Gaia Bottà

UK, da anni trojan di stato nei computer dei cittadini?

Irruzioni negli hard disk dei cittadini, perquisizioni a distanza condotte dalla forze dell'ordine. Un traguardo già tagliato dal Regno Unito

Roma - Monitoraggi a distanza agevolati da malware di stato, carotaggi nella vita online dei cittadini, sorveglianza che le forze dell'ordine possono mettere in campo senza l'autorizzazione preventiva di un magistrato. Il Regno Unito è pioniere nelle tendenze che si stanno propoagando in Europa: le perquisizioni a distanza veicolate da trojan di stato e condotte con disinvoltura sono per certi versi legali già da anni.

A rivelare il regime di sorveglianza pervasiva che attanaglia il Regno Unito è il Times: l'Home Office, sulla scia del pronunciamento del Consiglio dei Ministri europeo, starebbe insinuando nel quadro normativo la possibilità per le forze dell'ordine di scandagliare i computer dei cittadini e di monitorare le loro attività senza bisogno di alcun mandato. Così come proposto in Germania, si tratterebbe di perquisizioni a distanza: basterebbero malware veicolato da una email o strumenti per penetrare nella rete WiFi del sospetto, basterebbe un "ragionevole sospetto" nei confronti del cittadino che potrebbe commettere un crimine punibile con almeno tre anni di carcere, basterebbe dichiarare che penetrare nel computer dell'individuo sia una misura proporzionata al crimine che si ritiene covi nella sua mente.

Email e tracciati delle navigazioni online, messaggi scambiati con altri netizen e contenuti archiviati sull'hard disk: il Times configura un futuro di perquisizioni a distanza sempre più frequenti, di scambi di dati fra gli stati membri dell'Unione Europea. L'utilizzo di strumenti informatici per penetrare nelle macchine dei cittadini, spiega l'autorevole quotidiano, sarebbe possibile per le forze dell'ordine britanniche fin dal 1994 e sarebbe già stato esercitato; aderendo alla proposta europea, il Regno Unito potrebbe impugnare questi poteri con sempre maggiore frequenza.
La mobilitazione delle associazioni che si battono per il rispetto dei diritti dei cittadini è stata immediata: Liberty ha paragonato le perquisizioni remote all'irruzione delle forze dell'ordine nell'abitazione di un cittadino e del sequestro del suo computer e ha invocato un dibattito parlamentare che sappia ristabilire i diritti fondamentali dell'individuo.

L'intervento dell'Home Office è stato invece tanto tempestivo quanto fumoso: sui media britannici si affollano le dichiarazioni dei portavoce del governo, che si affrettano a ribadire che nulla è cambiato, che l'accordo siglato con l'Unione Europea non è vincolante né prevede una tabella di marcia che determini l'implementazione delle strategie di intercettazione, che le perquisizioni a distanza restano regolate dalle leggi che da anni delimitano i poteri investigativi delle forze di polizia. Ma questa reazione non sembra riuscire a rassicurare cittadini la cui vita mediata dalla tecnologia rischia di convergere in archivi sconfinati nelle mani di stato e mercato.

Gaia Bottà
158 Commenti alla Notizia UK, da anni trojan di stato nei computer dei cittadini?
Ordina
  • Non ho letto tutti i post... Quindi non so se ripeto quando già detto
    La cosa che mi preoccupa di più, oltre all'uso eventuale indiscriminato e improprio, è l'utilizzo da parte di altri della falla creata dal trojan. Spesso chi prende un trojan non viene attaccato dallo stesso che te l'ha inviato, ma i "craker" che girano in rete vedono che sei "infetto" (hai porte aperte o cose simili) e sfruttano la vunnerabilità creata dal trojan per scoprire le tue password il numero del banking on line che hai digitato la mattina ecc... Semplificando un trojan di stato potrebbe permettere sia alla polizia che ad un malintenzionato di violare la tua privacy!!!! Inoltre computer affetti dai trojan possono essere usati a loro volta come veicolo di diffusione di virus o altri trojan....
    SECONDO ME è UNA COSA PERICOLOSA
    non+autenticato
  • Victory

    “A computer on every desk and in every home, running Microsoft software.” This is the mission statement of Microsoft itself; it is the definition of the conditions under which Microsoft itself can declare overall victory."

