Manca un database? Assenza drammatica

La storia tragicomica di un lettore che dopo numerose vicissitudini telefoniche ed internettiane è riuscito a far bloccare una carta di credito. Caccia ai sistemi informativi

Roma - Gentile Direttore, le scrivo per narrarle una disavventura occorsami ieri mentre cercavo di interagire con il sistemi informatici bancari italiani. Verso le 18:00 ricevo una telefonata da una mia cara amica in viaggio negli Stati Uniti per lavoro che mi chiede di aiutarla, perche` ha smarrito la sua carta di credito VISA ma non riesce a bloccarla.

La carta e` stata emessa dal Cassa di risparmio di Firenze ed e` una comune carta SI collegata al circuito VISA. Lei ha chiamato gia` dagli States il numero internazionale della carta SI ma ad essi non risulta. In verità risulta solo una vecchia carta emessa da una banca nel passato ed ormai disabilitata. Lei non ricorda il numero di carta e i signori della Carta SI affermano senza ombra di dubbio che la carta VISA in questione non appartiene al loro circuito e che quindi non sanno come aiutarla.
Faccio un tentativo, chiamando il numero verde carta SI in Italia ed ottengo lo stesso risultato.

Dopo un po' di ricerche su internet trovo il sito della cassa di risparmio di Firenze, molto accattivante, dotato di tutti i servizi quali il "Trading online" per quella minima percentuale del parco buoi italiano che fino a qualche mese fa giocava a fare i trader, ma assolutamente privo di un pagina con numeri telefonici utili per assistere i clienti. Chiamarli alle 18 di sabato non mi e` venuto neanche in mente.
Allora cambio strategia e cerco un numero telefonico per contattare la VISA. Trovo un numero verde per l'Italia. Li chiamo ma il risponditore automatico di un numero verde italiano permette di selezionare solo: inglese, francese, spagnolo, portoghese e tedesco. Ma non l'italiano. Mi sembra assurdo ma non e` un problema, scelgo l'inglese e dopo un po' di tasti premuti e musiche varie riesco a parlare con un operatore, in inglese naturalmente. Questi gentilmente mi da` un altro numero. Lo chiamo: prima parlo con una signorina in inglese poi mi passano un operatore italiano e costui mi dice sconsolato che se la carta VISA fosse stata emessa anche in Gabon loro erano in grado di bloccarla ma in Italia NO. Perché in Italia essendo nel decimo mondo informatico e corporativo bancario la richiesta va fatta al circuito di emissione.

Mi sento impotente: comunque richiamo la mia amica negli States e cercando una qualche soluzione, le faccio tornare in mente che ha uno scontrino di un acquisto fatto con quella carta. Sullo scontrino senza ombra di dubbio c'e` scritto Carta SI. Bene sono veramente infuriato, richiamo la carta SI, questa volta ho anche il numero di carta e la scadenza. Ma questo non basta.

Grazie ai grandiosi sistemi informativi bancari italiani, mi viene richiesto anche il codice ABI e CAB della banca che ha emesso la carta. Per fortuna sono in ufficio, da un altro telefono chiamo di nuovo la mia amica che ha con sé il libretto degli assegni e quindi mi fornisce questi numeri. Ora grazie al cielo la carta risulta anche nel database della Carta SI e quindi riesco a bloccarla.

Dopo un'ora di inferno usando tutte le mie risorse informatiche e logistiche sono riuscito nell' impresa. Ma ora mi assalgono domande a cui Lei non può rispondere ma che mi fanno riflettere amaramente: se alla mia amica fosse stato rubato il portafogli per intero o non avesse avuto lo scontrino, sarei mai riuscito nell' "epica impresa" ? Il sistema di ricerca della Carta SI usando come chiave le generalità di una persona e` cosi primitivo che in caso uno possegga più carte di credito te le mostra tutte? Oppure le loro procedure interne sono cosi ottuse che se uno non fornisce numero di carta, codice ABI e CAB della banca emettitrice, loro fanno finta di nulla e non ti aiutano dicendoti che la carta non risulta? La considerazione che si ha all' estero di noi italiani e` cosi alta che anche un numero verde italiano mi chiede di esprimermi in inglese?

