Alessandro Del Rosso

AMD a 32nm solo nel 2010

Serviranno ancora parecchi mesi per vedere il primo chip progettato a Sunnyvale in grado di scendere sotto i 45 nanometri. Intel è già pronta

Roma - La marcia di AMD verso i 32 nanometri giungerà al suo traguardo intorno alla metà del prossimo anno, quando l'azienda avvierà la produzione in quantità limitate dei primi chip basati sulla nuova tecnologia di processo. A rivelarlo è stato il CEO dell'azienda, Dirk Meyer, che in una recente intervista ha anche aggiunto come la produzione in volumi sia prevista per il quarto trimestre del 2010.

Sebbene Meyer abbia descritto questa futura migrazione con toni entusiastici, l'azienda non è ancora riuscita a ridurre il gap tecnologico maturato nei confronti di Intel: quest'ultima, che proprio lo scorso mese ha annunciato investimenti milionari in questo campo, è pronta ad avviare la produzione di chip a 32 nm già entro la fine di quest'anno.

Nella produzione di CPU a 32 nm, AMD si avvarrà di tecnologie che ha sviluppato congiuntamente con IBM: tra queste, i transistor high-k gate-first, evoluzione di quelli con gate metallici ad alta costante k, e la litografia a immersione, che sfrutta le proprietà ottiche dei liquidi per focalizzare il fascio laser necessario ad incidere i transistor sul wafer di silicio. Secondo gli esperti, i circuiti high-k/metal gate consumeranno circa il 45 per cento di energia in meno e incrementeranno le performance di circa il 30 per cento a parità di clock.
Va però ricordato che, d'ora in avanti, la produzione delle CPU di AMD non sarà più compito di quest'azienda bensì di The Foundry, la neonata joint venture tra AMD e la società araba Advanced Technology Investment. Questa società avrà, come primo obiettivo, la cancellazione del debito di 1,1 miliardi maturato da AMD nel settore manifatturiero, e come secondo obiettivo l'accelerazione dei tempi di sviluppo delle future tecnologie di processo dei chip.

Grazie a questo scorporo, AMD potrà risparmiare da 1 a 2 miliardi di dollari l'anno per la costruzione di nuove fabbriche di chip o l'ammodernamento di quelle esistenti, ed in questo modo spera di risanare i propri bilanci: nell'ultimo trimestre dello scorso anno la società ha registrato perdite per 1,4 miliardi di dollari.

La produzione di GPU resterà in gran parte nelle mani della taiwanese TSMC: alla Foundry passerà, per il momento, solo la produzione di alcuni chip grafici di minore importanza.

Meyer ha dichiarato che AMD non intende competere frontalmente con Intel in tutti i segmenti tecnologici legati alle CPU: secondo il dirigente, i core business dell'azienda sono al momento i server, i notebook e i desktop mainstream. Meyer ha poi aggiunto di essere poco interessato a lanciare un rivale diretto dell'Atom, perché nel segmento dei netbook i margini di guadagno sono ancora troppo bassi. Per il momento l'azienda preferisce focalizzarsi su una fascia di mercato leggermente superiore, quella costituita dai subnotebook con schermo da 12-13 pollici, dove ha appena introdotto la propria piattaforma Yukon.
13 Commenti alla Notizia AMD a 32nm solo nel 2010
Ordina
  • Ci auguriamo tutti che AMD continui a fare concorrenza a Intel anche in fituro e quindi eviti che quest'ultima si sieda tecnologicamente e faccia sia il mercato sia i prezzi come è accaduto con Microsoft.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Unoqualunq e
    > Ci auguriamo tutti che AMD continui a fare
    > concorrenza a Intel anche in fituro e quindi
    > eviti che quest'ultima si sieda tecnologicamente
    > e faccia sia il mercato sia i prezzi come è
    > accaduto con
    > Microsoft.
    non+autenticato
  • In un passato articolo (http://punto-informatico.it/2366167/PI/News/cpu-45...) AMD/IBM dissero che sarebbero state avvantaggiate nel passaggio al 32nm. Previsione direi non rispettata ...
    non+autenticato
  • No, nella news che hai linkato c'è scritto che il processo a 45nm utilizza tecniche avanzate che possono essere riutilizzate per il processo a 32nm, mentre intel ha dovuto introdurre nuove tecnologie per i 32nm.
    non+autenticato
  • - Scritto da: blackshard
    > No, nella news che hai linkato c'è scritto che il
    > processo a 45nm utilizza tecniche avanzate che
    > possono essere riutilizzate per il processo a
    > 32nm, mentre intel ha dovuto introdurre nuove
    > tecnologie per i
    > 32nm.


    Appunto per AMD la transizione sarebbe dovuta essere più rapida ed indolore rispetto ad Intel.... evidentemente non è così!
    Spero solo che AMD riesca a rimanere a galla, Intel da sola produce processori schifosi e costosi, vedi P4 e Pentium D!
  • su AMD non conterei più di tanto....

    in tutta franchezza la concorrenza ad Intel sta arrivando da ARM e tutte le aziende che sfruttano la sua tecnologia

    AMD ha avuto ottime intuizioni in passato, ma appunto sembra che ormai sia tutto passato...con i Core Intel ha totalmente ribaltato la situazione, costringendo AMD ad inseguire
  • ARM non farà concorrenza ad intel ne' nel settore desktop, ne' in quello server ne' il quello notebook.
    Farà concorrenza ad intel nel settore netbook, dove i margini di guadagno sono estremamente risicati, e dove ci sarà anche la concorrenza dei Via Nano sulle CPU e di nVidia Ion sulla piattaforma chipset.
    Ma se arm non proporrà una cpu x86 compatibile non andrà da nessuna parte sui netbook IMHO.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pabloski
    > su AMD non conterei più di tanto....
    >
    > in tutta franchezza la concorrenza ad Intel sta
    > arrivando da ARM e tutte le aziende che sfruttano
    > la sua
    > tecnologia
    >
    > AMD ha avuto ottime intuizioni in passato, ma
    > appunto sembra che ormai sia tutto passato...con
    > i Core Intel ha totalmente ribaltato la
    > situazione, costringendo AMD ad
    > inseguire

