Milano laboratorio di cibergoverno

Albertini firma un accordo con il ministero all'Innovazione che trasforma il capoluogo lombardo in una incubatrice per il prediletto del ministro Stanca: e-government. Che ha anche una gemellina: e-inclusion. Il parto è ormai prossimo

Milano laboratorio di cibergovernoRoma - Se può funzionare per Milano allora può funzionare per tutto il paese. Questo il concetto ispiratore di un accordo tra il Comune e il ministero all'Innovazione che affida al capoluogo lombardo il ruolo di laboratorio di sperimentazione delle nuove tecnologie e dei nuovi servizi messi a punto nell'ambito dei progetti di e-government.

Il protocollo firmato ieri dal sindaco di Milano Gabriele Albertini e dal ministro all'Innovazione Lucio Stanca, infatti, prevede un coordinamento tra gli enti per avviare e valutare gli interventi di governo elettronico in settori specifici quali i progetti per il traffico, la Carta nazionale dei servizi in Rete, gli altri servizi sul territorio, le problematiche di sicurezza nonché la formazione tecnologica soprattutto per certe fasce della popolazione. Tutto ciò che funzionerà a Milano potrà poi essere riproposto in mezza Italia.

"Particolare attenzione - ha affermato Stanca - viene rivolta allo sviluppo della conoscenza e del sociale. Si tratta dell'e-inclusion che prevede pari opportunità di accesso alla conoscenza per tutti i cittadini, compresi i dipendenti comunali anche per l'e-learning; la formazione ICT per famiglie e fasce deboli, come anziani e disabili".
Secondo Stanca, l'obiettivo non è limitato alla sola ottimizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione con i benefici conseguenti ma è esteso ad una "visione dei servizi al cittadino basata sulla sua vita quotidiana, consentendogli ad esempio di scegliere da casa il medico di famiglia, prenotare visite, pagare l'Ici e poi molto altro".

"Con le iniziative intraprese - ha dichiarato Stanca - vogliamo contribuire a realizzare un federalismo efficiente mettendo in rete ben 80 servizi pubblici per 20 milioni di cittadini e imprese. Per questo le tecnologie digitali sono tra le condizioni essenziali per costruire la nuova architettura federale. Senza una diffusione consistente e adeguata dell'e-government, l'Italia non sarà infatti in grado di funzionare come Stato Federale, se non a prezzo di costi, diseconomie ed inefficienze che sarebbero insopportabili per cittadini ed imprese. Così, invece di realizzare un federalismo efficiente si corre il rischio di innescare un caos federale".

Dei 138 "cantieri" dell'e-government sinora aperti a livello locale dal Ministero, quattro sono quelli del Comune di Milano per un valore complessivo di 7,4 milioni di euro, di cui 2 milioni di euro di cofinanziamento del MIT.
TAG: italia
30 Commenti alla Notizia Milano laboratorio di cibergoverno
Ordina
  • per ridistribuire lavoro e soldi al resto dell'Italia...
    Proprio con l'informatica che ha confini e distanze quasi nulli si sarebbero dovute privilegiare regioni in via di sviluppo come Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Basilicata o Sardegna o altre non dette per brevita'.
    Altra occasione mancata di aumentare l'occupazione al sud, che ha il solo problema della scarsita' di posti di lavoro.
    Altra occasione mancata di combattere la criminalita' organizzata che spadroneggia dove la poverta' regna sovrana.
    Altra occasione mancata per un governo (di destra o sinistra non c'entra) di cercare di riequilibrare le cose.
    A quelli che hanno scritto prima di me nel Thread "Perche' Milano ?": La ricchezza e la produttivita' di una regione si aumentano investendo e non scappando...
    E non rispondetemi con il solito luogo comune che Milano e' tecnologicamente piu' avanzata... Vedete dove si trovano Tiscali o Stm, tanto per fare un paio di esempi...

    non+autenticato
  • Beh ... certo che di coraggio per chiedere soldi (da spercare non da investire) il sud ne ha da vendere. Penso che la Lombardia non abbia preso quasi mai finanziamenti e una volta che si dà via ad un progetto qui a Milano tutti a darci dei polentoni. Lo trovo semplicemente ingiusto.

    Trovo invece strategicamente intelligente far partire un progetto in un luogo dove c'é possibilità che abbia successo per poi esportarlo in posti dove il know how acquisito precedentemente dà maggiori possibilità di riuscita.

