Luca Annunziata

NASA sulla Luna. Cina pure

Una sonda asiatica si schianta sul suolo del satellite: tutto previsto. Nel frattempo dagli USA arrivano i primi studi sugli avamposti da costruire. E in Giappone si studiano dettagli piccoli ma importanti

Roma - La data fissata è il 2020: a seconda dei punti di vista un batter di ciglia o un periodo piuttosto lungo. La sfida da portare a termine, in ogni caso, è molto complessa: sia che si voglia portare sulla Luna solo robot o se invece si pensi anche ad un equipaggio umano, sono molti i passaggi da portare a termine prima di potersi lanciare in una missione che probabilmente durerà diversi anni. E proprio per semplificare questo percorso, in Giappone tentano di risolvere alcune questioni apparentemente minori che tuttavia migliorerebbero non di poco l'esperienza nello spazio degli astronauti.

Uno degli aspetti meno pubblicizzati nella vita a bordo della stazione spaziale internazionale (l'ISS) è infatti l'aroma che caratterizza gli ambienti e gli astronauti: c'è una doccia fuori uso, per alcuni giorni lo scorso anno è stato dichiarato fuori servizio anche il gabinetto di bordo, e gli occupanti sono costretti a tenersi addosso lo stesso indumento per giorni anche se ha ormai acquisito un persistente bouquet. Per questo la Japan Women University di Tokyo ha studiato una nuova tuta da fornire in dotazione, capace di non puzzare dopo giorni di utilizzo: verrà testata dall'astronauta Koichi Wakata durante la sua prossima permanenza nello spazio.

In questo modo, progettare lunghe trasferte spaziali umane verso la Luna, Marte o altrove nel Sistema Solare dovrebbe risultare più semplice: meno panni da lavare, ambiente più confortevole. Un toccasana, viste le ambizioni di Stati Uniti e Cina di spingersi entro la fine del prossimo decennio a toccare di nuovo la superficie lunare, anche se declinando le missioni in modo leggermente differente: mentre il paese asiatico, che da poco ha centrato l'obiettivo del volo umano orbitale, spera di riuscire a replicare quanto gli statunitensi hanno già fatto nel 1969 con la missione Apollo, NASA punta invece a "colonizzare" letteralmente il satellite.
In una breve presentazione tenuta durante un recente congresso a Washington dal professor William Whittaker della Carnegie Mellon, che è anche presidente e CTO di Astrobotic (azienda appaltatrice per l'ente spaziale statunitense), si vedono messi nero su bianco i primi abbozzi del progetto che entro il 2020 dovrebbe consentire agli USA di avere un proprio avamposto sulla Luna. Un luogo dove avviare la costruzione di "piste di atterraggio" e moduli abitativi, creato appositamente grazie al terraforming del suolo: un'operazione che probabilmente verrà gestita da una schiera di robot.



Questi novelli Wall-E, dal peso stimato in circa 300 chilogrammi, dovrebbero essere spediti sul corpo celeste almeno in coppia: secondo il professore, calcolando un possibile carico massimo pari al 30 per cento del loro peso, sarebbero in grado di allestire uno spazio adatto all'atterraggio e alla ripartenza dei vettori o alla costruzione delle strutture fisse in meno di sei mesi. Tempi che si allungherebbero in caso di velocità di spostamento ridotte (che dipenderanno dalle capacità dei robot spediti a fare il lavoro) o dalla compattezza del suolo lunare.

Sono fattori che, secondo Whittaker, andranno valutati nei prossimi anni per consentire l'allestimento di una missione di colonizzazione: variare di poco la difficoltà di scavo aumenterebbe di molto i tempi di lavorazione, e lo stesso dicasi per la velocità di spostamento del materiale rimosso o per la quantità trasportabile ad ogni viaggio. Alcune stime indicano che, invece che cinque o sei mesi, potrebbero volerci anche anni nella peggiore delle ipotesi: con tutto quello che comporterebbe ai fini della durata della missione o della attrezzatura.

