Linux lega i cuori di Intel e Fujitsu

I due colossi hanno siglato un accordo che le porterà a sviluppare congiuntamente soluzioni mission-critical basate su Linux e i processori di Intel. Obiettivo, offrire un'alternativa più economica e efficiente alle piattaforme Unix/RISC

Milano - Con un accordo che le porterà a sviluppare soluzioni comuni per il mercato dei server, Intel e Fujitsu vanno a rafforzare le fila di coloro che appoggiano Linux come alternativa economica a Unix nel settore enterprise.

L'obiettivo dell'accordo, secondo Intel, è quello di offrire alle aziende piattaforme basate su Linux in grado di gestire le applicazioni vitali - cosiddette mission-critical - "utilizzando tecnologie performanti, altamente scalabili e di affidabilità paragonabile a quella dei sistemi proprietari di qualsiasi dimensione".

Fujitsu, che fino ad oggi aveva offerto sul mercato dei mainframe sistemi basati su piattaforme Unix, spingerà ora in questo segmento soluzioni basate sui processori Itanium e Xeon e sul sistema operativo Linux: i nuovi prodotti, secondo le due partner, consentiranno di offrire alle aziende soluzioni caratterizzate da un aumento delle prestazioni e un notevole risparmio sui costi.
Fujitsu e Fujitsu Siemens Computers, già fornitori mondiali di piattaforme informatiche mission-critical su vasta scala, intendono rendere disponibili le famiglie di sistemi a singolo e doppio processore basati su processori Xeon entro la fine del 2004, seguiti dai grandi sistemi multiprocessore basati sulle future versioni della famiglia di processori Itanium entro la fine del 2005. Questi sistemi, che completano le attuali offerte delle due aziende di server basati su architettura Intel, saranno scalabili fino a 128 processori.

A sostegno di questa collaborazione, e in seguito all'annuncio effettuato lo scorso ottobre sulla strategia aziendale incentrata su Linux, Fujitsu ha creato una nuova struttura organizzativa per i sistemi Linux all'interno dell'Enterprise Systems Group. Costituita da oltre 300 ingegneri sulla base dell'esperienza di Fujitsu nei sistemi mission-critical, tra cui grid computing, sistemi autonomi e tecnologie di interconnessione ottica, questa organizzazione si concentra sulla fornitura di piattaforme hardware e di prodotti software di base destinati a migliorare l'affidabilità, la disponibilità e la scalabilità dei sistemi di fascia enterprise basati su Linux.

"Ci aspettiamo grandi opportunità da questa nuova collaborazione con Intel, per estendere le nostre soluzioni enterprise mission-critical fino all'ambiente Linux in rapida crescita, e diventare i primi fornitori del mondo a offrire questi sistemi basati su architettura Intel", ha affermato Tadayasu Sugita, corporate senior executive vice president e CTO di Fujitsu. "L'aggiunta di sistemi Linux come terzo pilastro del nostro business dei server a elevate prestazioni ci consentirà di fornire ai nostri clienti una gamma completa di piattaforme mission-critical e di supportare in modo ottimale le loro diverse esigenze applicative nell'area enterprise".

Per sfruttare tutte le opportunità di business nel mercato dei server mission-critical, Fujitsu e Intel hanno espresso l'intenzione di collaborare a stretto contatto con la comunità e utilizzare la suite di tool software di Intel per accelerare, insieme ai principali ISV, le attività
destinate a ottimizzare le applicazioni Linux sui sistemi Fujitsu basati su architettura Intel.
1 Commenti alla Notizia Linux lega i cuori di Intel e Fujitsu
Ordina