    E ora sappiamo anche che uso se ne fa.....
    non+autenticato
  • per completezza...

    “Working behind the scenes to orchestrate “independent” praise of our technology, and damnation of the enemy’s, is a key evangelism function during the Slog. “Independent” analyst’s report should be issued, praising your technology and damning the competitors (or ignoring them). “Independent” consultants should write columns and articles, give conference presentations and moderate stacked panels, all on our behalf (and setting them up as experts in the new technology, available for just $200/hour). “Independent” academic sources should be cultivated and quoted (and research money granted). “Independent” courseware providers should start profiting from their early involvement in our technology. Every possible source of leverage should be sought and turned to our advantage.”


    pdf MICROSOFT qui: http://tinyurl.com/7pldmo

    buona lettura...
    non+autenticato
  • Si, interessante, vero, a patto che il processo abbia concesso le autorizzazione a fare questo, e che tutti i programmi vengano avviati con privilegi di amministratore. Il kernel NT ha tanta di quella sicurezza (eccetto fisiologici bug), che purtroppo l'utente "w l'open source" non conosce, perchè abituato a parlare per sentito dire. Il mio sistema è inviolabile, basta solo un po' di cultura, il 95% della API è documentato, ed è chiaro che considerando che il target è l'utente che si prende il PC al mediaworld, e quando ficca la sua fotocamera vuole che compaiano per magia le foto, il sistema deve essere "gentile" e nn può stressare con 150mila password o sistemi di sciurezza.
    non+autenticato
  • bah veramente la sicurezza parte dal livello Win32 in giù

    l'API NT è la cosa più obbrobriosa che abbia mai visto...tant'è che il supersicuro Vista offre la funziona zwCreateThread che bypassa completamente IL e UAC

    ah già, sono io che avevo capito male, già perchè Sinofsky ha tenuto a precisare che UAC e IL non costituiscono un "new boundary" in termini di sicurezza e che quindi eventuali falle in questi due sistemi non vanno etichettate come falle di sicurezza

    che vuol dire? che UAC rompe le balle solo se le azioni avvengono tramite GUI e tramite le funzioni documentate dell'API win32, ma più giù, nel cuore di Windows, si annidano funzioni in grado di bypassare qualunque tipo di muro di sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e richiesta di elevazione dei privilegi
    non+autenticato
  • http://punto-informatico.it/1586762/PI/News/specia...

    basta leggere l'articolo (e capirne un po) per avere un paio di idee "strane"Occhiolino


    > ma più giù,
    > nel cuore di Windows, si annidano funzioni in
    > grado di bypassare qualunque tipo di muro di
    > sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e
    > richiesta di elevazione dei
    > privilegi
    non+autenticato
  • - Scritto da: aaaaa
    > http://punto-informatico.it/1586762/PI/News/specia
    >
    > basta leggere l'articolo (e capirne un po) per
    > avere un paio di idee "strane"
    >Occhiolino
    visto che sono buono cito dall'articolo


    Sul fronte dei servizi, un'altra innovazione di Vista rispetto a Windows XP è Session 0 Isolation.

    Per fare un esempio, se un servizio crea un'interfaccia utente, come una finestra di dialogo, in Session 0, l'utente non potrà vederla perché non ha accesso a quella session.


    Va osservato che le operazioni di ricerca e rimozione degli spyware possono essere eseguite da Windows Defender anche se l'utente non ha privilegi di amministratore


    "Un routing compartment ? sottolinea Malusardi - è la combinazione di un insieme di interfacce con una sessione di logon dotata di una propria tabella di routing. Un computer può avere diversi routing compartment, ciascuno isolato dagli altri. Ogni interfaccia può ovviamente appartenere a un unico compartimento.

