Macintosh, 25 anni oggi

Dopo un quarto di secolo ancora sulla breccia. Ha cambiato due volte CPU e una volta OS, ma ancora al suo posto tra i PC pi venduti

Roma - Era il gennaio del 1984, c'era il SuperBowl (la finale del campionato USA di football americano) in TV e, come di consueto, per lo stacco pubblicitario diverse aziende avevano preparato i loro migliori spot per mandarli in onda in quel seguitissimo e costosissimo intervallo. Tra queste c'era una azienda di computer in crescita, che aveva già piazzato un paio di successi commerciali ma che nell'ultimo periodo aveva anche raccolto qualche fallimento: era Apple Computer.

Dopo il lancio fenomenale di Apple II nel 1977, l'azienda fondata da Jobs e Wozniak (con il contributo oscuro di Ron Wayne) si apprestava a lanciare il primo personal computer dotato di mouse e interfaccia grafica a finestre pensato per le masse: era il Macintosh. Per presentarlo aveva ingaggiato il già celebre regista britannico Ridley Scott, a cui venne affidata la direzione di uno spot che è passato alla storia: una bionda e giovane donna spazzava via a colpi di martello l'immagine gigantesca del Grande Fratello.

L'idea, si racconta, era stata di Jobs e - manco a dirlo - il Grande Fratello era quello che all'epoca Apple Computer giudicava il suo acerrimo nemico: IBM. Negli anni le cose sono poi gradualmente cambiate, anzi per molti anni i Mac hanno funzionato grazie a un chip prodotto dalla stessa Big Blue. La peculiarità del Mac è forse proprio questa: è passato indenne attraverso 25 anni, conservando intatto il suo spirito innovatore, e reincarnandosi di volta in volta per accogliere evoluzioni dell'industria dell'hardware e del software.

Oggi il Macintosh è solo una parte degli affari multimiliardari di un'azienda che si chiama Apple soltanto, e che ha abbandonato la parola Computer qualche anno addietro. Al Mac spetta ancora il compito, che piaccia o meno ai suoi detrattori, di costituire il punto di riferimento per l'estetica e la funzionalità di tutti i PC prodotti al mondo: succede con Linux, con il patron di Canonical che punta alla funzionalità e alla semplicità dell'interfaccia di Mac OS, e succede con Windows che, nella beta di Seven, adotta una nuova barra delle applicazioni che ricorda per certi versi il Dock di OSX.



Il Mac era stato ideato nel 1979, ma occorsero 5 anni di sviluppo per arrivare sugli scaffali dei negozi. Doveva costare 500 dollari, finì per essere commercializzato ad un prezzo di poco inferiore ai 2.500. Montava un processore della serie 68k di Motorola da 8MHz, 128KB di RAM (espandibili fino a 512KB), un floppy da 3.5 pollici e incorporava in un piccolo chssis un monitor da 9 pollici in bianco e nero. Compresi nel prezzo c'erano pure MacWrite e MacPaint. Da allora si sono succedute molte versioni, alcune con più successo di altre: tutte o quasi tutte sono comunque sempre riuscite a ritagliarsi uno spazio nel cuore degli appassionati del marchio di Cupertino.
91 Commenti alla Notizia Macintosh, 25 anni oggi
Ordina
  • Ho a casa 8 imac che uso come cestino per i rifiuti, 10 macbook che uso come fermaporte e un 200 mac mini che ho cementato assieme per fare una parete artistica.
    Non ci sputo sopra affatto sono ottimi elementi di arredo, un po' costosi ma fanno la loro figura... il problema e' quando cercano di venderli come Pc Mac.

    ps
    Ho scritto PC Mac per turbarli. Loro, nella loro beata ignoranza, credono che i Mac non siano PC ma chissà che cosa, forse portacipria multifunzione.
  • - Scritto da: Dti Revenge
    > Ho a casa 8 imac che uso come cestino per i
    > rifiuti, 10 macbook che uso come fermaporte e un
    > 200 mac mini che ho cementato assieme per fare
    > una parete
    > artistica.
    > Non ci sputo sopra affatto sono ottimi elementi
    > di arredo, un po' costosi ma fanno la loro
    > figura... il problema e' quando cercano di
    > venderli come Pc
    > Mac.
    >
    > ps
    > Ho scritto PC Mac per turbarli. Loro, nella loro
    > beata ignoranza, credono che i Mac non siano PC
    > ma chissà che cosa, forse portacipria
    > multifunzione.