In ogni caso, nonostante siano molte le incognite che ancora condizionano la programmazione definitiva di una missione di colonizzazione della superficie lunare, è ormai evidente secondo gli esperti che ogni tipo di esplorazione spaziale dovrà essere affrontata con l'ausilio di sonde spaziali automatizzate. A dimostrazione del successo di questo tipo di iniziative sono senz'altro i vari robottini a spasso sulla superficie marziana: Spirit, Opportunity e Phoenix sono l'esempio lampante di quante informazioni preziose la robotica sia in grado di fornire alla scienza in questo settore.

Luca Annunziata
57 Commenti alla Notizia NASA sulla Luna. Cina pure
Ordina
  • Visitate il sito di Astronomia e Astrofisica Neutronstar, sull'URL www.neutronstar.altervista.org, lo trovo davvero interessante! Ci sono articoli, teorie di astrofisica e ancora altro...!
  • - Scritto da: noproblem
    > Visitate il sito di Astronomia e Astrofisica
    > Neutronstar, sull'URL
    > www.neutronstar.altervista.org, lo trovo davvero
    > interessante! Ci sono articoli, teorie di
    > astrofisica e ancora altro...!

    Il sito fa caggare : 4 filmati riciclati qua e la' e storie di ufo ridicole.
    krane
    22544
  • cioè una sorta di Genesis di Star Trek?
    non+autenticato
  • - Scritto da: CitroenDS
    > cioè una sorta di Genesis di Star Trek?
    Terraformare la luna e, in generale, pianeti/satelliti troppo piccoli non garantisce una sufficente gravita' per trattenere l'atmosfera che sfuggirebbe nello spazio.
    Luna e Marte sono troppo piccoli per essere terraformati.
    Nota: per terraformazione si instende ricreare su un altro pianeta condizioni di abitabilita' simili alla Terra tanto da poter vivere all'esterno senza bisogno di tute protettive e respitatori.
    Potrebbe essere terraformata una depressione lunare (es: il cratere di un vulcano abbastanza grande) se si provvedesse a creare una cupola protettiva che contenga l'aria e generando sotto tale cupola un microclima di tipo terrestre, ma l'intero satellite non e' terraformabile.
    non+autenticato
  • Ma quale terraforming?? Nel progetto si parla di mandare 2 robottini per costruire uno spiazzo per far atterrare le capsule. Deve avere un muro di 30 metri di diametro per evitare che la polvere spostata all'allunaggio causi danni alle strutture della futura base permanente. Tutto qui
    non+autenticato
  • - Scritto da: verby
    > Ma quale terraforming?? Nel progetto si parla di
    > mandare 2 robottini per costruire uno spiazzo per
    > far atterrare le capsule. Deve avere un muro di
    > 30 metri di diametro per evitare che la polvere
    > spostata all'allunaggio causi danni alle
    > strutture della futura base permanente. Tutto
    > qui

    mica e' colpa mia se Annunziata usa termini impropri.
    Se lui dice Terraforming, ma intende dire quello che hai detto tu, mica e' colpa mia, non credi? Comunque leggi veloce, perche' poi Annunziata cassa questi post.
    non+autenticato
  • non riusciamo a non inquinare qua e vogliamo "colonizzare" l'universo? per renderlo tutto una discarica?
  • Nel 2020 in Italia, se va tutto secondo i progetti, avremo quattro centrali nucleari "nuovo modello" capaci di produrre 7 volte più scorie di quelle attuali. E tutto grazie al nano pelato.
    Altro che luna.
    non+autenticato
  • e secondo te perché mandano tanti Walee sulla luna?
    Sai che bella poi vederla una notte d'estate verde fosforescente!
    MeX
    16897
  • - Scritto da: Pino
    > Nel 2020 in Italia, se va tutto secondo i
    > progetti, avremo quattro centrali nucleari "nuovo
    > modello" capaci di produrre 7 volte più scorie di
    > quelle attuali. E tutto grazie al nano
    > pelato.
    > Altro che luna.

    Le 4 centrali nucleari inizieranno ad essere costruite nel 2020!
    Con tecnologie del 1998 (quindi appena iniziano saranno vecchie di 22 anni).
    Calcolando i tempi di costruzione, che sono di circa 12 anni per centrale in un paese dove le infrastrutture funzionano (in italia è da 50 anni che si sta facendo la salerno-reggiocalabria), diciamo che nel 2050~2060 l'italia avrà le sue belle 4 centrali nucleari.

