Fabrizio Bartoloni

C'è AmigaOS 4.1 su Pegasos II

Hyperion porta a compimento il salto e atterra sulla piattaforma dominata da Morhpos. La nuova release è già in vendita, le demo già su YouTube

Roma - Ennesimo colpo di scena in questa intricatissima telenovela digitale. Nel precedente episodio ci eravamo congedati lasciando Amiga Inc. e la belga Hyperion, autrice materiale dell'AmigaOS4, in un contenzioso giuridico riguardo proprio il suddetto sistema operativo. Ora questa ultima fa l'impensabile estendendo al Pegasos II, piattaforma dei rivali Genesi e finora inespugnabile roccaforte del Morphos, il supporto nella nuova release dell'OS4.

Tale inattesa piega degli eventi trasforma il Pegasos II nel Graal dell'unica motherboard in grado di far girare entrambi i sistemi operativi (fatto salvo il vetusto Amiga classico ultrapompato, comunque relegato a versioni beta o più attempate della coppia) e c'è da scommettere che le sue quotazioni su eBay si alzeranno di conseguenza.

L'OS4.1 ha un prezzo consigliato di listino, con disponibilità  immediata, di 105 euro (IVA esclusa) e viene distribuito urbi et orbi dall'italiana ACube - già nota per SAM440, scheda madre PowerPC nata per rimpiazzare l'AmigaOne di Eyetech uscito anzitempo dal mercato.

A beneficio degli impazienti e degli increduli (nei forum in molti all'inizio hanno pensato ad un pesce d'Aprile fuori stagione) è disponibile su Youtube un primo video realizzato da uno dei betatester ufficiali.


Fabrizio Bartoloni

I precedenti interventi di F.B. sono disponibili a questo indirizzo
49 Commenti alla Notizia C'è AmigaOS 4.1 su Pegasos II
Ordina
  • ...e famola finita, tanto amiga e' morto e sepolto da secoli... mi domando che senso abbia questo accannimento terapeutico, oltretutto usando hardware non standard e che ormai non c'entra piu' un tubo con l'originale...

    Amiga se fosse sopravvissuto sarebbe sicuramente migrato a unix come ha fatto apple; il vero successore di amiga e' stato beos, ed e' schiattato anche lui... oggi come oggi vedo solo linux a continuare la tradizione amighista (se non nell'hw perlomeno nello spirito...)

    Un ex amighista (and proud of...)

    ;)
    non+autenticato
  • ahimè, purtroppo la penso come teTriste
    -ToM-
    4532
  • C'è sempre la speranza (vana, te lo concedo) che dalle ceneri di qualcosa di così innovativo possa nascere qualcosa di altrettanto innovativo.
    C'è insomma qualcosa di irrazionale intorno all'Amiga che non si può spiegare solo coi MHz e i GB.
    (e te lo dice un riduzionista convinto)
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > C'è sempre la speranza (vana, te lo concedo) che
    > dalle ceneri di qualcosa di così innovativo possa
    > nascere qualcosa di altrettanto
    > innovativo.
    > C'è insomma qualcosa di irrazionale intorno
    > all'Amiga che non si può spiegare solo coi MHz e
    > i
    > GB.
    > (e te lo dice un riduzionista convinto)

    si lo so, purtroppo è una storia dal sapore amaro, comunque ti ho risposto qui http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2539491&m=254... per un consiglioOcchiolino
    -ToM-
    4532
  • hyperion ha vinto la causa ora si riparte

    ricordo che nessun os è veloce, semplice e configurabile totalmente come Amiga
    non+autenticato
  • non conosco questo progetto, ma con l'amiga quanto c'entra questo computer?

    Rispetto a UAE, quale si colloca maggiormente vicino alla serie classica di amiga?

    Amiga al tempo era un PC di tutto rispetto, oggi questo computer, se dovessimo chiamarlo in un altro modo, cosa abrebbe per attiare il pubblico?
  • dal punto di vista hardware non c'entra un tubo con amiga....il successore dell'amiga è l'amigaone, altro progetto fallito

    pegasos è un pc con processore powerpc, più simili ai mac powerppc che all'amiga originale

    se guardi le specifiche http://www.genesi-usa.com/pegasos ti accorgi che alla fin fine è un PC....ma del resto i PC moderni pure prendono molto dall'Amiga....voglio dire la differenza Amiga-PC è roba vecchia, ormai tutte le buone idee di Amiga sono state incorporate nei PC e in più i PC sono espandibili