Forse e` meglio non porsi queste domande ma certamente vorrei poter conoscere il signore che ha progettato il sistema informativo della Carta SI e le procedure operative collegate per consigliargli qualche buon testo sui database e i sistemi informativi... Come diceva un mio caro docente universitario: l'ignoranza non e` una colpa, e` una disgrazia.

Lettera Firmata
TAG: sicurezza
21 Commenti alla Notizia Manca un database? Assenza drammatica
Ordina
  • io NON voglio l'identificazione elettronica e la carta d'identità elettronica ... guyardate cosa riescono a fare LE BANCHE che dovrebbero essere gli istituti più sicuri ... guardate dove possono sparire dei FATTI, dei soldi, dei dati fondamentali ...

    ma voi votate o state a guardare la ruota della fortuna?

    parlate, cristo!!!!!
    non+autenticato
  • Dal sito della banca della lettera, uguale a quello del sito della CartaSi:
    " Ecco cosa fare in caso di furto o smarrimento della carta di credito:
    1) chiamare immediatamente il Servizio Clienti di CartaSi:
    Numero verde (valido solo dall'Italia): 800-15.16.16
    Dagli USA Numero Verde Internazionale: 1.800.4736.896 (*)
    Numero dall'estero: +39 02.3498.0020

    2) sporgere denuncia presso le Autorità competenti;

    3) conservare la denuncia per un periodo di almeno dodici mesi. La denuncia dovrà essere inviata in copia a CartaSi solo dietro esplicita richiesta, o a fronte di un?eventuale contestazione di spese non di competenza. In quest?ultimo caso, inviare una comunicazione scritta e firmata, unitamente alla copia della denuncia, a CartaSi - Ufficio Titolari - Corso Sempione, 55 - 20145 Milano (fax 02.3488.4620).

    Se la carta è abilitata alla funzione Bancomat e PagoBancomat, il titolare deve provvedere anche a chiamare l'Ufficio Blocchi della S.I.A. (che gestisce il servizio) al Numero Verde 800-822056."

    Quanto sopra VALE x Tutte, TUTTE le banche italiane,
    infatti la SIA si occupa di bloccare le carte (VISA, SI, Bancomat....): al numero verde RISPONDONO in ITALIANO, così come l'operatore che parla ITALIANO lo si ha
    con il numero degli USA (*).

    Traete le conclusioni che volete sul tale della lettere a Punto-informatico, ma per mè non sà usare ne il Pc ne il telefono.
    cordialità
    non+autenticato
  • Vorrei vedere te in quella situazione...
    ps: sono stato negli usa nel 2001 e mi sono portato dietro tutti i numeri possibili immaginabili, anche quelli dell'impiegato della banca!Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >   1) chiamare immediatamente il Servizio
    > Clienti di CartaSi:
    > Numero verde (valido solo dall'Italia):
    > 800-15.16.16
    > Dagli USA Numero Verde Internazionale:
    > 1.800.4736.896 (*)
    > Numero dall'estero: +39 02.3498.0020

    E se ti rispondono "parliamo in inglese", "mi dia il cab, l'abi ed il suo numero di scarpe"?


    >
    > 2) sporgere denuncia presso le Autorità
    > competenti;

    C'e' da chiedersi se nel caso specifico vada fatta in America o in Italia.


    > 3) conservare la denuncia per un periodo di
    > almeno dodici mesi. La denuncia dovrà essere
    > inviata in copia a CartaSi solo dietro
    > esplicita richiesta, o a fronte di
    > un?eventuale contestazione di spese non di
    > competenza. In quest?ultimo caso, inviare
    > una comunicazione scritta e firmata,
    > unitamente alla copia della denuncia, a
    > CartaSi - Ufficio Titolari - Corso Sempione,
    > 55 - 20145 Milano (fax 02.3488.4620).
    >
    > Se la carta è abilitata alla funzione
    > Bancomat e PagoBancomat, il titolare deve
    > provvedere anche a chiamare l'Ufficio
    > Blocchi della S.I.A. (che gestisce il
    > servizio) al Numero Verde 800-822056."


    Idem come sopra.

    non+autenticato
  • Premetto che anche a me è capitato di aver rubata la carta di credito in Francia (già la odiavo, da allora ancor di più) e che ho risolto in breve tempo il blocco, chiarisco un paio di cose.

