UE, per Microsoft un'altra multa?

In una comunicazione tra l'azienda di Redmond e l'authority USA per il mercato trapelano alcuni dettagli sulla vicenda dei browser. Sarebbero in arrivo grosse novità per l'acquisto dei nuovi PC

Roma - Si comincia a comporre il puzzle riguardante la nuova procedura di indagine aperta dalla Commissione Europea nei confronti di Microsoft e del suo browser Internet, e i primi pezzi li mette a disposizione BigM stessa. Nella sua periodica comunicazione alla SEC, l'organismo che controlla il mercato azionario statunitense e che riceve puntuali rapporti dalle company quotate in Borsa, l'azienda guidata da Steve Ballmer fa il punto sulla sua situazione in seno all'antitrust d'oltreoceano.

Secondo quanto riferito, la Commissione si accingerebbe a chiedere a Microsoft e ai produttori di PC di consentire, all'atto dell'ordine di un computer, di scegliere quale browser installare sullo stesso: e ciò "nonostante gli utenti e i produttori OEM siano già liberi di caricare qualunque browser su Windows". Inoltre, spiega BigM, "potremmo essere invitati a disabilitare alcune parti di codice di Internet Explorer se un utente scegliesse un browser concorrente".

Dunque la faccenda potrebbe richiedere più che qualche semplice accorgimento per essere risolta, e anzi costringere i tecnici di Redmond a rivedere sia le procedure di installazione che la struttura stessa del suo OS consumer - che oggi è relativamente integrata con la presenza di IE. In ogni caso, Microsoft chiarisce di avere ancora due mesi di tempo per presentare una propria memoria difensiva e, in seguito, ci sarà spazio anche per un eventuale appello alla decisione della Commissione.
Infine, forse anche in relazione all'altra procedura di indagine aperta in seno alla UE e relativa alle pratiche di interoperabilità di Office, Microsoft ha informato la SEC che la Commissione Europea starebbe pensando di elevare un'altra multa di importo "significativo", basandosi sui "dati di vendita di Windows nell'Unione". Mancando ulteriori dettagli, non è possibile al momento effettuare una stima precisa sull'entità di questa nuova possibile sanzione.
184 Commenti alla Notizia UE, per Microsoft un'altra multa?
Ordina
  • Sti fanboy di microsoft con i lacrimoni agli occhi perchè il loro mito di redmond deve pagare una multa perchè è scorretto.

    Anche i tifosi del Napoli, d'altronde, si sono arrabbiati col mondo dato che Maradona si tirava di cocaina, invece di prendersela con lui in quanto drogato.

    Per i tifosi acritici il loro idolo non ha mai torto, no nsbaglia mai.
    Sia che si tratti della M$, che di Moggi, che di Berlusconi.
    (giusto per fare 3 nomi a caso).

    La cosa fastidiosa non è che loro idolatrino qualcuno, sono problemi loro, ma che insultino la nostra intelligenza con le loro patetiche scuse, trasudanti malafede e ignoranza.
  • Non capisco come mai te la prendi cosi' tanto.
    E' impossibile stare a discutere con questi tizi.
    Lascia perdere.
    non+autenticato
  • Il problema che l'antitrust dovrebbe prendere in considerazione, o almeno ancora un altro problema da considerare, è come Microsoft 'obblighi' il mercato ad utilizzare Internet Explorer anche attraverso altre scelte.

    Ad esempio, se implementate un portale aziendale utilizzando SharePoint, scoprirete che le funzioni avanzate di SharePoint sono disponibili soltanto se accedete al servizio utilizzando IE.

    Altrettanto vale per Microsoft Exchange.

