Il pedoporno che sfrutta internet

Ne parlano le clamorose cifre presentate ieri da Save The Children, secondo cui sono almeno 70mila i siti internet che offrono ai propri visitatori fotografie tratte da abusi e violenze. La situazione in Italia

Il pedoporno che sfrutta internetUdine - Ha suscitato una certa sorpresa nei non addetti ai lavori l'entità del fenomeno pedo-pornografia su internet così come è stato disegnato ieri in Friuli dall'associazione Save The Children, che ha presentato alcuni risultati della propria iniziativa "Stop It".

Stando alle indagini condotte in rete dai volontari dell'associazione sulla scorta delle segnalazioni piovute grazie al sito dedicato a Stop It in internet sarebbero pubblicati almeno 12 milioni di immagini rappresentanti abusi e violenze sessuali su minori, commessi con ogni probabilità in molti diversi paesi del mondo.

I siti internet coinvolti in operazioni di diffusione di tali immagini secondo l'associazione sono almeno 70mila.
Il fenomeno in Italia avrebbe assunto nelle stime di Save The Children una dimensione apparentemente incredibile: il volume d'affari annuo derivante dalla produzione e vendita di queste immagini dentro e fuori dalla rete sarebbe pari ad almeno 11 miliardi di euro.

Le informazioni sono state raccolte grazie a Stop It, iniziativa presentata lo scorso novembre che è cofinanziata dalla Commissione Europea nel quadro della strategia UE per la difesa dell'infanzia su internet, nota come "Internet Action Plan".

Secondo gli intervenuti alla presentazione di queste cifre, organizzata dal CoReCom del Friuli Venezia-Giulia, una delle misure da prendere dovrebbe essere il varo di un vero e proprio codice di auto-regolamentazione a cui dovrebbero aderire i siti interessati a contrastare il fenomeno. Sul codice sta lavorando lo stesso CoReCom in accordo con la Polizia Postale e delle Comunicazioni. Una volta concluso, il codice dovrà naturalmente dimostrare di poter rappresentare davvero se non un freno, almeno un contributo nella lotta contro lo sfruttamento dei minori.
TAG: pedoporno
82 Commenti alla Notizia Il pedoporno che sfrutta internet
Ordina
  • Il monitoriaggio della pedofilia online
    deve competere allo stato.
    Nessun privato deve arrogarsi il diritto
    di detenere questo tipo di materiale...
    nemmeno per fini "umanitari".
    E' come se io dicessi di voler combattere
    la droga tenendomela tutta in casa,
    cosi' gli spacciatori non potrebbero piu'
    distribuirla.
    CHE SIA LO STATO A COMBATTERE
    LA PEDOFILIA!
    NON PINCO PALLINO PSEUDOSBIRRO.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il monitoriaggio della pedofilia online
    > deve competere allo stato.
    > Nessun privato deve arrogarsi il diritto
    > di detenere questo tipo di materiale...
    > nemmeno per fini "umanitari".
    > E' come se io dicessi di voler combattere
    > la droga tenendomela tutta in casa,
    > cosi' gli spacciatori non potrebbero piu'
    > distribuirla.
    > CHE SIA LO STATO A COMBATTERE
    > LA PEDOFILIA!
    > NON PINCO PALLINO PSEUDOSBIRRO.

    SACROSANTA VERITA' !!!!!!!!!!


    non+autenticato
  • Ho vissuto alcuni anni a Udine.. e leggere che proprio li esiste una associazione di questo tipo mi fa pensare.
    Premetto che quella citta' e' poco piu' di un paesotto mi e' capitato di conoscere piu' di un padre che ha avuto a che fare con pedofili, quelli veri, che ti prendono il figlio per mano (quando va bene) e tentano di portarselo via....

    Arresti, denunce... e questi girano tranquillamente a piede libero.....
    Pero' e' bello sentirsi dire dal carabiniere che sei stato fortunato perche' "lo conosciamo, questo e' uno poco furbo che si fa beccare"!!!
    non+autenticato
  • Secondo me Internet ha fatto emergere all'attenzione di tutti un problema che esisteva gia' ma che passava per canali non frequentati dai benpensanti.

    Ora che molti vengono coinvolti, soprattuto tramite lo spam, ed invitati alla visione di siti anche illeciti ecco che scatta l'indignazione.

    Non sarebbe meglio fare delle segnalazioni ad appositi siti delle forze dell'ordine e lasciare che facciano il loro lavoro, piuttosto che sparare cifre per fare sensazione?

    non+autenticato
  • E per finire il discorso..
    Pacciani, accusato di essere il mostro di Firenze, ha abusato di entrambe le sue figlie. Niente internet, niente peer2peer, niente immagini, niente preti a caccia di siti porno, niente associazioni che sparano 'zzate. Niente, solo l'abuso, il crimine, QUELLO VERO!