    > >   1) chiamare immediatamente il Servizio
    > > Clienti di CartaSi:
    > > Numero verde (valido solo dall'Italia):
    > > 800-15.16.16
    > > Dagli USA Numero Verde Internazionale:
    > > 1.800.4736.896 (*)
    > > Numero dall'estero: +39 02.3498.0020

    Effettivamente il numero di telefono più adatto è quello italiano, l'800...quindi conviene chiamare qualcuno in Italia che possa bloccarti la carta, o se non si ha nessuno il numero dall'estero. I dati che richiedono servono per l'identificazione, non tanto perchè a loro piace snervare i clienti.


    > > 2) sporgere denuncia presso le Autorità
    > > competenti;
    >
    > C'e' da chiedersi se nel caso specifico vada
    > fatta in America o in Italia.

    Deve essere fatta al più presto possibile, e quindi in America in questo caso. A me è stato richiesto di sporgere un'ulteriore denuncia in Italia riguardante il solo furto dei documenti d'identità, penso sia la prassi...

    > > Se la carta è abilitata alla funzione
    > > Bancomat e PagoBancomat, il titolare deve
    > > provvedere anche a chiamare l'Ufficio
    > > Blocchi della S.I.A. (che gestisce il
    > > servizio) al Numero Verde 800-822056."
    >
    >
    > Idem come sopra.

    Idem come il punto 1) anche per me.
    Bloccatela subito se avete attivato bancomat internazionale!
    non+autenticato
  • forse non tutte le banche, ma molte una cosa sola sanno fare BENE: derubare gli italiani ( vedi mutui usurai, titoli argentini, truffe sui depositi, ect ect ).

    Se esistesse una "giustizia", parecchi banchieri sarebbero dietro le sbarre.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > forse non tutte le banche, ma molte una cosa
    > sola sanno fare BENE: derubare gli italiani
    > ( vedi mutui usurai, titoli argentini,
    > truffe sui depositi, ect ect ).
    >
    > Se esistesse una "giustizia", parecchi
    > banchieri sarebbero dietro le sbarre.

    Ma la giustizia esiste! Solo che, essendo in un sistema capitalista, le leggi se le fanno loro, e la giustizia agisce di conseguenza...
  • e

    - Scritto da: Attila Xihar
    > - Scritto da: Anonimo
    > > forse non tutte le banche, ma molte una
    > cosa
    > > sola sanno fare BENE: derubare gli
    > italiani
    > > ( vedi mutui usurai, titoli argentini,
    > > truffe sui depositi, ect ect ).
    > >
    > > Se esistesse una "giustizia", parecchi
    > > banchieri sarebbero dietro le sbarre.
    >
    > Ma la giustizia esiste!

    ti ricordo che in quanto uomini la giustizia degli uomini e fallace, quindi e ovvio che la vere giustizia non esiste.

    >Solo che, essendo in
    > un sistema capitalista, le leggi se le fanno
    > loro, e la giustizia agisce di
    > conseguenza...

    è vero in un regime comunista le leggi se le fanno
    loro, e la giustizia agisce di conseguenza, quindi la mattina piove ad alta voce dici governo ladro, e la sera sei già in galera sperando di arrivare vivo al giorno dopo.

    che centra il capitalismo con la giustizia, ogni regime ha la giustizia che decide, e ogni cittadino raccoglie ciò che semina (vota).


    non+autenticato
  • > ti ricordo che in quanto uomini la giustizia
    > degli uomini e fallace, quindi e ovvio che
    > la vere giustizia non esiste.

    Ma quando le leggi si fanno palesemente, e in mala fede, per aiutare i propri amici e non farsi accusare di corruzione la fallacità è voluta.

    > è vero in un regime comunista le leggi se le
    > fanno loro, e la giustizia agisce di conseguenza

    e che me ne frega dei comunisti...che è, la risposta universale?

    > che centra il capitalismo con la giustizia,
    > ogni regime ha la giustizia che decide, e
    > ogni cittadino raccoglie ciò che semina
    > (vota).

    In linea teorica non c'entra, allora facciamo elezioni anticipate col divieto di propaganda politica...e vedremo cosa succede senza TV, con meno lavoro, inflazione alta, sfiducia nei politici e una guerra alle porte.

