ma...:
    -Un certo politico che sembrava essere Robin Hood, e che parlava delle porcate del ParlaMento ora fa l'opinionista sulle reti MediaSetta. Sarà che in quel momento serviva straparlare male dei politici (non che non lo meritassero).

    -E come si riempivano la bocca le Iene, Striscia, ecc con battute sarcastiche. Ora però, guardacaso, e sconveniente la satira. Già...
    Grillo poi comincia ad essere scomodo.

    -Un camion di mazze passa tra le fitte maglie della polizia in piazza navona.
    Dividi et impera.
    Meglio dare al popolo un nemico "inesistente" (quattro baccalà manipolati che da tutto questo guadagnano solo il potersi vantare stile tifosi stadio) che chi muove tutto

    -I dirigenti di Banca in galera se falliscono (non che dispiaccia, in realtà, ma che ci guadagneranno a fallire?)
    Certo qualcun'altro sta diventando strapotente

    Dove sono quelli che criticavano la Cina in nome di Berlusconi? Dove sono quelli che in suo nome (vorrei sapere che hanno guadagnato, visto che siamo tutti nella merda) parlavano della mancanza della libertà di parola dei cinesi, della violenza della polizia cinese, del popolo sottomesso e manipolato.
    Che popolo d'imbecilli.
    Svegliatevi!!! Qui sta diventando peggio!!! Siamo un popolo, il bene comune è il bene di tutti.
    Non sto parlando di comunismo, destra e manca, ma di vita. La nostra!!!
    Ci stanno togliendo tutto!!!
    Svegliatevi!!!
    non+autenticato
  • Ok che in internet gira di tutto, ma se su un web non si viola alcuna legge (di quelle riguardanti reati peggiori e sapete tutti a cosa mi riferisco) allora perchè chiuderci la bocca??
    Proprio ora che voglio creare il mio sito web mi dicono questo?? Ma siete matti??
    Cioè il bello di internet è la comunicazione, altrimenti non sarebbe internet, e allora perchè fare una legge del genere??... Cioè è come censurare i giornali?? Chi li censurerebbe, eppure c'è in giro di tutto anche lì...
    MA... SONO SEMPLICEMENTE INDIGNATA...
    Sempre peggio in questo Paese... Spero di laurearmi in fretta in Informatica e andarmene in America...
    Ciao
    non+autenticato
  • la risposta è semplice: licio gelli nella sua grande sapienza da gran maestro (...) non aveva previsto internet, quindi è riuscito ad ottenere il controllo su tutti i media audio/visivi, ma essendo un vecchiaccio decrepito, non comprende nemmeno cos'è internet (così come i parlamentari italiani), quindi avrà chiamato il suo amichetto silvio, dicendo "ah silvio, chiudi un po' internet", senza sapere che le leggi italiane su internet valgono meno di 0 nel resto del mondo, quindi posso aprirmi un blog italiano in guatemala e continuare a dire che al governo c'è un esponente della p2

    non fermiamoci, c'è una falla nel loro piano, SFRUTTIAMOLA
    non+autenticato
  • le news che richiamano a una posizione politica sono quelle che generano piu' 3ds (con buona pace di nvidia vs ati..A bocca aperta )

    da cui deduco che smanettoni gamers sysadmin e dintorni sviluppino una maggiore coscienza (informazione) civica... (grazie anche a p.i.)

    :| la rete e' un plebiscito continuo, vince sempre la maggioranza o la logica, e spesso coincidono quando gli uomini sono lasciati liberi di pensare....

    esiste un'altra italia su un pianeta che ho visto io (giuro) dove ci sono 50 milioni di elettori che votano istantaneamente per ogni decisione rilevante... e dopo un po' anche per quelle meno... e dopo un po' tutti sono liberi di riconoscere un deficiente da un ministro....

    a natale regalate un pc vecchio a qualcuno che non lo ha, (e se la situazione ve lo permette senza os installato....Occhiolino oppure spiegategli come si usano google e wiki....

    farete un regalo a tutti.
  • - Scritto da: Sogliola
    > a natale regalate un pc vecchio a qualcuno che
    > non lo ha, (e se la situazione ve lo permette
    > senza os installato....Occhiolino oppure spiegategli
    > come si usano google e
    > wiki....
    >
    > farete un regalo a tutti.

    Hai ragione!
    ciao,
    Max
  • In un regime autoritario si controlla tutto, adesso cercano anche di imbavagliare la rete!
    ocio ragazzi!!!!
    non+autenticato
  • Oh cavolo!!! oggi ne hanno combinata un'altra!!!!!!(RAI)
    peggio di quello che pensavo.....
    ocio ragazzi!!!!
    non+autenticato
  • Mi viene in mente un certo ventennio...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Successiva
(pagina 1/10 - 48 discussioni)