    Ma quanto sei ripetitivo con sta storia degli 8 imac , .... ecc, ogni tanto cambiala.
    Ho a casa due pc scassoni che fanno schifo solo a guardarli e, pensa, hanno solo 3-4 anni. Non valgono nulla sotto tutti i punti di vista.

    Ti piacerebbe chiamare PC anche i MAC vero, fallo pure se trovi godimento , io trovo godimento ad usare il mio MAC a guardare i due scassoni mestamente piazzati in un angolo della casa in attesa del netturbino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dti Revenge
    > Ho a casa 8 imac che uso come cestino per i
    > rifiuti, 10 macbook che uso come fermaporte e un
    > 200 mac mini che ho cementato assieme per fare
    > una parete
    > artistica.
    > Non ci sputo sopra affatto sono ottimi elementi
    > di arredo, un po' costosi ma fanno la loro
    > figura... il problema e' quando cercano di
    > venderli come Pc
    > Mac.
    >
    > ps
    > Ho scritto PC Mac per turbarli. Loro, nella loro
    > beata ignoranza, credono che i Mac non siano PC
    > ma chissà che cosa, forse portacipria
    > multifunzione.

    Se non fosse che il primo PC della stosia era l'Apple II...

    Comunque, se a te piacciono i cassoni rumorosi pieni di neon che fanno techno e che consuma 600 W, felice te.
  • - Scritto da: alexjenn

    > Se non fosse che il primo PC della stosia era
    > l'Apple
    > II...

    Il "primo pc della storia" pare sia questo:
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tec...=

    Ho capito cosa intendi dire ma ci sono vari criteri per stabilire quale sia stato il primo pc della storia, il criterio più rilevante potrebbe essere "il primo entrato in casa della gente" tanto per citarne uno, e qui cè da stendere una bella lista prima dell'Apple II.

    > Comunque, se a te piacciono i cassoni rumorosi
    > pieni di neon che fanno techno e che consuma 600
    > W, felice te.

    Limitato, generalizzatore, e malamente provocatorio.
    Ci sono innumerevoli config fra cui macchine silenziose come "certi apple", altre più potenti dei più potenti apple, altre più belle, ecc. ecc.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > Trojan!
    >
    > http://www.melablog.it/post/7766/individuata-una-v
    >
    > e ora, via di flame!

    Spero che sia vero. iWork costa 79 euro e ne vale molti di più. Spero che i più pezzenti si becchino sto trojan.
    Solo i deficienti si mettono a scaricare illegalmente e poi inseriscono la PassWord da amministratore.

    Io uso iWork da 2 anni e mi sono comprato pure la versione nuova.
    Lo uso insieme a OO.

    Quindi, non essendo un Virus, me ne posso stare più che tranquillo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Spero che sia vero. iWork costa 79 euro e ne vale
    > molti di più. Spero che i più pezzenti si
    > becchino sto trojan.
    >
    > Solo i deficienti si mettono a scaricare
    > illegalmente e poi inseriscono la PassWord da
    > amministratore.
    >
    > Io uso iWork da 2 anni e mi sono comprato pure la
    > versione
    > nuova.
    > Lo uso insieme a OO.
    >
    > Quindi, non essendo un Virus, me ne posso stare
    > più che
    > tranquillo.

    doppio post... ti brucia proprioSorride
    scusa una cosa, ho letto quello che hai scritto e posso essere anche d'accordo ma in nessuna maniera le tue parole smentiscono che questo trojan è DI FATTO una minaccia che compromette OSX e che cè gente che ha dovuto formattare... come windows. LOL

    PLONK altrimenti si flamma per un kilometro.
    -ToM-
    4532
  • Formattare un Mac? Per quale motivo?

    Anche se esistesse il trojan, basterebbe, toh, al limite proprio, Archivia e installa e non perdi niente.

    Questo nel mondo Windows non esiste, eh?

    Ma la cosa interessante della notizia, sai qual è? Che ci cascano i winari come te...

    La notizia è stata fondata solo ed esclusivamente da Intego, azienda (privata) francese che produce, e vende... cosa? non sai cosa produce? No?

    Vai a vedere cosa produce, va'.

    Per inciso, nessun esperto ha parlato di 'sto trojan.