    Ma il ministro Stanca esiste solo per annunciare clamorosi finanziamenti dati dal cav.B ? I casi sono tre:
    1) non si rende conto che ci vuole un piano strutturale deciso e che riformi da zero le infrastrutture informatiche (in altri paesi ci pensano i privati, evidentemente qui pensano solo a pubblicizzare gli mms con le fighette sul display), e allora è stupido
    2) se ne rende conto ma gli mancano i soldi e gli appoggi politici, e se non li può chiedere allora è inutile
    3) se ne rende conto e gli mancano i soldi ma gli fa comodo continuare a prendere stipendio e finanziamenti spargendo promesse da marinaio, e allora è un corrotto
    non+autenticato
  • Concordo in pieno.
    Non è questione di comunisti o fascisti,è la coscienza politica che è da cambiare
    Concordo per gli mms: non servono a niente, eppure in nokia che fanno le foto vanno a ruba...
    bleah
    non+autenticato

  • - Scritto da: Attila Xihar
    > Ma la giustizia esiste! Solo che, essendo in
    > un sistema capitalista, le leggi se le fanno
    > loro, e la giustizia agisce di
    > conseguenza...

    Quand'è che la finisci di leggere topolino??

    non+autenticato
  • Ma quando il circuito Visa riceve una notifica di un pagamento effettuato con una carta di credito emessa in Italia.... CAB e ABI li trova senza problemi... o sbaglio ? Oppure le carte emesse in Italia hanno CAB e ABI memorizzato ? Non credo....
    TeX
    957

  • di certo l'Italia è la periferia dell'occidente.
    non+autenticato
  • > la solita italia

    Perchè non emigri?

    Omaggi

    Flambert
  • > Perchè non emigri?
    facile iniziare da nulla in un paese estraneo...ne sono capaci tutti...niente amici, soldi, regole stupide da rispettare per un'eternita...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Flambert
    > > la solita italia
    >
    > Perchè non emigri?
    >
    > Omaggi
    >
    > Flambert

    Probabilmente perchè, tanto, gente come te ne trova dappertutto.
    Quindi la fatica è inutile.........


    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Flambert
    > > la solita italia
    >
    > Perchè non emigri?
    >
    Io ho 20 anni, studio ing.informatica, sono al 2°anno, e ogni giorno che passa, nonostante le enormi difficoltà elencate nel post (nessun amico, lingua nuova da imparare, nessun amico, ecc..), spero un giorno di andare via da questa nazione, a cui sono molto legato e orgoglioso di essere nato qui (in camera ho il Tricolore),ma che DA SEMPRE si fa ridere dietro per le scelte economiche/culturali/politiche (Un esempio per tutti:qui avere un figlio è un dramma; asili pieni, scarsa attenzione ai piccoli anche in tv,ecc.. Vedetevi il film Casomai e capirete)
    Sogno il Canada, anche perchè conosco la lingua, ma è troppo lontano... Penso che ripiegherò sui paesi noreuropei
    Italiano vero
    non+autenticato
  • > Sogno il Canada, anche perchè conosco la
    > lingua, ma è troppo lontano...
    ultimamente hanno alzato i criteri per essere ammesso, comunque e una bella nazione...

    > Penso che
    > ripiegherò sui paesi noreuropei
    > Italiano vero
    si ma la lingua e un casino li...parlano inglese ok, comunque se non fosse per la lingua non e cosi male...c'e un po di freddo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Flambert
    > > > la solita italia
    > >
    > > Perchè non emigri?
    > >
    > Io ho 20 anni, studio ing.informatica, sono
    > al 2°anno, e ogni giorno che passa,
    > nonostante le enormi difficoltà elencate nel
    > post (nessun amico, lingua nuova da
    > imparare, nessun amico, ecc..), spero un
    > giorno di andare via da questa nazione, a
    > cui sono molto legato e orgoglioso di essere
    > nato qui (in camera ho il Tricolore),ma che
    > DA SEMPRE si fa ridere dietro per le scelte
    > economiche/culturali/politiche (Un esempio
    > per tutti:qui avere un figlio è un dramma;
    > asili pieni, scarsa attenzione ai piccoli
    > anche in tv,ecc.. Vedetevi il film Casomai e
    > capirete)
    > Sogno il Canada, anche perchè conosco la
    > lingua, ma è troppo lontano... Penso che
    > ripiegherò sui paesi noreuropei
    > Italiano vero

    Se conosci il canadese come l'italiano.. ho paura che incontrerai enormi difficoltà..

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)