MandrakeSoft chiede aiuto agli utenti

La società che sviluppa la celebre distribuzione Linux Mandrake versa in una condizione finanziaria difficile e, per coprire i debiti, chiede aiuto a utenti e investitori. Chi raccoglierà l'appello?

Parigi - Per la seconda volta nel giro di un anno MandrakeSoft, azienda che sviluppa la più diffusa distribuzione di Linux sul mercato desktop, ha chiesto aiuto ai propri clienti e agli investitori per superare una situazione finanziaria molto difficile, caratterizzata da un bilancio in rosso e dalla necessità di racimolare 4 milioni di dollari per pagare i debiti e coprire le spese.

Non è la prima volta che la piccola società francese naviga in acque burrascose: in seguito a scelte strategiche sbagliate, nel marzo dello scorso anno MandrakeSoft si ritrovò a dover fronteggiare un incremento delle spese del 400%.

Per risolvere quello che il co-fondatore di MandrakeSoft, Gael Duval, giudica "un momento davvero difficile", l'azienda ha pubblicato un documento dal titolo "MandrakeSoft's future" in cui delinea l'attuale situazione economica e i progetti da attuare nell'immediato futuro per colmare i buchi in bilancio.
"Se siete preoccupati per il futuro di MandrakeSoft - si legge sul sito della società - questo è il momento di mobilitarsi!".

L'azienda sostiene che i clienti possono offrire il proprio aiuto abbonandosi al MandrakeClub o acquistando i prodotti e il supporto venduti attraverso il sito MandrakeStore.com. Agli investitori MandrakeSoft chiede invece di partecipare ad un aumento del capitale societario, ricordano loro come "MandrakeSoft sia un'azienda vicina alla redditività, con un valore attraente, con una crescita d'affari impressionante in mercati promettenti, e con prodotti di buona fama venduti in più di 135 paesi".

MandrakeSoft non è l'unica azienda dell'open source ad attraversare difficoltà economiche: SuSE, che nel 2002 prevedeva di raggiungere la redditività, ha dovuto invece registrare una flessione delle entrate, e così TurboLinux, che si è vista costretta ad abbandonare alcuni rami del proprio business per rifocalizzare la propria attenzione sul mercato giapponese.

A dimostrare che sul mercato Linux non tutto va storto c'è Red Hat, il più grande distributore del sistema operativo free: proprio pochi giorni fa l'azienda dal cappello rosso ha infatti registrato per la prima volta dei profitti che, seppur modesti (poco più di 300mila dollari), sono accompagnati da un incoraggiante incremento delle entrate, pari al 14%.
499 Commenti alla Notizia MandrakeSoft chiede aiuto agli utenti
Ordina
  • ....dell'interfaccia a linea di comando !!!!!



    Questo è quello che si sente dire quotidianamente dai M$-ari....

    ......ancora per poco però....

    http://www.jobsahead.com/search/jobdesc.html?id=89...
    non+autenticato
  • Microsoft "India", cioè il terzo mondo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Microsoft "India", cioè il terzo mondo.

    Furbone, pensi che Windows icspi sia stato programmato direttamente da Bill Gates in persona ?

    Pensi che il prossimo Windows indiano sarà diverso da quello USA che magari a sua volta sarà diverso da quello Europeo ?

    Ma pensa te....
    non+autenticato
  • ...in 3 fasi:
    1) Ah che bello, possiamo faci il s.o. oppure il software; possiamo costruire questo e quello; che bello che bello..

    2) (dopo una settimana) No, non ho voglia né tempo per costruire questo e quello...e poi tanto lo fanno gia' gli altri.

    3) I programmi son sempre gli stessi, in gran parte inutili e datati.

    Ecco l'open source: Tutti vogliono fare Tutto, e alla fine Nessuno fa Nulla.
    non+autenticato
  • ...in 2 fasi:

    1) Distruggere la concorrenza.

    2) Trasformare la licenza d'uso in una specie di affitto di software, in modo da poter continuare a guadagnare senza fare più innovazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...in 3 frasi:

    ..sconnesse

    > 1) Ah che bello, possiamo faci il s.o.
    > oppure il software; possiamo costruire
    > questo e quello; che bello che bello..

    ma alla fine si fa (e non finisce certo qui)

    www.kernel.org
    www.openoffice.org
    www.mozilla.org
    www.gimp.org
    www.php.org

    ecc

    come vedi SI FA

    > 2) (dopo una settimana) No, non ho voglia né
    > tempo per costruire questo e quello...e poi
    > tanto lo fanno gia' gli altri.

    questo è quello che senti TU.

