Luca Annunziata

Apple: dite no al jailbreak

La Biblioteca del Congresso si appresta a decidere sull'ammissibilità delle richieste di aggiramento del Digital Millennium Copyright Act. Apple prova a fare la voce grossa, EFF ribatte colpo su colpo

Roma - In ballo ci sono le procedure di sblocco di ogni telefono in circolazione, almeno sul suolo statunitense, ma è evidente che l'obiettivo della mozione presentata da Electronic Frontier Foundation davanti alla Biblioteca del Congresso è uno: iPhone. E nella tornata 2009 di pareri vincolanti sull'applicazione del Digital Millennium Copyright Act e sulle deroghe alla stessa legge, la fondazione senza scopo di lucro punta a far dichiarare come legittime tutte le tecniche di jailbreaking del melafonino: ovviamente con la ferma opposizione di Apple.

"EFF ha chiesto al Copyright Office di approvare una deroga al DMCA per consentire il jailbreaking in modo da permettere ai proprietari di iPhone di utilizzare i loro telefoni con applicazioni che non sono disponibili sull'App Store" spiega Fred von Lohmann, che fa parte del team di legali che sostiene le tesi dell'organizzazione. Tra i più celebri programmi di questo tipo figurano ad esempio quelli che permettono di registrare video con iPhone, oppure di utilizzare il melafonino come router WiFi per navigare collegandosi con il proprio PC.

Per EFF, insomma, ci sarebbe in ballo la possibilità di utilizzare un prodotto regolarmente acquistato al meglio delle sue capacità, anche andando oltre quanto deciso a priori da Apple. Da parte sua, l'azienda di Cupertino difende il suo diritto di chiudere il melafonino adducendo come argomentazione la "chain of trust" (letteralmente, catena della fiducia) necessaria a garantire l'assenza di applicazioni pericolose o di scarsa qualità sul cellulare: inoltre, sbloccare iPhone sarebbe l'anticamera anche per l'utilizzo di software pirata.
Ma non è neppure questo il nucleo centrale della memoria presentata da Apple: secondo i legali di Cupertino, sbloccare iPhone comporta la sostituzione del bootloader con uno modificato, ottenuto grazie al reverse engineering dell'originale. Un'operazione che, visti i diritti che Apple vanta sul firmware del melafonino, viola il DMCA: e che causerebbe letteralmente milioni di errori sui cellulari sbloccati, costringendo i programmatori che curano lo sviluppo di iPhone ad un lavoro supplementare per fare fronte a queste eventualità imprevedibili.

Da parte sua EFF non fa che ribadire che i presunti vantaggi in fatto di sicurezza proposti da Apple non siano altro che la versione riveduta e corretta di altre argomentazioni del tutto simili: "Se vi suona come FUD (fear, uncertainty and doubt, ndr) - prosegue von Lohmann - è perché lo è. Basta trasporre le motivazioni di Apple al mondo delle automobili per riconoscerne l'assurdità: certamente GM ci dirà che, per la nostra sicurezza, tutta la manutenzione dovrebbe essere fatta da rivenditori autorizzati con pezzi di ricambio originali. (...) Ma non abbiamo mai tollerato questi paternalismi industriali (...) Dopo tutto la nostra cultura del tinkering (o hacking, se preferite) è una parte importante della nostra economia dell'innovazione".

Al momento, non è ancora chiaro quale sia l'orientamento della commissione che si occuperà di valutare le posizioni in merito a questa vicenda, e si dovrà probabilmente attendere l'autunno per conoscerne il responso. Le questioni sul piatto sono molte, non riguardano solo iPhone, e richiederanno del tempo (qualcuno auspica persino un intervento legislativo) per essere analizzate. In ogni caso, ad oggi appare improbabile che anche se Apple dovesse veder riconosciute le sue ragioni, decida di procedere per perseguire tutti gli utenti che hanno "violato" il suo copyright sbloccando il proprio iPhone: discorso diverso per chi produce materialmente i programmi per il jailbreaking. D'altra parte, chi è senza peccato scagli la prima mela.

Luca Annunziata
133 Commenti alla Notizia Apple: dite no al jailbreak
Ordina
  • Beh semplicemente, chi è favorevole alla loro politica compri l'iphone, chi è contrario non lo faccia. Il mercato funziona così, nessuno è obbligato a comprar niente da Cupertino o da Micro$oftCon la lingua fuori infatti io voto Slackware e me ne sbattoSorride
    non+autenticato
  • Yeah!

