Giovanni Arata

YouTube, i commenti sono uno scandalo

I commenti sono offensivi per i pių piccoli. A denunciarlo il report di un'associazione di genitori statunitense. Che chiede filtri al search e ammonisce gli inserzionisti: non investite in servizi impuri

Roma - Non solo i filmati, ma anche i commenti ai video di YouTube presentano insidie per i più piccoli. E l'intermediario che li ospita farebbe bene a regolamentarli. Č questo il principale risultato dell'analisi compiuta sui contenuti multimediali e testuali del portalone dal Parents' Television Council (PTC), un'associazione genitoriale statunitense. Sotto accusa, in particolare, il linguaggio esplicito ed i ricorrenti link a siti pornografici.

Bambino e schermoLa survey, racconta ArsTechnica, è stata condotta con il metodo dell'analisi qualitativa, ed ha riguardato 280 video presenti sul database del grande provider statunitense. Nell'arco di un periodo di circa quaranta giorni, tra il 1 luglio ed il 5 agosto 2008, gli ispettori di PTC hanno così passato al setaccio le immagini e le parole impiegate nei filmati, e seguito lo svilupparsi dei commenti degli utenti alle stesse.

Ed i risultati, dal loro punto di vista, sono stati tutt'altro che incoraggianti. Le ricerche condotte impiegando termini a sfondo sessuale ad esempio, li hanno portati a scoprire che oltre un quarto dei filmati risultanti non prevedono meccanismi di verifica dell'età, ed anche lo scan dei most popular video associati alle diverse keyword ha spesso condotto verso contenuti sessualmente espliciti.
Ma le maggiori sorprese vengono dall'analisi dei commenti. Esaminando le stringhe di testo lasciate dagli utenti in calce ai filmati gli ispettori di PTC hanno scoperto frequenti casi di link a siti pornografici, nonché l'impiego di espressioni "altamente offensive". E questo, chiosano, anche quando i termini usati per effettuare il search sono apparentemente innocenti e child friendly.

Di fronte a questo scenario, gli estensori del rapporto assumono una posizione molto netta. Anche se le misure recentemente assunte da YouTube per limitare la visione dei contenuti pornografici all'interno dei propri spazi vanno nella giusta direzione, spiegano, è necessario ampliare ulteriormente il raggio del controllo: "le nuove policy di YouTube dovrebbero essere estese anche ai commenti, ai link ed alle pubblicità". Per far questo, si spiega ancora, dovrebbe essere creato un sistema di rating dei contenuti "articolato, accurato e trasparente", che consenta ai genitori di bloccare i materiali inappropriati.

In conclusione, i responsabili di PTC riservano un ammonimento anche agli inserzionisti, ai quali dicono: "gli sponsor devono sempre mantenere una chiara consapevolezza rispetto al tipo di contenuti di cui rendono possibile la distribuzione con i propri finanziamenti".

Le policy di pubblicazione (e la popolarità) stanno concentrando su YouTube attacchi sempre più frequenti da molti fronti diversi. Solo pochi mesi fa il portale si era dovuto difendere dalle accuse pubbliche dal sentore Joe Lieberman, il quale stigmatizzava la presenza entro il database YouTube di video legati all'attività di Al-Qaeda. Ed anche nel nostro paese non mancano coloro che criticano e coloro che chiedono rimborsi milionari al popolare servizio di video sharing.

Giovanni Arata

fonte immagine
86 Commenti alla Notizia YouTube, i commenti sono uno scandalo
Ordina
  • Sti genitori non si reggono.

    Per quanto tempo li vogliono proteggere? Imparassero a educarli.
    non+autenticato
  • Ma ancora non si capisce che c'è un errore di fondo?ovvio, questo è un mio parere ma ora ve lo espongo.

    Ma perchè il sesso vien ancora demonificato quasi fosse uno strumento del demonio?stiamo ancora nel medioevo?

    Dio mio...forse sarebbe ora che anche i bambini possano guardare qualche scena di sesso. Cosi magari non ci saranno piu degli idioti che a 20 anni non sanno ancora come è fatta una donna.

    Non capisco cosa ci sia di brutto nel vedere due che fanno sesso, quando i tg ci propinano tranquillamente cadaveri mutilati e resoconti dettagliati degni di Stephen King.

    Poi c'è chi puo rimanere ancorato alle vecchie maniere, ma io son convinto che un ragazzino(parlo di 10-12 anni)debba farsi un po di cultura sessuale. Ed è da dire che mettere l'educazione sessuale a scuola non serve a nulla.