    Vedremo, anche al tempo del primo Pentium inizialmente sembrava avesse un vantaggio incolmabile, e invece...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > - Scritto da: blackshard
    > > No, nella news che hai linkato c'è scritto che
    > il
    > > processo a 45nm utilizza tecniche avanzate che
    > > possono essere riutilizzate per il processo a
    > > 32nm, mentre intel ha dovuto introdurre nuove
    > > tecnologie per i
    > > 32nm.
    >
    >
    > Appunto per AMD la transizione sarebbe dovuta
    > essere più rapida ed indolore rispetto ad
    > Intel.... evidentemente non è
    > così!
    > Spero solo che AMD riesca a rimanere a galla,
    > Intel da sola produce processori schifosi e
    > costosi, vedi P4 e Pentium
    > D!

    Il Pentium4 Northwood è stato il miglior processore sul mercato per vari anni dall'introduzione.
    Il PentiumD Prescott era dello spreco di soldi progetto Tejas in India per cui vari manager sono stati licenziati durante le ristrutturazione, venduto sul mercato per far cassa mentre spostavano la produzione sui Centrino poi nuove versioni Core.

    Core, Core2Duo, Core2Quad, Centrino, Centrino2, Core i7 Nehalem... schifosi processori sarebbero? Ma in quale realtà alternativa vivi?

    Sei rimasto indietro di molti anni se per te Intel si è fermata ai Pentium D Prescott...
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > - Scritto da: blackshard
    > > > No, nella news che hai linkato c'è scritto che
    > > il
    > > > processo a 45nm utilizza tecniche avanzate che
    > > > possono essere riutilizzate per il processo a
    > > > 32nm, mentre intel ha dovuto introdurre nuove
    > > > tecnologie per i
    > > > 32nm.
    > >
    > >
    > > Appunto per AMD la transizione sarebbe dovuta
    > > essere più rapida ed indolore rispetto ad
    > > Intel.... evidentemente non è
    > > così!
    > > Spero solo che AMD riesca a rimanere a galla,
    > > Intel da sola produce processori schifosi e
    > > costosi, vedi P4 e Pentium
    > > D!
    >
    > Il Pentium4 Northwood è stato il miglior
    > processore sul mercato per vari anni
    > dall'introduzione.

    ?????????????????????????????????????????????

    Ai tempi il Palomino e Thoroughbred regnavano sovrani.

    >
    > Il PentiumD Prescott era dello spreco di soldi
    > progetto Tejas in India per cui vari manager sono
    > stati licenziati durante le ristrutturazione,
    > venduto sul mercato per far cassa mentre
    > spostavano la produzione sui Centrino poi nuove
    > versioni Core.
    >

    Guarda caso proprio nel periodo in cui AMD era nettamente superiore.

    >
    > Core, Core2Duo, Core2Quad, Centrino, Centrino2,
    > Core i7 Nehalem... schifosi processori sarebbero?

    E qui si vede il fanboy: da quando in qua Centrino e Centrino2 sarebbero processori ? Questo senza nulla togliere a Core, Core2 e i7 che restano delle ottime CPU.

    > Ma in quale realtà alternativa vivi?
    >

    Ti si potrebbe fare la stessa (trollosa) domanda...

    >
    > Sei rimasto indietro di molti anni se per te
    > Intel si è fermata ai Pentium D
    > Prescott...

    Il punto e' che se non ci fosse stata la concorrenza di AMD, le cui intuizioni tecnologiche erano talmente scadenti e inutili da essere adottate anche dalla tua amata Intel, Intel stessa sarebbe ancora ai Willamette...
    non+autenticato
  • Beh ma non è detto che non lo sia. L'anno di ritardo bisogna vedere quanto sia veramente ritardo.
    Mi spiego meglio, il passaggio ai 45nm è avvenuto pochi mesi fa, i primi processori AMD a 45nm sono usciti a gennaio.
    Ammettiamo che fosse possibile passare ai 32nm entro il 2009, tutti gli investimenti nei macchinari per la produzione a 45nm andrebbero in parte sprecati.
    Da sempre la strategia di AMD è stata quella di raffinare e sfruttare fino in fondo un processo produttivo per motivi perlopiù economici, mentre Intel, potendo contare su più fondi, introduce nuovi processi produttivi appena possibile.
    non+autenticato
  • "questo fornirebbe loro un notevole vantaggio sui concorrenti" che è quanto ho detto sopra, mentre non ho detto nulla sul motivo.
    Ora per me un vantaggio è che uno ci metta meno tempo, mentre l'anno di gap rimane, da qui l'adduzione che la previsione sia stata sbagliata. Un secondo vantaggio potrebbe essere i costi, di questo non se ne parla nell'articolo, ma solitamente sono proporzionali al tempo
    non+autenticato
  • tanto ormai la questione non è piu solamente dipesa dal livello di miniaturizzazzione di questi chip ma anche dalle effettive capacità/performance e anche li AMD è rimasta indietro, io sono sconfortato perchè se AMD resta indietro allora Intel è libera di rilassarsi, libera di lasciare i prezzi invariati per tanti mesi (ad esempio i E8400 ha un prezzo fermo da quasi un anno) libera di introdurre micro avanzamenti e farli pagare uno sproposito ingiustificato, forse assisteremo ad una prima falla della legge di moore?
    non+autenticato