    ;) magari tutti ragionassero così... qua sembra uno stadio pieno di ultras.
    non+autenticato
  • Quoto entrambi. Son dovuto arrivare alla fine dei commenti per trovarne uno davvero sensato e davvero libero. Io la penso esattamente come vuoi. Io apprezzo la tecnologia da qualunque parte provenga, e scelgo i prodotti da comprare in base alle mie esigenze senza buttare a mare nessuno. Lo stesso faranno gli altri, immagino: più bello di così! Tifate per il progresso e lo sviluppo, piuttosto, altro che tifare per questa o quella azienda, o gioire insensatamente quando arriva una cattiva notizia sull'azienda che non ci piace, visto che tutte le aziende sono fatte di persone, che come noi vivono di stipendio e alla fine del mese portano lo stipendio a casa e cercano di far felici i loro bambini a Natale, proprio come tutti noi.
    non+autenticato
  • Ma se uno si compra un frullatore perchè dovrebbe modificarne il firmware e farlo diventare centrifuga. Apple produce elettrodomestici... si pigia un tasto si accendono e funzionano. Fine della storia. Mai pensare di convincere un mac ad esportare in un formato che non sia tra quelli preimpostati.. o fargli fare cose che Jobs e il suo staff non hanno previsto. Per fare quelle cose esistono i PC con tutto il loro incasinatissimo hardware. E si vive sereni che tanto c'è chi pensa a non far scervellare l'utente in scelte amletiche (CBR o VBR?). Apple pensa a quello che è meglio per l'utente, all'utente solo la scelta di pigiare o meno il pulsante.
    non+autenticato
  • ma come per l'appletv o come si chiama, di suo non legge i divx e altri formati, ma midificandola si.
    personalmente preferisco prendere un lettore divx da 30 euro e sperare che aggiornando di tanto in tanto il firmware legga tutto, oppure un pc tipo gli asus orrizontali e con quello leggere tutto, ovviamente ha altri costi e altre caratteristiche.

    IMHO eh
  • Si, se tutti la pensassero come la pensi tu, McGyver sarebbe stato arrestato per pirateria Con la lingua fuori

    Se voglio (e se ho le capacità/conoscenze), il mio frullatore lo posso far diventare un tritarifiuti e nessuno mi dice e mi può dire niente.

    Ma la legge dice che l'iPhone non si può modificare, benissimo: se lo compri sei consapevole di non poterlo unlockare liberamente, quindi se ti sta bene accetti, se no non te lo compri. Non sei obbligato a comprarlo come se fosse un pezzo di pane.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 21.11
    -----------------------------------------------------------
  • Quale legge dice che l'iphone non è jailbreakabile?
    Se me la trovi nella gazzetta ufficiale sei veramente un mito.
    Ah si, l'EULA non vale, è un contratto che accetti automaticamente prima di leggerlo all'atto dell'acquisto, ergo non vale.
    E poi voglio vederti al negozio "senta, ho comprato software xyz, ma non accetto l'eula, me lo prende in dietro?", si nel didietro te lo prendiSorride
    Wolf01
    3342
  • in fondo, cosa fa'?
    Ah si, rende il melafonino FRUIBILE in tutte le sue potenzialita', evitando come la PESTE gli obblighi e i paletti imposti dalla mela affamata dei tuoi soldi.
    Problemi di sicurezza!?Vanificati dalla rete, se fai casino se ne accorgono subito e sei escluso dai giochi, come e' successo proprio ALLA MELA quando l'hanno sgamata che infilava i controlli remoti,NASCOSTI, all'utente finale.
    Altro che sicurezza, il discorso e' solo ed unicamente FINANZIARIO, la mela vuole avere il totale controllo dell'oggetto per gestirne il flusso costante di denaro che afiotti esce per le applicazioni.
    Se si puo' avere le medesime cose GRATIS da altri sviluppatori , perche' compreare mela?
    E' comunque grave che la mela richieda oltre 500 euro per un oggetto che poi pretende di continuare a gestire blindatamente a suo modo, costringendoti a smenare soldi ogni minuto che passa.
    Del mio hardware devo poter fare quello che mi pare, devo poterlo usare pienamente come TU stai usando i miei soldi SENZA VINCOLI O OLLBIGHI DI SORTA.
    Se producessero un saponefonino SENZA TUTTI STI BLOCCHI AMENI il jailbrk non esisterebbe nemmeno...
    non+autenticato
  • Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non mi costringerebbe di andare in giro con mille chiavi.
    Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!

    Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.

    Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai... continuiamo così...

    Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran progetto, aspettate quello.

    Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli. Nessuno vi obbliga tranne il vostro ego.
    non+autenticato
  • Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua risposta...
  • - Scritto da: Dti Revenge
    > Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad
    > ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua
    > risposta...

    Chiamasi fanboy
  • - Scritto da: Dti Revenge
    > Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad
    > ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua
    > risposta...

    Io a differenza di alcuni non attacco ciò che non mi interessa. Non mi vedrete mai appena esce una versione nuova di Windows "ma sarà la solita ciofeca" anzi. Spero vivamente che Windows Sette sia veramente un grande successo e non vedo il motivo per augurarne una disfatta.
    Stessa cosa per Linux, spero si diffonda molto.

    Alcune persone invece pensano di far parte di una squadra di calcio e ad ogni notizia cattiva sulla propria marca preferita è come un gol subito.

    Punto Informatico dovrebbe essere un gruppo di sostenitori della tecnologia, libera e non. Ognuno porti avanti le proprie preferenze, ma attaccare e basta ciò che non si usa e non si conosce è ridicolo e da poppanti.

    Non sono avvocato della Apple. Sono un utente contento dei suoi prodotti. Quando non lo sarò più non avrò problemi a cambiare marca. E quando vedo critiche sterili dico la mia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non
    > mi costringerebbe di andare in giro con mille
    > chiavi.
    > Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!
    >
    > Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.
    >
    > Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello
    > che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai...
    > continuiamo
    > così...

    questo è il classico ragionamento di chi non ha capito che free sta per "libero" (as in free speech), non per "gratis" (as in free beer), per quanto traducendo letteralmente dall' inglese l' equivoco ci possa stare.

    >
    > Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli
    > quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran
    > progetto, aspettate
    > quello.
    >
    > Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli.
    > Nessuno vi obbliga tranne il vostro
    > ego.

    però su questa parte ti quoto; io rientro tra quelli che probabilmente un iphone non lo acquisteranno mai.

    Però direi che tra questa posizione e dichiarare illegale il jailbreaking ce ne passa parecchio, o no?
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non
    > mi costringerebbe di andare in giro con mille
    > chiavi.
    > Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!
    >
    > Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.
    >
    > Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello
    > che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai...
    > continuiamo
    > così...
    >
    > Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli
    > quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran
    > progetto, aspettate
    > quello.
    >
    > Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli.
    > Nessuno vi obbliga tranne il vostro
    > ego.
    Ti lasci trascinare dalla passione.Sorride
    I lucchetti non proteggono te (vedi le serrature della casa) ma il costruttore della casa (telefonino in questo caso) DOPO che tu hai comprato e pagato quella casa.
    Ti sta bene che il costruttore conservi copia di tutte le serrature di casa tua e ti dica chi dei tuoi amici puoi invitare oppure no?
    Se tu in casa tua ospiti uno che non è gradito al costruttore edile perché regala mobili di bambù fatti a mano da lui, il costruttore può legalmente impedirtelo?

    Puoi andare a comprare casa da un altro, ma a te piaceva la casa di prima e te ne vai costretto da un "bullismo" del costruttore: prima o poi i bulli ti trovano da qualche altra parte, no? Magari la Legge (e non quella del più forte) serve a impedirti di dover vivere minacciato dall'imposizione di fare quello che ti impone arbitrariamente un altro.

    Nel caso iPhone il problema non è tutelare qualcuno dall'acquisto di sw piratato in spregio al loro diritto di vederselo pagare, ma schiacciare il diritto di un compratore limitandosi a dire "se non ti sta bene, vattene oppure fattelo da solo".

