3.300 netcafé chiusi in Cina

I dati 2002

Roma - Continua l'offensiva del regime cinese contro quegli internet café che non rispettino appieno rigide regolamentazioni di sicurezza e controllo. Negli ultimi sei mesi, dopo l'incendio che a giugno ha ucciso 25 frequentatori di un locale di Pechino, le autorità hanno sottoposto a controlli migliaia di net café e hanno deciso di chiuderne più di 3.300.

Altri 12.000 internet café sono al momento chiusi ma potranno riaprire se apporteranno miglioramenti alla sicurezza dei propri locali. E va considerato che i net café rappresentano per moltissimi cinesi l'unica via per poter accedere ad internet, situazione che li rende spesso estremamente affollati.

Va anche detto, però, che le chiusure sono giunte sulla scorta delle perplessità espresse da più parti nel regime pechinese, come quelle legate all'influenza negativa che avrebbe internet sui più giovani - ai quali non è concesso l'ingresso in questi locali - e all'importazione via internet di contenuti scomodi, politici o pornografici.
TAG: censura