    ma alla fine molti collaborano

    www.kernel.org
    www.sourceforge.net
    www.osdn.com

    > 3) I programmi son sempre gli stessi,
    > in gran parte inutili e datati.

    se ti annoia ciò che mantiene la propria denominazione mentre migliora sotto gli occhi di chi apprezza e USA, sono problemi TUOI


    > Ecco l'open source:

    questa è una tua visione, che coltivi con grande cura, evidentemente

    > Tutti vogliono fare
    > Tutto, e alla fine Nessuno fa Nulla.

    balle:

    www.kernel.org
    www.openoffice.org
    www.mozilla.org
    www.gimp.org
    www.php.org

    a te l'open source non piace e al massimo lo vedi come un nemico per qualche tua attività personale (probabilmente condivisa con il monopolista di turno).
    Esorcizzare il Male è tutto ciò che puoi fare,
    Intorno a te cresce quella che per te è Erbaccia Malefica, mentre per altri è grano rigoglioso. Tu non hai gli strumenti per raccoglierlo e detesti chi invece LO SA FARE.

    Buon anno




    non+autenticato
  • Salve,
    Scusate l'OT. Posto qui perchè mi sembra che questo topic sia molto frequentato.
    Vorrei ringraziare i lettori di P.I. che qualche tempo fa mi dissero che i drivers PCTel per il mio winmodem esistono. Li ho cercati, trovati e - alla meno peggio - installati in Mandrake 9. La connessione funziona : il ping all'ip del provider dà buone risposte, anche se non sono riuscito a navigare. Ma, un po' alla volta, riuscirò a risolvere tutti i problemi !

    Saluti,
    Piwi
    non+autenticato
  • > La connessione
    > funziona : il ping all'ip del provider dà
    > buone risposte, anche se non sono riuscito a
    > navigare. Ma, un po' alla volta, riuscirò a
    > risolvere tutti i problemi !

    Punto 2? che è un problema di DNSSorride
    Senza smanettare molto con pppd prova a modificare come segue in file /etc/resolv.conf:
    [vanni@aleste:~]$ cat /etc/resolv.conf

    nameserver 193.70.192.25
    nameserver 193.70.152.25
    non+autenticato
  • Notare ke non c'entra una ceppa col topic del forum...
  • Grazie! Un po' alla volta si riesce a fare tutto!
    non+autenticato
  • Sarebbe questo il mondo dell'informatica del futuro? Un generatore di aziende in rosso? Un volano per il debito pubblico (in Italia, almeno, dove ogni azienda in crisi munge il proprio dallo stato-mamma)?

    Sarò antiquato, ma io considero questa posizione del sistema operativo gratuito un regalo alle aziende che con gli strumenti informatici ci fanno il business. Un ennesimo autogol di noi informatici che, dopo la corsa al ribasso sia nel prezzo dei sistemi (vi ricordate quanto costava un PDP 11 che fa le stesse cose che fa oggi un Windows 2000 Server?)che nel prezzo dei servizi di consulenza informatica, adesso ci vogliamo mettere pure a regalare il sistema operativo e, magari perché no, pure la suite office.

    Provate ad andare a vedere gli avvocati, i medici, i notai se attuano la stessa politica autolesionistica che stiamo operando noi.

    L'effetto? Un generatore automatico di poveri o imprenditori sul lastrico. Complimenti!

    3dots.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarebbe questo il mondo dell'informatica del
    > futuro? Un generatore di aziende in rosso?
    > Un volano per il debito pubblico (in Italia,
    > almeno, dove ogni azienda in crisi munge il
    > proprio dallo stato-mamma)?
    >
    > Sarò antiquato, ma io considero questa
    > posizione del sistema operativo gratuito un
    > regalo alle aziende che con gli strumenti
    > informatici ci fanno il business. Un
    > ennesimo autogol di noi informatici che,
    > dopo la corsa al ribasso sia nel prezzo dei
    > sistemi (vi ricordate quanto costava un PDP
    > 11 che fa le stesse cose che fa oggi un
    > Windows 2000 Server?)che nel prezzo dei
    > servizi di consulenza informatica, adesso ci
    > vogliamo mettere pure a regalare il sistema
    > operativo e, magari perché no, pure la suite
    > office.
    >
    > Provate ad andare a vedere gli avvocati, i
    > medici, i notai se attuano la stessa
    > politica autolesionistica che stiamo
    > operando noi.
    >
    > L'effetto? Un generatore automatico di
    > poveri o imprenditori sul lastrico.
    > Complimenti!
    >
    > 3dots.
    >
    Concordo pienamente.
    Anche se penso che molti di coloro che caldeggiano l'ideologia dell'OpenSource, sono spesso persone che guadagnano, sul risparmio che deriva nel non pagare gli strumenti, con cui portano avanti il loro business, allo stesso modo di come io potrei caldeggiare una filosofia, che mi permetta di usufruire di Hardware gratuito.