    Ergo, formatta il tuo Windows ogni mese, io installo Mac OS X solo quando esce la nuova versione (e siccome uso Tiger, uscito nel 2005... sono quasi quattro anni che non so cosa sia una reinstallazione...).

    C:\>Format C:

    ahahahah

    E poi, sinceramente, se si vuole piratare iWork, perché farlo dal p2p?

    Esiste un modo più conveniente, facile è molto, ma molto più veloce...

    Ma non ve lo dico.

    Comprate iWork perché è un ottimo pacchetto e costa 'na fesseria (oh, 79 euro licenza per uno, 99 euro il family pack, contro 549 euro di Office... blah).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 gennaio 2009 00.47
    -----------------------------------------------------------
  • http://www.engadget.com/2009/01/22/iwork-09-trojan.../

    nella pagina:
    Other sites are reporting that a full format of the drive is required as the trojan spreads and plants other trojan's throughout your machine.

    poi è uscita una patch, ma prima della patch il format è stata l'unica soluzione soluzione
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > http://www.engadget.com/2009/01/22/iwork-09-trojan
    >
    > nella pagina:
    > Other sites are reporting that a full format
    > of the drive is required as the trojan spreads
    > and plants other trojan's throughout your
    > machine.

    >
    > poi è uscita una patch, ma prima della patch il
    > format è stata l'unica soluzione
    > soluzione

    Tu non usi Mac OS X, le tue fonti sono solo siti che scrivono a vanvera.

    Il Mac non si formatta, Mac OS X non è Windows, e la notizia del virus è validata solo da Intego, che crea antivirus.

    Te l'ho già scritto che, al limite, basta fare "archivia e installa", ma sono sicuro che non sai di cosa sto parlando.

    Mi dispiace per te, ma dovrai rimandare i festeggiamenti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2009 01.41
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: alexjenn
    > Tu non usi Mac OS X, le tue fonti sono solo siti
    > che scrivono a vanvera.

    LOL

    > Il Mac non si formatta, Mac OS X non è Windows, e
    > la notizia del virus è validata solo da Intego,
    > che crea antivirus.
    >
    > Te l'ho già scritto che, al limite, basta fare
    > "archivia e installa", ma sono sicuro che non sai
    > di cosa sto parlando.
    >
    > Mi dispiace per te, ma dovrai rimandare i
    > festeggiamenti.

    non cè bisogno di aspettare un virus per formattare OSX perchè in studio su due macchine l'update da tiger a Leopard è stato disastroso tanto da richiedere il format.
    Non è questione di essere abituati a windows, è questione che anche OSX non è un sistema perfetto.
    Su OSX non ho la stessa competenza che ho su windows perchè con windows ho "smanettato" mentre con OSX, da quando ho iniziato ad usarlo (10.1) l'ho sempre usato come strumento per il mio lavoro, ma quando ti ritrovi voci di menù che non compaiono, rallentamenti inspiegabili del sistema dopo l'upgrade e altri ca**i, l'unica soluzione è il format, anche su OSX.
    Cerca con google, è pieno di gente che ha avuto gli stessi miei problemi.
    Certo se pensi solo alla tua esperienza, allora buona camicia a tutti.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: alexjenn
    > > Tu non usi Mac OS X, le tue fonti sono solo siti
    > > che scrivono a vanvera.
    >
    > LOL
    >

    La fonte dei tuoi siti è Intego, ma poteva essere anche Symantec.

    > > Il Mac non si formatta, Mac OS X non è Windows,
    > e
    > > la notizia del virus è validata solo da Intego,
    > > che crea antivirus.
    > >
    > > Te l'ho già scritto che, al limite, basta fare
    > > "archivia e installa", ma sono sicuro che non
    > sai
    > > di cosa sto parlando.
    > >
    > > Mi dispiace per te, ma dovrai rimandare i
    > > festeggiamenti.
    >
    > non cè bisogno di aspettare un virus per
    > formattare OSX perchè in studio su due macchine
    > l'update da tiger a Leopard è stato disastroso
    > tanto da richiedere il
    > format.

    Sì, sono al corrente di problemi che sono successi nell'aggiornare Tiger a Leopard, dovuti principalmente alla presenza di programmi che modificavano l'interfaccia GUI di Tiger. Per risolvere voi avete formattato, invece bastava reinstallare il sistema. Tutto qui.

    http://support.apple.com/kb/TS1413?viewlocale=it_I...

    http://support.apple.com/kb/TS1545?viewlocale=it_I...

    oppure, toh:

    http://support.apple.com/kb/TS1541?viewlocale=it_I...