    Attualmente quando un utente è connesso a Internet e a una VPN attraverso la stessa interfaccia è possibile, in alcune situazioni, che il traffico proveniente da Internet sia inoltrato sulla rete aziendale. I compartimenti di routing in Windows Vista evitano questa situazione usando tabelle di routing separate".


    RICAPITOLANDO:
    - SESSIONI SEPARATE E NON VISIBILI
    - PROGRAMMI CHE POSSONO ACCEDERE A DIRITTI DI AMMINISTRAZIONE (MA NON E UNA NOVITA SI PUO FAR PARTIRE UN PROGRAMMA CON PRIVILEGI DI AMMINISTRATORE DA UN ACCOUNT LIMITATO TRANQUILLAMENTE ANCHE SU XP)
    - ROUTING COMPARTIMENT (GIUSTO PERCHE LE DIVERSE SESSIONI NON SI MISCHINO INSIEME)

    ps. quando l'hard disk lampeggia senza ragione apparente anche se vi sentite un po paranoici riavviate il computerOcchiolino


    > > ma più giù,
    > > nel cuore di Windows, si annidano funzioni in
    > > grado di bypassare qualunque tipo di muro di
    > > sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e
    > > richiesta di elevazione dei
    > > privilegi
    non+autenticato
  • Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di scusarmi per questa interruzione. Come molti di voi io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere. Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole.. non c'è che da guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il vecchio Bailey, per ricordare a questo paese quello che ha dimenticato. Più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, ad un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato. (V)
    non+autenticato
  • Se non sbaglio in principio questo films era stato censurato...

    - Scritto da: tux
    > Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di
    > scusarmi per questa interruzione. Come molti di
    > voi io apprezzo il benessere della routine
    > quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare,
    > la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto
    > chiunque altro. Ma nello spirito della
    > commemorazione, affinché gli eventi importanti
    > del passato, generalmente associati alla morte di
    > qualcuno o al termine di una lotta atroce e
    > cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho
    > pensato che avremmo potuto dare risalto a questo
    > 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato
    > nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita
    > quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere.
    > Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che
    > in questo momento stiano strillando ordini al
    > telefono e che presto arriveranno gli uomini
    > armati. Perché? Perché, mentre il manganello può
    > sostituire il dialogo, le parole non perderanno
    > mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per
    > giungere al significato, e per coloro che
    > vorranno ascoltare, all'affermazione della
    > verità. E la verità è che c'è qualcosa di
    > terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e
    > ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì
    > dove una volta c'era la libertà di obiettare, di
    > pensare, di parlare nel modo ritenuto più
    > opportuno, lì ora avete censori e sistemi di
    > sorveglianza, che vi costringono ad
    > accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è
    > la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più
    > responsabili di altri che dovranno rispondere di
    > tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità,
    > se cercate il colpevole.. non c'è che da
    > guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete
    > fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe
    > avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una
    > quantità enorme di problemi, una macchinazione
    > diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a
    > privarvi del vostro buon senso. La paura si è
    > impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto
    > sì che vi rivolgeste all'attuale Alto
    > Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e
    > pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente
    > consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a
    > questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il
    > vecchio Bailey, per ricordare a questo paese
    > quello che ha dimenticato. Più di quattrocento
    > anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere
    > per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La
    > sua speranza, quella di ricordare al mondo che
    > l'equità, la giustizia, la libertà sono più che
    > parole: sono prospettive. Quindi, se non avete
    > visto niente, se i crimini di questo governo vi
    > rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare
    > inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che
    > vedo io, se la pensate come la penso io, e se
    > siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di
    > mettervi al mio fianco, ad un anno da questa
    > notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e
    > insieme offriremo loro un 5 novembre che non
    > verrà mai più dimenticato.
    > (V)
    non+autenticato
  • V per Vendetta, ovverosia uno dei film più pompati e sopravvalutati della storia del cinema....
  • Tutti su linux (anche se non mi piace particolarmente) e risolviamo il problema. W la libertà
    non+autenticato
  • Si si andateci tutti su Linux, tanto ci andate solamente perchè avete qualcosa da nascondere, un utente Windows che si rispetti non ha alcun problema ad usare Windows spiato.
  • Io uso Linux e non ho cmq niente da nascondere, lo uso semplicemente perche' e' piu' bello, piu' veloce e stabile di quel cesso di windows.
    non+autenticato
  • Però su Linux non puoi essere spiato, perchè con i maledetti sorgenti opensource se c'è qualcosa di strano che non ti convince la vedi e puoi rimuoverla, questo è un male, perchè si fa ostruzionismo verso lo Stato e le forze dell'ordine che hanno tutto il diritto di spiare i nostri computer per proteggerci da terroristi e pedofili, questo è possibile solo con Windows, lo dico io che solo la gente onesta usa Windows, quelli che hanno qualcosa da nascondere usano altro.
  • - Scritto da: Dovellas
    > Però su Linux non puoi essere spiato, perchè con
    > i maledetti sorgenti opensource se c'è qualcosa
    > di strano che non ti convince la vedi e puoi
    > rimuoverla, questo è un male, perchè si fa
    > ostruzionismo verso lo Stato e le forze
    > dell'ordine che hanno tutto il diritto di spiare
    > i nostri computer per proteggerci da terroristi e
    > pedofili, questo è possibile solo con Windows, lo
    > dico io che solo la gente onesta usa Windows,
    > quelli che hanno qualcosa da nascondere usano
    > altro.

