Gates: dobloni per la medicina

Il chairman Microsoft annuncia una iniziativa da 200 milioni di dollari della sua Fondazione, per spingere i ricercatori allo sviluppo di farmaci per le malattie che affliggono il mondo povero

Roma - Bill Gates torna a concentrare lo sguardo dei media sulle disastrate condizioni di molti paesi nel mondo con tutto il peso della sua "Bill and Melinda Foundation". Gates ha infatti confermato nelle scorse ore una nuova iniziativa da 200 milioni di dollari tesa a spingere gli scienziati a dedicarsi all'individuazione di terapie, nuove cure e medicine specifiche per le malattie che si diffondono a macchia d'olio nel mondo povero.

L'operazione "Grand Challenges in Global Health" prevede l'assegnazione da parte di una commissione specializzata di "borse di studio" da 20 milioni di dollari per i team di ricercatori che in tutto il mondo si mettano a lavorare su questo fronte, perlopiù ignorato dall'industria medica moderna, tutta presa a soddisfare le esigenze del mondo ricco, naturalmente più redditizio.

Gates, che al World Economic Forum di Davos intende dare slancio all'iniziativa, ha spiegato che "delle diciamo 1.500 medicine approvate negli ultimi 25 anni, solo 20 erano collegate alle malattie dei paesi in via di sviluppo". "Ciò che noi abbiamo - ha affermato il chairman Microsoft in una intervista - sono malattie da mondo ricco. Tutte quelle più facili sono state superate... Se si guarda a ciò su cui lavora la ricerca si scopre che è focalizzata specificamente sulle malattie del mondo ricco o si trova ad un livello così di base da non applicarsi direttamente a queste problematiche".
Gates non è certo nuovo ad iniziative del genere. Lo scorso novembre annunciò 100 milioni di dollari contro l'AIDS in India. A gennaio 2001 aveva invitato i ricchi e i potenti della Terra a seguire il suo esempio e donare infrastrutture e mezzi al sostegno medico e alimentare del mondo povero.
TAG: microsoft
15 Commenti alla Notizia Gates: dobloni per la medicina
Ordina
  • diamoli a Lindows che almeno li investira' in ricerca (per craccare la Xbox) e in avvocati per fare causa alla MS.
    non+autenticato
  • Nobile causa eh ?

    Infatti ero in dubbio se regalarli alla Lega per la lotta ai tumori o a Lindows.
    Penso che dopo il tuo parere illuminante opterò per la seconda...


    mah...


    non+autenticato
  • ma smetti di fare software, per la miseria!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma smetti di fare software, per la miseria!!!

    Bella roba la farmaceutica.. meglio come fa lui che foraggia la ricerca.
    non+autenticato
  • GIUSTO !!! E' solo colpa di Bill se oggi i pc sono a portata di tutti e utilizziamo software molto evoluto invece che Lotus 123... o ancora giochiamo a Rally Sport Challenge invece che a Space Invaders o Raid over Moscow....

    Ed e' ancora colpa sua se oggi abbiamo dei pentium 4 e ci guardiamo i divx invece che usare dei 386 con Linux sopra per fare solo ascii arts...

    Medita prima di parlare...

    Non fa solo male... invece vedo sempre piu' spesso che tutti lo demonizzano... la mia prof di matematica la gente come voi la definiva "pecoroni" ... uno parla e tutti dietro come PECORONI!... pensate con la vostra testa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > GIUSTO !!! E' solo colpa di Bill se oggi i
    > pc sono a portata di tutti e utilizziamo
    > software molto evoluto invece che Lotus
    > 123... o ancora giochiamo a Rally Sport
    > Challenge invece che a Space Invaders o Raid
    > over Moscow....

    Se Bill Gates avesse fatto lo stesso in qualsiasi altro settore industriale avrebbe causato solo danni e nessuno metterebbe questo in dubbio.
    Es: Il 747 che può essere pilotato da un bambino di 5 anni, la Formula 1 per andare in ufficio, ecc...