    > Non è questione di essere abituati a windows, è
    > questione che anche OSX non è un sistema
    > perfetto.

    Certamente, ma non ho mai detto che lo sia. Vedi, secondo l'opinione di un mio carissimo amico, opinione che condivido, Windows ha un qualcosa in più rispetto a Mac OS X: ovvero il fatto che Windows sia più coerente. Ed è vero, perché vedi, mentre Mac OS X è perfettibile in tante cose, Windows è un disastro in tutto, quindi più coerente.

    Nonostante ciò, non ho mai scritto che Mac OS X sia perfetto, ma è sicuramente meglio di Windows. E te lo dice uno che ha lavorato anni, tanti anni con Windows, e poi sono passato al Mac per la disperazione.

    > Su OSX non ho la stessa competenza che ho su
    > windows perchè con windows ho "smanettato" mentre
    > con OSX, da quando ho iniziato ad usarlo (10.1)
    > l'ho sempre usato come strumento per il mio
    > lavoro, ma quando ti ritrovi voci di menù che non
    > compaiono, rallentamenti inspiegabili del sistema
    > dopo l'upgrade e altri ca**i, l'unica soluzione è
    > il format, anche su
    > OSX.

    Falso. Mi dispiace per te, ma sbagli. Può darsi che il problema ia un upgrade di RAM che differiscono tra loro, oppure qualche file di preferenza rovinata (per il quale basta cancellare il file - per esempio, problemi insormontabili con Finder? Cancella il file preferenze di Finder dentro la tua libreria), oppure un font gratuito corrotto...

    Perché riformattare? Semplice, perché sei abituato a Windows, dove problemi del genere si risolvono solo formattando (anche se sarebbe, in teoria, sufficiente aggiustare il file di registro relativo al problema, solo che trovarlo (se è solo uno, poi) e sapere il valore booleano o decimale da dare è arduo, vero?).

    Comunque, ti do ragione del fatto che, sul 10.1, c'era la necessità di una formattazione, dato che "Archivia e installa" fu introdotto dalla 10.2, e ti do anche ragione poiché OS X 10.0 (Cheetah), 10.1 (Puma, dal quale hai iniziato ad avere esperienza) e 10.2 (Jaguar) erano dei sistemi semplicemente da dimenticare.

    > Cerca con google, è pieno di gente che ha avuto
    > gli stessi miei
    > problemi.

    Permettimi, ma se tu avessi cercato meglio con Google, invece di leggere i problemi degli altri (che, dovresti sapere, in informatica i problemi non saranno mai uguali perché i fattori determinanti sono molteplici), avresti senz'altro trovato le soluzioni che Apple mette a disposizione nel suo sito.

    > Certo se pensi solo alla tua esperienza, allora
    > buona camicia a
    > tutti.

    Io penso alla mia esperienza perché, vedi, sono un tipo che risolve i problemi cercando di capire la fonte, il funzionamento e quindi la soluzione, così evito formattazioni e capisco cosa è meglio non fare.

    Con Windows non c'era verso, alla fine ci si arrende e si passa alla formattazione... ecco perché dico che con Windows sei abituato: la tua esperienza, ormai, ti porta subito alla formattazione perché non hai più voglia di perdere inutilmente il tuo tempo (non dirmi che non è vero).

    Con Mac OS X è diverso, ma tu lo paragoni a Windows e quindi, che fai se hai problemi? La stessa cosa che con Windows: formatti.

    Ti ripeto, al limite, con Mac OS X, basta "Archivia e installa", senza dover mai formattare.

    Toh, ti do un link: http://support.apple.com/kb/HT1710?viewlocale=it_I...

    e http://www.tuttologia.com/basic/mac-archivia-insta...

    così almeno sai che significa "Archivia e installa".
  • http://www.spider-mac.com/blog/spider-mac/Voci/200...


    toh c'è già l'utility gratuita per eliminarlo... peccato. Speravo che distruggesse il computer.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > http://www.spider-mac.com/blog/spider-mac/Voci/200
    >
    >
    > toh c'è già l'utility gratuita per eliminarlo...
    > peccato. Speravo che distruggesse il
    > computer.

    si, anche per windows si aggiornano gli antivirus oppure escono i removal kit, ma il problema, da te dribblato in malo modo è che chi è rimasto infetto prima della patch ha avuto come unica soluzione quella di formattare.
    -ToM-
    4532
  • Comportarsi da utente windows si finisce a fare la fine dell'utente windows. Parlo ovviamente solo nell'aspetto negativo dell'utente "scaricone" che poi si ritrova il computer pieno di trojan e virus.

