Gaia Bottà

I tentacoli della sorveglianza su Francia e UK

Stanno lavorando a progetti per intercettare e classificare i contenuti delle comunicazioni dei cittadini. Da stoccare in database massivi, da indicizzare per renderle a portata di motore di ricerca

Roma - La data retention non è sufficiente per tracciare i comportamenti dei cittadini delle rete del Regno Unito, non consente di ricostruire la loro vita online e le relazioni pericolose che possono intessere in rete. Così l'Home Office giustifica l'Interception Modernisation Programme, un piano di monitoraggio estensivo e in tempo reale che le autorità dell'Isola pianificano da tempo. Ma anche la Francia non sembra rimanere inerte: dei documenti trapelati online sembrano mostrare l'intenzione di dare vita ad un sistema di intercettazione dei contenuti di tutti i flussi di comunicazione che si possano immaginare.

"I siti di social networking come MySpace e Bebo non sono coperti dalla direttiva" ha denunciato Vernon Coaker dell'Home Office britannico. La direttiva europea che, una volta recepita dagli stati membri, imporrà la conservazioni di log e dati di traffico non consente di vigilare sui contenuti delle comunicazioni che si scambiano a mezzo instant messaging e a mezzo social network. Non tutte le relazioni possono essere ricostruite, i fili delle conversazioni che gli utenti ordiscono non possono essere sciolti dalle forze dell'ordine.

La chiave per scongiurare traffici sospetti di informazioni, ha spiegato Coaker, potrebbe risiedere nell'Interception Modernisation Program: rappresenterà un panopticon digitale, un punto di vista privilegiato per osservare ciò che avviene online, un efficace deterrente per coloro che affidino i propri messaggi al digitale. Tutti i contenuti delle conversazioni potranno essere monitorati in tempo reale a mezzo deep packet inspection, tutte le comunicazioni potranno essere rastrellate e potranno convergere in un database massivo, centralizzato. "Concordo sul fatto che si tratti di una questione estremamente delicata - ha convenuto Coaker - l'area di intersezione tra la conservazione dei dati, la sicurezza dei cittadini e tutti i problemi di privacy è estremamente importante". Coaker ha assicurato che se ne terrà conto, nello sviluppo dell'Interception Modernisation Programme, e nell'affinamento della legge che ne giustificherà l'introduzione.
Quello che il Regno Unito vorrebbe mettere in atto è un progetto simile a quello che da tempo fermenta in Francia e di cui i media oltralpe sono tornati ora a dibattere. HERISSON (Habile Extraction du Renseignement d'Intérêt Stratégique à partir de Sources Ouvertes Numérisées), il cui bando di gara è stato indetto nel 2007 dal ministero francese della Difesa, dovrebbe rappresentare un sistema per intercettare tutti i tipi di comunicazione.

Dai flussi di dati che scorrono su IRC alle conversazioni che rimbalzano tra le finestre degli IM, dai profili dei social network ai messaggi privati che si scambiano i loro utenti, dai contenuti delle mailing list ai contenuti che solcano le reti P2P: HERISSON dovrebbe dragare l'intera Internet e attingere a tutti i canali di comunicazione e a tutti i formati, dovrebbe collezionare dati, classificarli e confrontarli per estrarne informazioni rilevanti. Questo è quanto emerge da un documento pubblicato da PC INpact. Si potranno intercettare e sviscerare testi, audio e video, riconoscerne la lingua, metterli in relazione fra loro basandosi sui contenuti, sui metadati e sulle modalità con cui circolano. Saranno informazioni rintracciabili con la mediazione di un motore di ricerca.

Se l'apprensione spinge i netizen francesi a speculare sulle relazioni che si potrebbero intrattenere tra HERISSON e la più stretta tutela delle proprietà intellettuale online, nel Regno Unito c'è chi si schiera apertamente contro il monitoraggio estensivo. "È un sistema estremamente intrusivo" denuncia l'esperto di sicurezza Richard Clayton, un sistema intrusivo, decisamente costoso e poco proporzionato. "Se il governo vuole farci stare più sicuri - suggerisce Clayton - sarebbe una buona idea procurarsi delle forze dell'ordine che si sappiano giostrare meglio con quanto è digitale".

