Alfonso Maruccia

Microsoft si mette in vendita

Con un nuovo sistema operativo in via di finalizzazione, BigM ha annunciato la volontà di aprire negozi in giro per gli Stati Uniti. I primi commenti indicano una strategia diversa dai celeberrimi Apple Store

Roma - Windows 7 è quasi pronto, e in vista del rilascio della nuova versione del suo software di punta presso il grande pubblico Microsoft è in procinto di imbarcarsi in una nuova avventura. E in ballo ci sono territori inesplorati. Da Redmond partirà l'avanzata dei negozi ufficiali Microsoft, ideale punto di approdo per i consumatori in vena di acquisti e occasione foriera di un nuovo canale da cui raccogliere feedback sull'esperienza utente offerta da Xbox, Zune, Windows e compagnia.

L'annuncio ufficiale è parco di particolari sul quando, come e dove i nuovi store verranno dislocati sul territorio statunitense, ma si sa che a prendere in mano l'intera faccenda sarà David Porter, ex-dipendente Dreamworks Animation e Walmart e ora vicepresidente corporate della nuova divisione negozi al dettaglio di Microsoft.

Già nel 2001 Microsoft aveva provato, presso il complesso Metreon di Sony a San Francisco, ad avventurarsi nella vendita diretta dei suoi prodotti: ma ora, al contrario di allora, il coinvolgimento di BigM è molto diverso, al punto da evocare scenari di confronto con la distribuzione al dettaglio marcata Apple, impegnata già da anni nel business della vendita diretta.
In realtà, ha spiegato in un momento successivo all'annuncio il presidente del settore entertainment e dispositivi di Microsoft Robbie Bach, l'obiettivo di Redmond non è tanto quello di emulare Apple quanto piuttosto quello di rafforzare e sostenere il marchio e farsi spiegare in maniera diretta dai consumatori quel che funziona e quello che non va nella vendita. "L'approccio di Apple era rivolto alla distribuzione", dice Bach ricordando che "nel 2001, parecchio tempo fa, Apple non aveva chi distribuisse i Machintosh per loro, quindi crearono un canale apposito". Al contrario Microsoft "ha una gran quantità di distributori", e i nuovi negozi in apertura saranno diretti principalmente a "Costruire la nostra presenza e a comprendere quello che funziona e come migliorare l'esperienza di vendita".

Douglas A. McIntyre scrive poi sul Time che, per giustificare l'affitto di locali e l'apertura di dozzine di negozi e punti vendita nelle grandi città, non basta ipotizzare la commercializzazione diretta di console videoludiche, lettori multimediali e accessori per Windows Mobile. No, in un periodo di crisi come questo Microsoft con i nuovi store si gioca il suo futuro finanziario, approfittando dell'ambiente "controllato" e di tecnici appositamente istruiti per mostrare al mondo e ai suoi utenti Windows 7, il sistema operativo che non può fallire dopo le prestazioni altalenanti (quasi) senza precedenti di Windows Vista.

Mentre Microsoft si appresta ad aprire negozi, Sony ha deciso di disfarsi in via definitiva proprio del Metreon Shopping Complex citato poc'anzi, il luogo che ha visto il lancio negli States delle console PS2, PSP e PS3. O, per meglio dire, la corporation nipponica non ha rinnovato il contratto di affitto per i locali dell'unico negozio PlayStation ufficiale presente sul mercato nordamericano, visto che il Metreon stesso era già stato venduto ad altri nel 2006.

Alfonso Maruccia
74 Commenti alla Notizia Microsoft si mette in vendita
Ordina
  • - Scritto da: asdfds
    > wow ma riesco a postare anche senza postare...
    > insomma... in me ci sono due
    > persone.
    >
    > Comunque è vero... si deve fare make configure
    > make install make clean... ma se il programma è
    > nella distro manco quello...
    >
    >
    > boh adesso mi pingo il sistema
    >
    > ping ping ping make make make ping ping ping

    Beata ignoranza. La corretta sequenza tipicamente e':

    ./configure --help
    ./configure [PARAMETRI]
    make && make install

    Se devi dileggiare, almeno fallo in maniera sintatticamente corretta...
    non+autenticato
  • ok... i parametri sono -a -b -c .... -z
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdfds
    > ok... i parametri sono -a -b -c .... -z

    Sciocchezze. Un esempio di parametro puo' essere:

    ./configure --with-mysql=/usr/locfal/mysql5

    Continui a recitare la parte di chi blatera su qualcosa che non conosce minimamente. Il tuo atteggiamento e' assimilabile a quello di chi critica Windows od Apple Mac OS X senza averli mai neanche usati una volta in prima persona.
    Il sarcasmo e' poca cosa se sostenuto solo dall'ignoranza...
    non+autenticato
  • massì... come sei preciso.