    UAE emula l'Amiga classico, quindi sarebbe il vero Amiga, quello che c'aveva l'AGA, l'ECS, ecc...

    cosa sarebbe oggi Amiga è difficile dirlo....cioè se la cose fosse andata avanti, chissà magari oggi Amiga sarebbe basato su logiche riprogrammabili ( FPGA )....di certo il nocciolo del sistema Amiga era l'uso massiccio di coprocessori, quindi accelerazione hardware per tutte le funzioni onerose ( suono, grafica )....oggi i PC fanno lo stesso, quindi i PC di oggi sono come gli Amiga di allora

    se pensi ad esempio al chipset Hombre ( mai prodotto da Commodore ), era un chipset grafico 3D....quindi stiamo parlando di accelerazione 3D, quello che in sostanza fanno NVidia e ATI oggi....

    concetti come gli shader nacquero di fatto con amiga.....poi si sa, morto un re, gli avvoltoi gli si buttano addosso e ne mangiano le carni e fu così che fecero fortuna 3dfx, nvidia, ati, matrox e compagnia

    del resto pochi conoscono, ad esempio, la Inmos che creò il fantastico processore Transputer, la cui tecnologia poi è stata pian piano assorbita da Intel, Digital e IBM
  • L'Amiga ERA un PC. Non era IBM compatibile. Ma ciò non lo rendeva certamente un frigorifero, rimaneva un PC.
    non+autenticato
  • per PC in genere si intendono gli home computer compatibili con le specifiche IBM

    Amiga era un home computer, così come lo erano C64, Spectrum, i PC IBM, Apple II, ecc...
  • imho...... nel senso che pure il Pegasos II rientra nella famosa lista di board ormai discontinued e non piu comprabili se non per caso su ebay o forum, non a basso prezzo chiaramente.

    L'unica altra roba in produzione e' Efika ,che, guarda caso, fa girare morphos (e linux vari) pure lei, ma non amigaosCon la lingua fuori)

    Sam440 e' bella costosetta, e, appunto, come gia detto, runna amigaos (e unix vari) ma non morphos.

    la situazione non mi pare molto diversa da 1 anno fa e oltre... quando ci si punzecchiava su queste cose....
    non+autenticato
  • come os mi pare un miscuglio tra win mac e il desktop grafico gnome di linux in pratica hanno scopiazzato a destra e a sinistra
    non+autenticato
  • beh insomma, semmai è il contrario, visto che AmigaOS esisteva già quando Windows, Linux e MacOS non erano nemmeno ancora nati

    realisticamente AmigaOS 4 eredita tutto dai suoi predecessori con l'aggiunta di una grafica più moderna
  • Qualcuno sa spiegare brevemente cosa serve e dove trovo tutto l'occorrente per mettere su una macchina per far girare OS4.1?
  • ci vuole poco... a parte i soldiSorride
    http://www.acube-systems.biz/ita/index.php

    ya, sam440 (la board amiga) e' sforzo congiunto di italiani.
    non+autenticato
  • Tutto qui? devo solo costruire una specie di "PC" attorno a quella mobo (che suppongo arriverà già completa di CPU)?
    Mi sa che nei prossimi giorni mi attacco al telefono ^_^

    Thanks
  • mmm... per un sistema "completo" si va dalle 560 alle 770 iuri (iva e sp escl.). bhe non è proprio economicissimo soprattutto a guardare le specifiche... Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • non si può dare un valore all'amoreOcchiolino
    (e ai dati chiusi da anni in quell'HD formattato in FFS - e no, il mount su Linux non funziona)
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > non si può dare un valore all'amoreOcchiolino
    > (e ai dati chiusi da anni in quell'HD formattato
    > in FFS - e no, il mount su Linux non
    > funziona)

    Non ti parte il mount di una partizione affs ?

    Hai già provato a vedere su qualche forum in giro di qualcuno che ci sia già riusito ?

    Se non sbaglio per poter far fungere il tutto mi sembra che debba essere compilato nel kernel anche il moduno di gestione della partizioni RDB oltre che MBR ma non ne sono troppo sicuro è un pakko che non compilo kernelTriste
    mura
    1727
  • - Scritto da: mura
    > Non ti parte il mount di una partizione affs ?

    Esatto

    > Hai già provato a vedere su qualche forum in giro
    > di qualcuno che ci sia già riusito
    > ?

