Gaia Bottà

Caccia allo sbirro, l'anonimato è lecito?

Un sito per rivelare le identità dei membri delle forze dell'ordine. Ora è offline. La Procura di Bologna ha aperto un'indagine, il Palazzo s'infiamma. E i cittadini delle rete si fanno giustizia - UPDATE

Roma - Per controllare i controllori, per svelare le identità dei membri delle forze dell'ordine: un sito in cui si invitava a identificare gli agenti ritratti in foto e video. Avrebbe dovuto rappresentare "una nuova arma per la lotta della classe operaia e delle altre classi delle masse popolari contro la borghesia imperialista, il clero e le altre classi sfruttatrici e contro l'ordinamento sociale che esse ci impongono". Ora è una pagina pubblicitaria.

Caccia allo sbirro, raggiungibile fino ai giorni scorsi presso cacciaallosbirro.byethost7.com/ si configurava come il punto di convergenza di tutte le informazioni relative alla forze dell'ordine italiane. Si presentava come un'"arma" a parere del (nuovo) PCI, una formazione di estrema sinistra con base in Francia, così come il server sul quale era ospitato il sito. Al pari di altre iniziative meno connotate politicamente, quali lo statunitense Rate My Cop, il sito muoveva sul contrasto fra trasparenza e violazioni della privacy: i cittadini erano invitati a pubblicare foto degli agenti, a comporre profili completi di generalità e zone operative, a segnalare gli indirizzi di residenza. Lo scopo? "Farli conoscere - spiegavano coloro che si celavano dietro a Caccia allo sbirro - è un modo pratico per rendere il loro sporco lavoro se non impossibile, almeno difficile".

Sul sito la schedatura procedeva: vi erano riversate immagini da Milano, Bologna, Bergamo, Napoli. Fra gli agenti immortalati, anche un dirigente della Digos.
Ora Caccia allo sbirro ha ceduto il posto ad una pagina pubblicitaria. La procura di Bologna ha aperto un'inchiesta, il procuratore di Bologna ha definito quelli commessi a mezzo del sito "fatti di una gravità straordinaria", spiegando che "è evidente il contenuto intimidatorio e cercare di porvi dei correttivi è il nostro compito fondamentale". I profili perseguibili potrebbero essere quelli di violazione della privacy, con l'esposizione di immagini senza aver chiesto il consenso della persona ritratta, e di istigazione a delinquere, con l'invito ai cittadini della rete a pubblicare dati identificativi del membri delle forze dell'ordine.

Ad intervenire, anche i rappresentanti dei cittadini. L'onorevole Carlucci ha ravvisato nella contingenza la dimostrazione della validità della propria iniziativa legislativa: sarebbe "urgente e necessaria una normativa che impedisca ai farabutti di usare la rete per finalità eversive, coprendosi dietro il paravento dell'anonimato". Ma la piattaforma su cui era innestato Caccia allo sbirro non era localizzata in Italia: solo l'emendamento D'Alia al pacchetto sicurezza, se dovesse diventare legge, potrebbe costringere i provider italiani a dirottare il traffico dei cittadini della rete.

E mentre i tradizionali canali si stanno occupando di intessere le indagini, certe parti della rete hanno mostrato l'intenzione di scagliarsi contro l'iniziativa del NPCI. La Voce del NPCI, il sito con cui il gruppo manifesta la propria presenza in rete, ha subito un defacement: in home page, teschi muniti di cappello d'ordinanza, e i comunicati di una sedicente NETGODS H@cker Crew, che si dichiara in favor of honest people and the police. Sono anche coloro che si qualificano come appartenenti alle stesse forze dell'ordine a contrattaccare con le stesse armi di coloro che avrebbero voluto smascherare agenti in borghese e dare un nome alle forze dell'ordine. Annunciato sul forum del Sindacato Autonomo di Polizia, alimentato dalla rilevanza mediatica assunta dal caso, una persona che si definisce appartenente alle forze dell'ordine ha aperto un blog che dovrebbe smascherare coloro che vengono classificati come "anarcoinsurrezionalisti delinquenti devastatori di città": colei che si presenta come Natascia La Pratese avrebbe l'intento di "SPUTTANARLI attraverso la rete". Ma non è tutto, spiega la sedicente tutrice dell'ordine: "mi porrò anche un obiettivo politico: chiudere i centri sociali, i loro siti, le loro pagine sui blog e su Facebook (ma le avete viste? sono centinaia!) e sbattere in galera i più violenti e facinorosi...".

Gaia Bottà

UPDATE (9:00): Caccia allo sbirro è tornato online. L'invito è sempre quello a "denunciare i servi del regime", gli ultimi upload risalgono al 28 marzo. Nel contempo, i cittadini della rete si sono adoperati per indagare su quanto accaduto: Emanuele Gentili sul proprio blog ha dato spazio ad una una possibile ricostruzione del defacement.
il sito
256 Commenti alla Notizia Caccia allo sbirro, l'anonimato è lecito?
Ordina
  • COMUNICATO STAMPA
    DEL 31 MARZO 2009

    Oggetto:
    PARADOSSALE MA VERO!... Il COISP ringrazia gli hacker per aver oscurato il blog "caccia allo sbirro”.