Gaia Bottà
11 Commenti alla Notizia I tentacoli della sorveglianza su Francia e UK
Ordina
  • Ormai le autorità stanno diventando troppo paranoiche. Mi sembra l'ennesimo tentativo di controllarci sempre di più.

    Forse, basterebbe staccare la spina e vivere di più nel mondo reale.

    Pensate, dopo aver costruito un'immensa rete di controllo...zaff! tutti gli utenti se ne vanno e loro restano con un palmo sul naso.
    non+autenticato
  • 1) troppa informazione=nessuna informazione....
    Se hai un database enorme trovare quello che ti occorrre in modo affidabile è praticamente infattibile, troppi match (impossibile inventarsi search abbastanza selettive) e troppo alto l'error rate c'è pure un teorema che lo dimostra...

    2) c'è il problemino delle connessioni cifrate.... che non possono essere abolite con qualche scusa (gli interessi economici in ballo sono troppo alti)...

    come ce la caviamo?

    Bastano le solite frasette da imbecilli?
    non+autenticato
  • Pero', a pensarci bene, le torri gemelle le hanno centrate lo stesso, anche se c'era il sistema Echelon attivo.

    http://it.wikipedia.org/wiki/ECHELON

    Mi sa tanto che se questi sitemi funzioneranno davvero, i malintezionati organizzeranno i loro attentati mettendosi d'accordo di persona senza fare uso di tecnologie elettroniche.
    In fondo La Carboneria ha funzionato anche senza telefonini.
    Solo che gli investigatori non hanno piu' voglia di fare pedinamenti ed andare in giro con la lente di ingrandimento come ai vecchi tempi e preferiscono che sia un PC a far venire fuori il nome dell'attentatore ed il luogo dove arrestarlo.
    Ogni tanto nel cervello dei governanti si formano delle nebbie e dei fumi di coglioneria che li fanno agire come pirla.
    Nel periodo americano del Mackartismo, anni 50, quando il terrore che L'URSS avesse la bomba H faceva andare di testa i governanti, chiunque vivesse in maniera poco meno che convenzionale era sospettato di comunismo. Furono accusati personaggi come Charlie Chaplin che fu praticamente espulso dagli USA, Walt Disney, Robert Taylor, Gary Cooper, Il compositore Bernstein, Marilyn Monroe... Si tratto' proprio di un annebbiamento della ragione.
    Adesso la potenza dei sistemi di comunicazione informatizzati spaventa quegli ignorantoni che ci governano e temono che tutti quanti ci mettiamo a tramare contro di loro.
    Le persone pericolose non dipendono dalle tecnologie e ci sono sempre state...
    Tra qualche anno rideremo di queste paturnie create dalla paura degli ignoranti....
    Anche nel parlamento italiano ci sono alcuni tentativi di emulare queste possibili situazioni.
    Stiamo in guardia
    non+autenticato
  • solo una nota, non era per un errore che veniva accusato di comunismo qualsiasi oppositore, era una scelta ben consapevole per demolire qualsiasi opposizione.

    anche oggi l'accusa di terrorismo si allarga facilmente..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andonio
    > Pero', a pensarci bene, le torri gemelle le hanno
    > centrate lo stesso, anche se c'era il sistema
    > Echelon
    > attivo.
    >

    Gia', gia' e hanno dato agli USA un ottima scusa per attaccare Afghanistan e Iraq ...

    Forse i sistemi di controllo funzionano solo quando interessa ...