    Avevo guardato ai tempi, ma nessun tipo di soluzione.
    Quella che tutti sembrano avere in tasca è di fare il backup su CD e poi passare su PC.
    E' un "cheat" (di fatto ti appoggi al FS ISO9660 per la "traduzione") che non risolve il prb di chi l'Amiga l'ha visto andare in fumo

    > Se non sbaglio per poter far fungere il tutto mi
    > sembra che debba essere compilato nel kernel
    > anche il moduno di gestione della partizioni RDB
    > oltre che MBR ma non ne sono troppo sicuro è un
    > pakko che non compilo kernel
    >Triste

    Questa è una cosa che non avevo mai letto da nessuna parte, ma è decisamente fuori dalla mia portata (possibile che un eventuale modulo RDB debba essere costretto a hardcodarlo nel kernel e non lo possa invce caricare in seguito?)
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > > Se non sbaglio per poter far fungere il tutto mi
    > > sembra che debba essere compilato nel kernel
    > > anche il moduno di gestione della partizioni RDB
    > > oltre che MBR ma non ne sono troppo sicuro è un
    > > pakko che non compilo kernel
    > >Triste
    >
    > Questa è una cosa che non avevo mai letto da
    > nessuna parte, ma è decisamente fuori dalla mia
    > portata (possibile che un eventuale modulo RDB
    > debba essere costretto a hardcodarlo nel kernel e
    > non lo possa invce caricare in
    > seguito?)

    Ti ripeto non ne sono arci sicuro è veramente troppo che non smacchino con linux e compilazioni del kernel ma credo che un modulo o un qualche parametro nella gestione dischi lo permetta di riconoscere le partizioni rdb, lascio la palla a chi ne sa di più o ah accesso ad un bel menuconfigA bocca aperta

    In ogni caso la compilazione del kernel non è nulla di che è solo questione di mettersi li a leggere pagine e pagine di roba su cosa fa questo o cosa fa quello e quando hai configurato tutto dai un make && make modules_install, ti copi il tuo bel bzImage nella boot rinominandolo di conseguenza alla tua distro e riavvii la macchina magari mettendo il tutto in un profilo di configurazione del bootloader differente da quello di base per evitare di rovinare l'installazione se sbagli qualche cosa.

    Ci sono pakki di guide in giro per internet su come fare ed è veramente una sciocchezza ti assicuro.
    mura
    1727
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > - Scritto da: mura
    > > Non ti parte il mount di una partizione affs ?
    >
    > Esatto

    Prova a dare un occhiata qui:

    http://stason.org/TULARC/os/linux-faq/030-Can-Linu...

    per il resto usa UAEOcchiolino
    -ToM-
    4532
  • Grazie, ma...

    L'affs è esattamente quello che non funziona

    - Scritto da: -ToM-
    > per il resto usa UAEOcchiolino

    Con UAE non riesco a leggere quel maledetto disco
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 23.47
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > Grazie, ma...
    >
    > L'affs è esattamente quello che non funziona

    hai provato a compilarti un kernel ad-hoc?

    > - Scritto da: -ToM-
    > > per il resto usa UAEOcchiolino
    >
    > Con UAE non riesco a leggere quel maledetto disco

    si, devi risolvere il prob a monte...Occhiolino
    -ToM-
    4532
  • Perdonatemi l'ignoranza ... ma quale è la ragione per cui non c'è hardware nuovo su cui far girare Amiga? Il supporto hardware è limitato sono ancora in fase di sviluppo o cosa?
    non+autenticato
  • Non c'è hardware nuovo perchè l'hardware su cui si *costringe* a funzionare questo sistema operativo per Amiga è diffuso assai poco, è costoso e a confronto con hardware standard (quello di un buon PC) ha prestazioni penose. Al di là di quel che ti può dire qualcuno, questo approccio di resuscitare o rimodernare o riproporre Amiga è già morto sul nascere, non raggiungerà mai quella che si può dire "diffusione" se non accoppiata con la parola "trascurabile". Un vero peccato! Se nascesse un Amiga 2ufficiale" su piattaforma PC non avrei esitazioni a comprare il sistema operativo o chissà anche il sistema completo, ma così come viene proposto ora non ci sto!
    non+autenticato
  • Guarda, lo zoccolo duro degli Amighisti non sarà mai d'accordo ad una migrazione su piattaforma x86. Ci sono tanti progetti (AROS, Anubis), ma gli "Amighisti puri e duri" non ne vogliono sapere, si rintanano nelle loro convinzioni e "aspettano", non si sa cosa, non si sa per quanto ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cesare
    > Guarda, lo zoccolo duro degli Amighisti non sarà
    > mai d'accordo ad una migrazione su piattaforma
    > x86. Ci sono tanti progetti (AROS, Anubis), ma
    > gli "Amighisti puri e duri" non ne vogliono
    > sapere, si rintanano nelle loro convinzioni e
    > "aspettano", non si sa cosa, non si sa per quanto
    > ...