    Stranamente questa politica del "più forte ha sempre ragione" piace tanto alle aziende che la possono esercitare, salvo poi chiedere aiuto quando nel "quartiere" arriva uno nuovo "più forte".Occhiolino
    non+autenticato
  • Non sei obbligato a comprare un giocattolino da 500€ se bloccato.
    Fai come me: non comprarlo e vivi feliceA bocca aperta
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Non sei obbligato a comprare un giocattolino da
    > 500€ se bloccato.
    > Fai come me: non comprarlo e vivi feliceA bocca aperta
    Strana questa logica dei due pesi e due misure:
    i soldi sono miei e mi chiedono di spenderli per sostenere l'economia (!?) ma come vogliono lor signori "Padroni dalle belle braghe bianche", senza lamentarsi e ringraziando pure, oppure spetta a me cambiare aria.

    Cambiare scelta io presuppone che potrò sempre farlo, che sarà per me altrettanto conveniente, che chi produce impone e non offre (altrimenti non è libero mercato).

    Se vi sembra un ritorno agli anni trenta, lasciandoci sfilare in silenzio settant'anni di diritti ottenuti per farci trattare equamente come persone e non come vacche da mungere... beh, IMHO state tenendo d'occhio la sostanza e non l'apparenza.
    non+autenticato
  • Ti chiedono di spenderli e tu scegli il prodotto più giusto per te. Punto.

    Se il prodotto più giusto è l'iPhone ne comprerai i pregi e i difetti.
    Se c'è la possibilità di sbloccarlo lo farai cosciente del fatto che sia illegale.

    Il pretenderne la legalità è assurdo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Se il prodotto più giusto è l'iPhone ne comprerai
    > i pregi e i difetti.
    >
    > Se c'è la possibilità di sbloccarlo lo farai
    > cosciente del fatto che sia illegale.

    > Il pretenderne la legalità è assurdo.

    Ma perché mai? Ti inventi la Apple Legge? Semmai è violazione di contratto privato tra le parti e, come già detto in altri post, esistono clausole contrattuali che possono risultare vessatorie e quindi giudicate non valide da un giudice.
    Guarda che io non sono contro Apple (ci sono suoi prodotti che mi piacciono molto), ma indipendentemente dal caso iPhone trovo che si debba stare attenti all'accettare come "regola di mercato" condizioni che sono forzature a favore di una delle parti (guarda caso, la più "forte" nel rapporto contrattuale).
    Ribadisco che non sto avallando l'installazione di sw rubato, ma di sw reso liberamente disponibile dal suo sviluppatore su di un cellulare COMPRATO con soldi buoni.

    Comunque è chiaro che queste discussioni sono destinate ad arenarsi, con le persone divise nei due schieramenti.Sorride
    non+autenticato
  • Basta Apple.

    Basta basta basta, stanchi delle limitazioni, lucchetti, chiusure varie.


    Informazione:

    www.defectivebydesign.org


    Alternative:
    www.gnu.org

    http://www.sorbaioli.org/free-devices/
    non+autenticato
  • suggerisci quel che vuoi. Io selgo quello che provo e che mi da maggiori soddisfazioni.

    Per ora la Apple è quella migliore per l'uso che ne faccio io.
    non+autenticato
  • Parli con cognizione di causa o hai scelto il computer più luccicante e dal desing accattivante e ti sei fermato a fare i paragoni?
  • - Scritto da: Dti Revenge
    > Parli con cognizione di causa o hai scelto il
    > computer più luccicante e dal desing accattivante
    > e ti sei fermato a fare i
    > paragoni?

    Parli per cognizione di causa o per farti un'opinione ti basi sul design accattivante e luccicante e ti sei fermato lì?
    Uby
    893
  • Ma ti da proprio così fastidio, anche se fosse, che a lui piaccia un computer che sia anche esteticamente bello?? Quest'articolo ha scatenato un impeto di libertà in tutti noi, ma a quanto pare c'è sempre qualcuno più libero ed uguale dell'altro. Magari Linux è il meglio che c'è, ma se a lui piace OS X a voi cosa interessa?? Ma possibile che non abbiate altro da fare che far sempre questa OS war?? Cercate invece i punti in comune, non quelli che vi dividono, chissà che non ne venga fuori una discussione costruttiva ed interessante per tutti, volta a migliorare laconoscenza informatica di tutti, non solo di voi due (non è poi questo anche lo scopo di Linux, portare l'informatica alla portata di tutti?? Oppure installare Linux sul vostro computer serve solo a far vedere quanto siete bravi?? È questo che vi insegna la filosofia Linux??)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dylan
    > Ma ti da proprio così fastidio, anche se fosse,
    > che a lui piaccia un computer che sia anche
    > esteticamente bello?? Quest'articolo ha scatenato
    > un impeto di libertà in tutti noi, ma a quanto
    > pare c'è sempre qualcuno più libero ed uguale
    > dell'altro. Magari Linux è il meglio che c'è, ma
    > se a lui piace OS X a voi cosa interessa?? Ma
    > possibile che non abbiate altro da fare che far
    > sempre questa OS war?? Cercate invece i punti in
    > comune, non quelli che vi dividono, chissà che
    > non ne venga fuori una discussione costruttiva ed
    > interessante per tutti, volta a migliorare
    > laconoscenza informatica di tutti, non solo di
    > voi due (non è poi questo anche lo scopo di
    > Linux, portare l'informatica alla portata di
    > tutti?? Oppure installare Linux sul vostro
    > computer serve solo a far vedere quanto siete
    > bravi?? È questo che vi insegna la filosofia
    > Linux??)