    In pratica, Microsoft ha implementato il servizio in modo da castrare chiunque utilizzi un browser differente.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 gennaio 2009 08.07
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: andy61
    > Il problema che l'antitrust dovrebbe prendere in
    > considerazione, o almeno ancora un altro problema
    > da considerare, è come Microsoft 'obblighi' il
    > mercato ad utilizzare Internet Explorer anche
    > attraverso altre
    > scelte.
    >
    > Ad esempio, se implementate un portale aziendale
    > utilizzando SharePoint, scoprirete che le
    > funzioni avanzate di SharePoint sono disponibili
    > soltanto se accedete al servizio utilizzando
    > IE.
    >
    > In pratica, Microsoft ha implementato il servizio
    > in modo da castrare chiunque utilizzi un browser
    > differente.

    "Basta" far capire a chi di dovere che e' meglio evitare certe tecnologie. (.net e soci).
    non+autenticato
  • Mi permetto di dissentire. Non vedo il nesso tra l'usare.net e costringere gli utenti ad usare IE. Io con .net non ho problemi di visualizzazione con altri browser, almeno che non fossi un coder da 4 soldi. E mettiamo pure che fossi niubbo in 4 passi coi web controls riesco a fare una paginetta dinamica, anche col data bind sul database, e senza problemi di sql injection grazie ai parametri e validatori. Per non parlare della velocità di esecuzione del CIL.... W .NET
    non+autenticato
  • Microsoft ha il diritto di mettere nel paccchetto di ciò che vende quello che preferisce, IE compreso, starà poi al pubblico decretarne o meno il successo.
    La libertà degli utenti dovrebbe essere molto più alla base.
    E cioè quella di poter scegliere il SO.
    Se stesse facendo una cosa seria la UE farebbe una normativa comunitaria che impedisce di vendere insieme al PC qualsiasi sistema operativo, che deve sempre e comunque ESSERE VENDUTO A PARTE.
    Se il cliente è un utonto come nel 99% dei casi, sarà il negoziante ad installargli l'SO che l'utente sceglie.
    Fine dei giochi!
    non+autenticato
  • > E cioè quella di poter scegliere il SO.
    > Se stesse facendo una cosa seria la UE farebbe
    > una normativa comunitaria che impedisce di
    > vendere insieme al PC qualsiasi sistema
    > operativo, che deve sempre e comunque ESSERE
    > VENDUTO A PARTE.

    Mi spiegheresti il vantaggio ( anche per le persone fisiche e non solo giuridiche).

    Mi daresti poi la definizione di PC in base a quale io so che su questo modello posso vendere un OS e sull'altro no.

    Non vorrei che si facesse prima la legge poi saltano fuori le incongruenze.

    > Se il cliente è un utonto come nel 99% dei casi,
    > sarà il negoziante ad installargli l'SO che
    > l'utente sceglie.

    E lasciare scegliere al negoziante quello che vuole proporre?

    Ripeto, se poi si vuole togliere il SW dato assieme al PC potrei essere d'accordo, ma non vedi il motivo.
  • Su ogni pc bisognerebbe apporre un bollino con le certificazione di compatibilità con le versioni di windows e con le varie distribuzioni di linux. Poi al cliente viene mostrato un listino con i vari prezzi degli OS che possono esservi installati e con i vari applicativi a scelta, anch'essi provvisti di listino prezzi. Poi starebbe al rivenditore dotarsi di tecnici per l'installazione o di proporre al cliente degli informatici a cui rivolgersi, con la relativa tariffa. Oppure il cliente può arrangiarsi da solo o rivolgersi al proprio informatico di fiducia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Aname
    > Su ogni pc bisognerebbe apporre un bollino con le
    > certificazione di compatibilità con le versioni
    > di windows e con le varie distribuzioni di linux.

    e se non lo fanno e se li cito per violazione di concorrenza sleale ( vedi borlanb vs microsoft )


    > Poi al cliente viene mostrato un listino con i
    > vari prezzi degli OS che possono esservi
    > installati e con i vari applicativi a scelta

    a quel punto molti si sentono messi in una sitazione di difficolta e passano ad un negoziante che propone il chiavi in mano.
    Non ci credi, prova.