    Quindi perchè non si riconosce che il portare l'informatica a casa di tutti l'ha solo danneggiata ???
    Io dico che se uno vuole fare una cosa DEVE imparare prima a farla! Se non vuole imparare è perchè in fondo in fondo non gli serve e quindi vive benissimo anche senza.

    > Non fa solo male... invece vedo sempre piu'
    > spesso che tutti lo demonizzano... la mia
    > prof di matematica la gente come voi la
    > definiva "pecoroni" ... uno parla e tutti
    > dietro come PECORONI!... pensate con la
    > vostra testa.

    A casa mia le pecore sono quelle cui gli si dice: "Devi cambiare PC ogni 2 anni" (ma si potrebbe applicare a molti altri prodotti) e loro lo fanno senza neanche chiedersi perchè lo fanno!

    Nic
    153
  • > Se Bill Gates avesse fatto lo stesso in
    > qualsiasi altro settore industriale avrebbe
    > causato solo danni e nessuno metterebbe
    > questo in dubbio.
    > Es: Il 747 che può essere pilotato da un
    > bambino di 5 anni, la Formula 1 per andare
    > in ufficio, ecc...

    Ah.. tipo, per usare il televisore bisogna fare un corso di 5 anni. Per tirare la catena del cesso solo 2 mesi.

    Grande!

    > Quindi perchè non si riconosce che il
    > portare l'informatica a casa di tutti l'ha
    > solo danneggiata ???
    > Io dico che se uno vuole fare una cosa DEVE
    > imparare prima a farla! Se non vuole
    > imparare è perchè in fondo in fondo non gli
    > serve e quindi vive benissimo anche senza.

    Stai parlando di una societa' che si e' inventata un sistema operativo diverso da Unix. Stai parlando di un qualcosa che e' nato ieri e domani sara' ancora diverso. Un qualcosa che sta maturando piano piano. Da chi deve andare per imparare?

    Ancora oggi succedono disastri per errori di progettazione ad aerei che, non sono nati 20 anni fa come l'informatica casalinga, volano e tu vieni a parlare di perfezione?

    > A casa mia le pecore sono quelle cui gli si
    > dice: "Devi cambiare PC ogni 2 anni" (ma si
    > potrebbe applicare a molti altri prodotti) e
    > loro lo fanno senza neanche chiedersi perchè
    > lo fanno!

    potrebbe essere vero.
    Secondo me le vere pecore si riconosco quando sostengono che il 95% delle persone sono stupide e non capiscono un cazzo.
    non+autenticato
  • Finalmente uno che ragiona. Sorride
    non+autenticato
  • non ti rendi conto nemmeno di quello che dici ?
    sei "schiavo" anche tu di microsoft e delle sue belle finestre ombreggiate......
    non+autenticato
  • VEDIAMO CHI SI STANCA PRIMA...

    (per gentile concessione dell'autore)



    PECUNIA NON OLET. (Dipende...)
    Due parole sulla "Fondazione Bill & Melinda Gates".
    William Gates III° ha fama di filantropo. Ha costituito dal nulla una Fondazione benefica intitolata ai genitori (onora il Padre & la Madre...) che si occupa di alleviare sofferenze, 'sviluppare' lo sviluppo, l'apprendimento, etc. in alcuni angoli 'sfortunati' del pianeta. Attività umanitaria encomiabile che senz'altro sarebbe da applaudire e sostenere.
    Ma purtroppo c'è qualche lato ambiguo in tutta la vicenda che non convince il sottoscritto.
    Il punto debole della 'catena' ha un nome ed un cognome: William Gates III°.

    Il "Manifesto" della Fondazione:
    "The Bill & Melinda Gates Foundation is dedicated to improving people's lives by sharing advances in health and learning with the global community. Led by Bill Gates' father, William H. Gates, Sr., and Patty Stonesifer, the Seattle-based foundation has an asset base of $21 billion (in italiano 21 miliardi di dollari, mica noccioline).
    For complete information, visit http://www.gatesfoundation.org.

    Slogan chiave : "Guardate da dove vengono le guide del futuro Americano"... (Ahia..)