    Si stanno provando tutte le strade percorribili. Lo ammetto, io stesso, da amighista inguaribile, ritengo che spingere ancora un sistema operativo di nicchia su di un hardware ancora più di nicchia, come le schede PowerPC, costose, difficilmente reperibili e "aliene", non potrà portare a grandi risultati.

    Il ragionamento è semplice: chi lo compra questo hardware? Gli amighisti di vecchia data. Una simile configurazione non potrà mai attrarre l'utente comune, che non spenderà mai dei soldi per un qualcosa che non conosce già. A meno che la piattaforma in se non riceva una spinta commerciale poderosa, con "killer application" e una massiccia campagna commerciale, così come fu all'epoca dei tempi d'oro di Amiga. Questa ipotesi, tuttavia, è davvero improbabile... C'è comunque da lodare lo sforzo collettivo per rinnovare una piattaforma commercialmente morta 15 anni fa, che credo non si sia mai verificato nella storia dell'informatica, al di la del retrocomputing.

    Per questo io credo molto nel progetto AROS (con un occhio al nascente Anubis) perchè è l'unico che permette a un sistema Amiga-like di girare anche sul proverbiale cassone Acer del supermarket, quindi può essere provato da *chiunque* sul PC di casa. Lo possono usare gli amighisti, ma anche i semplici curiosi, gli stessi che, qualche anno fa, hanno provato linux e non ne sono più staccati.

    TAD
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 09.42
    -----------------------------------------------------------
  • Io ho provato Linux qualche anno fa e anche l'anno scorso e me ne sono staccato, ma non per questo non proverei un Amiga OS che abbia una qualche forma di ufficialità sul mio PC. Per tenercelo su, magari.
    non+autenticato
  • - Scritto da: TADsince1995
    > - Scritto da: Cesare
    > > Guarda, lo zoccolo duro degli Amighisti non sarà
    > > mai d'accordo ad una migrazione su piattaforma
    > > x86. Ci sono tanti progetti (AROS, Anubis), ma
    > > gli "Amighisti puri e duri" non ne vogliono
    > > sapere, si rintanano nelle loro convinzioni e
    > > "aspettano", non si sa cosa, non si sa per
    > quanto
    > > ...
    >
    > Si stanno provando tutte le strade percorribili.
    > Lo ammetto, io stesso, da amighista inguaribile,
    > ritengo che spingere ancora un sistema operativo
    > di nicchia su di un hardware ancora più di
    > nicchia, come le schede PowerPC, costose,
    > difficilmente reperibili e "aliene", non potrà
    > portare a grandi
    > risultati.
    >
    > Il ragionamento è semplice: chi lo compra questo
    > hardware? Gli amighisti di vecchia data. Una
    > simile configurazione non potrà mai attrarre
    > l'utente comune, che non spenderà mai dei soldi
    > per un qualcosa che non conosce già. A meno che
    > la piattaforma in se non riceva una spinta
    > commerciale poderosa, con "killer application" e
    > una massiccia campagna commerciale, così come fu
    > all'epoca dei tempi d'oro di Amiga. Questa
    > ipotesi, tuttavia, è davvero improbabile... C'è
    > comunque da lodare lo sforzo collettivo per
    > rinnovare una piattaforma commercialmente morta
    > 15 anni fa, che credo non si sia mai verificato
    > nella storia dell'informatica, al di la del
    > retrocomputing.
    >
    > Per questo io credo molto nel progetto AROS (con
    > un occhio al nascente Anubis) perchè è l'unico
    > che permette a un sistema Amiga-like di girare
    > anche sul proverbiale cassone Acer del
    > supermarket, quindi può essere provato da
    > *chiunque* sul PC di casa.

    ...un cassone acer .... secondo me questa frase è proverbialeA bocca aperta non so voi ma io seguo la scena a livello di intuizioni e movimenti nascosti e ne ho visto un po in questi ultimi tempi.