    Si inneggia all'informatica come di un bene comune, libero e fruibile da chiunque senza spendere.
    Perche' allora non facciamo una crociata nei confronti dei benzinai? anche i trasporti sono un bene comune. Pensate, andare dal benzinaio e semplicemente fare il pieno, senza spendere nulla; magari gli diamo qualche euro, giusto per "aiutarlo" un po' nella sua "missione".

    Ma per favore.
    non+autenticato
  • > Sarò antiquato, ma io considero questa
    > posizione del sistema operativo gratuito un
    > regalo alle aziende che con gli strumenti
    > informatici ci fanno il business.

    Nessuno ha la sfrera di cristallo per prevedere il futuro, io rispetto le tue vedute che non sono le mie

    > Un
    > ennesimo autogol di noi informatici che,
    > dopo la corsa al ribasso sia nel prezzo dei
    > sistemi (vi ricordate quanto costava un PDP
    > 11 che fa le stesse cose che fa oggi un
    > Windows 2000 Server?)che nel prezzo dei
    > servizi di consulenza informatica, adesso ci
    > vogliamo mettere pure a regalare il sistema
    > operativo e, magari perché no, pure la suite
    > office.

    L'osservazione è più che lecita...
    1) Secondo te, il calo del costo dell'hardware e del software degli ultimi 10 anni a cosa è dovuto? e soprattutto, si poteva evitare?
    2) Le piccole aziende e medie (non stò parlando delle grosse catene di informatica), vivono con la vendita di windows o office?

    L'informatica è ormai accessibile a tutti, il mercato pullula di tecnici (più o meno bravi) e ogni anno le università sfornano informatici, se poi ci aggiungiamo i programmatori, analisti e amministratori di sistema provenienti da corsi provinciali, regionali e privati.....il mercato non è più quello di 10 anni fa', adesso c'è più concorrenza e di conseguenza i guadagni sono calati e caleranno ulteriormente. Oltretutto l'entrata dei paesi Asiatici ha contribuito al ribasso dell'hardware, ti ricordi 10 anni fa quanto costava un M24? costava ca 4.000.000 di Lire e il guadagno del rivenditore era alto!

    Ciò che voglio dirti è che oggi, per guadagnare si deve puntare sulla vendita di software personalizzati, servizi e nuove idee.
    La vendita di windows NON è mai stato un vero affare per il commerciate, come non lo è mai stato la vendita di Office (salvo grosse forniture ad enti statali, ma sono comunque casi limiti), sì, magari contribuiscono, ma sempre in quantità molto marginale.
    Linux e OpenOffice non hanno costo (magari solo la spesa per una distribuzione), ma è pur vero che tutto ciò che ne ricavi è TOTALMENTE riguadagnato.
    Tanto per farti un esempio (prezzi presi da puntoinformatico.it):
    Azienda con 5 computer in rete....
    Un windows 2000 server lo puoi vedere a ? 1.131,93
    MS Office XP Pro/Publisher OEM Ita Cd   ? 424,62 x 5
    per semplificare fermiamoci quà, il totale è ? 3255 circa, ora ammettendo, voglio esagerare, un guadagno del rivenditore del 25% ottieni 815 euro di guadano (se vogliamo essere più che ottimisti).
    Se proponi una stessa soluzione con Linux, potresti chiedere ?1500 (per farti un esempio), per l'installazione e la configurazione.....
    Come avrai già intuito, il cliente ha risparmiato ben 1755 euro e tu ha guadagnato 700 euro in più rispetto alla vendita di windows, se poi gli recicli i suoi vecchi computer, il risparmio del cliente aumenta, è contento e ti richiama per ogni evenienza....e quì c'è altro guadagno.

    Linux e molti programmi GPL, contribuiscono ad arricchire le piccole aziende, quelle a cui io (e forse tu) apparteniamo. Oggigiorno, un qualsiasi programmatore può mettere su uno studio con costi ristrettissimi e questo grazie a Linux, PHP, MySql (che proprio gratis non è), PGSql ecc...

    > Provate ad andare a vedere gli avvocati, i
    > medici, i notai se attuano la stessa
    > politica autolesionistica che stiamo
    > operando noi.