    "Donazione" di 100 milioni di dollari pianificata* per la causa della IAVI
    ( http://www.iavi.org/ ) a Davos ed annunciata dal Bill Gates !! IAVI ringrazia.

    (*"pianificata" significa: "Qui l'ho detto. Ci si vede poi con calma")

    Sarà carino vedere poi se in
    A= $ cash (Pecunia non olet), oppure
    B= azioni MSFT o in SW/HW.... (olet, olet... di faina)

    "Donazione" (rigorosamente di SW/HW Wintel) anche ai Navajos: http://www.glf.org/pressroom/release.asp?PRindex=3...

    'Traduzione' dello scrivente (pane al pane, vino al vino):
    1) Bill Gates - circa due anni fa, se non erro - fondò la suddetta organizzazione stornando 20 miliardi di dollari (dall'imponibile) in beneficenza verso la"Fondazione". In altri termini: molte, ma molte meno tasse da pagare. Metodo legalissimo, per carità, previsto (ed incoraggiato) dall'ordinamento fiscale U.S.A. .
    2) William Gates Senior, tranne l'immagine ed ovviamente il 'nome', conta meno del due di picche nella fondazione e probabilmente ne è felice (alla sua età... altre sono le vere emozioni). Il vero 'boss' delegato è la Patty Stonesifer, che se ci tiene a mantenere lo 'status', deve fare esattamente quello che decide il Bill III°. Elementare, Watson...
    3) Le "donazioni", riportate con enfasi - quando serve, come in questo caso di Davos - dai media amici, altro non sono che OPERAZIONI di MARKETING miratissime per ottenere due scopi ben precisi:
    A: piazzare PC compatibili (e tutto il collaudato circo degli 'upgrade' Windows) dove non erano ancora presenti ed in ben determinate realtà, garantendo così la continuità del 'mercato' Micro$oft: Assistenza, corsi, etc.. Ed i 'beneficiati' devono per tutta una serie di circostanze mostrarsene anche grati, anche se magari avrebbero preferito anzichè 'PC', l'equivalente in dollari per altro uso. Ad esempio, medicinali oppure borse di studio.

    B: avallare il mito - perché di questo e non di altro si tratta - del 'benefattore' dell'Umanità per un più concreto e opportuno 'ritorno d'immagine'. Utilissimo adesso, vicino alla sentenza definitiva - coincidenza? - del noto procedimento del DOJ americano.

    Quale giudice avrà ora il coraggio - perchè di questo si tratta - di inimicarsi l'opinione pubblica (ehm, volevo dire "l'opinione della lobby pro-Gates", comprendente Mr Bush Jr.) dopo tanta liberalità dimostrata dal già condannato allo 'smembramento'?
    Comprensibile, no? Anche qui un chiaro caso di conflitto: passo alla Storia come un ex magistrato corretto ma senza pensione o faccio carriera nell'establishment?
    Così come é altrettanto comprensibile che con la balla stratosferica della "Fondazione Gates" (legalissima, per carità, e paradossalmente proprio per questo non perseguibile), il buon vecchio Bill fa in sostanza la carità e le donazioni a sè stesso per poi pagare a se stesso i suoi sistemi.
    Con buona pace dei Navajos, dello IAVI e di chi ci crede ancora, a cominciare dallo I.R.S., l'ente americano corrispondente al nostro Ministero delle Finanze.
    Quello per capirci che si occupa di riscossione delle tasse e della evasione dalle stesse.

    Quando si incrociano i destini - e le convenienze - di venditore e compratore dello stesso 'bene';
    quando gli attori della recita sono: uno il boss di una multinazionale e l'altro è un Ente Benefico riconosciuto come 'senza scopo di lucro' ma di fatto controllato dallo stesso individuo a capo della multinazionale (in pratica 'A' e 'B' sono la stessa persona), trattasi di evidente "conflitto d'interessi". In altri termini, "affari in famiglia".
    Il concetto di "Innovazioni in 'salute' ed 'apprendimento' del "Manifesto" ha perciò senso solo se riferito a M$. Chiaro ed acclarato il fatto che il finanziatore esplicito dell'Ente (che è perdipiù il FABBRICANTE del bene che poi l'Ente spaccia a titolo di beneficenza) ha inoltre dei benefici fiscali enormi solo per il fatto di poter disporre ANCHE di questo tipo di strumenti, la vedo dura, a ridimensionare efficacemente le unghie del Bill.