    La stupidità maggiore sta proprio nell'inserire la password da amministratore...

    Think Different, acquista ciò che ti puoi permettere. O non acquistarlo.

    Non c'è neanche la scusa del "ma volevo provare come funziona" dato che Apple lo offre per 30gg senza limiti...
    non+autenticato
  • ...hanno copiato tutto dal mondo unix dal quale hanno derubato a piene mani. Piantatala con ste fetenzie che apple e microsoft sono originali e pionieri di innovazione. Sono BALLE!!! BALLE messe in giro ad arte dai MARKETTARI dei loro uffici MARKETTE, BNALLE cui vanno dietro UTONTI e TONTOLONI.
    Meno male che la trippa per gatti è finita anche per loro e si vede dalle perdite che stanno accumulando, dal precipitare del valore delle loro azioni, e dai LICENZIAMENTI che stan facendo.
    non+autenticato
  • Apple sta crescendo e sta assumendo.

    Di soldi in tasca ne ha in quantità e ha già detto che in questo periodo di crisi ne approfitterà per portarsi in casa i migliori sviluppatori.

    Ne vedremo delle belle.

    W Mac, W Windows e W Linux.

    Non potremmo parteggiare per tutti senza fare i NerdUltras? Io sono molto curioso sia in SnowLeopard, sia per W7 sia per le prossime mille novità che sfornerà il mondo Open.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Apple sta crescendo e sta assumendo.
    >
    > Di soldi in tasca ne ha in quantità e ha già
    > detto che in questo periodo di crisi ne
    > approfitterà per portarsi in casa i migliori
    > sviluppatori.
    >
    > Ne vedremo delle belle.
    >
    > W Mac, W Windows e W Linux.
    >
    > Non potremmo parteggiare per tutti senza fare i
    > NerdUltras? Io sono molto curioso sia in
    > SnowLeopard, sia per W7 sia per le prossime mille
    > novità che sfornerà il mondo
    > Open.

    Troppo comodo.
    Bill Gates e Steve Jobs da buoni alleati hanno depredato il mondo UNIX e fatto man bassa si SW fatto da altri come furbacchioni del quartierino.
    Rimettiamo a posto le cose nella Storia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zapata

    > Troppo comodo.
    > Bill Gates e Steve Jobs da buoni alleati hanno
    > depredato il mondo UNIX e fatto man bassa si SW
    > fatto da altri come furbacchioni del
    > quartierino.
    > Rimettiamo a posto le cose nella Storia.

    Aggiungo, Linux poteva avere il lancio che si meritava nel campo video... poi è arrivata Apple che ha comprato Shake e ha chiuso il supporto a linux, tanto per dirne una.
    -ToM-
    4532
  • In realtà è ancora disponibile per Linux. Almeno il sito dice che è possibile acquistarlo tramite i rivenditori (non è stato abbassato il prezzo come lo è stato per la versione MacOsX)

    E' anche lo scopo di alcune software House di farsi acquistare dalle grandi aziende.

    Sicuramente ci vivono meglio rispetto a stare nel mondo Open (mi riferisco a Zapata).
    non+autenticato
  • si sono stato impreciso, lo ha ucciso con il giochino della licenza.
    quello per OSX costa un decimo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 gennaio 2009 23.38
    -----------------------------------------------------------
    -ToM-
    4532
  • > Troppo comodo.
    > Bill Gates e Steve Jobs da buoni alleati hanno
    > depredato il mondo UNIX e fatto man bassa si SW
    > fatto da altri come furbacchioni del
    > quartierino.
    > Rimettiamo a posto le cose nella Storia.

    Esatto, rimettiamole a posto. Non si può aderire all'open source a metà. Sono le licenze open source che prevedono l'utilizzo, anche a scopi di lucro, del lavoro di terzi. Quindi non c'è nessuno che depreda, ma solo soggetti (aziende o privati che siano) che implementano *legalmente* il lavoro che i programmatori open source decidono di mettere a disposizione di chiunque, per scopi profit o no-profit che siano.