    Le ho scritte anche io ste cose... ma il fatto è che se le scrivi così poi la gente si spaventa.

    boh!
    non+autenticato
  • una cosa solo locfal sarebbe quello che l'utente prende localmente se il demone di mysql si impalla? Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdfds
    > una cosa solo locfal sarebbe quello che l'utente
    > prende localmente se il demone di mysql si
    > impalla?
    >Occhiolino

    Uno che scrive con il tuo "italiano" alla buona dovrebbe pensarci due o tre volte prima di ironizzare sugli errori di battitura altrui...
    non+autenticato
  • hai ragione... faccio troppe cose insieme e sbaglio spesso a scrivere.

    Non ironizzavo sul fatto che hai sbagliato a scrivere, ma sull'errore LOC FAL
    non+autenticato
  • Alla lunch room di microsoft non si parla di altro.
    Nei bar, allo stadio... tutti ne parlano.

    Tutti usano Linux e tutti non tornerebbero mai a winzoz.

    Bill ha mollato proprio perchè aveva paura dell'open.

    I dipendenti microsoft stanno cercando di entrare nel team debian facendo test dimostrativi di come digitano velocemente make make make make.

    Linuz RULEZ Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdfds
    > Alla lunch room di microsoft non si parla di
    > altro.
    > Nei bar, allo stadio... tutti ne parlano.
    >
    > Tutti usano Linux e tutti non tornerebbero mai a
    > winzoz.
    >
    > Bill ha mollato proprio perchè aveva paura
    > dell'open.
    >
    > I dipendenti microsoft stanno cercando di entrare
    > nel team debian facendo test dimostrativi di come
    > digitano velocemente make make make
    > make.
    >
    > Linuz RULEZ
    > Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux

    Nono!
    Il futuro è Vista! con un altro paio di release O.S. con un successo così clamoroso.... il fallimento è garantito!
    Grande futuro!

    A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaCon la lingua fuoriCon la lingua fuoriCon la lingua fuoriA bocca apertaCon la lingua fuoriCon la lingua fuoriCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • noo il futuro è... è... non è che si può fare un commodore 64 a 3Ghz e la facciamo finita?
    non+autenticato
  • Windows si blocca, e' sempre vulnerabile all'ultimo virus/worm/trojan/rootkit, ecc.

    Zune e' un fallimento completo con tanto di DRM.

    Nei settori Xbox e cellulari sono in rosso e continuano a perdere clienti.

    Esistono distribuzioni completamente libere di GNU/Linux come gNewSense: www.gnewsense.org

    Esistono aziende che vendono computer con GNU/Linux preinstallato come Los Alamos Computer:

    http://laclinux.com/

    Possiamo votare per convincere Dell a preinstallare gNewSense:

    http://www.ideastorm.com/article/show/63082/Preins...


    La liberta' si conquista, basta volerlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Graziano
    > Windows si blocca, e' sempre vulnerabile
    > all'ultimo virus/worm/trojan/rootkit,
    > ecc.

    Niente di piu' falso.
    E' vulnerabile anche al penultimo, al terzultimo, al quartultimo, etc... etc...

    > Zune e' un fallimento completo con tanto di DRM.
    Zune? Ma esiste ancora?
    Perche' Ballmer ha un ipod allora?

    > Nei settori Xbox e cellulari sono in rosso e
    > continuano a perdere
    > clienti.

    Non essendoci il preinstallato, la gente puo' scegliere, e se arriva a preferire Sony, vuol dire che non c'e' storia.
  • Ballmer ha uno ZuneOcchiolino

  • GGGGIIIIUUUUSTO!!!!

    make make make

    howto howto howto

    man man man
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdfds
    > GGGGIIIIUUUUSTO!!!!
    >
    > make make make
    >
    > howto howto howto
    >
    > man man man

    Tutte attivita' che prevedono di leggere, ragionare, agire, a differenza di altri sistemi dove invece

    click, click, click...

