GNOME 2.26 rinfresca il multimedia

La Foundation ha rilasciato una nuova release del suo famoso desktop environment per Linux. Che aggiunge un nuovo programma per la masterizzazione e migliora il client di instant messaging Empathy

Roma - Il popolare desktop environment open source GNOME, alla base di moltissime distribuzioni Linux tra le quali Ubuntu, è giunto negli scorsi giorni alla versione 2.26. Tale release migliora soprattutto le caratteristiche multimediali del software, e aggiunge diversi nuovi programmi: i due più importanti sono il client di instant messaging Empathy e il software di masterizzazione Brasero.

Empathy è un software molto giovane basato sull'altrettanto giovane framework di comunicazione Telepathy. Questo client è ancora alla ricerca della piena maturità, un traguardo che, seppure non ancora raggiunto (l'imminente Ubuntu 9.04, ad esempio, si affiderà ancora al ben più collaudato Pidgin), sembra ormai molto vicino. La versione del programma inclusa in GNOME 2.26 ha guadagnato funzionalità di primo piano come il trasferimento dei file (usando i protocolli Jabber e XMPP) e il supporto alle video chat (usando il protocollo Jingle), inoltre ha introdotto la possibilità di invitare i propri contatti ad una chat room. I suoi sviluppatori affermano infine di aver migliorato il VoIP, introdotto il supporto ai temi sonori e realizzato un nuovo sistema per le notifiche.

Brasero estende le funzionalità di masterizzazione già incluse nel file manager di GNOME, Nautilus, e fornisce il supporto alla creazione di CD audio con anteprima delle tracce, la possibilità di dividere le tracce e di normalizzarne il volume, il completo supporto ai dischi multisessione, il controllo dell'integrità dei dati, un editor per creare copertine e il supporto a diversi motori di masterizzazione.
GNOME 2.26 include poi un plugin per Nautilus che consente di convidere i file attraverso i protocolli WebDAV, HTTP e Bluetooth, un client DLNA/UPnP per esplorare e riprodurre i file multimediali condivisi attraverso il lettore audio predefinito, la possibilità di regolare il volume generale dalle preferenze del framework PulseAudio, il supporto a più monitor e proiettori, e una versione del browser Epiphany provvisto di una barra degli indirizzi "intelligente" simile all'Awesome Bar di Fireox 3. L'elenco completo di tutte le principali novità di GNOME 2.26 è fornito nelle note di rilascio.

La prossima release di GNOME sarà la 2.8, e dovrebbe essere rilasciata all'inizio dell'autunno. Nel 2010 si dovrebbe invece assistere alla nascita di GNOME 3.0, una major release annunciata al GUADEC di Istanbul dello scorso anno.
214 Commenti alla Notizia GNOME 2.26 rinfresca il multimedia
Ordina
  • qualcuno sa se Hymera la distro appena nata in Italia utilizzerà gnome 2.26 sul sito www.hymera.it non ho trovato nulla.
    non+autenticato
  • non penso che possano esserci distro che già lo utilizzino, è stata appena rilasciata.
    cmq ho dato un'occhiata al sito, sembra interessante.
    non+autenticato
  • inutile continuare a parlare di gnome ogni volta che esce una nuova release in cui le nuove feature sono rappresentate dai bugfix.
    KDE4 è paurosamente superiore in tutti gli aspetti a gnome.
    Più bello, più performante, più configurabile, più tutto!
    Chiunque si intenda lo sa. Gnome è rimasto troppo indietro, non può competere. Se non si da una svegliata finirà come xfce.
    non+autenticato
  • Scusa come è finito XFCE?
    non+autenticato
  • E' finito come Gandhi
    non+autenticato
  • E' finito su un livecd. Brr...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gatena
    > inutile continuare a parlare di gnome ogni volta
    > che esce una nuova release in cui le nuove
    > feature sono rappresentate dai
    > bugfix.
    > KDE4 è paurosamente superiore in tutti gli
    > aspetti a gnome.
    > Più bello, più performante, più configurabile,
    > più tutto!
    > Chiunque si intenda lo sa. Gnome è rimasto troppo
    > indietro, non può competere. Se non si da una
    > svegliata finirà come xfce.

