C'è un cuore AMD nell'all-in-one di BenQ

E' il suo primo sistema desktop integrato. Sfoggia un display da 18,5 pollici, e già si attende una versione con schermo Full HD

Roma - Ancora una volta Asus fa tendenza. Dopo aver dato il via alla "rivoluzione" netbook, il suo giovane Eee Top sta (ri)portando in auge sul mercato PC quel design all-in-one tanto caro ad Apple. A seguire le orme di Asus è stata dapprima MSI, con il Wind NetOn, poi Lenovo con l'IdeaCentre A600 ed ora BenQ, che ha appena annunciato i PC tuttoschermo nScreen i91 e i221.

A dire la verità, sebbene l'Eee Top abbia chiaramente ispirato i prodotti di MSI, Lenovo e BenQ, le due società taiwanesi non hanno seguito pedissequamente le orme di Asus: sia il Wind NetOn che gli nScreen rinunciano infatti al touch screen presente nell'Eee Top per fornire schermi con diagonale maggiore. BenQ, poi, ha scelto di differenziarsi da Asus anche per un'altra scelta di design: l'adozione di una piattaforma basata su chip AMD invece che Intel.

Al posto dell'onnipresente piattaforma Atom, gli nScreen di BenQ utilizzano un processore Sempron 210U a 1,5 GHz e un chipset M690E con core grafico Radeon X1200 abbinato al southbridge SB600. Parte della recente piattaforma Yukon di AMD, il neonato Sempron 210U è un processore a singolo core provvisto di 256 KB di cache e con un thermal design power di 15 watt, dunque significativamente superiore a quello dell'Atom. In compenso, la CPU di AMD supporta le istruzioni x86-64 e fornisce performance superiori rispetto al chippetto di Intel.
Il primo modello di nScreen ad aver raggiunto il mercato è l'i91, caratterizzato da un display LCD widescreen da 18,5 pollici, 1 GB di RAM DDR2-667 espandibile a 2 GB, un hard disk da 160 GB, una webcam da 1,3 megapixel, sei porte USB, adattatore Fast Ethernet, lettore di schede 4-in-1, tastiera e mouse. Il tutto in circa 4,2 chilogrammi di peso. La connettività WiFi 802.11b/g è disponibile solo come opzione, al pari di hard disk da 120 o 256 GB e SSD con capacità compresa fra 4 e 16 GB (qui le specifiche tecniche integrali).

Sulla carta, l'i91 supporta sia Windows XP che Linux, resta però da vedere se le versioni con Linux saranno realmente disponibili su tutti i mercati.

Attualmente l'n91 è disponibile esclusivamente sul mercato taiwanese al prezzo di 17900 dollari locali, pari a circa 400 euro (prezzo riferito alla configurazione base), ed entro i prossimi due mesi dovrebbe sbarcare anche in Australia e Giappone. Al momento non è noto se e quando raggiungerà l'Europa.

Il secondo modello di nScreen, i221, sarà lanciato nella seconda parte dell'anno, e si distinguerà dal predecessore per l'adozione di uno schermo da 21 pollici Full HD. Questo sistema sembra destinato a rivaleggiare da vicino con l'IdeaCentre A600 di Lenovo, anch'esso caratterizzato da un display da 21,5 pollici Full HD. Il PC all-in-one di Lenovo vanterà però una configurazione hardware maggiormente pompata, e costituita da una CPU Core 2 Duo, 4 GB di memoria DDR3 e fino a 1 TB di spazio disco.
3 Commenti alla Notizia C'è un cuore AMD nell'all-in-one di BenQ
Ordina
  • "La connettività WiFi 802.11b/g è disponibile solo come opzione"

    Spero di aver capito male..
    non+autenticato
  • - Scritto da: BLah
    > "La connettività WiFi 802.11b/g è disponibile
    > solo come
    > opzione"
    >
    > Spero di aver capito male..

    Secondo me su un pc fisso, se non serve, meglio aver la possibilità di non pagarla, anche perché ultimamente il wifi sta avendo un processo tecnologico e chi ha wireless g è già al margine dell'obsolescenza...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: palin
    > - Scritto da: BLah
    > > "La connettività WiFi 802.11b/g è disponibile
    > > solo come
    > > opzione"
    > >
    > > Spero di aver capito male..
    >
    > Secondo me su un pc fisso, se non serve, meglio
    > aver la possibilità di non pagarla, anche perché
    > ultimamente il wifi sta avendo un processo
    > tecnologico e chi ha wireless g è già al margine
    > dell'obsolescenza...
    >Sorride

    Margine dell'obsolescenza ?
    Secondo me invece andare a 54 Mbs in full duplex non è poi così male in una rete casalinga dove i più smaliziati al massimo visualizzano sul televisore tramite un pc/settopbox mediacenter i filmati scaricati sul pc fisso.
    Per tutti gli altri che non vedono l'ora di smistare giga su giga da una macchina all'altra ci sono le schede gigabit (vi cavo però).
    mura
    1751