    Potrebbero essere solo delle intuizioni sbagliate, nel senso fantasticherie della mia immaginazione o pure associazioni forzate ma vi indico la dinamiche che ho visto
    in questi ultimi tempi:


    2005 ... rinasce la Commodore sulle carte

    http://www.commodorecorp.com/corporate/home.aspx
    http://www.commodoregaming.com/pcshop/home.aspx

    ottobre 2007 Acer compra Gateway ... società produttrice di hardware che detiene i brevetti amigaSorride)

    http://en.wikipedia.org/wiki/Gateway,_Inc.

    fine 2008-2009 c'è un bel fermento nel panorama amiga semi amatoriale
    Aros, Morphos, AmigaOS e di traverso ci metto anche Haiku

    C'è nell' un certo scioglimento dei rancori e con i tempi di crisi, si rimischiano le carte e non sarei per nulla sorpreso se una acer di turno acquistasse una commodore, una hiperion, assumesse lo staff di programmatori di morphos e di aros e magari verso la fine del 2010 verrebbe publicizzata una linea di nuovi Commodore Amiga FuturisticiA bocca aperta

    > amighisti, ma anche i semplici curiosi, gli
    > stessi che, qualche anno fa, hanno provato linux
    > e non ne sono più
    > staccati.
    >
    > TAD
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 09.42
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • - Scritto da: amonamen
    > una linea di nuovi Commodore Amiga Futuristici
    >A bocca aperta

    Per quanto mi piacerebbe dirti che succederà sicuramente, devo anche ricordare che è dal 1994 che sento questa cosa dei nuovi Amiga futuristici dietro l'angoloOcchiolino
  • OK grazie delle risposte, ma c'è una cosa che non davvero capisco .. se Amiga girasse su architettura x86 la società che lo produce non farebbe molti più soldi di adesso?

    Al momento gli unici acquirenti sono gli appassionati, che hanno già l'hardware (vecchio) i quali credo che sarebbero più che contenti di provare (ed anche io lo sarei) Amiga su un buon computer...

    In fondo prendendo a paragone la transizione a Intel di Apple non credo che oggi ci siano molti MacUser a rimpiangere i lentissimi tempi di sviluppo del PowerPC.   

    Quella della Hyperion mi sembra soltanto un suicidio commerciale
    non+autenticato
  • E' un mistero anche per me questo voler ancorare un Amiga OS ad un hardware misconosciuto ai più, obsoleto e costoso. Accetterei di buon grado un Amiga OS compatibile anche con una ristretta quantità di hardware ma che sia hardware comunemente disponibile, per PC. Non volete scrivere migliaia di driver per migliaia di dispositivi? OK, va bene, scriveteli allora per i chipset e cpu principali, idem per la famiglia di GPU AMD nVidia e Intel, e magari S3/Via, audio idem, i codec più diffusi, niente di spaventoso. Allora sì che l'Amiga potrebbe risorgere e si potrebbe creare quell'ecosistema hardware/software che c'era una volta, ma alle condizioni ultracastranti di adesso non si va da nessuna parte. Anzi, sarebbe bene non parlarne neanche, di Amiga, e lasciarlo riposare in pace nel cuore di chi l'ha apprezzato.
    non+autenticato
  • non vogliono urtare i fan

    molti vedono la superiorità di Amiga come un prodotto di hardware + software....ed in effetti era così ai tempi dei chip AGA

    solo che da allora i signori Intel, NVidia, ATI, hanno pensato bene di copiare quelle tecnologie....cose tipo l'accelerazione hardware della grafica esistevano per Amiga quando i PC a mala pena riuscivano a far girare un renderer software con 16 bit di colore

    il punto è che i PC di oggi sono più simili agli Amiga di quanto lo siano ai PC di allora

    la loro paura, quindi, è che buttando AmigaOS nel calderone x86 finirebbe per perdere pure quei quattro aficionado, col risultato di dover chiudere tutto.....

    del resto ad oggi se non sei opensource non sei nessuno....non batti windows tramite closed source...

    ho visto morire Elate così ( che poi doveva essere alla base di AmigaOS 5 ), SkyOS e molti altri....

    P.S. senza contare che portare AmigaOS sui PC vuol dire creare un prodotto perennemente in beta, perchè come sappiamo il supporto hardware non è un optional per un sistema operativo

    al massimo la soluzione adottata da Apple potrebbe essere la più adatta
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 15.44
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pabloski
    > al massimo la soluzione adottata da Apple
    > potrebbe essere la più
    > adatta

    ma infatti l'utilizzare sistemi basati su mainboard chiamiamole "proprietarie" è una mossa per certi versi simile ad Apple, l'utilizzare sistemi Powerpc è dovuto soprattutto al pregresso dal momento che le utlime espansioni uscite per i "vecchi" Amiga (ora definiti classic) erano appunto basate su questi processori.
    mura
    1727
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)