    ...e poi conficker, conficker, conficker...
  • esatto!! la gente deve studiare per usare il comupter... prima 2 anni intensivi di corso e poi (forse) potranno iniziare a lavorare... basta con questi computer subito produttivi.

    Una vita senza problemi da risolvere non ha senso
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdfds
    > esatto!! la gente deve studiare per usare il
    > comupter... prima 2 anni intensivi di corso e poi
    > (forse) potranno iniziare a lavorare... basta con
    > questi computer subito
    > produttivi.
    >
    > Una vita senza problemi da risolvere non ha senso

    Tipico del winaro: confondere il saper usare il computer col saper usare gli applicativi.

    E pretendere di saper usare il computer solo perche' si e' imparato che cliccando succede qualcosa.
  • Per chi ha la passione del computer in sè e per sè vale il discorso di essere bravo o no ad usare il pc, ok, ma in genere la gente il pc vuole -usarlo- per fare altro, e vuole pensare il meno possibile alla macchina, per concentrarsi sul suo lavoro.

    Ogni volta io installo le nuove versioni di linux, mi piace smacchinare, poi però:

    - devo fare grafica: bello the gimp, ma disinstallo e metto photoshop, psp, fireworks, illustrator etc etc
    - devo scrivere: carino openoffice, ma sono abituato con word ed è più bello, già, e ho tutti i documenti in doc
    - devo impaginare: non posso impaginare in linux, disinstallo e rimetto win con publisher, xpress o similia
    - devo fare grafica 3d: ok qui indifferente, uso blender e rimango in linux. Ehi ops... ma per le texture? e se devo aprire un progetto 3d studio o di altri? rimetto win e installo blender x win.
    - devo fare musica: disinstallo linux e rimetto win prima ancora di formulare il pensiero. installo cubase, cool edit, qualche tracker, reason, tonnellate di instruments. Poi quando ho 3000 euro compro un mac pro e uso logic audio.
    - devo fare video: anche qui torno dritto su win e mi installo la suite adobe (premiere, after effects etc). Poi chi lavora seriamente si dice vada su mac con avid.
    - devo programmare: è indifferente. ma già che è indifferente lascio win, così posso farci anche tutte le altre cose.. e poi se mi gira posso anche programmare in visual studio.
    - devo giocare: bello DOOM 1, ma se permettete preferisco Crysis, o assassin's creed. anche qui reinstallo win

    sono consapevole delle cause di ogni problema qui sopra. Che c'è un monopolio, che i giochi potrebbero girare benissimo su linux e anche tutto il resto, e probabilemente meglio (e però arriverebbero i virus su linux ok).

    Tuttavia la realtà è questa, ed è inutile convincere la gente a passare a linux se poi si deludono. Bisogna essere realisti. Per qualche azienda o per chi fondamentalmente naviga e manda email va benissimo.

    Certo, per utilizzare win in quel modo di fatto si è costretti a craccare la maggior parte del software. Non va bene, non dovrebbe essere così, dovrebbe costare tutto meno, sono d'accordo con l'opensource e tutto il resto.

    Ma, se devo montare un video, metto windows.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aktarus
    > Per chi ha la passione del computer in sè e per
    > sè vale il discorso di essere bravo o no ad usare
    > il pc, ok, ma in genere la gente il pc vuole
    > -usarlo- per fare altro, e vuole pensare il meno
    > possibile alla macchina, per concentrarsi sul suo
    > lavoro.

    Quindi stiamo parlando di un utilizzo professionale del computer, e non domestico, se parli di lavoro.

    > Ogni volta io installo le nuove versioni di
    > linux, mi piace smacchinare, poi
    > però:
    >
    > - devo fare grafica: bello the gimp, ma
    > disinstallo e metto photoshop, psp, fireworks,
    > illustrator etc
    > etc

    Quindi di lavoro fai il grafico.

    > - devo scrivere: carino openoffice, ma sono
    > abituato con word ed è più bello, già, e ho tutti
    > i documenti in
    > doc

    Qui ci sarebbe ampio spazio di discussione.
    Comunque tu sostieni che word 2007 sia piu' bello, gusti tuoi.
    Per quanto riguarda i documenti in doc, sarai costretto comunque a convertirli in docx.

    > - devo impaginare: non posso impaginare in linux,
    > disinstallo e rimetto win con publisher, xpress o
    > similia

    Avevo capito che facevi il grafico, e adesso invece impagini.