    Xfce e' bello, occupa poca memoria e' buono ed e' uscita di recente la nuova relase con nuovi plugghiniSorride
    krane
    22544
  • Anche Gandhi era bello, piccolo e buono, ma è morto!
    Xfce uguale.
    non+autenticato
  • kde, per tutto il tempo che ha occupato e sta occupando con il suo sviluppo e per come se n'è parlato, sarebbe potuto diventare un Darwin di terza generazione, invece, è poco piu' che presentabile, pieno di componenti immaturissimi a prescindere che in alcuni casi siano alpha o beta, conflitti interni allo sviluppo sulla scelta di componenti, e con un'usabilità quotidiana piena di sviste e seccature a dir poco vergognose, come lo era/è kde 3.5.10; gnome è rimasto indietro certo, nel 2009 sembra di avere a che fare con un desktop del 2000, ma fa tutto quello che dice di fare, senza grossi scivoloni.
    Xfce non punta a nient'altro che alla piu' totale leggerezza di un desktop che non sia minimalista, non deve andare avanti o rimanere indietro.
    non+autenticato
  • Piu' configurabile i miei plasmoidi.
    non+autenticato
  • La dualità KDE / GNOME o meglio QT / GTK è una delle cose più dannose per lo sviluppo di linux su desktop.

    Tra i vari aspetti negativi c'è ad esempio il fatto che gli sviluppatori ogni volta reinventano la ruota solo perché un programma fatto per KDE non c'é per gnome o viceversa..

    e si arriva a casi divertenti come quello di PiTiVi in cui sebbene ci sia un editor video che ce l'ha quasi fatta ad esser maturo (KdeNLIVE) bisogna comunque farsi ogniuno il proprio invece di unire le forze e poi.. "bleah, quelli usano le qt!" ..

    non vedo lora che kde o gnome spazzi via "la concorrenza" .. che in questo caso non si tratterebbe di "monopolio" ma solo di "standard per il desktop" .. cosa che a linux manca.

    Per fare un esempio: linux ora è uguale a linux o a mac os con metà delle applicazioni che si usano giornalmente fatte in java .. e dire che a livello di grafica si integrano meglio in win e mac tra parentesi. pero' avrebbero comuqnue finestre di dialogo diverse etc.

    ma anzi su linux e' ancora peggio perche' poi oltre a gtk / qt c'e' anche il fatto che ogni DE (kde, gnome, ..) ha un suo server audio (Arts, pulseaudio) (anzi anche piu' di uno.. esound.. e ogni volta che lo cambiano mezze cose non vanno) e altre cose che per fortuna un po' alla volta grazie all'iniziativa freedesktop si stanno unificando ma non basta..

