Alessandro Del Rosso

Alla Wii cresce lo storage, via SDHC

L'ultimo aggiornamento al software di Wii porta con sé novità che molti utenti attendevano da tempo. Fra queste il supporto alle SDHC e all'esecuzione dei giochi direttamente dalla memory card. Svelati anche nuovi giochi

Roma - Il presidente di Nintendo, Satoru Iwata, ha aperto la Game Developers Conference (GDC) di San Francisco con un keynote in cui ha annunciato alcune novità e illustrato le strategie della propria azienda.

Una delle novità senza dubbio più interessanti per i possessori di Wii è rappresentata dal System Menu 4.0, un aggiornamento all'interfaccia utente della console che elimina alcuni dei limiti tecnici più invisi agli utenti. L'update, già disponibile per il download, introduce infatti il supporto alle schede di memoria SDHC - con oltre 2 GB di capacità - e la possibilità di lanciare i giochi scaricati da Wii Shop direttamente dalla memory card. Insieme, queste due caratteristiche permettono di aggirare uno dei punti deboli di Wii: lo scarso spazio di archiviazione interno, pari a 512 MB.

Fino ad oggi per lanciare i giochi Wii Ware o quelli per Virtual Console era necessario scaricarli o copiarli sulla memoria flash interna da mezzo gigabyte: in questo esiguo spazio, lo stesso condiviso per altro da canali e salvataggi, potevano generalmente convivere poche decine di giochi, e talvolta solo una manciata di titoli Wii Ware. Con il System Menu 4.0 il problema è praticamente risolto: i giochi possono essere scaricati direttamente sulla SDHC (oggi acquistabile con tagli fino a 32 GB) e da qui eseguiti, senza più la necessità di copiarli nella memoria interna.
Per agevolare ulteriormente i casual gamer, che sono poi i principali beneficiari di queste novità, Nintendo ha semplificato il menù di gestione dei contenuti presenti sulla SD e lo ha reso accessibile dall'interfaccia principale: per aprirlo è sufficiente cliccare sulla relativa icona posta nell'angolo inferiore sinistro dello schermo (visibile solo se c'è una scheda di memoria nello slot SD).

Va detto che, in quanto a funzionalità, la comunità degli smanettoni ha ampiamente anticipato Nintendo: il famoso Homebrew Channel, ad esempio, supporta le SDHC dall'ottobre dello scorso anno, ed è in grado di lanciare le applicazioni homebrew sia dalla scheda di memoria che attraverso una connessione TCP o USB. Ma per installare l'Homebrew Channel è necessario moddare la propria Wii o applicarvi un hack software, due pratiche che Nintendo non solo non autorizza, ma tenta di contrastare con mezzi sia giuridici che tecnici. Anche il System Menu 4.0, come tutti i precedenti aggiornamenti al software di Wii, contiene una serie di patch tese proprio ad impedire l'uso di programmi homebrew e giochi piratati.

Come riportato su Wiibrew.org, punto di riferimento più autorevole per la comunità hacker di Wii, il System Menu 4.0 previene la possibilità di usare il Twilight Hack, requisito necessario per l'installazione (senza l'uso di modifiche hardware) dell'Homebrew Channel e di tutti gli altri programmi homebrew disponibili per Wii.

Durante la GDC, il boss giapponese di Nintendo ha annunciato anche alcuni nuovi giochi, tra i quali un nuovo capitolo di Zelda per DS, The Legend of Zelda: Spirit Tracks; Wario Ware Snap per DSi, che include diversi mini-giochi capaci di sfruttare la videocamera integrata nell'ultima incarnazione della console portatile di Nintendo; il bizzarro Rock N' Roll Climber per Wii, dove il giocatore deve arrampicarsi su un muro di roccia usando i telecomandi della console e la Wii Balance Board, ricevendo, in cambio delle sue sudate, la possibilità di suonare in stile Guitar Hero; Rhythm Paradise per DS, ennesimo titolo appartenente all'ormai inflazionatissimo genere musicale.

Tra i giochi di terze parti vale la pena menzionare la nuova sfilza di capitoli di Final Fantasy che Square Enix ha in cantiere per Wii e la Virtual Console.

Iwata ha infine snocciolato gli ultimi dati di vendita di Wii e DS, rivelando che le due console hanno rispettivamente raggiunto il ragguardevole traguardo dei 50 e dei 100 milioni di unità vendute, e ha speso una consistente parte del suo keynote per spiegare come Nintendo sia riuscita a superare la crisi in cui era precipitata qualche anno fa e a far fronte all'attuale congiuntura economica. Secondo il presidente di Nintendo, la chiave per sopravvivere alla recessione sono le idee innovative e la creatività, due doti che al "fuoriclasse" di casa Nintendo, il game designer Shigeru Miyamoto, non sono fino ad ora mancate.

Alessandro Del Rosso

25 Commenti alla Notizia Alla Wii cresce lo storage, via SDHC
Ordina
  • ma prima o poi imparerete a dire "IL WII" e non "la wii" (capre)

    e non dite che non è cosi....il sito nintendo parla chiaro

    IL NINTENDO WII

    ignoranti
    non+autenticato
  • esatto!!
    si dice IL wii
    non+autenticato
  • DUBITO CHE SUL SITO NINTENDO ABBIANO SCRITTO "NINTENDO WII"
    POICHE' IL TRADEMARK DELLA CONSOLE E' SOLO "WII"...

