ARM inietta nuova potenza nei cellulari

L'azienda britannica svela a Barcelona la sua nuova generazione di CPU multicore. E dal mercato dei dispositivi mobili e dell'embedded, spera di spingersi fino a quello dei personal computer

Roma - "La più potente CPU al mondo per i dispositivi mobili e le applicazioni consumer". Così ARM ha definito, presso il GSMA Mobile World Congress (MWC) di Barcellona, il suo nuovo processore Cortex-A9 MPCore, un chip multicore con cui l'azienda conta di portare performance di classe desktop anche nel mondo dei piccoli device.

ARM è ben nota nell'industria dei chip per la progettazione di architetture e core di calcolo oggi alla base di milioni di telefoni cellulari, smartphone e PDA. I suoi design vengono utilizzati da colossi come Texas Instruments, Samsung e Freescale (ex divisione di Motorola), e stanno cominciando a farsi strada anche nel mondo dei netPC. ARM afferma che le sue partner potranno ora utilizzare Cortex-A9 come piattaforma di computing in grado di unificare, per la prima volta, i device mobili con le appliance destinate alla casa digitale, come player DVD, personal video recorder, televisori ad alta definizione e sistemi media center.

In una dimostrazione tenuta al GSMA Mobile World Congress di Barcelona insieme a ST-Ericsson, ARM ha mostrato all'opera una CPU Cortex-A9 su di un dispositivo di test basato sulla piattaforma software Symbian.
L'architettura alla base del Cortex-A9 MPcore, evoluzione di quella introdotta nell'A8, è destinata a rimpiazzare la fortunata tecnologia ARM11, con cui peraltro conserva piena compatibilità. Il nuovo chip può integrare fino a quattro core con frequenza di clock oltre il gigahertz, fornendo performance di calcolo dalle 4 alle 16 volte superiori a quella delle CPU utilizzate sugli attuali dispositivi mobili di fascia alta; nonostante ciò, Cortex-A9 MPcore avrà un costo di produzione e un livello di consumi (250 mW) paragonabili alla diffusissima famiglia di chip ARM11, oggi alla base di device come il Nokia N95, l'Apple iPhone e il Microsoft Zune.

Più nel dettaglio, nella sua configurazione quad-core il Cortex-A9 fornirà circa 6mila DMIPS (Dhrystone Million Instructions Per Second) di performance, contro i 2mila dell'attuale Cortex-A8 (giovane erede dell'ARM11 presentato nel 2005). Per fare un confronto, la CPU della console da gioco GameCube di Nintendo, uscita sul mercato nel 2001, era accreditata di 1125 DMIPS. Più difficile prodursi in equivalenze con gli odierni PC, le cui performance vengono misurate con benchmark differenti e assai più complessi.

Va ricordato che ARM non dispone di fabbriche, ma si limita a progettare i processori e darne in licenza il design ai chipmaker come Qualcomm, Broadcom, STMicroelectronics e Marvell (che lo scorso anno acquisì da Intel la famiglia di CPU XScale, anch'essa ARM-based). Stando a Wikipedia, l'architettura ARM si trova oggi alla base del 75 per cento dei processori embedded a 32 bit.

Del Cortex-A9 esisterà anche una versione a singolo core indirizzata ai dispositivi consumer meno esigenti in termini di CPU, come telefoni cellulari e player MP3. Con la sua futura famiglia di chip, ARM corteggia anche il mercato dei set-top box, dei navigatori satellitari, dei computer di bordo, delle console da gioco, dei dispositivi di rete, dei controlli industriali e dei PC ultramobili/ultracompatti (netbook, nettop, MID ecc).

Tra i produttori di chip ad aver già presentato una CPU basata sul Cortex-A9 vi è Texas Instruments, che al GSMA MWC ha annunciato il suo nuovo OMAP 4. Questo processore integra due core Cortex-A9 da 1 GHz o più, ed include la circuiteria necessaria per decodificare video Full HD e gestire immagini con risoluzione fino a 20 megapixel. TI afferma che, rispetto alla precedente generazione di OMAP, il suo nuovo chip offre una potenza di calcolo sette volte superiore e performance grafiche 10 volte maggiori.