    Questo è un altro discorso, loro hanno un ordine e dei tariffari da rispettare, se non li rispettano vengono buttati fuori dall'ordine.
    Noi abbiamo un'albo, se ci inscriviamo tutti, il tariffario diventa unico.....il problema è che troverai sempre qualcuno disposto a svendersi.

    P.S.
    Non pensare che chi vende soluzioni Linux o abbraccia la GPL sia disposto a svendere il proprio lavoro, anzi, spesso avviene il contrario, dove, pur di vincere gare e vendere, si risparmia sul prorio guadagno (l'unico costo che è possibile abbassare)

    > L'effetto? Un generatore automatico di
    > poveri o imprenditori sul lastrico.
    > Complimenti!

    Speriamo di no Sorride
    Vedremo...

    > 3dots.

    Ciao
    Gianni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarebbe questo il mondo dell'informatica del
    > futuro? Un generatore di aziende in rosso?

    in condizioni di monopolio, purtroppo, è proprio questo che può accadere: una sola azienda sta sempre a galla mentre tutte le altre affoghicchiano (la vicenda di BeOS, che chiama in causa proprio microsoft, ne è un altro segnalatore)

    Liberiamoci dei monopolisti e le cose cambieranno
    non+autenticato
  • 1) E' la quarta volta che ti invio questo link, perchè fai finta di non vederlo?
    Hai chiesto link ad applicazioni, cito tue parole:
    >, ma continui a far finta di niente.
    Il link è sempre il solito:
    http://www.opengl.org/users/apps_hardware/applicat...
    Ci trovi applicazioni sia GPL, sia close, sia posting che no.
    Assumiti la responsabilità di ciò che dici e inizia a sfogliarti TUTTI i link che ti ho mandato, poi torna a postare

    2) Mi avevi detto che non conoscevi corsi CEE specifici per linux, ti ho dimostrato il contrario, ma sei talmente "Talebano" che non ammetti neppure l'errore. Se tu insegni alla parrocchia del tuo paese non è colpa mia.

    3) Continui a sputare sulla GPL, ma ti ricordo (dal mio post precedente), che il tuo BeOs (oltre a non avere nessuna applicazione professionale), sopravvive grazie alla GPL....inizia a non usare programmi GPL, poi vediamo cosa ci fai col tuo giocattolino di BeOs (anche a questo tu non hai detto nulla perchè?)

    4) Io ti ho tirato fuori i DiskLess per farti vedere che esistono grossi progetti GPL utilizzati da grandi aziende.....è vero che non è quello che chiedevi, ma è pur vero che ti ho parlato di DiskLess dopo averti mandato il link che rispondevano alle tue domande:
    <<Ma che stai a dì......giusto per mandarti una paginetta di link:
    www.opengl.org/users/apps_hardware/applications/linux_apps.html
    Tra cui, MicroStation (scusa se è poco...magari non sai neppure cos'è)
    Di gestionali ce ne sono tantissini e ottimi prodotti (forse tu non hai tra i tuoi clienti dei commercialisti), comunque, giusto per dirtene uno (tra l'altro collaborano con IBM):
    www.teamsystem.com >>
    LA MIA RISPOSTA ALLE TUE DOMANDE ERA QUELLA SOPRA!!! Tutto ciò che ho detto dopo erano cose in più (infatti erano separate da diverse righe)

    Quando rispondi a qualcuno, riporta il testo integrale di ciò che viene scritto e non solo quello che vuoi far apparire.
    E non mi rispondere con frasi del tipo "...allora cercatemi questo....", su questi link puoi farti, DA SOLO, tutte le ricerche che vuoi (sempre che tu sappia usare un motore di ricerca):
    www.google.it
    www.altavista.it
    www.virgilio.it
    www.yahoo.it
    www.lycos.it

    P.S.
    Già che ci sei vai a vedere pure TUTTI questi link:
    http://www.libsdl.org/applications.php
    http://www.exploits.org/v4l/
    http://www.financialexpress.com/fe_full_story.php?...

    Ciao
    Gianni
    non+autenticato
  • > http://www.opengl.org/users/apps_hardware/app
    > Ci trovi applicazioni sia GPL, sia close,
    > sia posting che no.

    Ok, a me interessano solo le GPL. Poi che esista Maya per Linux lo so da mio da anni, visto che mi era anche passato per le mani, ma non mi interessa il 3D e quindi ne ho fatto a meno!Con la lingua fuori
    Darò una scorsa solo a quelle GPL....