    Proprio nel 2060 Bangladesh e Madagascar ultimeranno le loro mini-città su Marte. Gli USA colonizzeranno le lune abitabili di Giove e Cina/Giappone renderanno vivibile Venere.

    Però in italia avrenno 4 centrali nucleari vecchie di 1 secolo con le quali alimentare le illuminazioni del colosseo e della torre di pisa.
  • E tutto questo senza che i cittadini siano stati consultati in proposito.
    Anzi, lo sono stati e si sono fermamente opposti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Manwë
    > - Scritto da: Pino
    > > Nel 2020 in Italia, se va tutto secondo i
    > > progetti, avremo quattro centrali nucleari
    > "nuovo
    > > modello" capaci di produrre 7 volte più scorie
    > di
    > > quelle attuali. E tutto grazie al nano
    > > pelato.
    > > Altro che luna.
    >
    > Le 4 centrali nucleari inizieranno ad essere
    > costruite nel
    > 2020!
    > Con tecnologie del 1998 (quindi appena iniziano
    > saranno vecchie di 22
    > anni).
    > Calcolando i tempi di costruzione, che sono di
    > circa 12 anni per centrale in un paese dove le
    > infrastrutture funzionano (in italia è da 50 anni
    > che si sta facendo la salerno-reggiocalabria),
    > diciamo che nel 2050~2060 l'italia avrà le sue
    > belle 4 centrali
    > nucleari.
    >
    > Proprio nel 2060 Bangladesh e Madagascar
    > ultimeranno le loro mini-città su Marte. Gli USA
    > colonizzeranno le lune abitabili di Giove e
    > Cina/Giappone renderanno vivibile Venere.
    >
    >
    > Però in italia avrenno 4 centrali nucleari
    > vecchie di 1 secolo con le quali alimentare le
    > illuminazioni del colosseo e della torre di
    > pisa.

    Le 4 centrali inizieranno ad essere costruite nel 2011/2012. Entro il 2020/2021 saranno operative.
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin
    >
    > Le 4 centrali inizieranno ad essere costruite nel
    > 2011/2012. Entro il 2020/2021 saranno
    > operative.

    Come no? Keep dreaming.

    E in ogni caso, t'informo che l'uranio sta finendo e il picco secondo alcuni è previsto per il 2030; e il fatto che cominci a scarseggiare è indicato dal fatto che dal 2000 a oggi il suo prezzo è salito di 7 (sette) volte.

    Per quanto riguarda il problema vero, cioè le scorie:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Sommersi-d...
    non+autenticato
  • mi stavo giusto chiedendo perchè non si continuino a costruire centrali a carboe,
    notoriamente meno inquinanti o idroelettriche che distruggono ecosistemi alpini o a combustibili fossili come il carbone...
    che poi sono anche notoriamente più performanti...

    comunque non vedo il nesso fra spazio-->buttiamola sulla politica italiana..
    ma se qualcuno me lo spiega accetto

    :)
    non+autenticato
  • Il nesso e':
    gli altri paesi gia' progettano di andare a colonizzare la luna in termini concreti, mentre noi italiani siamo talmente sfigati che per il 2020 se tutto va bene avremo 4 centrali nucleari vecchie, obsolete e tanto tanto inquinanti.
    Il bello e' che l'Italia e' la culla del Rinascimento... ti dice nulla?
  • welcome to 1970 ?
    Esistono tantissime fonti di energie rinnovabili, sole, mare, onde, calore terrestre, vento.
    Tutte cose che madre natura ci da gratis, a differenza di carbone, petrolio e uranio.
    In tutto il mondo avviano progetti per la realizzazione di questi impianti, nonostante ci sia ancora da fare molta ricerca già il resto del mondo capisce che la strada da percorrere è quella.
    (guarda ad esempio cosa va a fare il premio nobel italiano Rubbia in spagna)
    In italia naturalmente non se ne parla e vogliono farci credere che le uniche alternative siano carbone e uranio, e che il problema dell'eolico sia la deturpazione del paesaggio. (per gli ecomostri invece basta il condono)
    Inoltre ci sono impianti eolici realizzati a largo delle coste.
    Wake up

    ps: il contributo dell'eolico su scala mondiale è al 18%, in italia? mi sai dire quante centrali nucleari ci vogliono per fare il 18% della produzione mondiale di energia?
    non+autenticato
  • Scusate, ma se non ricordo male non c'è stato un referendum in Italia per abolire il nucleare?