    ”Sembra paradossale ma è così, la Polizia di Stato deve ringraziare gli hacker per essere intervenuti ancore più tempestivamente dell'Autorità Giudiziaria, nell'oscurare il sito "caccia allo sbirro".” Ad affermarlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP - il Sindacato Indipendente di Polizia, che già nei giorni scorsi aveva definito vergognoso ed a tratti pericoloso, il blog dove si rendevano note le identità di tanti uomini della Polizia di Stato, quelli in particolare in servizio alle Digos delle Questure italiane, mettendo seriamente a rischio non solo la loro incolumità, ma anche l'efficacia di alcune operazioni che questi stanno portando avanti
    in alcune zone d'Italia. “Quando è giusto è giusto - ha dichiarato Maccari - e se gli hacker sono riusciti laddove non è riuscita la magistratura, con tempi quanto meno più rapidi, allora noi ringraziamo chi si è adoperato per garantire che venisse ripristinato quanto meno un sistema di sicurezza.
    Che non è sicurezza solo per le singole persone ma per l'intera comunità nazionale".
    non+autenticato
  • sono stati loro sicuramente!!
    oppure qualche bimbominchia , perchè penso che nessuno lo avrebbe mai hackerato senza una motivazione.

    Io ho il dente avvelenato con i poliziotti , un deficente in borghese e fuori servizio per errore per un pò non mi spara sopra , lui dice che ha sparato in aria dice , ma leggendo quello che è successo al tifoso mi viene qualche dubbio.

    Non mi abbasso neanche a dare ragione agli ultras che li picchiano , però .....
    non+autenticato
  • mi pare che l'autrice si diverta un sacco. Perche' bloccare certi thread qui quando invece su altri articoli i flame su Apple Iphone Itouch I-tutto vengono ignorati senza troppi sensi di colpa?
  • - Scritto da: deactive
    > mi pare che l'autrice si diverta un sacco.
    > Perche' bloccare certi thread qui

    E' quello che volevo sapere poco sopra:
    i lucchetti quindi li mette l'autore dell'articolo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: deactive
    > > mi pare che l'autrice si diverta un sacco.
    > > Perche' bloccare certi thread qui
    >
    > E' quello che volevo sapere poco sopra:
    > i lucchetti quindi li mette l'autore
    > dell'articolo?

    Li mette la redazione, di cui talvolta, come in questo caso, l'autore/autrice dell'articolo fa parte. Ma dubito che sia lei a metterli, difficilmente si vede Gaia partecipare nei forum. Di solito chi partecipa di più è Maruccia. Ma non so se l'ha bloccati lui quei thread. Ecco, a proposito di trasparenza, non sarebbe una cattiva idea poter sapere chi ha bloccato o censurato e per quale motivazione precisa.
  • > mi pare che l'autrice si diverta un sacco.
    > Perche' bloccare certi thread qui quando invece
    > su altri articoli i flame su Apple Iphone Itouch
    > I-tutto vengono ignorati senza troppi sensi di
    > colpa?

    Domanda interessante. Mi piacerebbe anche sapere perché è stato bloccato il 3d "come funziona nei paesi civili" dove non ho riscontrato violazioni di sorta della policy (IMHO)
    non+autenticato
  • - Scritto da: AAA
    > Domanda interessante. Mi piacerebbe anche sapere
    > perché è stato bloccato il 3d "come funziona nei
    > paesi civili" dove non ho riscontrato violazioni
    > di sorta della policy (IMHO)

    Già, non l'ho capito nemmeno io, avevo da rispondere sul "paese democratico". Forse è proprio qui, l'ha bloccato perché ora inizia la tiritera de "l'Italia è democratica, no è una dittatura" ognuno aggiunge la sua e ovviamente non si arriva da alcuna parte.
    Aggiungo la mia Sorride: per i non extracomunitari, esistono tutti i paesi CEE dove si può liberamente circolare e porre la residenza, si può scegliere ad es. Svezia, Francia, Germania, Romania ecc. ecc. Nel mondo ci sono tante altre democrazie: Messico, Perù, India, Bolivia, Venezuela ecc. ecc., la scelta è ampia... si può anche andare in Sudafrica, a meno che non sei un seguace del Dalai Lama, in tale caso quei democratici non ti danno il visto... Sorride
    Poi per il futuro la sfera di cristallo non ce l'ho eh.
    Per il momento si continua a votare, e questa è la democrazia.
    non+autenticato
  • Osvy wrote:

    Per il momento si continua a votare, e questa è la democrazia.

