Scuola, la più grande comunità IT

La definisce così il ministro all'Innovazione Lucio Stanca che ancora una volta torna sui massicci investimenti allo sviluppo dell'e-tech nella didattica. Entro il 2004 cablato il 70 per cento delle scuole. Per le rimanenti, il satellite

Scuola, la più grande comunità ITRoma - 200mila docenti dotati di casella di posta elettronica entro il prossimo marzo. Questa la previsione del ministro all'Innovazione e alle Tecnologie Lucio Stanca che ieri ha descritto i progressi di quella che definisce la più vasta comunità italiana dell'IT.

Il Ministro, intervenuto al convegno organizzato da ANIE e Federcomin "L'Italia delle e-family" ha affermato che avere un indirizzo email significa appartenere ad una comunità informatica: "In stretta collaborazione con il ministero dell'Istruzione è in atto per gli insegnanti l'attivazione di caselle di posta elettronica, anche per favorire il dialogo con famiglie e studenti. Entro marzo saranno 200mila, la più grande comunità informatica del paese".

Ma il Ministro ha anche voluto dichiarare che grazie all'e-learning si risolve il problema dell'alfabetizzazione dei docenti: "In tre anni l'80 per cento dei docenti, circa 800mila, riceverà l'alfabetizzazione ICT. Già ora sono 171mila gli insegnanti iscritti ai corsi".
Questo esercito di esperti, grazie al PC per gli studenti di cui Punto Informatico ha già lungamente parlato, potrà interagire in modo didatticamente innovativo con i propri alunni, già coinvolti nel programma di diffusione informatica.

Al di là delle parole, comunque, ieri Stanca ha dato anche dei numeri che possono aiutare a tirare le somme dell'attuale sviluppo del computing (e dintorni) in Italia. Eccoli.
TAG: italia
53 Commenti alla Notizia Scuola, la più grande comunità IT
Ordina
  • diventeranno tutti hacker straordinari per inculare i profex!Sorride
    non+autenticato
  • perché non wireless come ponte fino alla più vicina HDSL ? (se è una scuola ...)

    tra l'altro lo stato potrebbe avere dei "PROVIDER statali" ... per rifornire le scuole Sorride

    lavoro per tanta gente e regole statali, fornite SOLO ad ENTI STATALI ... sarebbe grande!Sorride

    *IMHO* ovviamente
    non+autenticato
  • Ma scherzate o dite sul serio?
    E-learning ?
    COminciate a chiedere ai vostri professori cose serie per favore!!!
    Sono un perito elettronico e sto selezionando ragazzi per assumerli in una azienda di Bologna....
    Che tristezza....
    C'è gente che non ha mai visto un diodo in vita sua e mi parlano di e-learnig....
    Basta giocare cominciamo a studiare!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma scherzate o dite sul serio?
    > E-learning ?
    > COminciate a chiedere ai vostri professori
    > cose serie per favore!!!
    > Sono un perito elettronico e sto
    > selezionando ragazzi per assumerli in una
    > azienda di Bologna....
    > Che tristezza....
    > C'è gente che non ha mai visto un diodo in
    > vita sua e mi parlano di e-learnig....
    > Basta giocare cominciamo a studiare!!!!

    =D 8 anni fa' quando aprii un negozio di informatica il primo "tecnico" che presi per aiutarmi in laboratorio era
    ingeniere a suo dire espertissimo con i picci' ... risultato :
    1° lavoro alimentazione al contrario e pc bruciato .. ancora rido =)
    non+autenticato
  • Ma ha mai fatto un giro nei laboratori delle nostre scuole ??
    La maggiorparte dei pc sono dei vecchi 386 e 486 o pentium I, tenuti naturalmente spenti visto che non ci puoi far girare niente di decente.
    I professori di Informatica (certo non tutti, ma il 99% si) sono arretrati e mai aggiornati, sono rimasti quasi alle schede perforate, quando hanno preso la laurea. Ti insegnano il Pascal, il fortran o al massimo il vecchio C (nulla contro il buon linguaggio C, solo che oggi le aziende vogliono la OOP), niente programmazione ad oggetti, niente UML, niente JAVA, niente teoria delle reti ed applicazioni pratiche, niente linguaggi per il WEB, niente DBMS decenti come ORACLE o DB2 della IBM. Altro che alfabetizzazione informatica, ma se sono disastrate le facoltà di informatica, come puoi pretendere di alfabetizzare il semplice professorino di matematica o di italiano.
    Stanca insieme al Berlusca ci hai veramente STANCATO...
    Devi farti un giro nelle scuole e viverla la realtà didattica ITALIANA. Ti insegnano tutto, tranne quello che veramente serve nel lavoro, nella vita ed alle ormai ONNIPOTENTI AZIENDE.
    non+autenticato
  • La mia cara dolce metà insegna alle superiori.

    Il progetto e-mail professore@istruzione.it ha incontrato il minimo interesse da parte della stragrande maggioranza degli insegnanti semplicemente perché nelle 18 ore non è stata inserita l'ora di contatto telematico con gli altri insegnanti, genitori o (tanto meno) studenti. ... E nemmeno fondi "in più".

    Semplice e chiaro. Lavorare stanca.

    Utonto_da_sempre
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)