    > - devo fare grafica 3d: ok qui indifferente, uso
    > blender e rimango in linux. Ehi ops... ma per le
    > texture? e se devo aprire un progetto 3d studio o
    > di altri? rimetto win e installo blender x
    > win.

    Ma pure la grafica 3D fai adesso?

    > - devo fare musica: disinstallo linux e rimetto
    > win prima ancora di formulare il pensiero.
    > installo cubase, cool edit, qualche tracker,
    > reason, tonnellate di instruments. Poi quando ho
    > 3000 euro compro un mac pro e uso logic
    > audio.

    Azz... anche il musicista.

    > - devo fare video: anche qui torno dritto su win
    > e mi installo la suite adobe (premiere, after
    > effects etc). Poi chi lavora seriamente si dice
    > vada su mac con
    > avid.

    Scusa, ma con tutti i soldi che guadagni facendo il grafico, l'editore, il musicista, il montatore video, non riesci a mettere insieme quei pochi euro per uno strumento professionale?

    > - devo programmare: è indifferente.
    Indifferente un par di balle!
    Tu hai parlato fino adesso del tuo lavoro.
    Qui invece si parla del mio lavoro, e non e' affatto indifferente scrivere codice per ambienti in standard Posix rispetto a scrivere codice per win.

    > ma già che è
    > indifferente lascio win, così posso farci anche
    > tutte le altre cose.. e poi se mi gira posso
    > anche programmare in visual
    > studio.

    Ah, ecco. Quindi per te programmare e Visual Studio sono sinonimi. Adesso capisco...

    > - devo giocare: bello DOOM 1, ma se permettete
    > preferisco Crysis, o assassin's creed. anche qui
    > reinstallo win

    Io mi accontento di Civilization, per giocare.

    > sono consapevole delle cause di ogni problema qui
    > sopra. Che c'è un monopolio, che i giochi
    > potrebbero girare benissimo su linux e anche
    > tutto il resto, e probabilemente meglio (e però
    > arriverebbero i virus su linux
    > ok).

    Per arrivare i virus su linux occorrerebbe che in linux ci sia una architettura a livello kernel che linux non ha.

    > Tuttavia la realtà è questa, ed è inutile
    > convincere la gente a passare a linux se poi si
    > deludono. Bisogna essere realisti. Per qualche
    > azienda o per chi fondamentalmente naviga e manda
    > email va
    > benissimo.

    Moltissime aziende potrebbero passare in modo trasparente a linux, visto che i loro desktop servono quasi unicamente per leggere la posta, fare due cavolate con i fogli elettronici e per il resto utilizzano applicazioni aziendali web based.

    > Certo, per utilizzare win in quel modo di fatto
    > si è costretti a craccare la maggior parte del
    > software. Non va bene, non dovrebbe essere così,
    > dovrebbe costare tutto meno, sono d'accordo con
    > l'opensource e tutto il
    > resto.

    Non dovrebbe costare tutto meno: semplicemente si dovrebbe installare solo quello che si usa.

    > Ma, se devo montare un video, metto windows.

    Ma voglio proprio vederli tutti questi video che monti.