    Ah chissà..magari non ci sarà piu chi si vergogna di parlare di sesso. E magari qualcuno ne parlerà con i genitori(come faccio io dall'età di 15 anni)come si parla di una partita di calcio della squadra tifata, o come una giornata a scuola. Chissà...magari un giorno la gente capirà che non esiste il momento giusto per insegnare qualcosa ai bambini..e che forse bisogna far capire loro dall'inizio come stanno le cose, cosi che non ci sbattano il muso malamente in futuro e siano gia preparati. E non sto parlando solo di sesso.

    una visione alternativa?mi scuso per la foga ma è solo un mio parere. Personalmente a 14 anni farò vedere qualche film porno a mio figlio, tanto a quell'età si fa anche piu di ciò che si vede nel mondo hard. Mi sembra quantomeno sciocco vietare a 15enne non piu "vergine" di non vedere un film porno visto che SA ESATTAMENTE COSA C'è VISTO CHE L'HA FATTO DI PERSONA!Al massimo avrà qualche spunto per divertirsi di piu con la propria ragazza. E ci sono 25enni vergini contro i 14enni trombaroli a piu non posso...questo mondo farebbe ridere se non ci fosse da piangere.

    Saluti.
    non+autenticato
  • Da un lato anche io vedo un interesse tanto morboso nei confronti dei bambini.

    C'è da un lato una iperprotettività di genitori e istituzioni.

    Dall'altro una scusa premeditata per togliere diritti ai grandi, per censurare e controllare internet.

    Però un piccolo commento contro la volgarità su internet lo vorrei fare.
    E da un po' che vedo in commenti a video di Youtube, nei forum e in tantissimi posti dove si può commentare liberamente, un eccesso di volgarità spesso anche a sproposito e gratuita.

    Un continuo ca77o, fancu|0, f0ttiti, z0cc0|a, pu||ana, me3da e bestemmie varie... Anche su argomenti stupidissimi, anche senza provocazione.
    Cioè una maleducazione ed una volgarità diffusa ed ingiustificata.
    Da un lato è forse vero che Windows e il computing semplificato abbiano portato su Internet cani e porci, ma c'è anche una scarsa percezione del fatto che si è visibili a tutto il mondo, e non solo protetti dietro il monitor nella propria cameretta...

    Senza contare una cattiva educazione delle generazioni moderne, oltre ad una strana e diffusa aggressività.
    non+autenticato
  • Youtube è il sito per quei falliti che vorrebbero ritentare il proprio successo mediante un servizio aggratis..

    Poi ci sono quelli che sfogano nei commenti la loro dannazione e la condizione di esseri sottosviluppati.

    Per non essere proprio cattivi, si può dire che il 90% degli utenti di youtube stanno benissimo in una delle categorie suddette, il resto è una minoranza che subisce.

    Questo è il fatto, ma mi rendo conto che sono cose alle quale ci si fa troppo male a crederci...

    Bye! Sorride
    non+autenticato
  • CattivoneA bocca aperta con un senso della realtà notevole.

    Lo stesso discorso si potrebbe tranquillamente ampliare a qualsiasi sito "social" o simile, o comunque dove uno può registrarsi e identificarsi.

    Sigh...
    non+autenticato
  • io certi commenti non li capisco...se uno si iscrive a facebook allora è uno sfigato emarginato dalla società?? ma cosa mi tocca leggere... In lacrime
  • perchè siamo tutti giudici e sentenziamo su tutto, soprattutto conosciamo i fatti.
  • jonbonjovi quanto ti dò ragione..
    Saremmo tutti sfigati se scriviamo un commento su siti di social net..
    Bha..
    non+autenticato
  • - Scritto da: gulox

    > Poi ci sono quelli che sfogano nei commenti la
    > loro dannazione e la condizione di esseri
    > sottosviluppati.

    Senza offesa eh, ma il tuo commento potrebbe benissimo identificarti in questa categoria...
    Shiba
    3147
  • - Scritto da: Shiba
    > - Scritto da: gulox
    >
    > > Poi ci sono quelli che sfogano nei commenti la
    > > loro dannazione e la condizione di esseri
    > > sottosviluppati.
    >
    > Senza offesa eh, ma il tuo commento potrebbe
    > benissimo identificarti in questa
    > categoria...


    stra LOL
  • Quoto in parte, diciamo che in alcuni casi permette di scoprire qualche talento. Per il resto c'è tanta roba da buttare.
    non+autenticato
  • se lasci i bambini soli a giocare per la strada, e una macchina li stende, che fai?

    pretendi che tutte le macchine siano tolte dalla strada?
    o togli sdalla strada i tui figli?


    come al solito, italiani=imbecilli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio Macchi
    > se lasci i bambini soli a giocare per la strada,
    > e una macchina li stende, che
    > fai?
    >
    > pretendi che tutte le macchine siano tolte dalla
    > strada?
    > o togli sdalla strada i tui figli?
    >
    >
    > come al solito, italiani=imbecilli.


