L'AmigaOS italiano diventa Icaros Desktop

VmwAROS, distribuzione made in Italy di una nota re-implementazione open source di AmigaOS, cambia nome e introduce diverse migliorie

Roma - Con il rilascio dell'ultima versione della propria distribuzione di AROS, re-implementazione open source del leggendario sistema operativo di Amiga, il progetto italiano VmwAROS ha mutato il proprio nome in Icaros Desktop.

VmwAROS diventa Icaros Desktop"Il motivo è da ricercare nell'eccessiva somiglianza del vecchio nome con i prodotti VMware, da cui era necessario prendere le distanze visto che, con il passare del tempo, quella che iniziò come una Distribuzione di AROS già pronta per VMware è diventata sempre di più una vera e propria distribuzione che parte direttamente sull'hardware del PC come qualsiasi distribuzione di Linux o di altri sistemi operativi", ha spiegato il fondatore del progetto, Paolo Besser, in una email a Punto Informatico. "Icaros Desktop riflette abbastanza bene lo spirito del progetto e ci si augura che non faccia la fine dell'illustre personaggio mitologico a cui deve il nome".

Come si legge sul sito del progetto, Icaros Desktop è una distribuzione pre-configurata di AROS che viene distribuita sia sotto forma di live-DVD, capace di girare direttamente sull'hardware di un PC, sia come immagine VMware, già configurata e pre-installata per girare in una macchina virtuale. AROS è invece un sistema operativo open source molto leggero e versatile che tenta di migliorare e modernizzare AmigaOS 3.1 conservandone la compatibilità a livello di API. Su VmwAROS PI ha dedicato questo approfondimento.
Con la pubblicazione di VmwAROS 1.1 (la versione 1.0 è stata rilasciata lo scorso dicembre), Besser non si è limitato a cambiare nome al proprio software, ma ha introdotto anche una serie di migliorie e nuove funzionalità: tra queste, un nuovo browser web capace di supportare AJAX (ma non Flash), diverse ottimizzazioni alle performance, molti programmi aggiornati, un nuovo e più veloce emulatore di Amiga, nuove utility di sistema e un maggior numero di driver per le schede di rete.

La lista completa delle feature aggiunte nella nuova versione, completa di screenshot, è disponibile qui.

"Icaros Desktop supporta uno spettro di periferiche e di schede di espansione per PC relativamente ampio ma, purtroppo, non è compatibile con tutte. Per cui siamo sempre alla ricerca di volontari e di gente capace, che voglia scrivere driver open source per AROS", scrive Besser. "Negli ultimi due anni il progetto ha guadagnato una notevole accelerazione nel suo sviluppo, cambiando radicalmente aspetto e diventando molto più completo. Restano però notevoli margini di miglioramento e tanti buchi ancora da riempire, per chiunque volesse essere così gentile da darci una mano".
33 Commenti alla Notizia L'AmigaOS italiano diventa Icaros Desktop
Ordina
  • Ragazzi, che figata!
    Riportare agli antichi splendori il glorioso Amiga OS. Io avrei lasciato il suo vecchio nome, per continuare a raccontare una leggenda.
    Non sono un programmatore, ma se lo fossi vi darei una mano.
    Bravi coloro che, volenterosi, portano avanti questo progetto.
    Sarebbe bello poter contare su un open source unico e che tutti si concentrassero nel suo sviluppo. Che questo si chiami Ubuntu, Tizen oppure... ... Amiga OS. Per farlo ci vorrebbe una dirigenza eccellente ed una capacità di organizzazione ed un senso sociale degni di un vero genio!
    non+autenticato
  • Me lo son chiesto anch'io...purtroppo non ho mai avuto a che fare con queste macchine e probabilmente non capirò mai fino in fondo perché esistano progetti che le tengono ancora in vita...tuttavia ho trovato questo interessante articolo che mi ha dato quantomeno un'infarinatura generale sulle qualità più interessanti di AmigaOS; spero di esser stato utile^^

    http://shinkuro.altervista.org/amiga/whyAmiga.html
    non+autenticato
  • - Scritto da: individuo
    > Me lo son chiesto anch'io...purtroppo non ho mai
    > avuto a che fare con queste macchine e
    > probabilmente non capirò mai fino in fondo perché
    > esistano progetti che le tengono ancora in
    > vita...

    Semplice Magia....
    Se non hai vissuto il periodo e' difficile da capire


    > http://shinkuro.altervista.org/amiga/whyAmiga.html

    grazie del link
    krane
    22544
  • Sto portando avanti l'utilizzo di un elaboratore con transistor a condensatori, abbiamo come output una stampante ad aghi e possiamo perfino inserire input con un pannello di spinotti, sopra ci gira perfino un browser web ( ma non supporta flash), qualche amighista si unisce al progetto ?Con la lingua fuori

    ;)
  • Vai avanti tu e facci sapere come va, mi raccomando.
    Ah, dato che ci sei, lascia pubblicamente un sito web dove poter contattarti... magari anche la Nintendo, Sony e non so cosa, per le quali dici di scrivere (sic!) sarà felice di sapere come ragioni!
    Dai dai...
    non+autenticato
  • Beh, se volevi far ridere non ci sei riuscito.
    Riprova valà!