    > anch'essi provvisti di listino prezzi. Poi
    > starebbe al rivenditore dotarsi di tecnici per
    > l'installazione o di proporre al cliente degli
    > informatici a cui rivolgersi, con la relativa
    > tariffa. Oppure il cliente può arrangiarsi da
    > solo o rivolgersi al proprio informatico di
    > fiducia.

    guarda che gli assemblatori esistono già, dovresti aggiornarti, solo che per molti clienti è una cosa negativa.

    Pensa che molti vieterebbero gli stereo imballati, tutti dovrebbero costruire il loro, se non sai capace ti dicono cavoli tuoi.
  • Personalmente non ritengo la preinstallazione di windows un problema. Piuttosto il problema è la mancanza di alternative. Posso anche concordare col fatto che essendo l'os piu' usato è conveniente vendere i pc con win installato, bisogna pero' fornire anche una versione senza preinstallazioni, cosi' per chi lo desidera si apra la possibilità di non dover pagare una licenza windows assieme all'hardware.

    Lo stesso dicasi per apple...

    Cosi' come pure vedo di mal grado la licenza di osx che prevede la possibilità di installarlo solo su hw marcato apple, evitando di fatto la possiblità di vedere con osx su computer che non siano marcati con la mela (vedi tutti i guai che passa psystar).

    In sostanza hw e software dovrebbero essere due mercati separati, ma ahime'.. ne avrebbe da guadagnare solo l'utenza e non le case produttrici... percio' questa idilliaca situazione non credo si verificherà.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2009 12.43
    -----------------------------------------------------------
  • ti quoto tuttoOcchiolino
  • Quoto in pieno!
    non+autenticato
  • Vuoi disabilitare IE? E io ti monco mezzo sistema operativo cosi' che tu cambi idea e non vuoi piu' l'aternativa ma IE e se qualcuno mi dice qualcose affermero' che tutte le parti moncate necessitano di explorer per funzionare. Come ha sempre sostenuto fino ad oggi, anche se poi uno installa programmi come xplite ed estirpa totalmente explorer si accorge che in realta' la cose che ne hanno bisogno di IE sono davvero poche, tipo messenger o altri programmi im che lo usano solo per farti vedere le pubblicita'.

    Fortuna che io NON uso windowsA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Di_ME
    > Vuoi disabilitare IE? E io ti monco mezzo sistema
    > operativo cosi' che tu cambi idea e non vuoi piu'
    > l'aternativa ma IE e se qualcuno mi dice qualcose
    > affermero' che tutte le parti moncate necessitano
    > di explorer per funzionare. Come ha sempre
    > sostenuto fino ad oggi, anche se poi uno installa
    > programmi come xplite ed estirpa totalmente
    > explorer si accorge che in realta' la cose che ne
    > hanno bisogno di IE sono davvero poche, tipo
    > messenger o altri programmi im che lo usano solo
    > per farti vedere le
    > pubblicita'.
    >
    > Fortuna che io NON uso windowsA bocca aperta
    fortuna che non gliene frega niente a nessuno di quello che dici.
  • L'UE insieme tutti quanti voi ha solo invidia per Internet Explorer.
    Come si può non preinstallare il browser meno sicuro, che rispetta meno o niente gli standard web, ed è il meno veloce rispetto la concorrenza, è un bene che Internet Explorer non possa essere disinstallato, come si può togliere una leggenda dei software informatici.
    La vostra è solo invidia.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2009 10.59
    -----------------------------------------------------------
  • sei di una noia mortale.
    Non sai nemmeno crearti un personaggio con le proprie idee.
  • - Scritto da: Renji Abarai
    > sei di una noia mortale.
    > Non sai nemmeno crearti un personaggio con le
    > proprie
    > idee.

    Che hai contro la "satira"?Con la lingua fuori
    Shiba
    3826
  • Senti chi parla, cosa vorresti dire che tu sei renjy abarai uscito direttamante dai manga?
  • vuoi vedere la mia zabimaru?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)