    Quanto hai ragione!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio Macchi
    > come al solito, italiani=imbecilli.

    Magari fosse solo l'Italia.
    Č la stessa storia dappertutto.

    Se un genitore non usa i servizi di filtering, la colpa è solo sua.

    E, ovviamente, si può auspicare che ogni genitore abbia la possibilità di scegliere tra filtri differenti (all'interno dello stesso servizio o tra servizi diversi).

    I filtraggi indiscriminati (ovvero non impostati lato client), vedi recente caso inglese su wikipedia, sono semplicemente un obbrobrio da "Grande Fratello".

    "http://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Fratello_(1984)"
    non+autenticato
  • [a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Fratello_(1984)"] wikipedia - Grande Fratello (1984) [/a]

    Per PI, si può fare nulla per i link?
    Almeno quelli che finiscono con parentesi tonda chiusa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio Macchi

    > come al solito, italiani=imbecilli.

    L'articolo parlava di associazioni USA, cosa centra l'Italia in questo caso? Ma forse era solo per il gusto di sputare nel piatto in cui mangi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mirco
    > - Scritto da: Antonio Macchi
    >
    > > come al solito, italiani=imbecilli.
    >
    > L'articolo parlava di associazioni USA, cosa
    > centra l'Italia in questo caso? Ma forse era solo
    > per il gusto di sputare nel piatto in cui
    > mangi.


    ipocrisia... altra virtu' apprezzatissima in italia
    non+autenticato
  • verissimo sui commenti di youtube si leggono cose da accapponare la pelle una parolaccia o insulto ogni 3 parole infatti non li leggo piu'...ci si rende conto del livello medio della gente che gira oggigiorno su internet...low low level...teppistelli cafoncelli, rimorchioni o politicizzati vari alla ricerca di uno spazio di attenzione se no chi se li fila. I veri internettiani doc evitano come la peste i luoghi di moda...youtube, facebook e simili...meglio la peste.
    non+autenticato
  • - Scritto da: jobb
    > verissimo sui commenti di youtube si leggono cose
    > da accapponare la pelle una parolaccia o insulto
    > ogni 3 parole infatti non li leggo piu'...ci si
    > rende conto del livello medio della gente che
    > gira oggigiorno su internet...low low
    > level...teppistelli cafoncelli, rimorchioni o
    > politicizzati vari alla ricerca di uno spazio di
    > attenzione se no chi se li fila. I veri
    > internettiani doc evitano come la peste i luoghi
    > di moda...youtube, facebook e simili...meglio la
    > peste.


    i veri internettiani doc devono essere due palle paurose.

    comunque, magari e' vero quello che dici... ma credi che censurando si alzo il livello?

    censurando si mette solo la polvere sotto il tappeto.

    francamente preferisco una brutta verita' ad una bella balla.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio Macchi
    > - Scritto da: jobb
    > > attenzione se no chi se li fila. I veri
    > > internettiani doc evitano come la peste i luoghi
    > > di moda...youtube, facebook e simili...meglio la
    > > peste.
    > i veri internettiani doc devono essere due palle
    > paurose.

    lol, quoto....
    non+autenticato
  • E perchè? Sono noiosi per il fatto che non vanno a mettere le loro foto da ubriachi, e non si mettono a scrivere commenti infantili?

    Uno può anche darci un occhiata a questi siti, ma sicuramente chi ha un po' di testa e non è ingenuo, userà pochissimo del suo tempo per questi passatempi da egocentrici.

    C'è tanto altro nella vita.



    Č come dire che una persona matura è noiosa, mentre un bamboccio è divertente. Se ci pensi, la realtà è ben diversa, e non certo bianco/nero.
    non+autenticato
  • come non darti ragioneSorride

    questi siti hanno avuto successo proprio grazie alla possibilità di commentare, che alla lunga si traduce nella solita lotta "ce l'ho più lungo io", infatti non c'è UN VIDEO CHE FOSSE UNO dove nei commenti non ci sono 2 idioti ch si scannano
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)