La produzione in volumi dell'OMAP 4 dovrebbe iniziare nella seconda metà del 2010.
49 Commenti alla Notizia ARM inietta nuova potenza nei cellulari
Ordina
  • Possiedo un N95 con processore ARM11, e devo dire che è un processore davvero molto adattabile: i video riprodotti sono fluidi, l'emulazione di consolle portatili (come GBA) è sicuramente migliore di altri dispositivi, e altre cose ancora... Oltre al fatto che Quake 3 per PC va superbamente sul mio NokiaA bocca aperta
  • ecco immaginati cosa potrebbe fare un futuro modello con un processore più nuovo (l' ARM11 comincia un po' a sentire il peso del tempo) Sorride
  • Alla faccia dei detrattori di iphone, costoso gadget inutile poco potente, il pda multitouch multimediale di Apple usa un sistema *nix che gira su un ARM. Se non e' per il presente un cutting edge... vedremo in futuro cosa ci riserva Arm...e Apple.

    E gli altri, alla finestra, pronti a copiare; ma solo dopo 2/3 anni...
    non+autenticato
  • ma che dici, ARM è presente su dispositivi esistenti da MOLTO prima dell' iphone, telefoni compresi (credo più o meno tutti gli smartphone nokia e di altri montino da anni cpu ARM).
    Per esempio: http://en.wikipedia.org/wiki/Game_Boy_Advance , notare la data di rilascio che è il 2001...

    Tra un po' mi toccherà sentire che la Apple ha introdotto le CPU Intel x86 da certi fanboy...
  • ma si' non lo sai ?
    in realta' microsoft e' stata fondata dalla apple e ms-dos nasce da linux.
    i fanboy informatici sono come i credenti in un dio o come i tifosi di una squadra o come i fan di un cantante : inutile usare il cervello in certe prese di posizione.
    e' per lo piu' questione di cieca fede.
    non+autenticato
  • vero, e comunque linux è il meglio del meglio del meglio A bocca aperta
  • NahSorride solo in certi ambiti.

    Siamo ancora molto lontani da un OS perfetto (e BeOS era probabilmente uno dei pochi che ci si avvicinavaA bocca aperta )
    non+autenticato
  • Preferisco la versione vera di unix libero, FreeBSD, altro che l'accrocchio-linux...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > ma si' non lo sai ?
    > in realta' microsoft e' stata fondata dalla apple
    > e ms-dos nasce da
    > linux.
    > i fanboy informatici sono come i credenti in un
    > dio o come i tifosi di una squadra o come i fan
    > di un cantante : inutile usare il cervello in
    > certe prese di
    > posizione.
    > e' per lo piu' questione di cieca fede.

    Infatti il newton di apple era troppo avanti coi tempi, talmente avanti che te lo sei gia' scordato, o non l'hai mai avuto.
    non+autenticato
  • fantatecnologia

    -non sequitur
    non+autenticato
  • - Scritto da: pentolino
    > ma che dici, ARM è presente su dispositivi
    > esistenti da MOLTO prima dell' iphone, telefoni
    > compresi (credo più o meno tutti gli smartphone
    > nokia e di altri montino da anni cpu
    > ARM).
    > Per esempio:
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Game_Boy_Advance ,
    > notare la data di rilascio che è il
    > 2001...

    Ah ah errorino:
    RI-guardati e RI-controlla bene su wikipedia o dove vuoi, cosa usava Apple Newton PDA; altro che 2001, erano gli anni 90.
    ciao

    P.S. in ogni caso *nix con arm su multitouch e' cutting edge, gli altri stanno ancora prendendo appunti...
    non+autenticato
  • spiegami dove è l' errore... io ho detto che c'erano prodotti basati su ARM ben prima dell' iphone, il che mi sembra corretto. Smentiscimi pure se credi.
    e va bene, *nix su arm e multitouch al momento ce lo ha solo apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 febbraio 2009 19.55
    -----------------------------------------------------------
  • CVD apple arriva prima.