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeMEme
    > La dualità KDE / GNOME o meglio QT / GTK è una
    > delle cose più dannose per lo sviluppo di linux
    > su
    > desktop.
    >
    > Tra i vari aspetti negativi c'è ad esempio il
    > fatto che gli sviluppatori ogni volta reinventano
    > la ruota solo perché un programma fatto per KDE
    > non c'é per gnome o viceversa..
    >
    >
    > e si arriva a casi divertenti come quello di
    > PiTiVi in cui sebbene ci sia un editor video che
    > ce l'ha quasi fatta ad esser maturo (KdeNLIVE)
    > bisogna comunque farsi ogniuno il proprio invece
    > di unire le forze e poi.. "bleah, quelli usano le
    > qt!"
    > ..
    >
    > non vedo lora che kde o gnome spazzi via "la
    > concorrenza" .. che in questo caso non si
    > tratterebbe di "monopolio" ma solo di "standard
    > per il desktop" .. cosa che a linux
    > manca.
    >
    > Per fare un esempio: linux ora è uguale a linux o
    > a mac os con metà delle applicazioni che si usano
    > giornalmente fatte in java .. e dire che a
    > livello di grafica si integrano meglio in win e
    > mac tra parentesi. pero' avrebbero comuqnue
    > finestre di dialogo diverse etc.
    >
    >
    > ma anzi su linux e' ancora peggio perche' poi
    > oltre a gtk / qt c'e' anche il fatto che ogni DE
    > (kde, gnome, ..) ha un suo server audio (Arts,
    > pulseaudio) (anzi anche piu' di uno.. esound.. e
    > ogni volta che lo cambiano mezze cose non vanno)
    > e altre cose che per fortuna un po' alla volta
    > grazie all'iniziativa freedesktop si stanno
    > unificando ma non
    > basta..
    >
    > ciao
    E' il bene/male di linux: la mancanza di "standard"
  • beh no gli standard ci sono, sono i framework che sono molteplici

    è una cosa dannosa? beh dipende....chi lo dice che eliminando Gnome si possa migliorare più velocemente KDE?

    programmare è un'arte e si inventa di continuo....se non si ha il lampo di genio e la passione non si conclude nulla

    per esempio perchè le gtk si ostinano a non usare c++? ecco quella è una scelta fondamentale e legata a vari fattori, tra cui scelte personali degli sviluppatori

    per questo penso che uno sviluppatore gnome semplicemente preferirebbe non far nulla piuttosto che sviluppare per kde

    alla fine ci ritroveremmo allo stesso punto

    poi ci sono progetti che obiettivamente devono fare dei fork....non è possibile pensare ad un linux time sharing su un robot, così come hanno senso arch e gentoo....ovviamente creare l'ennesima derivata ubuntu è una pura e semplice perdita di tempo
  • Ma ancora state appresso a Gnome?

    E' brutto e minimamente configurabile.

    Gnome e' un DE morto e sepolto.

    E' stato surclassato da kde secoli fa ma ancora non ve ne siete resi conto
    non+autenticato
  • La configurabilità grafica e i temi per Gnome sono migliori e molti più di quelli per KDE.

    Poi il KDE è più moderno e potente.

    Sono diversi. L'innovazione sta su KDE; Gnome affina, semplifica e si adatta un po' a tutte le esigenze.
    non+autenticato
  • Il concetto di "imbarazzo della scelta" ti è completamente estraneo eh?
    Troppi anni su win?
    Piace? lo usi... Non piace? ce ne sono altri N...
    non+autenticato
  • - Scritto da: mbohpz

    > Piace? lo usi... Non piace? ce ne sono altri N...

    Che fanno uno più schifo dell'altro aggiungerei
    non+autenticato
  • non capisci l'arte di Linux.

    Sei il solito winaro che pretende di lavorare e consegnare senza problemi e con tutte le comodità!!

    vuoi mettere il gusto di stare fino alle 2 del mattino a cercare soluzioni su internet e poi il giorno dopo, quando i colleghi sono usciti con la ragazza, poter dire "io ieri notte ho risolto il problema"!
    non+autenticato
  • - Scritto da: baubau
    > non capisci l'arte di Linux.

    Quelli che stanno alzati fino alle due di notte siete voi che cercate di ricompilare le vostre stronzate che funzionavano solo con la distro precedente.
    Ma fatti una vita te e l'arte di linux
    non+autenticato
  • e non capisci l'ironia... rileggi bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: baubau
    > non capisci l'arte di Linux.
    >
    > Sei il solito winaro che pretende di lavorare e
    > consegnare senza problemi e con tutte le
    > comodità!!
    >
    > vuoi mettere il gusto di stare fino alle 2 del
    > mattino a cercare soluzioni su internet e poi il
    > giorno dopo, quando i colleghi sono usciti con la
    > ragazza, poter dire "io ieri notte ho risolto il
    > problema"!
    questa e' molto trollosa, ma indubbiamente lollosaA bocca aperta
  • credi pure che è la verità.