    Voglio proprio vedere dove andrebbero a finire questi soldi se il progetto partisse da altre parti.

    Un Lombrado (Ehm ... ho detto lombardo, non Lumbard).
    cla
    397
  • - Scritto da: cla
    > Beh ... certo che di coraggio per chiedere
    > soldi (da spercare non da investire) il sud
    > ne ha da vendere.

    Che vadano sprecati e' un'idea che hai tu, ma non e' detto che sia realmente cosi'.

    > Penso che la Lombardia non
    > abbia preso quasi mai finanziamenti e una
    > volta che si dà via ad un progetto qui a
    > Milano tutti a darci dei polentoni. Lo trovo
    > semplicemente ingiusto.

    Non ho mai detto e non mi permetterei di farlo a chiamare polentoni quelli che lavorano e che ci danno entro, che siano di milano, torino palermo o napoli.
    Pero' non mi sta neanche bene che tu ti riferisci a quelli del sud come spreconi oppure, e non e' il tuo caso, come terroni.
    Anche al sud c'e' tanta gente che se lo fa quadrato per vivere, sai ?

    > Trovo invece strategicamente intelligente
    > far partire un progetto in un luogo dove c'é
    > possibilità che abbia successo per poi
    > esportarlo in posti dove il know how
    > acquisito precedentemente dà maggiori
    > possibilità di riuscita.

    Spiegami un po' quale e' la differenza fra una citta' al sud ed una al nord da questo punto di vista.
    Stiamo parlando di know how e non di qualcosa che si trova solo al nord. Anche al sud c'e' tantissima gente che lavora o vorrebbe lavorare nei comparti informatici e data la scarsita' di posti di lavoro se ne va fuori a Milano o Torino, con la conseguenza che si accentra ulteriormente la divisione in Italia.

    > Voglio proprio vedere dove andrebbero a
    > finire questi soldi se il progetto partisse
    > da altre parti.

    Ecco, anch'io. E sono sicuro che partirebbe lo stesso.
    Fra parentesi, non volevo mica parlare solo dei soldi. Io intendevo fare un discorso piu' generale e con l'occupazione come fulcro. Dopotutto se il lavoro (e di conseguenza i soldi) girano di piu' anche al sud, tutto il paese ne guadagna, anche Milano.

    > Un Lombrado (Ehm ... ho detto lombardo, non
    > Lumbard).

    Altrimenti non ti avrei rispostoSorride
    non+autenticato
  • > E non rispondetemi con il solito luogo
    > comune che Milano e' tecnologicamente piu'
    > avanzata... Vedete dove si trovano Tiscali o
    > Stm, tanto per fare un paio di esempi...
    >
    chiediti dove stanno (in ordine alfabetico): HP, IBM, Microsoft, Red Hat, Sun, tanto per fare alcuni esempi... Sorride
    non+autenticato
  • > > E non rispondetemi con il solito luogo
    > > comune che Milano e' tecnologicamente piu'
    > > avanzata... Vedete dove si trovano
    > Tiscali o
    > > Stm, tanto per fare un paio di esempi...
    > >
    > chiediti dove stanno (in ordine alfabetico):
    > HP, IBM, Microsoft, Red Hat, Sun, tanto per
    > fare alcuni esempi... Sorride

    Ti faccio notare che hai nominato tutte aziende che in Italia hanno una rappresentanza e non sono Italiane...
    E cmq non ho mai detto che le grosse aziende sono al sud. Ho solo detto che delle aziende di quel calibro si trovano anche al sud.
    La prossima volta che rispondi, fallo leggendo tutto e non solo quello che vuoi leggere.
    non+autenticato
  • > problema della scarsita' di posti di lavoro.
    la differenza tra i paesi poveri e quelli ricchi e data dalla presenza di una classe industriale in gamba che crea lavoro...se questa manca non puoi fare molto...
    pensiamo al fatto che l'italia ha 1.386 miliardi di euri di debito pubblico (=49,5 miliardi di euro, circa 100.000 miliardi, ogni anno, dal 1974)...quindi ti rendi conto che la produzione degli ottanta e il livello di vita e poco credibile che ritorni...
    non+autenticato
  • Con l'aria che si ritrovano a Milano il sindaco Albertini dovrebbe preoccuparsi anche ma sopratutto della salute dei suoi cittadini, invece che suonare la fanfara con queste e-bullshits.
    E' vero che dopo ci avete gli ospedali di don Verzè per le cure oncologiche...
    non+autenticato
  • Sempre e solo MILANO MILANO MILANO

    Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno qualcosa anche nelle città "normali" ?
    non+autenticato
  • Perche' Milano, la Lombardia, in Nord e' efficiente ed avanzato grazie al suo lavoro e al suo impegno personale nonostrante la burocrazia italiana e le migliaia di miliardi di tasse rubate da roma ladrona.
    non+autenticato
  • BUAAAAHAHAHAHAHAHAHHAHA

    Guarda che il caso vuole che il sindaco di Milano è dello stesso partito al Governo.

    Tutto qui!

    Ti sta bene il paraocchi, bravo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Perche' Milano, la Lombardia, in Nord

    prima di dire che milano rappresenta il nord chiedi
    anche a tutti gli altri abitanti della "padania" per vedere
    se sono daccordo ...
    >e' efficiente ed avanzato
    hahahahaha
    ah ok era una battuta ...


    samu
    506
  • > Perche' Milano, la Lombardia, in Nord e'
    > efficiente ed avanzato grazie al suo lavoro
    > e al suo impegno personale nonostrante la
    > burocrazia italiana e le migliaia di
    > miliardi di tasse rubate da roma ladrona.

    ahahahaah
    bellissima battutaSorride))
    perche' era una battuta vero?

    -- si ringrazia la regione puglia per aver fornito i milanesi --
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sempre e solo MILANO MILANO MILANO
    >
    > Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno
    > qualcosa anche nelle città "normali" ?

    E' un bene che sperimentino a Milano, quando poi le tecnologie si rivelano mature vengono esportate gia' testate in citta' piu' vivibili, meno care, senza nebbia e colate di cementoOcchiolino
    Del resto quando si tratta di turismo, sole, mare, spiagge, siamo noi (sud) a sperimentare

    W l'Italia
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sempre e solo MILANO MILANO MILANO
    >
    > Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno
    > qualcosa anche nelle città "normali" ?

    Questa è una risposta anche per gli altri geni che sanno solo sputare nel piatto in cui mangiano (o meglio, da cui mangiano) e non hanno nemmeno la coerenza di ammettere l'efficienza e la bravura nel lavoro che c'è al nord.

    Cito:

    "Ln - Londra, 17 dic) La Regione Lombardia ha ottenuto i rating sul proprio merito di credito, rilasciati dalle tre principali agenzie internazionali di valutazione: Moody's, Standard & Poor's e Fitch. Le valutazioni ottenute sono su livelli di eccezionale solidita' creditizia: Moody's: Lombardia Aa2 (Italia Aa3); Standard & Poor's: Lombardia AA+ (Italia AA); Fitch: Lombardia AA (Italia AA-)."
    [...]
    "Le tre maggiori agenzie di rating del mondo sono concordi nell'assegnare alla Regione Lombardia valutazioni superiori rispetto a quelle gia' rilasciate alla Repubblica italiana, indicando in tal modo una maggior affidabilita' finanziaria della Regione rispetto allo Stato."
    "La Lombardia al riguardo rappresenta un'eccezione unica non solo in Italia ma al mondo.
    Sia Standard & Poor's che Fitch non avevano mai assegnato a un ente territoriale una valutazione superiore a quella dello Stato di appartenenza."

    Ogni altro commento è superfluo.
    non+autenticato
  • > Questa è una risposta anche per gli altri
    > geni che sanno solo sputare nel piatto in
    > cui mangiano (o meglio, da cui mangiano) e
    > non hanno nemmeno la coerenza di ammettere
    > l'efficienza e la bravura nel lavoro che c'è
    > al nord.
    >

    ehm.. alla qualita' della vita si puo' dare un rating?
    moody's e' adatto a farlo?
    non per fare polemica, ma la solidita' creditizia e' solo uno dei parametri su cui si basa l'efficenza e la qualita' del lavoro.
    Magari poi si scopre che in lombardia c'e' la piu'alta percentuale di malattie respiratorie...
    E poi scusami, ma nessuno mangia nel piatto degli altri, qua tutti si mangia nello STESSO piatto.
    Non mi fare la cantilena che la lombradia da sola sarebbe un posto bellissimo, tipo il lussemburgo o la svizzera....
    sai anche tu che non e' vero, e che la lombardia di oggi e' stata costruita con 50 anni di immigrazione dal sud...
    di veri milanesi siete rimasti in 3... e non vivete piu' a milano da tempo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Questa è una risposta anche per gli altri
    > > geni che sanno solo sputare nel piatto in
    > > cui mangiano (o meglio, da cui mangiano) e
    > > non hanno nemmeno la coerenza di ammettere
    > > l'efficienza e la bravura nel lavoro che
    > c'è
    > > al nord.
    > >
    >
    > ehm.. alla qualita' della vita si puo' dare
    > un rating?
    > moody's e' adatto a farlo?