    Non a caso, in occasione della nascita della Fondazione, il Bill si fece scappare a mezzo comunicato stampa che i 20 miliardi di dollari sarebbero stati (testuale) INVESTITI nella ricerca di vaccini vari e sviluppo di rimedi contro l'AIDS.
    Coincidenza incredibile, erano i primi giorni dell'accusa di monopolio portata dal DOJ e da 19 Stati americani, poi finita come sappiamo in condanna preliminare per 'condotta predatoria' e monopolio.
    Sfortunatamente, devo 'tradurre' ancora che INVESTIRE non significa DONARE, ma ACQUISTARE - con detti $ 'sottratti' al fisco legalmente - azioni o partecipazioni in Aziende Chimiche e Farmacologiche - e cioè controllandole - con 'ritorni' futuri decuplicati, SE verrà trovato quello che si cerca.
    In linguaggio finanziario, si chiama 'diversificazione del portafoglio', ma non avevo fino ad allora visto definirlo 'Fondazione'...

    Diversamente, SE di vere donazioni si trattasse, la Fondazione dovrebbe finanziare allora con $ (cartamoneta, "cash" e non 'con computers' ed annessi) organizzazioni non governative che provvederebbero da sè a tradurre poi in beni/strutture e quant'altro i fondi ricevuti. E lo stesso vale verso gli Istituti di ricerca su tumori o AIDS. Così come fa il resto del mondo.
    Troppo comodo fare quello che definiscono in finanza 'partita di giro'...

    E' amaro per me ironizzare su queste cose, ma aldilà della palese presa per i fondelli mediatica orchestrata dal Bill III°, credo sarebbe davvero una tragedia infinita ritrovarsi con vaccini che non funzionano per più di 47 ore consecutive o che richiedono un 'upgrade' incompatibile con i precedenti vaccini, etc.
    O con rimedi contro l'AIDS targati 'Gates' che funzionano come i suoi OS.
    Madre mia...

    S
    Larry
    6770
  • Mi viene il vomito a leggere certe cose... certo, se le borse di studio dovessimo metterle noi utenti a disposizione forse riusciremmo a mettere insieme 1 o 2 milioni di euro... forse il terzo mondo riuscirebbe a spazzarcisi il culo per circa una settimana...

    Siete penosi e invidiosi...

    Krypta.
    non+autenticato
  • credo proprio che ai destinatari delle donazioni importi proprio poco delle tue turbe mentali...
    non+autenticato
  • Si, è vero. Facendo donazioni si pagano meno tasse, anche in Italia.
    Perché invece di fare tanto inutile sarcasmo non ti metti anche tu a fare donazioni?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Perché invece di fare tanto inutile sarcasmo
    > non ti metti anche tu a fare donazioni?

    Forse perche' non ha piu' soldi, dopo aver dovuto pagare le licenze di Windows Sorride
    Ricordatevi che i soldi delle donazioni di Gates sono i "nostri", mica li crea dal nulla.
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Perché invece di fare tanto inutile
    > sarcasmo
    > > non ti metti anche tu a fare donazioni?
    >
    > Forse perche' non ha piu' soldi, dopo aver
    > dovuto pagare le licenze di Windows Sorride
    > Ricordatevi che i soldi delle donazioni di
    > Gates sono i "nostri", mica li crea dal
    > nulla.

    Primo, Larry e' notoriamente uno che da i suoi soldi a BangOF e Apple. Secondo una licenza XP oem costa 109EURO. Terzo sono felice di aver contribuito anche io in parte acquistando un OS della Microsoft e pure con qualche libro edito dalla stessa.
    Quarto vergognati.
    non+autenticato