    Molte persone finiscono per fare del computer un culto strano... ma prima della nascita del vic-20 come facevamo a vivere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: baubau
    > credi pure che è la verità.

    > Molte persone finiscono per fare del computer un
    > culto strano... ma prima della nascita del vic-20
    > come facevamo a vivere?

    Stavano al bar a parlare di automobili.
    krane
    22544
  • almeno socializzavano
    non+autenticato
  • Penso
    _alle ragazzine che usando amsn rimpiangono messenger originale perché ha faccine più carine.
    _al copia incolla che ancora adesso quando chiudi una finestra se ne vanno anche le parole copiate.
    _l'audio che va in conflitto tra glest e vlc e flash su firefox.
    _i codec video che s'incasinano alterando i colori se alterno totem a vlc.
    _amule ogni tanto si chiude da solo. nel mio caso specifico dovrebbe essere la scheda wireless atheros che da un errore se si hanno troppe connessioni. si riducono le connessioni, e non si chiude quasi mai, ma con alice 20 mega devo stare attento alle connessioni anche se le tengo sotto a 400 complessive?
    ...

    nonostante tutto i vantaggi di usare linux, in particolare ubuntu, sono tali da farlo preferire a winz, ma non al mac (questo se non si comprende l'importanza del soft libero che molti cercano ancora di far passare per ideologia invece che per rispetto umano e buon senso).
    Ultimamente mi pare di notare un periodo non buono per i driver, dopo i passati entusiasmi mi sembra si ritorni a trovare sugli scaffali diversi oggetti, quasi tutti usb, sugli scaffali che non funzionano assolutamente con linux. Questo non può non essere parte di una politica di boicotaggio globale da parte dei soliti noti, visto la notorietà e l'importanza che linux ha raggiunto sul desktop. Anche i driver nvidia sembravano meglio due anni fa.


    stiamo parlando solo di gnome? si può ancora parlare solo di una cosa del genere nel funzionamento di un computer? anche shuttlework parlava di migliorare tutto il soft open.
    non+autenticato
  • Molte delle cose che dici purtroppo sono vere per la maggior parte delle configurazioni (e io ci aggiungo anche le peggiori performance di flash e suoi derivati). Tutti quelli che speravano nel ravvedimento dei produttori hardware e degli sviluppatori di driver, piano piano stanno nuovamente rassegnandosi.

    Io credo che anche allo stato attuale usare Linux abbia dei vantaggi su Mac Os e su Windows che vanno al di là della semplice etica personale, ma ha anche indubbi svantaggi tecnici che fanno preferire agli utenti la "coperta di Linus" del dual boot... (si potrebbe contrarre direttamente a "coperta di Linux" direi!Sorride) o direttamente un altro sistema.

    Purtroppo ognuno fa quel che può nella comunità open source, e quelli di Gnome continuano a fare quello che sanno fare, e non si può certo biasimarli, anzi!Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alessandro
    > Molte delle cose che dici purtroppo sono vere per
    > la maggior parte delle configurazioni (e io ci
    > aggiungo anche le peggiori performance di flash e
    > suoi derivati). Tutti quelli che speravano nel
    > ravvedimento dei produttori hardware e degli
    > sviluppatori di driver, piano piano stanno
    > nuovamente
    > rassegnandosi.