    Internet, il grande demone pedofilo, all'epoca dei fatti in italia non esisteva neanche. Come ce lo spiegano queste associazioni? Con quale faccia vengono ancora a cercare di convincerci che internet e' il male e che quindi, di conseguenza, va controllata e monitorata a livello internazionale?

    Vergogna!
    non+autenticato
  • "Il fenomeno in Italia avrebbe assunto nelle stime di Save The Children una dimensione apparentemente incredibile: il volume d'affari annuo derivante dalla produzione e vendita di queste immagini dentro e fuori dalla rete sarebbe pari ad almeno 11 miliardi di euro."

    Supponiamo che in italia ci siano un milione di pedofili (cioè un maschio ogni 28).

    Allora in media ogni pedofilo spenderebbe 11.000 euro all'anno per comprarsi sto scempio di immagini. Cioè poco meno di 1000 euro al mese. In media.

    Quindi o 'sti porci, hanno uno sfacello di soldi, o qualcuno ha sbagliato a far di conto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Il fenomeno in Italia avrebbe assunto nelle
    > stime di Save The Children una dimensione
    > apparentemente incredibile: il volume
    > d'affari annuo derivante dalla produzione e
    > vendita di queste immagini dentro e fuori
    > dalla rete sarebbe pari ad almeno 11
    > miliardi di euro."
    >
    > Supponiamo che in italia ci siano un milione
    > di pedofili (cioè un maschio ogni 28).
    >
    > Allora in media ogni pedofilo spenderebbe
    > 11.000 euro all'anno per comprarsi sto
    > scempio di immagini. Cioè poco meno di 1000
    > euro al mese. In media.
    >
    > Quindi o 'sti porci, hanno uno sfacello di
    > soldi, o qualcuno ha sbagliato a far di
    > conto.


    NO, No, ti sbagli. In realtà c'è un pedofilo ogni 2,8 maschi che spende 100 ? al mese ( di più è dura ...)
    Per cui, ammettendo me, te, e il web master almeno uno è pedofilo, ed un altro ne ha la tendenza ( 1 su 2,8 ...... ).


    ROBE DA MATTI !!!!
    non+autenticato
  • E' mai possibile che ogni volta che si parli di questo argomento di diveti ciechi e stupidi.

    Si leggono cose che fanno rabbrividire.

    LA prima cosa riguarda l'incasso degli 11 miliardi.Non è che per caso in quell'altra statistica si parlava solo degli affari leciti?i è passato dalla mente oppure no?

    La seconda.
    Rinunciare alla privacy sarebbe una buona cosa se se solo se servisse unicamente per bloccare la pedofilia.Il fatto è che questa cosa si trasformerebbe in un modo legale di tenere sottocontrollo le persone in rete.A mio avviso già lo siamo quindi cambierebbe poco.

    Terza
    Vi lamentate sempre che internet non è colpevole.Questo è vero.Il fatto però è che tramite internet la pedofilia ha assunto proporzioni giganti.Non voglio certo dire che prima i pedofili non c'erano ma,non mi era mai capitato che scaricando un'immagine di dragon ball apparisse la foto di un bambino nudo.Per non parlare se ricercate la parola kidman(la bellissima ex moglie di tom cruise per chi non la conoscesse)su google.Fate una ricerca sui programmi p2p...dite ancora che internet non è un problema?

  • - Scritto da: vegeta
    > E' mai possibile che ogni volta che si parli
    > di questo argomento di diveti ciechi e
    > stupidi.
    >
    > Si leggono cose che fanno rabbrividire.
    >
    > LA prima cosa riguarda l'incasso degli 11
    > miliardi.Non è che per caso in quell'altra
    > statistica si parlava solo degli affari
    > leciti?i è passato dalla mente oppure no?

    Sinceramente sì, ma ho scartato subito l'idea. E' irreale che il giro d'affari pedoporno in italia sia pari al triplo del giro d'affari lecito in tutto il mondo, suvvia...

    >
    > La seconda.
    > Rinunciare alla privacy sarebbe una buona
    > cosa se se solo se servisse unicamente per
    > bloccare la pedofilia.Il fatto è che questa
    > cosa si trasformerebbe in un modo legale di
    > tenere sottocontrollo le persone in rete.A
    > mio avviso già lo siamo quindi cambierebbe
    > poco.

    Se fosse così, il problema sarebbe riprendercela la privacy, e non acconsentire ancora a farcela togliere...