    Non è più valido? Come quello contro il finanziamento ai partiti?

    Che valore ha un referendum se fanno sempre quello che cippa gli pare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Disgra
    > mi stavo giusto chiedendo perchè non si
    > continuino a costruire centrali a
    > carboe,
    > notoriamente meno inquinanti o idroelettriche che
    > distruggono ecosistemi alpini o a combustibili
    > fossili come il
    > carbone...
    > che poi sono anche notoriamente più performanti...
    >
    > comunque non vedo il nesso fra
    > spazio-->buttiamola sulla politica
    > italiana..
    > ma se qualcuno me lo spiega accetto
    >
    >Sorride

    In effetti.... i post qui sopra pullulano di presuntuosa ignoranza.
    non+autenticato
  • ...la Luna è un satellite artificiale o una nave spaziale, e vi sono esseri viventi di qualche tipo lassù.
    Dietro agli annunci di piani di colonizzazione lunare da parte dei vari stati c'è ben altro, lo sapremo solo quando sarà per loro impossibile nascondere ancora i dettagli, probabilmente quando gli alieni decideranno di invaderci anzichè studiarci...
    non+autenticato
  • Ma magari ci invadessero: saremmo sicuramente governati da esseri migliori degli attuali parlamentari!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Matteo B.
    > Ma magari ci invadessero: saremmo sicuramente
    > governati da esseri migliori degli attuali
    > parlamentari!!

    Che tristezza queste battute qualunquistiche...

    I parlamentari vengono eletti dai cittadini e come tale sono lo specchio fedele di un paese.
    A nessuno viene il dubbio che se ci sono molti politici disonesti è perché ci sono molti cittadini comuni disonesti?
    non+autenticato
  • I parlamentari NON vendono eletti dai cittadini DIRETTAMENTE.

    Oppure tu hai potuto scegliere oltre al partito la persona?

    No i partiti sono scelti dagli elettori NON le persone.
  • i parlamentari vengono scelti dai PARTITI non dai cittadini
    non+autenticato
  • ma ragazzi quanti anni avete 15, 18, 21 ?
    Evidentemente sì dato che non sembra che conosciate la recente storia italica, dal 1946 al 1992 in Italia abbiamo avuto un sistema proporzionale con preferenze,quindi i cittadini potevano votare i partiti e le persone.
    Dal 1994 al 2001 un sistema maggioritario al 75% in cui sapevi la persona che votavi.
    Due metodi d'lezione a mio avviso migliori dell'attuale, ma che non impedivano l'elezione di una massa di parlamentari incompetenti e disonesti. Segno che forse il problema non è il sistema elettorale
    non+autenticato
  • dai che forse qualcuno che non da la colpa agli altri esiste ancora
  • No. I parlamentari sono eletti dai partiti.

    Che tristezza, la tua ignoranza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: qwerty
    > No. I parlamentari sono eletti dai partiti.

    Leggi la risposta sopra di marcov.

    >
    > Che tristezza, la tua ignoranza...

    Che tristezza la tua arroganza e la tua presunzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin
    > ...la Luna è un satellite artificiale o una nave
    > spaziale, e vi sono esseri viventi di qualche
    > tipo lassù.
    >
    > Dietro agli annunci di piani di colonizzazione
    > lunare da parte dei vari stati c'è ben altro, lo
    > sapremo solo quando sarà per loro impossibile
    > nascondere ancora i dettagli, probabilmente
    > quando gli alieni decideranno di invaderci
    > anzichè
    > studiarci...

    And pray that there's intelligent life somewhere up in space, 'cause there's bugger all down here on Earth.
    non+autenticato
  • Certo, e la playstation 3 è una forma di controllo della mente e oggi ho preso un cappuccino al bar con un replicante.
    Ma dall'asilo c'è un sacco di gente che si collega per dire queste GENIALITA' ?
    non+autenticato
  • Pensare alla Terra prima, poi ben vengano anche le basi sulle lune di Saturno.Sorride
    non+autenticato
  • Meno male che ci sei tu a ricordarcelo, sennò... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • di questi tempi male non fa, tanto ce ne freghiam comunque.