    Spiegami una cosa. Se chi dice di sostenere i driver liberi è il primo a comprare hardware con driver non liberi, perchè diavolo un produttore di hardware dovrebbe cambiare idea? Non esiste mezza ragione al mondo.
    Se si vuole sostenere i driver liberi BISOGNA utilizzare una delle distribuzioni supportate dalla Freee Software Foundation:

    http://www.gnu.org/links/

    Queste distro, per lo più, hanno una versione LiveCD che consente di provarle prima di installarle. A causa della scarsità di intelligenza presente nel genere umano, la maggior parte degli "eroici sostenitori dei driver liberi" che posseggono hardware con driver liberi, non lo sanno perchè non hanno voglia di fare questa semplicissima prova, e quindi continuano a usare sistemi pieni zeppi di driver proprietari che a loro non servono a nulla.
    Sinceramente vorrei che ci fosse un modo per portare avanti le battaglie per la libertà informatica senza che questi idioti possano usufruire dei risultati ottenuti. Purtroppo non c'è, quindi ne usufruiscono anche loro. Questo rende le nostre lotte un po' meno giuste, ma pazienza.

    Quanto a Flash, non è software libero. Le alternative libere esistono. Hanno ancora molti difetti tecnici (il chè è ovvio, essendo in alfa), ma bisogna sostenere quelle e non Flash. Quando raggiungeranno la maturità, sarebbe bello se chi in questi anni ha sostenuto Flash non potesse usarle. Invece le useranno per impressionare gli amici. Anche questo rende le nostre battaglie un po' meno giuste, ma pazienza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Federico
    > Spiegami una cosa. Se chi dice di sostenere i
    > driver liberi è il primo a comprare hardware con
    > driver non liberi, perchè diavolo un produttore
    > di hardware dovrebbe cambiare idea? Non esiste
    > mezza ragione al
    > mondo.
    > Se si vuole sostenere i driver liberi BISOGNA
    > utilizzare una delle distribuzioni supportate
    > dalla Freee Software
    > Foundation:
    >
    > http://www.gnu.org/links/

    Beh, io non stavo facendo un discorso così "radicale". Non mi aspetto che i produttori aprano i loro driver, sarei già soddisfatto se solo lo sviluppo dei driver proprietari fosse di qualità comparabile a quella dei driver per altre piattaforme, ma il più delle volte sappiamo che di sviluppo non ce n'è, neppure proprietario. Difatti in tutti questi ambiti bisogna ringraziare quei contributori che si sono fatti il mazzo per realizzare driver da zero, senza le specifiche o il supporto dei produttori.
    Detto questo, io sono un sostenitore della pluralità, e per me va benissimo che esista sia software closed che open.

    > Queste distro, per lo più, hanno una versione
    > LiveCD che consente di provarle prima di
    > installarle. A causa della scarsità di
    > intelligenza presente nel genere umano, la
    > maggior parte degli "eroici sostenitori dei
    > driver liberi" che posseggono hardware con driver
    > liberi, non lo sanno perchè non hanno voglia di
    > fare questa semplicissima prova, e quindi
    > continuano a usare sistemi pieni zeppi di driver
    > proprietari che a loro non servono a
    > nulla.

    Non sono del tutto d'accordo: "fare" è una scelta tanto quanto "non fare", che poi sia discutibile è un altro paio di maniche. Probabilmente una fetta significativa dell'utenza mondiale non sa distinguere un computer dal suo sistema operativo, mi pare utopistico pretendere che si pongano domande sulla licenza dei driver installati. Il problema semmai è l'abitudine e il sentire comune, che non sono affatto aiutati (ad esempio) dalle istituzioni. Le persone che vogliono sapere quello che hanno installato e scegliere diversamente sono quelle poche che si documentano e che nonostante tutto ritengono l'etica open più importante di qualche sbattimento (più/meno/per niente gravoso), ma in pochi sanno che cosa sia l'open source, e la colpa di chi è? Secondo me non è loro, è tutto il sistema che c'è dietro che ci guadagna di più se la situazione resta tale.

    > Quanto a Flash, non è software libero. Le
    > alternative libere esistono. Hanno ancora molti
    > difetti tecnici (il chè è ovvio, essendo in
    > alfa), ma bisogna sostenere quelle e non Flash.