    > Terza
    > Vi lamentate sempre che internet non è
    > colpevole.Questo è vero.Il fatto però è che
    > tramite internet la pedofilia ha assunto
    > proporzioni giganti.Non voglio certo dire
    > che prima i pedofili non c'erano ma,non mi
    > era mai capitato che scaricando un'immagine
    > di dragon ball apparisse la foto di un
    > bambino nudo.Per non parlare se ricercate la
    > parola kidman(la bellissima ex moglie di tom
    > cruise per chi non la conoscesse)su
    > google.Fate una ricerca sui programmi
    > p2p...dite ancora che internet non è un
    > problema?

    Credo nessuno lo dica. Qui si sostiene che internet è forse il 2% del problema, ma a molti fa comodo far credere che sia il 98%...
    Come qualcuno ricordava, il 90% dei casi di pedofilia (e, aggiungo io, i piu' gravi) si svolgono tra le mura domestiche; e qui internet cosa c'entra?
  • >.Per non parlare se ricercate la
    > parola kidman(la bellissima ex moglie di tom
    > cruise per chi non la conoscesse)su
    > google.Fate una ricerca sui programmi
    > p2p...dite ancora che internet non è un
    > problema?

    http://www.google.com/search?hl=it&lr=&ie=ISO-8859...
    appunto la bella ex-moglie di tom cruise
  • hanno ripulito è chiaro

  • - Scritto da: vegeta
    > hanno ripulito è chiaro

    CERTO!!!!
    A Google non hanno altro da fare che leggere su PI i tuoi
    post, in modo da essere pronti a cancellare tutte le traccie
    non appena tu ne denunci l'esistenza......Ma perfavore va'....

    Datti una botta di vita, esci di casa e rilassati.

    non+autenticato

  • >
    > Terza
    > Vi lamentate sempre che internet non è
    > colpevole.Questo è vero.Il fatto però è che
    > tramite internet la pedofilia ha assunto
    > proporzioni giganti.Non voglio certo dire
    proporzioni MEDIATICHE giganti ovvero se ne parla per fasre in modo che la gente chieda controllo
    un po come quando anziche infischiarsene della microcriminalita la si ingigatisce per creare bisogno di sicurezza,polizia e repressione
    > che prima i pedofili non c'erano ma,non mi
    > era mai capitato che scaricando un'immagine
    > di dragon ball apparisse la foto di un
    > bambino nudo.
    mai capitato...a me...cmq prima vi eran canali....diversi per il traffico di materiale pornografico e di bambini..non ci finivi per caso...
    non avevi la sensazione del fenomeno
    >Per non parlare se ricercate la
    > parola kidman(la bellissima ex moglie di tom
    > cruise per chi non la conoscesse)su
    mai cercato nomi di donne su goggle
    non mi interessa le preferisco vive
    > google.Fate una ricerca sui programmi
    > p2p...dite ancora che internet non è un
    scarico gli Stormy Six o altro.. mai trovato nulla di porno
    > problema?
    non+autenticato
  • > La seconda.
    > Rinunciare alla privacy sarebbe una buona
    > cosa se se solo se servisse unicamente per
    > bloccare la pedofilia.Il fatto è che questa
    > cosa si trasformerebbe in un modo legale di
    > tenere sottocontrollo le persone in rete.A
    > mio avviso già lo siamo quindi cambierebbe
    > poco.

    Dato che lo siamo già, allora dici bene di
    legalizzare la cosa! facciamo in modo che
    appena vogliono possano entrare in casa tua
    senza mandato, tu non abbia il diritto al tuo avvocato...
    Tanto dato che ormai succede xche abbiamo ancora
    questi obsoleti retaggi del mondo libero?

    > Terza
    > Vi lamentate sempre che internet non è
    > colpevole.Questo è vero.Il fatto però è che
    > tramite internet la pedofilia ha assunto
    > proporzioni giganti.Non voglio certo dire
    > che prima i pedofili non c'erano ma,non mi
    > era mai capitato che scaricando un'immagine
    > di dragon ball apparisse la foto di un
    > bambino nudo.Per non parlare se ricercate la
    > parola kidman(la bellissima ex moglie di tom
    > cruise per chi non la conoscesse)su
    > google.Fate una ricerca sui programmi
    > p2p...dite ancora che internet non è un
    > problema?

    Ma il problema non è chi scarica le foto!
    è chi le fa! e quella gente c'è sempre stata! oggi
    la gente che si scarica la roba da internet Siti Web
    P2P BBS non è quella che fà veramente i danni
    ai bambini! sono i Pedofili che ci sono sempre stati
    e che fanno le cose in casa che bisogna fermare!
    E non sarà certo incatenare internet che lo farà.