    Perche' il 99% di quelli che difendono windows citano sempre l'editing video o il photoshop che saranno solo l'1% dell'utilizzo di un computer, a stare larghi?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: aktarus
    > > Per chi ha la passione del computer in sè e per
    > > sè vale il discorso di essere bravo o no ad
    > usare
    > > il pc, ok, ma in genere la gente il pc vuole
    > > -usarlo- per fare altro, e vuole pensare il meno
    > > possibile alla macchina, per concentrarsi sul
    > suo
    > > lavoro.
    >
    > Quindi stiamo parlando di un utilizzo
    > professionale del computer, e non domestico, se
    > parli di
    > lavoro.
    >
    > > Ogni volta io installo le nuove versioni di
    > > linux, mi piace smacchinare, poi
    > > però:
    > >
    > > - devo fare grafica: bello the gimp, ma
    > > disinstallo e metto photoshop, psp, fireworks,
    > > illustrator etc
    > > etc
    >
    > Quindi di lavoro fai il grafico.
    >
    > > - devo scrivere: carino openoffice, ma sono
    > > abituato con word ed è più bello, già, e ho
    > tutti
    > > i documenti in
    > > doc
    >
    > Qui ci sarebbe ampio spazio di discussione.
    > Comunque tu sostieni che word 2007 sia piu'
    > bello, gusti
    > tuoi.
    > Per quanto riguarda i documenti in doc, sarai
    > costretto comunque a convertirli in
    > docx.
    >
    > > - devo impaginare: non posso impaginare in
    > linux,
    > > disinstallo e rimetto win con publisher, xpress
    > o
    > > similia
    >
    > Avevo capito che facevi il grafico, e adesso
    > invece
    > impagini.
    >
    > > - devo fare grafica 3d: ok qui indifferente, uso
    > > blender e rimango in linux. Ehi ops... ma per le
    > > texture? e se devo aprire un progetto 3d studio
    > o
    > > di altri? rimetto win e installo blender x
    > > win.
    >
    > Ma pure la grafica 3D fai adesso?
    >
    > > - devo fare musica: disinstallo linux e rimetto
    > > win prima ancora di formulare il pensiero.
    > > installo cubase, cool edit, qualche tracker,
    > > reason, tonnellate di instruments. Poi quando ho
    > > 3000 euro compro un mac pro e uso logic
    > > audio.
    >
    > Azz... anche il musicista.
    >
    > > - devo fare video: anche qui torno dritto su win
    > > e mi installo la suite adobe (premiere, after
    > > effects etc). Poi chi lavora seriamente si dice
    > > vada su mac con
    > > avid.
    >
    > Scusa, ma con tutti i soldi che guadagni facendo
    > il grafico, l'editore, il musicista, il montatore
    > video, non riesci a mettere insieme quei pochi
    > euro per uno strumento
    > professionale?
    >
    > > - devo programmare: è indifferente.
    > Indifferente un par di balle!
    > Tu hai parlato fino adesso del tuo lavoro.
    > Qui invece si parla del mio lavoro, e non e'
    > affatto indifferente scrivere codice per ambienti
    > in standard Posix rispetto a scrivere codice per
    > win.
    >
    > > ma già che è
    > > indifferente lascio win, così posso farci anche
    > > tutte le altre cose.. e poi se mi gira posso
    > > anche programmare in visual
    > > studio.
    >
    > Ah, ecco. Quindi per te programmare e Visual
    > Studio sono sinonimi. Adesso
    > capisco...
    >
    > > - devo giocare: bello DOOM 1, ma se permettete
    > > preferisco Crysis, o assassin's creed. anche qui
    > > reinstallo win
    >
    > Io mi accontento di Civilization, per giocare.
    >
    > > sono consapevole delle cause di ogni problema
    > qui
    > > sopra. Che c'è un monopolio, che i giochi
    > > potrebbero girare benissimo su linux e anche
    > > tutto il resto, e probabilemente meglio (e però
    > > arriverebbero i virus su linux
    > > ok).
    >
    > Per arrivare i virus su linux occorrerebbe che in
    > linux ci sia una architettura a livello kernel
    > che linux non
    > ha.
    >
    > > Tuttavia la realtà è questa, ed è inutile
    > > convincere la gente a passare a linux se poi si
    > > deludono. Bisogna essere realisti. Per qualche
    > > azienda o per chi fondamentalmente naviga e
    > manda
    > > email va
    > > benissimo.
    >
    > Moltissime aziende potrebbero passare in modo
    > trasparente a linux, visto che i loro desktop
    > servono quasi unicamente per leggere la posta,
    > fare due cavolate con i fogli elettronici e per
    > il resto utilizzano applicazioni aziendali web
    > based.
    >
    > > Certo, per utilizzare win in quel modo di fatto
    > > si è costretti a craccare la maggior parte del
    > > software. Non va bene, non dovrebbe essere così,
    > > dovrebbe costare tutto meno, sono d'accordo con
    > > l'opensource e tutto il
    > > resto.
    >
    > Non dovrebbe costare tutto meno: semplicemente si
    > dovrebbe installare solo quello che si
    > usa.
    >
    > > Ma, se devo montare un video, metto windows.
    >
    > Ma voglio proprio vederli tutti questi video che
    > monti.
    >
    > Perche' il 99% di quelli che difendono windows
    > citano sempre l'editing video o il photoshop che
    > saranno solo l'1% dell'utilizzo di un computer, a
    > stare
    > larghi?

    Faceva solo degli esempi e anche molto corretti, il software liberi tra l'altro hanno anche un modo di funzionare spesso troppo macchinoso.
    E non tirarmi fuori che cinerella o simili é uguale a finalcut o premiere perché ti copriresti solo di ridicolo...
    non+autenticato
  • basta che scrivi make e i software sono tutti uguali.