    INFATTI E' STATO PIU' VOLTE NOTATO CHE IL WII E' LA PRIMA CONSOLE DA CASA NINTENDO A NON AVERE LA PAROLA "NINTENDO" NEL NOME

    INFATTI:
    NES
    SNES
    N64
    NGC


    MA SI SA QUEL SITO E' MOLTO POCO PROFESSIONALE...HANNO GIA' DATO PROVA...

    E CHI SI FIDA DI QUELLO CHE SCRIVONO SU QUEL SITO GIA' DIMOSTRA DI ESSERE UN NIUBBO SE LO CITA COME FONTE...



    CMQ VA BENE ANCHE "LA WII",POICHE' E' SOTTOINTESO
    LA (CONSOLE) WII.
    non+autenticato
  • Questo system menu blocca il famoso Twilight Hack quindi una volta aggiornato non sarà possibile installare HBC e compagnia bella, almeno fino all' uscita di un nuovo hack.
    Curiosamente la nintendo ha bloccato uno dei modi principali per lanciare i backup (il famoso IOS16) ma non ha minimamente toccato le installazioni esistenti dell' HBC, che continuano a funzionare regolarmente, anche se io per il momento non mi fido ad aggiornare!
    E' un segnale? Vuol dire che la Nintendo tutto sommato tollera l' homebrew e combatte solo la pirateria? Io francamente lo spero.
    Poi si spera presto arriverà bootmii ed a quel punto l' homebrew dovrebbe essere salvo, vedremo Sorride
  • Ma chi ha un modchip può installare l'aggiornamento senza problemi?
    non+autenticato
  • boh non so, non credo però che il modchip c' entri in questo caso...
  • Il modchip non viene visto dal firmware wii.
    il modchip semplicemente manda in modalità debug i lettore.
    Quindi gli aggiornamenti (per ora) non influenzano il funzionamento dei modchip, ma solo degli applicativi homebrew.
    non+autenticato
  • infatti, come pensavo; il modchip non dovrebbe essere coinvolto
  • blocca la possibilita di copiare wad
    quindi non si puo' piu' caricare giochi wiiware craccati.
    blocca in maniera definitica il tiwghlight hack,ma poco male per chi ha gia' installato l'homebrew channel,ma se per esempio copi il canale e vuoi ricaricarlo non ci riesci piu'(o altri canali non originali).

    in realta' ci sono gia' altri hack disponibili ,ma logicamente verrano resi pubblici al momento opportuno...
    purtroppo(per Nintendo...) per una scelta di design del firmware non c'e' aggiornamento firmware che possa bloccare tutti gli hack scovati.

    per il lato pirati invece le cose si fanno piu' difficili.

    inoltre Nintendo sta procedendo a bannare anche i cheaters che infestano i giochi online.

    se aggiungiamo l'opera anti r4 si puo' capire la strategia:

    pirati no,homebrew si

    il che e' positivo perche' finalmente l'azienda anche se tacitamente(avrebbe potuto bloccare il tiwghlight hack tanto tempo fa)si mostra "aperta" (o quanto meno tollerante anche se a parole devono mantenere un atteggiamento di chiusura)verso il mondo homebrew.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cespuglio
    >
    > pirati no,homebrew si
    >
    > il che e' positivo perche' finalmente l'azienda
    > anche se tacitamente(avrebbe potuto bloccare il
    > tiwghlight hack tanto tempo fa)si mostra "aperta"
    > (o quanto meno tollerante anche se a parole
    > devono mantenere un atteggiamento di
    > chiusura)verso il mondo
    > homebrew.
    infatti anche io se fosse così vedrei il tutto come una buona notizia; in questo nintendo mi trova perfettamente d' accordo.
  • quindi in definitiva se installo l'homebrew channel prima di fare l'aggiornamento, una volta fatto il canale non dovrebbe scomparire giusto?
    non+autenticato
  • stando a quanto dicono su wiibrew è così; io però al momento non ho alcun motivo per fare l' upgrade quindi me la prendo comoda, non si sa mai Sorride
  • - Scritto da: pentolino
    > Questo system menu blocca il famoso Twilight Hack
    > quindi una volta aggiornato non sarà possibile
    > installare HBC e compagnia bella, almeno fino
    > all' uscita di un nuovo
    > hack.
    > Curiosamente la nintendo ha bloccato uno dei modi
    > principali per lanciare i backup (il famoso
    > IOS16) ma non ha minimamente toccato le
    > installazioni esistenti dell' HBC, che continuano
    > a funzionare regolarmente, anche se io per il
    > momento non mi fido ad
    > aggiornare!
    > E' un segnale? Vuol dire che la Nintendo tutto
    > sommato tollera l' homebrew e combatte solo la
    > pirateria? Io francamente lo
    > spero.
    > Poi si spera presto arriverà bootmii ed a quel
    > punto l' homebrew dovrebbe essere salvo, vedremo
    > Sorride

    Se non sbaglio l'updater che aggiorna al system 4 ed elimina le patch per impedire il twilight hack già c'è
    non+autenticato
  • scusa non ho capito cosa intendi...
  • Fino ad oggi per lanciare i giochi Wii Ware o quelli per Virtual Console era necessario scaricarli o copiarli sulla memoria flash interna da mezzo megabyte

    GigabyteSorride
  • Corretto, grazie! Occhiolino

    - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Fino ad oggi per lanciare i giochi Wii Ware o
    > quelli per Virtual Console era necessario
    > scaricarli o copiarli sulla memoria flash interna
    > da mezzo
    > megabyte
    >
    > GigabyteSorride