    Forse volevi rispondere a quello sopra...Deluso
    Uby
    893
  • Ho fatto un paragone semplice:

    Vita (digitale) prima di un mac e vita dopo un mac. Le cose sono migliorate in maniera esponenziale.

    Questo mi è bastato. E le volte che ho usato un pc windows mi ha ricordato quanto poco ergonomico fosse, lento e scomodo.

    Per l'uso che ne faccio io.

    Agli amici consiglio sempre un mac, anche se in molti ambiti ne sconsiglio l'uso. Chi ci gioca molto per esempio e vuole spendere il minimo possibile.

    Devo dire che quasi tutti quelli che hanno avuto occasione di provare il mio mac beh poi ci sono passati e adesso non tornano indietro. Stessa cosa con l'iPhone (anche se a molti consiglio di più l'iPod Touch)
    non+autenticato
  • Bellissimi i prodotti mac, davvero belli ma... cosa c'e' sotto?

    Qualche link per capire a cosa vai incontro dando i soldi a una azienda come Apple:

    http://www.defectivebydesign.org/day01-macbook

    http://www.defectivebydesign.org/day11-itunes

    http://www.defectivebydesign.org/day19-iphone


    Non e' tutto oro quello che luccica.

    Io uso un Lemote Yeeloong, un netbook completamente libero, bios compreso: www.sorbaioli.org
    non+autenticato
  • Ciò che Apple vuole è semplicemente tutelare le sue proprietà intellettuali: iPhone OS non è opensource, è un sistema chiuso. Nella licenza, che accettate con l'acquisto del prodotto, non c'è scritto che chiunque può modificare il codice di iPhone OS a beneficio della comunità com'è scritto nella licenza di Ubuntu. Insomma, non potete pretendere di modificare la vostra auto (per vincere alle corse clandestine magari) e pretendere che la vostra casa automobilistica supporti tale pratica. Apple sta solo dicendo che se fate il jailbreak sono affari vostri, dopo ve la vedrete voi al mese di Marzo perchè noi non supportiamo firmware modificati. In questo senso illegale, non che vi mandano in galera se sbloccate il telefono. Lo fa Apple, e lo fa Sony con le sue PSP. E anche la Microsoft con il suo Windows Genuine Program, anche se quest'ultimo è leggermente diverso. Mi sembra piuttosto normale che un'azienda tuteli i suoi interessi, mi pare anormale dire ad un'azienda di non farlo. Se vi va sbloccate pure iPhone, consci che userete poi un firmware non prodotto da Apple (nulla vi vieta di tornare all'originale per usufruire dell'assistenza, aggirando il problema che la Apple non supporti altri firmware oltre al suo). Altrimenti usate il suo firmware e i programmi approvati da lei sola. A voi la scelta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dylan
    > Apple sta solo dicendo che
    > se fate il jailbreak sono affari vostri, dopo ve
    > la vedrete voi al mese di Marzo perchè noi non
    > supportiamo firmware modificati. In questo senso
    > illegale, non che vi mandano in galera se
    > sbloccate il telefono.

    Mi spieghi come si concilia il termine "illegale" con "noi di Apple non lo supportiamo e sono fatti vostri"?
    Apple non è tenuta a supportare gli iphone jailbreakati, indipendentemente che sia una pratica legale o no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dylan
    > Ciò che Apple vuole è semplicemente tutelare le
    > sue proprietà intellettuali: iPhone OS non è
    > opensource, è un sistema chiuso.