    Se poi sei esperto di reti pingalo pingalo!!
    non+autenticato
  • Ma come il mondo è in recessione, ci sono licenziamenti e chiusure diffuse e questi vogliono imbarcarsi in un progetto di espansione rischioso come questo?
    Non capirò niente di economia, ma questo mi sembra invece il momento adatto per tagliare i rami secchi e rafforzare il core businnes.... ah ho capito tutto, M$ è ben conscia di star perdendo il suo predominio sui SO e ridotta alla disperazione batte tutte le strade possibili per diversificare!
  • Penso che il discorso sia più complesso. Leggendo in giro articoli e forum ho ricavato l'impressione che MS voglia scrollarsi di dosso l'immagine di azienda che vive solo grazie all'OEM. Windows e Office sono i due prodotti di punta per Redmond ma lo scarso gradimento per Vista e il costo elevato di Office hanno spinto molti (ovviamente non tutti) a cercare alternative. Queste alternative ci sono (MacOs, Linux, OpenOffice e via discorrendo...). tieni presente che le statistiche sull'utilizzo di SO alternativi contabilizzano poco chi (come me) usa Linux in dual boot con XP. Vedo MS imboccare la strada che dovrebbe portarla a configurarsi (apparentemente) come un normale competitor nel mercato del SW, quindi con i suoi punti vendita autonomi. Lo sforzo economico per MS è enorme ma la situazione (post-Vista) è molto incerta. In qualunque caso difenderà il suo monopolio nell'OEM con le unghie e con i denti. Se Win7 sarà un successo gli andrà bene. Altrimenti...boh. Tutto questo ovviamente, secondo me.
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mastro Ciliegia
    > Penso che il discorso sia più complesso. Leggendo
    > in giro articoli e forum ho ricavato
    > l'impressione che MS voglia scrollarsi di dosso
    > l'immagine di azienda che vive solo grazie
    > all'OEM.

    Quindi stai dicendo che prenderanno la decisione di non vendere piu' niente preinstallato ma di sottostare anche loro alle leggi del libero mercato?

    Deve essere un bel film. Quando uscira' in Italia?

    > Windows e Office sono i due prodotti di
    > punta per Redmond ma lo scarso gradimento per
    > Vista e il costo elevato di Office hanno spinto
    > molti (ovviamente non tutti) a cercare
    > alternative.

    Perche' "ovviamente"?

    > Queste alternative ci sono (MacOs,
    > Linux, OpenOffice e via discorrendo...). tieni
    > presente che le statistiche sull'utilizzo di SO
    > alternativi contabilizzano poco chi (come me) usa
    > Linux in dual boot con XP.

    XP lo abbiamo pagato tutti, trovandolo prenistallato, quindi perche' rimuoverlo? Lo si relega in un angoletto della partizione secondaria che non si sa mai...

    > Vedo MS imboccare la
    > strada che dovrebbe portarla a configurarsi
    > (apparentemente) come un normale competitor nel
    > mercato del SW, quindi con i suoi punti vendita
    > autonomi.

    Il film di cui sopra: non vedo l'ora che esca...

    > Lo sforzo economico per MS è enorme ma
    > la situazione (post-Vista) è molto incerta.

    Quale sforzo economico? Sono decenni che vende fumo con un guadagno pari al 95% degli introiti.

    > In qualunque caso difenderà il suo monopolio
    > nell'OEM con le unghie e con i denti.

    Ah, allora non e' un film di fantascienza: e' il solito polpettone di natale.

    > Se Win7 sarà un successo gli andrà bene.
    > Altrimenti...boh. Tutto questo ovviamente,
    > secondo me.

    Vedremo.

