Alfonso Maruccia

Il laptop lo blocchi da remoto

Ericsson presenta un chip che equipaggerà molti notebook a partire dalla seconda metà dell'anno. Consente di navigare grazie a una connessione 3G, e di mettere in salvo i propri dati se qualcuno si appropria del computer altrui

Roma - A partire dalla seconda metà dell'anno, i portatili marcati Dell, LG, Lenovo e Toshiba monteranno il modulo F3607gw di Ericsson per connettività su rete mobile. Oltre all'accesso alle reti dati 2.5G e 3.5G, F3607gw permetterà utilizzi avanzati della gestione del portatile grazie al ricevitore GPS a e un vero e proprio "kill switch" istruibile da remoto, utile in quelle occasioni in cui il PC deve essere disattivato anche se l'utente non ha la possibilità di metterci le mani in prima persona.

Nella press release di presentazione Ericsson vanta le superiori capacità di F3607gw, le funzionalità avanzate, il ridotto consumo di energia e l'integrazione con il supporto alle modalità di funzionamento wireless di Windows 7.

Tra le caratteristiche maggiormente rimarcate da Ericsson c'è appunto la possibilità di gestire lo stato di sospensione del sistema operativo via wireless: il modulo rimane connesso anche a PC sospeso, pronto a ricevere segnali da remoto (tra cui SMS e impulsi GPS) che impongano la riattivazione completa del sistema.
Sfruttando questa capacità del modulo F3607gw, il gruppo svedese dice che sarà possibile realizzare un interno nuovo range di applicazioni di mobile broadband per consumatori e mercato enterprise, inclusi la gestione remota, l'invio di update di sicurezza obbligatori, la protezione di asset vitali, funzionalità di tracciamento e geolocalizzazione, e ultimi ma non ultimi i servizi di "content pushing" (auspicabilmente dopo adeguato opt-in) con l'invio di podcast, avvisi di sicurezza pubblici, aggiornamenti sul traffico e via di questo passo.

F3607gw è poi compatibile con la tecnologia Anti-Theft di Intel, permettendo così di bloccare o disabilitare efficacemente il sistema nel caso in cui questo finisse nelle mani sbagliate o nel bottino di un ladro di hi-tech. Una volta recuperato il PC sarà poi possibile sfruttare la stessa tecnologia (che fa affidamento su un server di rete esterno) per sbloccare il maltolto ripristinandone la piena operatività.

Alfonso Maruccia
12 Commenti alla Notizia Il laptop lo blocchi da remoto
Ordina
  • Gia "il supporto alle modalità di funzionamento wireless di Windows 7" che funzionalita speciale ?, sicuramente qualche altro stupido software che si insidiera nel PC con le solite funzionalita buone solo a rubare risorse e memoria Ram!tipiche di sistemi Windows ! Pio che cosa ne faccio di questa funzionalita di spegnere il PC da remoto,peggio ancora accenderlo da remoto

    "un intero nuovo range di applicazioni di mobile broadband per consumatori e mercato enterprise, inclusi la gestione remota, l'invio di update di sicurezza obbligatori, la protezione di asset vitali, funzionalità di tracciamento e geolocalizzazione, e ultimi ma non ultimi i servizi di "content pushing" (auspicabilmente dopo adeguato opt-in) con l'invio di podcast, avvisi di sicurezza pubblici, aggiornamenti sul traffico e via di questo passo"

    Con aggiunta la possibilita di spiare tutto cio che fa l'utente con il proprio PC bla bla bla !!!Poveracci sto! utenti Windows sempre piu coccolati da cose che pressoche innutili, anzi che peggiorano anche il loro diritto privato gia cosi poco rispettato!
    non+autenticato
  • Ora aspettiamo un virus che riesca a bloccare ogni PC che raggiunge tramite il GPS.... vado a comprare un block-notes e una matita
    non+autenticato
  • USABILITA' * SICUREZZA = 1

    Se aumenta una, diminuisce l'altra.
    Fine della storia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > USABILITA' * SICUREZZA = 1
    >
    > Se aumenta una, diminuisce l'altra.
    > Fine della storia.

    La tua formula e' strettamente dipendente dal sistema operativo.
  • certo che funziona, infatti fa parte di uno studio più ampio che prevede la disattivazione del pc in caso di uso illegale di software.... sarà divertente vedere quanti pc si spegneranno al primo controllo di genuinità di microsoft hahaha Occhiolino)
    non+autenticato
  • Secondo me per funzionare, questo "sistema" deve possedere due caratteristiche fondamentali:

    1. deve funzionare anche senza SIM grazie all'IMEI (e questo forse lo possono fare solo gli operatori con MSC veri). Questo perché, prima di riaccendere il PC il mariuolo potrebbe estrarre la SIM.

    2. deve avere l'IMEI in ROM o scolpita su silicio, perché ci vuole poco a modificare quel dato.

    E anche così vi sono due scenari possibili (e facili) per aggirare il problema:

    A. Si mette il PC in una "gabbia di Faraday" (fatta in casa) o in una cantina per poterlo "lavorare con calma" senza che il dispositivo 3G possa andare "online".

    B. Lo rivendo su ebay senza accenderlo.

    Viceversa, il dispositivo dovrebbe lavorare in autonomia. Ovvero, se non va in linea entro x minuti, una popup da BIOS (non da S.O.) chiede la password. Al terzo tentativo "scatta il finimondo".
    Resterebbe comunque valido lo scenario B.

    In altre parole ... "provaci ancora Sam!".
  • - Scritto da: Uqbar
    > Ovvero, se non va in linea entro x
    > minuti, una popup da BIOS (non da S.O.) chiede la
    > password. Al terzo tentativo "scatta il
    > finimondo".

    Milioni di utonti che chiamano inferociti il produttore perche' hanno perso il post-it con la password che normalmente tengono appiccicato sullo schermo, e che quindi hanno fatto i tre tentativi...
  • Il mondo sa essere crudele con i più deboli.
    E per questo fa firmare l'apposita EULA.
    Come succede con le SIM: dimentichi il PIN, perdi il PUK e ... scatta il finimondo.
  • > Il mondo sa essere crudele con i più deboli.
    > E per questo fa firmare l'apposita EULA.
    > Come succede con le SIM: dimentichi il PIN, perdi
    > il PUK e ... scatta il
    > finimondo.
    Paghi 10 euro e finisce il finimondo (sim nuova)Occhiolino
    Cambiare il notebook costerà un po' di più...A bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)