    Anche qui non sono del tutto d'accordo. Intanto perché ormai Flash è uno standard diffuso, quindi imporsi di non usarlo equivale a impedirsi l'accesso a una grande quantità di contenuti. Secondo perché qui non si parla di sostenere un nuovo standard che possa competere con Flash, che possa rappresentare un'alternativa, ma di software che mira ad una compatibilità con Flash. Io la vedo simile alla posizione di WINE, un tentativo di estendere la compatibilità tra sistemi.

    > Quando raggiungeranno la maturità, sarebbe bello
    > se chi in questi anni ha sostenuto Flash non
    > potesse usarle. Invece le useranno per
    > impressionare gli amici. Anche questo rende le
    > nostre battaglie un po' meno giuste, ma
    > pazienza.

    E su questo scusami ma sono totalmente in disaccordo, soprattutto perché viola completamente l'etica dell'open source cui fin'ora ti sei rifatto in maniera ferrea!Sorride
    Sarà una banalità, ma penso che per cambiare il mondo bisogna essere tanto idealisti quanto realisti. Il problema è che essere solo uno dei due è facile, esserlo entrambi molto meno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ancora
    > Penso
    > _alle ragazzine che usando amsn rimpiangono
    > messenger originale perché ha faccine più
    > carine.

    amsn non è parte di Gnome, cercate di non divagare. Il resto neanche l'ho letto viste le premesse.
    non+autenticato
  • Gnome è Un DE, basato sulla semplicità d'uso e sulla stabilità.

    Personalmente Gnome su Ubuntu e Debian non mi ha mai dato problemi.

    I driver, non centrano con IL DE utilizzato, sono inclusi nel Kernel e visto lo sviluppo più o meno semestrale del Kernel Linux, la compatibilità hardware aumenta in maniera esponenziale.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 marzo 2009 11.00
    -----------------------------------------------------------
  • Errore: il kernel Linux è pieno zeppo di driver binari. Si trovano nella root del kernel nella cartella firmware/
    Molti file sono array di numeri, in pratica rappresentazioni di codice in linguaggio macchina.
    Il file ihex2fw.c li carica come driver.
    Controllare per credere.

    Proprio per non avere questa spazzatura nel sistema, esiste un progetto chiamato deblob, mantenuto dalla FSF Latin America, che "purifica" Linux (generando un fork chiamato Linux Libre).

    Questo nuovo kernel è utilizzato dalle distro usate dalle distribuzioni che la FSF riconosce come libere:

    http://www.gnu.org/links/
    non+autenticato
  • Forse stiamo parlando di 2 cose diverse.

    Esempio, Ubuntu rileva e propone, il download e successivamente l'installazione di driver Closed(se non disponibili quelli Open), che possono riguardare una scheda video(accelerazione grafica 3d), una scheda wireless...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 marzo 2009 11.03
    -----------------------------------------------------------
  • Scusa la demenza senile anticipata, ma non ricordo di preciso cosa avevi scritto e ora hai modificato il post.

    Comunque no, stiamo parlando della stessa cosa.

    Se è come dici significa che Ubuntu ha modificato i sorgenti di Linux per eliminare i driver binari. Questo spiegherebbe come mai, da questa pagina della FSF, sembra che l'unico motivo per cui Ubuntu non è classificata come Libera sono i suoi repo:

    http://www.gnu.org/philosophy/common-distros.html

    Però questa è una PERSONALIZZAZIONE (apprezzabile) fatta da Ubuntu, che non esclude il fatto che, per default, una distro GNU/Linux si porta dietro un sacco di driver non liberi.
    non+autenticato
  • Non dare problemi non significa essere di buon livello.

    Dopotutto anche la semplice finestra di dialogo per aprire le immagini, non permette di vedere l'anteprima grande di tutti i file, ma solo quello selezionato (senza possibilità di cambiare la dimensione).