    Nessuna nuova, anche circa Pearl Harbor sembra che l'Intelligence sapesse in anticipo dell'attacco giapponese ma servivano un po' di morti per far digerire all'opinione pubblica americana l'entrata in guerra ...
    non+autenticato
  • Faccio notare che in Italia, qualsiasi voce contraria alle scelte del governo, e' sicuramente di SINISTRA ,fatta da un comunista!
    Il fatto che qualcuno possa aver da ridire, indipendentemente dalla "fede" politica, non passa nemmeno per l'naticamera del cervello (presunto...) di questi signori.
    Ma solo per convenienza...sanno benissimo i casini che stanno facendo...ma tacciare la genet di COMUNISMO e' utile per rendere faziose delle esternazioni in realta' reali e ben certificate.
    Non so se avete visto REPORT...ma non sapevo se ridere o piangere.
    Poi ne uno ne l'altro, mi sono solo incazzato ... peche' queste cose le sapevo gia' e non vedo mai una presa di posizione vera e tenace da parte dei politucoli che ci ritroviamo, tutti intenti ad ossequiare il "BOSS".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Faccio notare che in Italia, qualsiasi voce
    > contraria alle scelte del governo, e' sicuramente
    > di SINISTRA ,fatta da un
    > comunista!
    > Il fatto che qualcuno possa aver da ridire,
    > indipendentemente dalla "fede" politica, non
    > passa nemmeno per l'naticamera del cervello
    > (presunto...) di questi
    > signori.
    > Ma solo per convenienza...sanno benissimo i
    > casini che stanno facendo...ma tacciare la genet
    > di COMUNISMO e' utile per rendere faziose delle
    > esternazioni in realta' reali e ben
    > certificate.
    > Non so se avete visto REPORT...ma non sapevo se
    > ridere o
    > piangere.
    > Poi ne uno ne l'altro, mi sono solo incazzato ...
    > peche' queste cose le sapevo gia' e non vedo mai
    > una presa di posizione vera e tenace da parte dei
    > politucoli che ci ritroviamo, tutti intenti ad
    > ossequiare il
    > "BOSS".


    > ..non vedo mai
    > una presa di posizione vera e tenace da parte dei
    > politucoli che ci ritroviamo..

    E perchè mai dovrebbero combattere una situazione a loro favorevole?

    Rimango dell'idea che la politica italiana rimane una delle più avanzate...
    E sapete perche?

    Un infrastruttura tale che riesca cosi bene a mantenere un alone di democrazia, quando in realtà non c'è nulla di tutto ciò, deve avere davvero un ottima organizzazione per farlo e continuare a farlo..

    Consiglio a tutti di meditare sulla connessione politica/media e la capacità di una (o dell'altra) di sollevare questioni morali nell' una o nell' altra parte..

    Poi vi invito a prendere in considerazione lo status di "terra di confine" (cosi come lo ha definito un politico italiano) di Internet e analizzarne gli aspetti in relazione al pensiero precedente...

    Molti dei vostri "perchè" svaniranno immediatamente.

    E ricordate: il "Cretinismo Parlamentare" è sempre voluto.
    non+autenticato
  • Sono stato 2 volte ad Edimburgo, vi assicuro che non sono solo chiacchiere. Sembrava di stare al grande fratello, telecamere ovunque in ogni vicolo e negozio anche il più piccolo nei pullman nei parchi, davvero inquietante.
    non+autenticato
  • la prossima volta che ci vai, entra in un internet cafe e inizia a mandare centinaia di email con le "parole chiave" tipo "ho visto una Scozzese che era una BOMBA nella STAZIONE FERROVIARIA" oppure "mi farei ESPLODERE per riuscire a CONQUISTARE il suo cuore" o ancora "ci vediamo alle 10 davanti alla MOSCHEA per farci due "SHOTS" in un pub AFFOLLATO"

    Vediamo in quanto tempo ti vengono a prendereA bocca aperta

    Scusate la pessima ironia, ma è l'unica cosa che mi viene in mente quando leggo che non esiste più privacy.....

    Saluti,
    Francesco
  • http://it.wikipedia.org/wiki/Panopticon

    non bisogna necessariamente vedere tutto sempre basta poter sempre vedere tuttoOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: aaaaa
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Panopticon
    >
    > non bisogna necessariamente vedere tutto sempre
    > basta poter sempre vedere tutto
    >Occhiolino
    ti presento l'antitesi. L'anopticon. http://tramaci.org/anopticon/Sorride
    non+autenticato