    Nessuno scandalo, dunque, se MS o Apple attingono dal mondo open source. Del resto, esistono diverse distro linux a pagamento e nessuno, mi pare, grida allo scandalo. Giustamente. E quindi, non mi sembra sensato di utilizzare, nei nostri giudizi, due pesi e due misure.

    Al di là del fatto che mi pare che, generalmente e con le dovute eccezioni (onore al merito!), sia l'open source ad attingere dal lavoro di aziende, scopiazzando qua e là software proprietari, idee, interfacce e funzionalità. Gimp da Photoshop, OpenOffice da MSOffice, KDE da Windows, WindowsMaker da NextStep. E la lista è davvero lunga...
    non+autenticato
  • - Scritto da: SilvestreVi dal
    > ...hanno copiato tutto dal mondo unix

    secondo me hanno copiato dal QL (e non è una battuta)
    non+autenticato
  • Beh, il QL, in effetti, era per i tempi parecchio avanti (parli del gioiellino di Sir Clive Sinclair, vero?)...
    I suoi 32 bit sarebbero stati perfetti per le banche (i milioni visualizzati per intero, cifra per cifra, e non con la "E" dell'esponente), ma purtroppo la Sinclair, non avendo una rete di assistenza nemmeno lontanamente paragonabile a quella di Ibm e di altre Case, non venne presa in considerazione.

    E che dire dello ZX Microdrive, grande come una moneta? La Ibm ci è arrivata quasi 20 anni dopo con un prodotto flash-memory dallo stesso nome: "Microdrive". Grande QL e grande zio Clive!



    - Scritto da: malandrino
    > - Scritto da: SilvestreVi dal
    > > ...hanno copiato tutto dal mondo unix
    >
    > secondo me hanno copiato dal QL (e non è una
    > battuta)
    non+autenticato
  • - Scritto da: All Your Base Are Belong To Us
    > Beh, il QL, in effetti, era per i tempi parecchio
    > avanti (parli del gioiellino di Sir Clive
    > Sinclair, vero?)...

    certo... multitasking preemptive con possibilità di assegnare le priorità alle applicazioni... parliamo di 1984 su una macchina che montava una variante del 68k
    non+autenticato
  • e succede con Windows che, nella beta di Seven, adotta una nuova barra delle applicazioni che ricorda per certi versi il Dock di OSX.

    No per nulla! Si può dire che la nuova barra delle applicazioni, assomigli ha KDEA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • L'ho notato anche io!!
    7 ha copiato da KDE!A bocca aperta
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > L'ho notato anche io!!
    > 7 ha copiato da KDE!A bocca aperta

    [troll mode: ON]
    E allora? Newbie, inesperto
    Dopo tutte le cose che Linux & C. hanno scopiazzato da Windows, ogni tanto ci vuole! Occhiolino
    [troll mode: OFF]
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > L'ho notato anche io!!
    > 7 ha copiato da KDE!A bocca aperta


    http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633684414...
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > L'ho notato anche io!!
    > 7 ha copiato da KDE!A bocca aperta
    Mentre invece KDE ha notoriamente inventato da zero il suo stile, senza aver MAI detto di essersi ispirata a windows...
  • Il KDE è libero, Windows è commerciale. Il KDE nasce dall'esigenza degli utenti... normale che per venire in contro a tutti bisogna ispirarsi al modello più diffuso sul mercato
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Il KDE è libero, Windows è commerciale. Il KDE
    > nasce dall'esigenza degli utenti... normale che
    > per venire in contro a tutti bisogna ispirarsi al
    > modello più diffuso sul
    > mercato

    si, però se avviene il contrario non è "normale" ma è uno scandaloOcchiolino
    -ToM-
    4532
  • Io veramente il fatto che Windows copi dal KDE lo vedo più che uno scandalo, un orgoglio per la comunità open source.
  • Aridaje... il dock è stato introdotto con NeXTSTEP, alla fine degli Anni 80... ma è così difficile da capire?
  • ma imparare la lingua italiana?

    "quindi qui microsoft a copiato dal mondo unix"

    poi

    "No per nulla! Si può dire che la nuova barra delle applicazioni, assomigli ha KDE"
    non+autenticato
  • scrivendo con una tastiera può capitare di saltare qualche lettera non c'è motivo di scandalizzarsi o fare i maestrini sarebbe bello se invece partecipassi con argomentazioni come fanno glia altri grazie!