    P.S.: Mi sa che tu Amiga manco l'hai visto!
  • Trollata scarsa riprova e sarai più fortunato.

    PS: visto che fai tanto il figo dicendo che scrivi in c++ per ds psp ecc ecc magari postaci un paio di link così trolliamo pure noi sul tuo lavoro visto che tu ti permetti di farlo con quello dei ragazzi di Aros Arrabbiato
    mura
    1720
  • Spero per il tuo elaboratore a transistor che le tue qualità di ingegnere siano superiori a quelle di umorista, altrimenti la vedo dura...
    non+autenticato
  • non è che Icaro col suo grande intento abbia fatto una bella fine...
    -ToM-
    4532
  • ...ma almeno ci ha provato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: paolo besser
    > ...ma almeno ci ha provato.

    ...e spero ci riescano.
    -ToM-
    4532
  • E' bello vedere PI dare risalto a quest'opera che permette di portare avanti la fantastica esperienza Amiga.
  • Un' esperienza veramente oramai inutile aggiungerei.
    Non capisco che senso ha la semi-adorazione per le macchine!
    Poi si parla male dei fanboy Apple.
    non+autenticato
  • Ma che ne sai tu Griso delle notti in bianco a sviluppare in basic A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: HackDown
    > Ma che ne sai tu Griso delle notti in bianco a
    > sviluppare in basic
    >A bocca aperta

    Lui passa le notti in bianco a scrivere trashware in .NET, per la "Gestionali Pestalozzi"....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Larry
    > - Scritto da: HackDown
    > > Ma che ne sai tu Griso delle notti in bianco a
    > > sviluppare in basic
    > >A bocca aperta
    >
    > Lui passa le notti in bianco a scrivere trashware
    > in .NET, per la "Gestionali
    > Pestalozzi"....

    Beh , in verità io di gesitonali in .net ne conosco tanti quanti in java. Se parlavi di vb6, ancora ancora poteva starci. Quando non si sa come colkpire.net si usano giochetti come quello degli sparagesitonali. E intanto grazie a queri gestionali, vb6 è tra i linguaggi più utilizzati al mondo.
    http://www.webmasterpoint.org/news/linguaggi-di-pr...
    non+autenticato
  • Normale... in .net ancora si vede ben poco. Ad ogni modo i commenti di cui sopra dimostrano solo di avere scarsa conoscenza dei linguaggi di programmazione e delle loro potenzialità. Fare un gestionale in C è fattibile perchè no, ma è piu semplice realizzarlo in VB e puo anche essere piu veloce, dipende da come si programma, non tanto dal linguaggio. Certo, fare un gioco in VB fa ridere, quello si. Ma chi sparla solo perchè cade nell'ennesimo luogo comune che il C è superveloce a prescindere, mi fa pisciare dalle risate Rotola dal ridere.
    Ah, e poi si, .net è una chiavica, piena di fronzoli e non è performante come VB che in molti casi ha la stessa velocità del C, ma bisogna sapere come fare Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Ah, e poi si, .net è una chiavica, piena di
    > fronzoli e non è performante come VB che in molti
    > casi ha la stessa velocità del C, ma bisogna
    > sapere come fare
    >Occhiolino
    ma vabè!
    non+autenticato
  • > Ah, e poi si, .net è una chiavica, piena di
    > fronzoli e non è performante come VB che in molti
    > casi ha la stessa velocità del C, ma bisogna
    > sapere come fare
    >Occhiolino
    Si certo, basta guardare il disassemblato per capire quanto è buono il codice creato da vb...A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Ah, e poi si, .net è una chiavica, piena di
    > fronzoli e non è performante come VB che in molti
    > casi ha la stessa velocità del C, ma bisogna
    > sapere come fare
    >Occhiolino

    Tu sì che ne sai sui linguaggi di programmazione!
    Perché non mandi il curriculum vitae a Bill Gates!?
    non+autenticato
  • > Ah, e poi si, .net è una chiavica, piena di
    > fronzoli e non è performante come VB che in molti
    > casi ha la stessa velocità del C, ma bisogna
    > sapere come fare
    >Occhiolino

    Forse quando chiami una libreria esterna è veloce == !

    Il gestionale lo si "snobba" solo perchè non fa nulla di nuovo, di particolare. Ne fai uno, ne fai 1000, sono sempre e solo DB, un colpetto di sql e morta li!
    Certo che se sai usare solo il paragone coi giochi sei un po' troppo limitato!
    P.S.: Delphi? Eppure il BDE non è male!
    P.P.S.: Io ancora oggi uso C++ Builder 6. Voglio vedere se sai fare quello che faccio io, meglio e più velocemente (in scrittura, è un vero RAD, ed in esecuzione!)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 aprile 2009 09.01
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: HackDown
    > Ma che ne sai tu Griso delle notti in bianco a
    > sviluppare in basic
    >A bocca aperta

    Tu invece che fai? Copi e incolli codice reperito su sourceforce Rotola dal ridere
    Il solito piscialletto che si crede programmatore perchè sa copiare e incollare cosi bene... ma cosi bene! A bocca aperta
    non+autenticato