Luca Annunziata

IE8, parola d'ordine: innovazione

Fabrizio Albergati, Microsoft Italia, ne è convinto. La nuova versione di Explorer darà vita a una nuova generazione di browser: così come Vista ha fatto con i sistemi operativi

IE8, parola d'ordine: innovazioneRoma - "Internet Explorer 8 rappresenta il punto di partenza per una nuova generazione di browser": non usa mezze misure Fabrizio Albergati, responsabile Windows Business Group di Microsoft Italia, evidentemente entusiasta della versione definitiva del client di navigazione che l'azienda di Redmond si accinge a lanciare. "Non è stato pensato come un Internet Explorer 7 con qualche pezzo in più - spiega a Punto Informatico - Si tratta di un progetto nuovo, pensato per affrontare le sfide di oggi nel browsing: in questo senso, si tratta di una vera e propria foundation di una nuova generazione".

È lo stesso Albergati a sottolineare quanto sia "dinamica" l'attuale evoluzione del settore: i browser sono prodotti offerti gratuitamente, spiega, e con una battuta aggiunge che sono "una finestra sul web". Ma le sfide in questo campo non sono tutte alle spalle: "Internet Explorer 8 è stato disegnato per aiutare gli utenti a fare le cose meglio e più semplicemente: proprio la semplicità d'uso è una delle battaglie non vinte, e l'esperienza nello sviluppare interfacce evolute ed ergonomiche è una delle aree nelle quali Microsoft ha detto e ha ancora molto da dire".

Anche per questo, Albergati è ottimista: IE8 sarà in grado di far guadagnare qualche punto di market share, perché i consumatori "sceglieranno il prodotto che risponde alle loro esigenze". Il che, ammette, può anche significare che si usino browser differenti sulla stessa macchina: ma questo non è un problema. "L'obiettivo - ribadisce a Punto Informatico - è rendere più semplice per gli utenti le operazioni complesse: se ad esempio un amico mi ha suggerito un link ad un ristorante ma non ricordo il nome, potrò accedere alla cronologia e trovare l'indirizzo. Evidenziandolo mi compare una freccia con due punte, clicco e ho già a disposizione il link per trovarlo sulla mappa".
Quello di cui si sta parlando sono i noti accelerator, gli "acceleratori", ovvero una delle novità di IE8: attraverso degli strumenti appositamente realizzati viene effettuata una integrazione tra le funzionalità offerte dal browser e altri servizi addizionali. Per l'Italia, anticipa Albergati, sono già molti i partner che hanno aderito a questo progetto: tra gli altri cita Tiscali, Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, ANSA. Alle risorse in rete di questi, e di altri, si potrà accedere in modo semplificato risparmiando alcuni clic: sarà lo stesso browser a proporre il collegamento giusto al momento giusto.

"Poi ci sono le web slice - prosegue Albergati - le fette di web: un meccanismo grafico e immediato per accedere ai contenuti. Ad esempio se c'è un'asta su eBay che ci interessa, selezioniamo l'oggetto e visto che il sito supporta le slice mi compare come una seconda riga nella barra dei menù sullo schermo. Quando passo il mouse sulla slice quest'ultima si allarga per mostrarmi in anteprima il contenuto. Oppure cambia colore se c'è una variazione, ad esempio se qualcuno ha rilanciato, così da consentirmi di notarlo senza essere sempre su quel sito".

Nient'altro, secondo Albergati, che "un modo più furbo di usare i feed RSS, offrendo un accesso immediato ai contenuti": anche in questo caso pure in Italia ci sono molte partnership al lavoro, con quotidiani e portali che offriranno compatibilità con questa funzione. Ci tiene molto Microsoft al principio della personalizzazione: tanto da aver pensato, e Albergati lo rivela in anteprima a Punto Informatico, al lancio di "un servizio che permetterà a chiunque di personalizzare IE8 e distribuirlo in questo modo, customizzandolo per esigenze di comunicazione o per semplificare l'accesso ad alcuni servizi ritenuti importanti".
259 Commenti alla Notizia IE8, parola d'ordine: innovazione
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 31 discussioni)