    No, la classifica di cui parli la fa Legambiente. E le città del Nord sono sempre le meglio piazzate.

    > E poi scusami, ma nessuno mangia nel piatto
    > degli altri, qua tutti si mangia nello
    > STESSO piatto.

    Per pietà non avevo citato la parte del rapporto di S&P in cui si diceva che il rating della Lombardia sarebbe migliore se su di essa non pesasse buona parte del debito pubblico di tutta la nazione.

    > Non mi fare la cantilena che la lombradia da
    > sola sarebbe un posto bellissimo, tipo il
    > lussemburgo o la svizzera....
    > sai anche tu che non e' vero, e che la
    > lombardia di oggi e' stata costruita con 50
    > anni di immigrazione dal sud...

    Di cui si sarebe fatto volentieri a meno...
    Venivano solo " o' professori" che non sapevano parlare in italiano, spinti da qualche raccomandazione.

    > di veri milanesi siete rimasti in 3... e non
    > vivete piu' a milano da tempo...

    A parte che non sono milanese...
    Mi interesserebbe capire come questa immigrazione "di qualità" al sud non era capace di trarre un ragno dal buco, mentre al nord faceva faville.
    non+autenticato

  • > > ehm.. alla qualita' della vita si puo'
    > dare
    > > un rating?
    > > moody's e' adatto a farlo?
    >
    > No, la classifica di cui parli la fa
    > Legambiente. E le città del Nord sono sempre
    > le meglio piazzate.
    >

    chissa' come mai i petrolchimici non si sono mai costruiti gli stabilimenti sotto casa...
    eppure loro stessi dicevano che non producevano danni...

    > > E poi scusami, ma nessuno mangia nel
    > piatto
    > > degli altri, qua tutti si mangia nello
    > > STESSO piatto.
    >
    > Per pietà non avevo citato la parte del
    > rapporto di S&P in cui si diceva che il
    > rating della Lombardia sarebbe migliore se
    > su di essa non pesasse buona parte del
    > debito pubblico di tutta la nazione.
    >

    lo sarebbe quello di molte altre regioni, se l'italia TUTTA non avesse quel debito...

    > > Non mi fare la cantilena che la lombradia
    > da
    > > sola sarebbe un posto bellissimo, tipo il
    > > lussemburgo o la svizzera....
    > > sai anche tu che non e' vero, e che la
    > > lombardia di oggi e' stata costruita con
    > 50
    > > anni di immigrazione dal sud...
    >
    > Di cui si sarebe fatto volentieri a meno...
    > Venivano solo " o' professori" che non
    > sapevano parlare in italiano, spinti da
    > qualche raccomandazione.
    >

    mica ho parlato di qualita'.. ho parlato di quantita'..

    > > di veri milanesi siete rimasti in 3... e
    > non
    > > vivete piu' a milano da tempo...
    >
    > A parte che non sono milanese...
    > Mi interesserebbe capire come questa
    > immigrazione "di qualità" al sud non era
    > capace di trarre un ragno dal buco, mentre
    > al nord faceva faville.

    idem come sopra...
    ti sei mai chiesto perche' venivano al nord?
    perche' il sud era buono solo per aprire fabbriche da chiudere il giorno dopo.... fabbriche di imprenditori, anche e soprattutto del nord, che beccavano i fondi della cassa del mezzogiorno..
    tutto questo avalllato da tutti i governi che sono passati...
    non+autenticato

  • >

    che cos'è il MIT ? ... non riguarda il Massachusetts Institute of Technology, vero ?

    non+autenticato
  • uso solo di formati aperti e standard w3c, please.
    non+autenticato
  • > uso solo di formati aperti e standard w3c,
    > please.
    poi però nn ti lamentare se hai problemi con Opera... :-/
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)