    Errata corrige "quindi qui microsoft HA copiato dal mondo unix"
    non+autenticato
  • Apple ha inventato il primo vero personal computer l'APPLE 2 il merito di quel capolavoro di ingegneria e di Wozniak che nel suo garage costruì questo computer giusto x dimostrare a se stesso di poter fare un computer non sapeva di aver risolto molti problemi che gli ingegneri di allora ritenevano ancora insormontabili,Jobs intuì l'affare ma la vera mente è Wozniak(prima di allora i computer arrivavano in scatoloni smontati e li dovevi saldare da te).Oggi le scelte di apple sono punto di riferimento ma vorrei far notare che la dock bar adottata da seven è identica alla dock bar che io uso da anni sul buon vecchio KDE3 con opzione semitrasparente è praticamente identica quindi qui microsoft a copiato dal mondo unix.E' tutto un copia copia ma dato che è l'utente a guadagnarci va bene così.

    "Mai fidarsi di un computer che non può essere lanciato dalla finestra". (Wozniak)
    non+autenticato
  • MacOS è diventato un unix direttamenteA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • Si ma io intendevo il mondo unix del desktop cui macOS è indipendente......................non facciamo i puritani per cortesia
    non+autenticato
  • Jobs intuì l'affare?

    Ma che dici?

    Vorrei aggiungere poi, che il Dock fu introdotto, per la prima volt, con il SO NeXTSTEP, negli anni Ottanta, e non con KDE.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_X_Dock

    Se poi vai a vedere chi fondò la NeXT...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 gennaio 2009 00.51
    -----------------------------------------------------------
  • Spiace dirlo, ma il mondo Open source non ha mai inventato nulla per quanto riguarda usabilità, interfacce e esperienza utente. Alla fine copia e al limite ottimizza quello che fanno gli altri.
    non+autenticato
  • ne sei proprio sicuro?

    http://lancelot.fomentgroup.org/main

    e lo stesso KDE 4 mi pare sia decisamente molto innovativo, anzi per alcuni un pò troppo http://rss.slashdot.org/~r/Slashdot/slashdot/~3/WI...
  • - Scritto da: pabloski
    > ne sei proprio sicuro?
    >
    > http://lancelot.fomentgroup.org/main

    e ti pare innovativa? a me sembra una scopiazzatura della "start" di Windows... per non parlare del saccheggio ai danni di Apple per le icone rubate a partire dai cannocchiali di ARD, preferenze, internet fino al MacBook (nota la touchpad) per l'icona "computer"...

    Lunga vita all'Open Source che ha fatto tante cose belle "under the hood" ma con la GUi e l'usabilità non ci hanno mai capito un razzo... ammettiamolo...

    Fan LinuxFan Apple
    non+autenticato
  • Scusa ma non è vero nemmeno un pò
    non+autenticato
  • cera qualcosa di simile anche s amigaOS
    -ToM-
    4532
  • Si confermo Jobs è un grande imprenditore ma come informatico........confermo e sottoscrivo che intuì il genio di Wozniak che già precedentemente Jobs provò a sfruttare cercando di convincere Woz a commercializzare una blueBox di sua invenzione la cosa non andò in porto perchè il dispositivo venne presto considerato illegale (l'inventore della prima bluebox finì in galera).Tuttavia Jobs non perse di vista l'amico Wozniak e quando questo creao il primo computer nel suo garage lo convinse a fare una società che la madre di Jobs consigliò di chiamare Apple!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rudder
    > Si confermo Jobs è un grande imprenditore ma come
    > informatico........confermo e sottoscrivo che
    > intuì il genio di Wozniak che già precedentemente
    > Jobs provò a sfruttare cercando di convincere Woz
    > a commercializzare una blueBox di sua invenzione
    > la cosa non andò in porto perchè il dispositivo
    > venne presto considerato illegale (l'inventore
    > della prima bluebox finì in galera).Tuttavia Jobs
    > non perse di vista l'amico Wozniak e quando
    > questo creao il primo computer nel suo garage lo
    > convinse a fare una società che la madre di Jobs
    > consigliò di chiamare
    > Apple!!

    La conosco la storia. Quello che volevo dire io è che trovo non corretto dire che Jobs intuì l'affare, poiché giù lavoravano insieme (ricordi l'Apple I?).