    Sotto GIMP è davvero frustrante cercare in cartelle con tante immagini...
    non+autenticato
  • Ma a che versione di Gnome sei rimasto???

    Comunque Gnome non è l'unico DE disponibile.
  • nel 2009!!!!!!!! un ambiente desktop come GNOME 2.26 manca di un gestore degli appunti integrato.

    Chi lo vuole deve installare un software di terze parti (Parcellite, Glipper...)!!!

    Cavoli, ce l'aveva Windows95, vi rendete conto?
    non+autenticato
  • Uso Ubuntu con Gnome da qualche mese, dopo anni di Windows vari e non mi sono accorto di differenze nell'uso del copia e incolla. A cosa ti riferisci?
    non+autenticato
  • - Scritto da: copio
    > Uso Ubuntu con Gnome da qualche mese, dopo anni
    > di Windows vari e non mi sono accorto di
    > differenze nell'uso del copia e incolla. A cosa
    > ti
    > riferisci?

    al testo, in primis.
    Copi qualcosa da qualche programma (firefox, email, keepass, qualunque altro...), chiudi questo programma e la roba che avevi copiato non l'hai più disponibile negli appunti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: pieretto
    > - Scritto da: copio
    > > Uso Ubuntu con Gnome da qualche mese, dopo anni
    > > di Windows vari e non mi sono accorto di
    > > differenze nell'uso del copia e incolla. A cosa
    > > ti
    > > riferisci?
    >
    > al testo, in primis.
    > Copi qualcosa da qualche programma (firefox,
    > email, keepass, qualunque altro...), chiudi
    > questo programma e la roba che avevi copiato non
    > l'hai più disponibile negli
    > appunti!

    Davvero? Non ho mai notato questa cosa. Sono al lavoro al momento e non posso provare direttamente. Mi confermate che è veramente così??
    non+autenticato
  • Veramente a me funziona egregiamente anche se chiudo l'applicativo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tony
    > Veramente a me funziona egregiamente anche se
    > chiudo l'applicativo

    O non chiudi veramente l'applicativo, oppure hai qualche programma che se ne occupa, come i succitati : Parcellite, Glipper, ecc...
    krane
    22544
  • eh ma Linux è innovazione e benessere Fan Linux

    muahahahaha
    non+autenticato
  • - Scritto da: baubau
    > eh ma Linux è innovazione e benessere Fan Linux
    >
    > muahahahaha

    E tu sei un trollone.... poverino...
    Perchè tu puoi permetterti di scegliere tra un desktop con una certa feature o uno con un altra che trovi utile?...
    No vero?
    Peccato!
    non+autenticato
  • Ho fatto la prova e il copia e incolla funziona anche dopo aver chiuso i programmi. Proprio perché non avevo mai notato problemi non ho installato mai nulla di specifico per cui assumo che ci abbia pensato Gnome (ho la 2.24.1).
    non+autenticato
  • - Scritto da: coorasse
    > - Scritto da: pieretto
    > > - Scritto da: copio
    > > > Uso Ubuntu con Gnome da qualche mese, dopo
    > > > anni di Windows vari e non mi sono accorto
    > > > di differenze nell'uso del copia e incolla.
    > > > A cosa ti riferisci ?

    > > al testo, in primis.
    > > Copi qualcosa da qualche programma (firefox,
    > > email, keepass, qualunque altro...), chiudi
    > > questo programma e la roba che avevi copiato non
    > > l'hai più disponibile negli appunti!

    > Davvero? Non ho mai notato questa cosa. Sono al
    > lavoro al momento e non posso provare
    > direttamente. Mi confermate che è veramente
    > così??

    Confermo, e' nella logica di linux che tutto sia separato a compartimenti stagni, ormai sono abituato a non chiudere l'applicazione prima di aver incollato.
    krane
    22544
  • quoto, è vero.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)