    democracy is voting. Questa l'ho già sentita, ma credo venisse da un paese in cui vota un terzo (se va bene) degli aventi diritto e scegliendo tra simile e uguale.
    non+autenticato
  • Il problema di fondo è costituzionale !!!
    Come non vogliamo noi essere schedati, perchè ognuno a diritto alla propria privacy e alla possibilità di esprimere le proprie idee liberamente e democraticamente (quando e se queste non danneggino gli ALTRI !!! ecco a cosa servirebbero gli articoli che condannano il FASCISMO E IL NAZIONALSOCIALISMO (NAZISMO)) quindi non ritengo assolutamente giusto ne schedare degli agenti (mandati li' per fare un lavoro e non di loro iniziativa !!!) come non ritengo giusto che gli stessi schedino i partecipanti alle manifestazioni e soprattutto che li prendano a manganellate e li mandani in ospedale.
    Perchè in uno stato serio la polizia dovrebbe servire i cittadini e non le lobby di potere e i politici corrotti !!! E soprattutto in uno stato la quntità di teste di c...o che fanno manifestazioni idiote e non autorizzate sono veramente minime !!!
    Quindi non alla schedatura mp alle impronmte digitali ne per gli extra ne per i comunitari (ma se loro sono cosi' poco seri che si son dovuti mettere un dipositivo ad impronte digitali alla camera per votare questa la dice lunga !!!!!) no a tutti i tipi di ritorsioni a scopo educativo (perchè si educa con l'amore e con l'esempio e non con il bastone e la carota !!!).
    Un saluto e soprattuto pensate al domani che mondo stiamo lasciando ai nostri figli e perchè ??? Per far star meglio 100 000 persone in tutto il mondo (quelli che hanno il potere economico in mano !!!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fernando Boccia
    > quindi non ritengo assolutamente giusto ne
    > schedare degli agenti (mandati li' per fare un
    > lavoro e non di loro iniziativa !!!)

    Oh bella... Rotola dal ridere
    Gliel'ha prescritto il medico di fare gli agenti?
    O forse è perché con la terza media che si ritrovano, e senza la capacità intellettuale di fare un lavoro degno di questo nome (artigiano, commerciante, operaio, insegnante) pretendono di sentirsi forti su chi invece un cervello l'ha utilizzato negli studi e nel lavoro?
  • Ad intuito posso capirlo, ma si può sapere di preciso?
    (ho letto la policy, non l'ho trovata questa cosa).

    ps - riguardo i commenti "se non hanno fatto niente di male, perché i poliziotti si preoccupano?", vorrei fare notare che il sito non si chiama "premiamo il più bravo", ma "caccia allo sbirro", ed i presupposti e le finalità sono mi pare chiare (presupposti: servi dei padroni, menano ecc.... finalità: riconoscendoli possiamo fare giustizia...).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > Ad intuito posso capirlo, ma si può sapere di
    > preciso?

    Che quel thread è appunto bloccato e non si può rispondere dentro.
  • Il magistrato non può/deve contestare SOLO la violazione della privacy dell'agente di p.g. / p.s. di turno

    Nell'illecito comportamento dei cazzari di turno si possono avvisare anche ad es. interferenza con organi di giustizia, pericolosa esposizione di dati coperti dal segreto di stato, istigazione a delinquere ma anche offesa a pubblico ufficiale

    Basti pensare agli agenti che agiscono sotto copertura, alle vendette trasversali degli imputati
    non+autenticato
  • Quoto in pieno!
  • - Scritto da: Gert
    > Il magistrato non può/deve contestare SOLO la
    > violazione della privacy dell'agente di p.g. /
    > p.s. di
    > turno
    >

    Puo' contestare anche il terrorismo, il colpo di stato, e la zoofilia, il problema è che a differenza di voi altri legulei da forum, poi lo deve anche dimostrare.

    > Nell'illecito comportamento dei cazzari di turno

    A proposito di illecito comportamento direi che è illecita la tua diffamazione e ingiuria nei confronti degli autori di quel sito.
    Ma sono sicuro che anche tu sei convinto, come quei poliziotti, che ci sono regole divrse per se e per tutti gli altri.

    > si possono avvisare anche ad es. interferenza con
    > organi di giustizia,

    Bene, in cosa consisterebbe l'interferenza?

    > pericolosa esposizione di
    > dati coperti dal segreto di stato,

    Guarda, ciccio, che non è che basta sparare paroloni alla "membro di canide", per avere ragione.
    Quali sarebbero i dati coperti da segreto di stato?
    Ma lo sai almeno cos'è il segreto di stato?


    > istigazione a
    > delinquere

    Quale reato veniva incentivato?

    > ma anche offesa a pubblico
    > ufficiale
    >

    Che non è + reato da qualche anno.

    Insomma, hai sparato una sequela di sciocchezze inenarrabili.

    > Basti pensare agli agenti che agiscono sotto
    > copertura

    Che non c'entrano nulla con gli agenti oggetto dello "sputtanamento".

    Se hai altre fesserie da esternare non esitare a pubblicarle, è evidente che le tue idiozie hanno + titolo alla pubblicazione di quelle di altri.
    non+autenticato
  • > Se hai altre fesserie da esternare non esitare a
    > pubblicarle, è evidente che le tue idiozie hanno
    > + titolo alla pubblicazione di quelle di
    > altri.
    Non ti preoccupare, adesso attacca con la storia dei pedofili...Arrabbiato
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)