    Prima col newton il primo pda e montava arm;

    poi con iphone, altro cutting edge, anche questo con arm;

    e poi gli altri salgono sul carro, prendono l'idea e denigrano chi l'ha lanciata e si dimenticano della storia, per poi arrampicarsi sugli specchin se qualcuno gliela ricorda.

    vabbe' ciao, non te la prendere
    non+autenticato
  • L'unico misura reale della potenza di calcolo si ha in tempo di CPU per l'esecuzione di un'applicazione / una routine / una porzione di codice data. I MIPS sono solo indicativi, e passibili di situazioni paradossali in cui aumentare i MIPS produce un rallentamento del sistema. Come?
    Esempio: Prendiamo una procedura X, su due architetture A1, e A2.
    A1 esegue 5 istruzioni al secondo mentre A2 ne fa 1 al secondo: MIPSA1>MIPSA2.
    Ma se X compila su A1 in 100 istruzioni, mentre in A2 ne sono sufficienti 10, ho:
    CPUtimeA1=100*0.2=20s
    CPUtimeA2=10*1=10s
    Quindi CPUtimeA1>CPUtimeA2. La prima architettura è più lenta.
    Morale: non fare affidamento su MIPS.

    Ciò detto vedere come tecnologie impiegate su CPU con dissipazione di alcune decine di Watt stiano anno dopo anno passando nel mondo delle CPU da frazioni di Watt significa che tutte le ottimizzazioni sono tirate al limite e le prestazioni continuano "magicamente" ad aumentare. Il trucco? L'adeguamento dei processi produttivi alla legge di Moore e il taglio costante dei nm.
    non+autenticato
  • a parte che nell' articolo si parla di DMIPS (non MIPS)

    http://en.wikipedia.org/wiki/Dhrystone

    hai perfettamente ragione, sbagliato confrontare i MIPS.
  • celllulari, palmari e netbook (anche se ormai le differenze si fanno sempre più sottili):

    tutti ARM-based! Non c'è gara. Fuori dai piedi il merdoso Atom, Nano e fratelli.
    non+autenticato
  • io dico che anche per i nettop/media center/muletto a basso consumo sarebbe una piattaforma assoultamente perfetta, peccato dovere aspettare ancora un anno e mezzo (se tutto va bene).
    Nel frattempo però anche un Cortex A8 con Omap 3x come quelli che tra qualche mese farà uscire Pegatron mi sembra lo stesso ok; d' altra parte il Wii (del quale non ci sono dati ufficiali ma dovrebbe attestarsi attorno ai 1600-1700 DMIPS e quindi un po' meno dell' A8) fa benissimo il lavoro di muletto e senza alcuna accelerazione hardware ed un usb a dir poco penoso (1.1!) riesce a gestire tranquillamente mpeg4 (simple profile) a risoluzione standard... poi consumerebbe quanto una lampadina a basso consumo (se non addirittura meno).
  • I primi dispositivi usciranno al minimo 2010 o 2011Triste

    Conviene concentrarsi sul nuovo OMAP 3
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stein Franken
    > I primi dispositivi usciranno al minimo 2010 o
    > 2011
    >Triste
    >
    > Conviene concentrarsi sul nuovo OMAP 3

    quando la tecnolgia sarà al pari con le nostre aspettative saremo completamente disinteressati a tutto ciòOcchiolino
    -ToM-
    4532
  • quoto

    - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: Stein Franken
    > > I primi dispositivi usciranno al minimo 2010 o
    > > 2011
    > >Triste
    > >
    > > Conviene concentrarsi sul nuovo OMAP 3
    >
    > quando la tecnolgia sarà al pari con le nostre
    > aspettative saremo completamente disinteressati a
    > tutto ciò
    >Occhiolino
    non+autenticato
  • assolutamente d' accordo Sorride
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)