eMule 0.49c, pronto da scaricare

Il team di sviluppo del celebre applicativo ha rilasciato una nuova versione del client P2P open source. Correggendo numerosi bug e apportando migliorie alla condivisione dei file, alla sicurezza e all'efficienza della rete Kad

Roma - Sono passate solo poche settimane dal rilascio della prima beta, ed oggi eMule 0.49c è disponibile per il download nella sua versione finale. Gli sviluppatori del popolare client P2P descrivono la 0.49c come una release di manutenzione, concepita soprattutto per correggere i bug e migliorare le caratteristiche precedenti del software.

Ma questa nuova versione non manca di introdurre anche diverse novità funzionali. Le più importanti sono date dalla possibilità di condividere singoli file e directory tramite semplici operazioni di drag'n'drop, dalla capacità del programma di caricare automaticamente i backup (".bak") dei file part.met corrotti o cancellati, dalla possibilità di vedere i dettagli dei contenuti dei file ISO (menù dettagli > contenuto), e dal supporto all'anteprima degli archivi compressi in formato RAR.

Il nuovo eMule promette inoltre maggiore sicurezza grazie al supporto di alcune tecnologie di protezione di Windows Vista: tra queste, l'Heap Corruption Detection, l'Address Space Layout Randomization e la Data Execution Prevention (presente anche in Windows XP SP2). Inoltre, similmente a quanto fa Internet Explorer, i file eseguibili scaricati con eMule vengono contrassegnati in modo tale che, quando aperti, il sistema operativo (Windows XP SP2 o superiore) avvisa l'utente dei potenziali rischi per la sicurezza. Stessa cosa per i contenuti protetti con il DRM, questo per impedire l'eventuale lancio automatico del browser per l'acquisizione dei diritti di licenza.
La versione 0.49c apporta infine modifiche a diverse altre aree del programma, migliorando in particolar modo le performance e l'efficienza della rete Kad, il supporto all'UPnP, la privacy, la semplicità di gestione dei file e delle cartelle condivise, la razionalità dell'interfaccia ecc. L'elenco completo dei bug fix, delle migliorie e delle nuove funzionalità è riportato nelle note di rilascio di eMule 0.49c, mentre una sintesi in italiano dei cambiamenti più significativi è disponibile qui.

La nuova versione di eMule può essere scaricata gratuitamente dal sito ufficiale oppure dalla risorsa italiana emule.it, dove è anche possibile accedere a guide, FAQ e forum. I gestori del sito suggeriscono a tutti gli utenti del "mulo" del P2P di attivare il cosiddetto offuscamento del protocollo, un meccanismo introdotto per la prima volta nel settembre del 2006 per aggirare i filtri anti-P2P di alcuni provider.

Oggi questa tecnica ha però perso gran parte della sua efficacia: le più recenti tecniche di packet filtering funzionano infatti anche in presenza di connessioni offuscate, ed in caso di necessità gli ISP che se ne possono avvalere sono dunque in grado di moderare (raramente bloccare) il traffico generato da eMule e altri diffusi software di file sharing. Va però detto che non sempre le scarse performance di eMule o di BitTorrent sono da imputare ai filtri: talvolta il problema è semplicemente dato dalla congestione della rete del proprio provider, dalla scarsa qualità della linea telefonica o dalla non corretta configurazione di software e dispositivi, come firewall e router, che si frappongono tra l'utente e l'ISP.
77 Commenti alla Notizia eMule 0.49c, pronto da scaricare
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)