  • - Scritto da: vegeta
    > E' mai possibile che ogni volta che si parli
    > di questo argomento di diveti ciechi e
    > stupidi.
    >
    > Si leggono cose che fanno rabbrividire.

    Sono d'accordo al 100 %.

    >
    > LA prima cosa riguarda l'incasso degli 11
    > miliardi.Non è che per caso in quell'altra
    > statistica si parlava solo degli affari
    > leciti?i è passato dalla mente oppure no?

    Affari LECITI parlando di pornografia infantile?? Che diavolo significa "leciti " ??


    > La seconda.
    > Rinunciare alla privacy sarebbe una buona
    > cosa se se solo se servisse unicamente per
    > bloccare la pedofilia.Il fatto è che questa
    > cosa si trasformerebbe in un modo legale di
    > tenere sottocontrollo le persone in rete.A
    > mio avviso già lo siamo quindi cambierebbe
    > poco.

    IO NON RINUNCIO ALLA MIA PRIVACY !!
    Questa è la solita scusa, usata DA TUTTE LE DITTATURE O GOVERNI ASSOLUTISTI, per ficcare il naso in casa di tutti e decidere a senso unico cosa è lecito e cosa no. E questa della pedofilia in internet PUZZA MOLTO di scusa.
    Se uno non ha idea del significato REALE di democrazia e libertà, è meglio che eviti certi interventi !

    > Terza
    > Vi lamentate sempre che internet non è
    > colpevole.Questo è vero.Il fatto però è che
    > tramite internet la pedofilia ha assunto
    > proporzioni giganti.Non voglio certo dire
    > che prima i pedofili non c'erano ma,non mi
    > era mai capitato che scaricando un'immagine
    > di dragon ball apparisse la foto di un
    > bambino nudo.Per non parlare se ricercate la
    > parola kidman(la bellissima ex moglie di tom
    > cruise per chi non la conoscesse)su
    > google.Fate una ricerca sui programmi
    > p2p...dite ancora che internet non è un
    > problema?

    Assolutamente no. Prima di Internet era sufficente farsi un giro ad Amsterdam e di foto pornografiche di bambini ne trovavi quante volevi, visto che a casa loro non era reato.
    E se vuoi foto di bambini nudi, se ne trovano a valanghe dappertutto: mia madre ( pensa, una mamma ...) conserva un sacco di foto mie di quando ero bambino e mi faceva il bagnetto.... che faccio, la denuncio per pedofilia ?
    E in quanto al P2P .... invece di chiaccherare a vuoto, prova a scaricare: vedrai che invece di quello che dice di essere, sono sempre video di puttanoni di età anche attempata.....
    E in quanto a Google, se digiti kidman, guarda caso, saltano fuori un sacco di siti con Nicole Kidman e nessuno di porno infantili( almeno le prime 10 pagine ...). Se lo hai trovato, facci il piacere di meetere quì il link, che così verifichiamo anche noi, grazie.
    Internet NON E' il vero problema. E' solo un simpatico capro espiatorio, facile a sparargli addosso.

    Salve

    Volontario
    non+autenticato
  • Riprendiamo il discorso.

    1)La storia di Nicole Kidman è già stata spiegata da me in una replica.Lo avranno ripulito.Circa due anni fa i risultati erano diversi

    2)Privacy
    Dite che non è giusto che la polizia ci tenga sotto controllo in nome della privacy ma,non è nemmeno giusto che in nome della privacy vengano scaricate(che costituisce reato) immagini pedopornografiche

    3)Voi dite che internet non significa pedofilia.Ma perchè non capite che queste associazioni non lo affermano?LOro affermano solo che il web è un potente mezzo di diffusione.Siceramente(in particolare all' "amico" che parlav delle foto del bagnetto),non mi è mai capitato di girare per strada o vedere un edicola con giornaletti di tipo pedopornografico.Se sai dove trovarli vuol dire che ti sei impegnato molto nella ricaerca

    4)Infine il p2p..digitate sex o baby in tali programmi,magari anche child e ne avrete delle belle.
    A proposito a chi consiglia di scaricare...non lo fare è reato

  • > 4)Infine il p2p..digitate sex o baby in tali
    > programmi,magari anche child e ne avrete
    > delle belle.
    > A proposito a chi consiglia di
    > scaricare...non lo fare è reato
    ...te hai scaricato?
    come fai a sapere che nn siano delle fake?
  • In realtà non ne sà niente ..... e si vede
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)