Debian 5.0 s'infila sui NAS di QNAP

Il produttore taiwanese ha pubblicato una guida che spiega come installare la nuova Lenny sui propri dispositivi con processore ARM. Si rimpiazza il firmware e si ottiene qualche funzione in più, in perfetto stile open source

Roma - Tra i nuovi componenti hardware ufficialmente supportati dalla neonata distribuzione Debian "Lenny" 5.0 ci sono i system-on-chip Orion di Marvell Technology, basati su architettura ARM e utilizzati in diverse soluzioni di network-attached storage (NAS). Tra queste ci sono quelle della taiwanese QNAP, che sul proprio sito ha pubblicato una guida passo-passo su come installare Lenny sui propri NAS ARM-based, inclusa la serie TS-109, TS-209, TS-409 e TS-409U.

QNAP afferma che Debian 5.0 è in grado di gestire il risparmio energetico del chip Orion a 500 MHz utilizzato sui suoi device, e può rimpiazzare il firmware standard di tali dispositivi. Rispetto al firmware originale, la nuova Debian fornisce agli utenti un maggior numero di tool e applicazioni, nonché un più avanzato supporto al networking e alla gestione/installazione dei pacchetti. L'azienda avvisa però che le performance di Debian non sono sempre ai livelli del suo firmware: miglioramenti in tal senso sono attesi già a partire dai prossimi mesi.

"QNAP crede nella natura della comunità open source e delle potenziali applicazioni ed utilizzi che porteranno sicuramente ad un miglioramento dei nostri prodotti", ha affermato Andy Chuo, product manager di QNAP. "Abbiamo deciso di supportare gli sforzi per portare Debian sui nostri dispositivi basati su CPU con architettura Marvell Orion SoC, utilizzati dalla maggiora parte dei nostri prodotti NAS con processore ARM. Debian può essere una valida alternativa ai nostri firmware standard, in modo da offrire ai nostri utenti funzionalità esclusive per sfruttare appieno i loro NAS".
"Da parte degli utenti Linux c'è un forte interesse in merito ai dispositivi NAS che possono essere utilizzati come un potente e personalizzabile server domestico: vogliono un sistema Linux completo che permetta loro di installare facilmente software aggiuntivo e di modificare i parametri del sistema", ha commentato Martin Michlmayr, che da quasi due anni cura il porting di Debian e del relativo installer per i dispositivi basati sull'architettura Orion. "Debian è la scelta ideale per questi utenti perché supporta la piattaforma ARM, è un sistema maturo e robusto e offre oltre 10mila pacchetti software individuali da installare".

Sebbene il porting di Debian per i NAS di QNAP non includa un'interfaccia web per l'amministrazione remota, gli utenti che la desiderano possono installare il famoso tool Webmin.

Nato nel 2004, QNAP è stato uno dei primi produttori ad aver implementato un client BitTorrent all'interno di un NAS. Dispositivi di storage basati sui SoC di Marvell vengono prodotti, tra gli altri, anche da HP, D-Link e Buffalo, ma al momento nessuna di queste società ha annunciato il supporto a Debian 5.0.
11 Commenti alla Notizia Debian 5.0 s'infila sui NAS di QNAP
Ordina