    Non credo sia questo lo scopo. Il fatto è che Apple guadagna il 30% del prezzo a cui sono venduti i programmi nell'AppleStore. Pertanto impedirti di installare programmi con altri mezzi è un modo per assicurarsi lauti guadagni a scapito del libero mercato. Perché non solo ti impediscono di installare programmi come ti pare ma anche sono loro a scegliere quali programmi tu possa metterci sopra, quindi anche chi può vendere programmi per il proprio sistema, limitando così anche la libertà d'impresa e la concorrenza. E' quello che gli antiTC paventano da anni e tutti a dire che non sarebbe mai successo. Ora succede ed è solo l'inizio.
  • la differenza è che apple si fa il proprio cellulare ed il proprio sistema... stessimo parlando del Symbian, di WindowsMobile... ma diamine, MacOSX Mobile se lo produce Apple da sé per l'iPhone, anch'esso da apple prodotto. Non c'è legge che tenga, in casa propria può scegliere quel che le pare, se poi le scelte sono a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà quest'ultima a deciderlo. stop, il mercato è e resta libero per il semplice fatto che non è apple sola il mercato.


    è come quando multano MS per aver troppo "radicato" windowsmediaplayaer ed internetexplorer nei propri sistemi e poi puntualmente salta fuori il genio di turno che inizia a chiedersi perché non multano pure apple, visto che quest'ultima adotta la stessa pratica con MacOSX ed iTunes/Quicktime.
    sono situazioni diverse, non ci vuol molto a capirlo ...e lo sono a prescindere dal fatto che una ditta sia semi-monopolista ed una poco più di una nicchia

    ognuno deve decidere per quel che gli compete... ci sono quelli cui compete il software, quelli cui compete l'hardware, e quelli cui competono entrambe le cose.

    finché apple resta sul proprio terreno non vedo come sia possibile andare a sindacare sulle scelte che questa opera (per quanto discutibili spesso queste scelte possano essere, benisnteso)
    se non è libertà questa...




    comunque è ovvio che apple intenda mangiarci sopra a sta cosa... sacrosanto direi. l'iphone mica l'hanno inventato per sbaglio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: lollo9
    > Non c'è legge che tenga, in casa propria può
    > scegliere quel che le pare, se poi le scelte sono
    > a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà
    > quest'ultima a deciderlo.

    Ed infatti qualcuno lamenta che è a scapito dell'utenza e che è un comportamento scorretto. Che poi il modo migliore per farlo capire ad Apple sarebbe non comprare il suo iPhone ti do ragione.


    > è come quando multano MS per aver troppo
    > "radicato" windowsmediaplayaer ed
    > internetexplorer nei propri sistemi e poi
    > puntualmente salta fuori il genio di turno che
    > inizia a chiedersi perché non multano pure apple,
    > visto che quest'ultima adotta la stessa pratica
    > con MacOSX ed
    > iTunes/Quicktime.

    No, il discorso è diverso.
  • - Scritto da: BlueSky
    > - Scritto da: lollo9
    > > Non c'è legge che tenga, in casa propria può
    > > scegliere quel che le pare, se poi le scelte
    > sono
    > > a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà
    > > quest'ultima a deciderlo.
    >
    > Ed infatti qualcuno lamenta che è a scapito
    > dell'utenza e che è un comportamento scorretto.
    > Che poi il modo migliore per farlo capire ad
    > Apple sarebbe non comprare il suo iPhone ti do
    > ragione.
    A scapito dell'utenza? si quale utenza stiamo parlando? Se stiamo parlando dell'utenza iPhone, quell'utenza ha acquistato l'iPhone sapendo bene vantaggi e svantaggi. Acquistare iPhone è infatti una libera scelta.
    Io faccio parte di tale utenza e sono più che soddisfatto del fatto che ci sia qualcuno che controlla le applicazioni e impedisce che io possa scaricare software dannoso per il prodotto che ho pagato.
    Ti faccio anche notare che queste "limitazioni" non hanno impedito ai programmi per iPhone di superare in numero quelli di tutte le altre piattaforme.