    ahahaaa
    dovellas (il clone): sei un mito!
    ciao
    non+autenticato
  • e tu sei un linaro.
  • AHAHAHAHH
    Infatti tutti i crack, keygen e warex vari vengono fatti per aiutare SOLO la gente onesta che usa windows.
    Sei proprio un cojote
  • Gia' io gli unici programmi closed che uso su Linux sono eagle versione freeware, google heart che e' anche lui freeware e skype.Chissa lui quanta roba crakkata ha su. Tanto io windowssiani sono convinti che Windows e' meglio perche' su Liunx non hai photoshop (che si puo' far girare con wine)... Poi li vedi su windows, con photoshop crakkato usato mica seriamente, per fare copia incolla di 2 foto e togliere gli occhi rossi.. roba che anche i programmi open per Linux fanno da decenni... ma loro sono convinti che usare un programma professionale all'1% delle sue possibilita' sia sempre meglio che usare un programma free/open al 3%, per fare le stesse cose... pensa che io uso gimp da 5/6 anni per fare quelle piccole cosine abbastanza normali di ritocco delle foto prese con la digitale e sono convinti di non conoscerne tutte le funzioni, figuriamoci di un photoshop che me ne potrei fare...

    Adesso saltera' su il troll di turno a dire che i professionisti... i professionisti sono una minoranza dell'utenza globale punto.
    non+autenticato
  • Concordo pienamente.
    Ciò non toglie che photoshop sia uno splendido programma, adobe non è ostile con linux, ha perfino sviluppato adobe air per linux e penso che in futuro svilupperà una versione nativa per il pinguino del suo fotoritocco.
    Il problema è che una licenza photoshop può costare anche più di 1500 euro, chissà quanti utenti windows onesti utilizzano photoshop originale.... forse meno dello 0,001%.
  • contenuto non disponibile
  • Premesso che hai ragione, pero' trovami un vero virus per Linux, non un proof of concept o uno script idiota con dentro "rm -f".

    Un virus che lo prendi da un sito, indifferentemente dal browser/versione che usi o ricevendo una mail. Non esistono, e' inutile e non esistono non perche' Linux e' poco diffuso come credono, ma perche' Linux e' troppo diversificato a si aggorna troppo in fretta perche' sia possibile creare davvero un virus che possa colpire una fetta significante di utenti.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)