    > Ciao
  • Un'azienda deve sforzarsi di guardare le cose in prospettiva. Dopo il sostanziale fiasco di Vista e lo stato di crisi in cui versa l'economia un po' dappertutto, è ovvio che non possano lasciare le cose come stanno. Forse si tratta solo di una manovra mediatica per dare risalto a Win7, oppure hanno in mente un sistema a franchising o chissà che altro, non lo so. I film di fantascienza mi piacciono ma il mio post precedente, se letto bene, non mi pareva così irrealistico. Tuttavia io non faccio guerre di religione. MS è un'impresa e come qualunque altra impresa persegue una sola cosa: il profitto. Il problema, semmai, è nel mercato che, per mancanza di regole, consente lo sviluppo di monopoli. Il monopolio non porta mai a nulla di buono. D'altro canto se tu individuassi un'area di profitto sicuro, da imprenditore cosa faresti? Etica? Morale? Uguaglianza? O preferiresti realizzare il tuo profitto?
    Per qualunque impresa la possibilità di creare monopoli è sempre molto attraente, sopratutto in assenza di regole. MS probabilmente si è accorta di essere scoperta in un preciso canale di vendita e ora corre ai ripari. E ti ripeto che secondo me, se Win7 andrà bene, la mossa non risulterà essere azzardata come pensi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mastro Ciliegia
    > Un'azienda deve sforzarsi di guardare le cose in
    > prospettiva. Dopo il sostanziale fiasco di Vista
    > e lo stato di crisi in cui versa l'economia un
    > po' dappertutto, è ovvio che non possano lasciare
    > le cose come stanno. Forse si tratta solo di una
    > manovra mediatica per dare risalto a Win7, oppure
    > hanno in mente un sistema a franchising o chissà
    > che altro, non lo so. I film di fantascienza mi
    > piacciono ma il mio post precedente, se letto
    > bene, non mi pareva così irrealistico. Tuttavia
    > io non faccio guerre di religione. MS è
    > un'impresa e come qualunque altra impresa
    > persegue una sola cosa: il profitto. Il problema,
    > semmai, è nel mercato che, per mancanza di
    > regole, consente lo sviluppo di monopoli. Il
    > monopolio non porta mai a nulla di buono. D'altro
    > canto se tu individuassi un'area di profitto
    > sicuro, da imprenditore cosa faresti? Etica?
    > Morale? Uguaglianza? O preferiresti realizzare il
    > tuo
    > profitto?
    > Per qualunque impresa la possibilità di creare
    > monopoli è sempre molto attraente, sopratutto in
    > assenza di regole. MS probabilmente si è accorta
    > di essere scoperta in un preciso canale di
    > vendita e ora corre ai ripari. E ti ripeto che
    > secondo me, se Win7 andrà bene, la mossa non
    > risulterà essere azzardata come
    > pensi.

    Concordo con te, il futuro di M$ è legato a come verrà accolto Win7, se sarà un fiasco come Vista M$ è condannata al fallimento!
    Ma anche nella migliore delle ipotesi di una accettazione "tiepida" del mercato del nuovo SO vedrai che Linux aumenterà la sua quota di mercato, ormai sono molte le aziende che ci stanno investendo sopra, compresa la stessa Intel!
  • Ci investono, ma per quanto riguarda i server.

    Sui desktop usano sicuramente XP (fatta eccezione per le workstation per progettare nuovi dispositivi dove in media hanno delle Sun e simili)
    non+autenticato
  • Alcuni amici hanno noleggiato un elicottero e stanno facendo una gita. Sennonchè, a un certo punto si alza la nebbia e loro non riescono più a vedere niente. Ovviamente si perdono. A un certo punto, senza preavviso, si ritrovano davanti a un grattacielo e quasi ci vanno a sbattere.

    Allora uno di loro prende un grosso foglio e ci scrive sopra con il pennarello: "Dove siamo?".

    Lo gira verso il grattacielo, in modo che le persone che stanno lavorando all'interno possano leggere la domanda. Infatti la vedono, prendono un pennarello e scrivono un cartello di risposta: "Dentro un elicottero".

    Gli amici si guardano l'un l'altro perplessi da tanta stupidità, poi uno grida:
    - HO CAPITO! Siamo davanti al supporto tecnico della Micro$oft!
    - E come lo sai?
    - Perchè ci hanno dato un'informazione tecnicamente corretta che non serve a niente!
    non+autenticato
  • lollissimo!
    non+autenticato
  • bellissima!
    non+autenticato
  • Però ha capito: l'informazione è servita!
    non+autenticato
  • A Redmond non ci sono grattacieli. Al massimo arrivano a 3 piani.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Billo Gateso & Linusso Torvaldis
    > A Redmond non ci sono grattacieli. Al massimo
    > arrivano a 3
    > piani.

    Solo il grattacielo starter.. col grattacielo ultimate puoi avere quanti piani vuoi ma la lentezza dell'ascensore è direttamente proporzionale al numero di piano scelto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)