    > > è come quando multano MS per aver troppo
    > > "radicato" windowsmediaplayaer ed
    > > internetexplorer nei propri sistemi e poi
    > > puntualmente salta fuori il genio di turno che
    > > inizia a chiedersi perché non multano pure
    > apple,
    > > visto che quest'ultima adotta la stessa pratica
    > > con MacOSX ed
    > > iTunes/Quicktime.
    >
    > No, il discorso è diverso.
    Infatti è proprio diverso: tu acquisti un prodotto HP e ti ritrovi dentro un prodotto Microsoft. E questo accade anche con Acer, Samsung, Asus, Sony, Dell, Toshiba eccetera.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ti faccio anche notare che queste "limitazioni"
    > non hanno impedito ai programmi per iPhone di
    > superare in numero quelli di tutte le altre
    > piattaforme.
    non diciamo vaccate, è palesemente dimostrabile che se windows mobile avesse uno store questo avrebbe almeno 20 volte le applicazioni che ha lo store apple

    Oh bhe, contando gli homebrew forse l'iphone arriva a prendersi una grossa fetta, ma a sto punto allora dobbiamo dire che la PSP ha più programmi tra giochi e utilities di qualunque altra console, ma sono dati che non valgono perchè homebrew è illegale stando alle aziende

    Senza homebrew ricordo che il 70% dei software di apple store sono fiammelle, birre, effetti lente per le foto, giochetti che usano il giroscopio...
    Mentre per windows mobile possiamo dire che il 99% dei programmi siano homebrew ma almeno sono legali
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Ti faccio anche notare che queste "limitazioni"
    > > non hanno impedito ai programmi per iPhone di
    > > superare in numero quelli di tutte le altre
    > > piattaforme.
    > non diciamo vaccate, è palesemente dimostrabile
    > che se windows mobile avesse uno store questo
    > avrebbe almeno 20 volte le applicazioni che ha lo
    > store
    > apple
    Certo, anche se Windows funzionasse bene ora non perderebbe quote di mercato, e se il nostro governo fosse illuminato non saremo l'ultima ruota del carro.
    Con i "se" puoi fare molti discorsi...

    > Oh bhe, contando gli homebrew forse l'iphone
    > arriva a prendersi una grossa fetta, ma a sto
    > punto allora dobbiamo dire che la PSP ha più
    > programmi tra giochi e utilities di qualunque
    > altra console, ma sono dati che non valgono
    > perchè homebrew è illegale stando alle
    > aziende
    Oltre che illegale forse sarà anche non supportato?

    > Senza homebrew ricordo che il 70% dei software di
    > apple store sono fiammelle, birre, effetti lente
    > per le foto, giochetti che usano il
    > giroscopio...
    Ma anche le programmazioni TV di Sky, RAI e Mediaset per i prossimi 4 giorni, l'elenco dei lavori in corso sulle strade in ordine di distanza da te, gli orari dei treni italiani, i dizionari... ci sono molte cosine.

    > Mentre per windows mobile possiamo dire che il
    > 99% dei programmi siano homebrew ma almeno sono
    > legali
    Anche quelli di Apple solo legali, e costano un decimo di quelli per Windows Mobile. E si installano in un tap, ovunque ti trovi.
    ruppolo
    33147
  • No, gli homebrew di apple non sono legali perchè per essere installati necessitano il jailbreak.
    Se li trovi nell'apple store non sono più homebrew, perchè devi avere la licenza e quindi non sei più uno sviluppatore casalingo, e se sei sviluppatore casalingo e hai comprato una licenza... complimentiSorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 13.18
    -----------------------------------------------------------
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > No, gli homebrew di apple non sono legali perchè
    > per essere installati necessitano il
    > jailbreak.
    Intendevo quelli di AppStore. Gli altri non li considero.

    > Se li trovi nell'apple store non sono più
    > homebrew, perchè devi avere la licenza e quindi
    > non sei più uno sviluppatore casalingo, e se sei
    > sviluppatore casalingo e hai comprato una
    > licenza... complimenti
    >Sorride
    Grazie. Ora devo solo trovare il tempo e la voglia di fare una applicazioneSorride
    ruppolo
    33147
  • > Grazie. Ora devo solo trovare il tempo e la
    > voglia di fare una applicazione
    >Sorride

    No, devi sperare che la Mela accetti la tua applicazione. E se non lo fa, non puoi dirlo a causa di un accordo di non disclosure.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)