    Poi ribadisco che per Linux non esistono programmi di videoediting e musicali di livello nemmeno amatoriale. E parlo con ampia cognizione di causa, te l'assicuro! (Ce n'era uno per la priam categoria, closed e a pagamento ma è fuori catalogo al momento)
    Per il multimedia con Linux fai gran poco, a parte ascoltare l'mp3 e vedere il DVD (illegalmente con le libdecss).
    Quindi dire che Linux serve a tutto è obiettivamente FALSO!
    Girala come vuoi. (E parlo solo di ambiti che conosco bene, lasciando stare il resto)


    > 2) Mi avevi detto che non conoscevi corsi
    > CEE specifici per linux

    Va beh, va beh.. Allora diciamo che nella mia regione non si sono mai visti, sito Regionale alla mano...
    (poi se ne è spuntato uno 2 mesi fa all'improvviso può anche essere! ^_^). Non che citino Linux o Open Office nel titolo!


    > 3) Continui a sputare sulla GPL, ma ti
    > ricordo (dal mio post precedente), che il
    > tuo BeOs (oltre a non avere nessuna
    > applicazione professionale)

    Infatti non ho mai detto che il BeOS dominerà il mondo, spazzerà via Windows del pretoriano Bill Gates, farà fuori ogni altro modello di sviluppo software e scemenze varie (non tue, ma di altri begli elementi da 'ste parti)
    E' l'OS più avanzato, innovativo e originale che esista per PC (e Mac) e questo mi basta.


    >, sopravvive
    > grazie alla GPL....inizia a non usare
    > programmi GPL, poi vediamo cosa ci fai col
    > tuo giocattolino di BeOs (anche a questo tu
    > non hai detto nulla perchè?)

    Vuoi mettere il gusto di sfruttare il nemico? Anzi! Con la GPL è il massimo! Gli dici che sono fessi a dar via gratis, che il loro modello è totalmente sballato e controproducente e quelli ti attaccano e si inalberano ancora di più nelle loro convinzioni, sfornando sempre migliori prodotti da sfruttare! Neanche nei club sadomaso arrivano ad una simile autoflagellazione! RSM è un genio, da questo punto di vista!A bocca aperta
    E' come se un sindacalista andasse in una fabbrica di operai schiavizzati e quelli lo mandano via incavolati con lui, perchè la loro devozione al padrone è totale! Il sogno di ogni imprenditore!Con la lingua fuori
    Ad un certo punto se la cosa persino vi soddisfa perchè dovrei essere io a tirarmi indietro?

    Anzi! Cos'aspettate? Correggete l'immondo bug del DCC Resume, che è in giro da sempre, al vostro tanto decantato firewall/NAT! Op op, lavurèr, che aspetto di sfruttare!Con la lingua fuori
    (trollata totale, ma mi divertiva!A bocca aperta)


    > 4) Io ti ho tirato fuori i DiskLess per
    > farti vedere che esistono grossi progetti
    > GPL utilizzati da grandi aziende

    Ok, ma io non ho mai detto il contrario...

  • - Scritto da: Ekleptical

    ....
    > >, sopravvive
    > > grazie alla GPL....inizia a non usare
    > > programmi GPL, poi vediamo cosa ci fai col
    > > tuo giocattolino di BeOs (anche a questo
    > tu
    > > non hai detto nulla perchè?)
    >
    > Vuoi mettere il gusto di sfruttare il
    > nemico? Anzi! Con la GPL è il massimo! Gli
    > dici che sono fessi a dar via gratis, che il
    > loro modello è totalmente sballato e

    Nulla è perfetto...

    Però vedi cosa serve la GPL al posto della BSD ? Ad impedire che le piattole sfruttino anche il codice sorgente per poi dirne peste e corna......

    Sei la dimostrazione vivente della necessità della GPL...

    .....
    > > 4) Io ti ho tirato fuori i DiskLess per
    > > farti vedere che esistono grossi progetti
    > > GPL utilizzati da grandi aziende
    >
    > Ok, ma io non ho mai detto il contrario...

    Oooppsss..... evidentemente avevo capito male....

    Comunque mi segno il link al tuo reply.... potrei averne bisogno in futuro...
    non+autenticato
  • > Il link è sempre il solito:
    > http://www.opengl.org/users/apps_hardware/app
    > Ci trovi applicazioni sia GPL, sia close,
    > sia posting che no.

    Allora, dato un occhio al link. Per ora mi son fermato alle applicazioni 3D (e mi sa che non andrò oltre, visti i risultati).
    Da breve analisi, in tipico stile Linux, 1/3 abbondante dei link non va o da 404.
    Più di 1/3 sono prodotti a pagamento, GPL manco per sogno.
    La rimanente fetta sono programmi che a definirli professionali ci vuole coraggio.
    Invito te a fare un giro fra quei link!Con la lingua fuori
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 36 discussioni)